pierospanu

Members
  • Content Count

    288
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

pierospanu last won the day on May 2 2015

pierospanu had the most liked content!

About pierospanu

  • Rank
    Esperto

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    pierangelo spanu
  • Città
    Cagliari
  • Lavoro
    Infilo tubi
  1. Nessuna possibilità di fare casini! Scaricalo come qualunque altro programma, apri l'immagine disco e copia il programma nelle applicazioni. Doppio click sull'icona di Horos ed esso parte senza problemi, non devi settare nulla. Inserisci il CD nel lettore, scegli se copiare sull'HD le immagini (te lo consiglio) o leggerle dal CD, poi visualizza le immagini che devi. Tutto qui. Se poi non ti piace/non ti serve più, cestina il programma e l'archivio delle immagini (horos data) che è presente nella cartella "documenti". Piero
  2. https://www.horosproject.org Meglio di Osirix. Completo, funzionale, fa tutto quello che si può fare con le immagini DICOM, e soprattutto è open source. Piero
  3. E' tutto! La sostituzione la puoi fare da sola, io ci ho messo circa un'ora compreso formattazione e migrazione dati dall'HD. Per una guida dettagliata passo passo vai su: https://it.ifixit.com/. Ciao. Piero
  4. Appunto. Per cui puoi montarci il SSD che vuoi. Avrai bisogno di un frame speciale per montare il SSD nel posto del lettore CD con i relativi cavi dati ed alimentazione. La procedura di montaggio è abbastanza facile, io ci ho messo un'oretta compresa formattazione e migrazione dati dal vecchio HD. Per come fare fai riferimento al sito di ifixit: https://it.ifixit.com/, anche per reperire ciò di cui hai bisogno: utensili e cacciaviti speciali. Ciao. Piero
  5. Prova questa sequenza: - Premere per almeno 5 secondi il tasto di accensione (shutdown forazto: si spegne tutto subito). - Riavviare dopo 1-2 minuti di attesa. Probabilmente il macbook ripartirà normalmente. Potrebbe comparire un messaggio di avviso per la comunicazione del problema ad apple, puoi ignorarlo. - Provare a rispegnere il macbook con la sequenza normale. Dovrebbe spegnersi senza problemi ulteriori. Ciao. Piero
  6. Comunque, saltando a piè pari le dissertazioni ideologiche - condivisibili e condivise, peraltro - di faxus e 42, voglio contribuire all'argomento originale di questa discussione con una informazione che mi è stata fornita da un amico ad una domanda sostanzialmente simile da me posta in diverso forum. Sembrerebbe che comunque, anche se ormai ufficialmente spariti dall'app store, lion e mountain lion siano ancora scaricabili (a pagamento purtroppo, anche per chi ne era già utente...) con una procedura particolare: http://www.melablog....e-mountain-lion Devo questo link a francescodelia su tevac forum; mi sembra doveroso riconoscere il suo merito e la sua cortesia, mentre condivido con i partecipanti a questo forum una informazione di un innegabile valore. Ciao. Piero
  7. Ringrazio della precisazione, sospettavo una cosa così, ma il dubbio rimaneva... Anche io preferisco la tastiera estesa col filo. Ma il mouse senza filo no! A parte che le batterie hanno l'abitudine di abbandonarti nel momento più dannoso possibile (uno dei corollari delle leggi di Murphy,,,), ma l'assenza del filo consente lo smarrimento, la caduta a terra, gli scherzi in ufficio ecc,,. e la presenza del filo non è poi un così grande disturbo... Ciao. Piero
  8. Domanda un po' o.t. ma mi viene spontanea adesso e quindi... Se ho una tastiera bluetooth, e magari anche un mouse bluetooth, i comandi dati premendo tasti all'avvio come nei due casi suddescritti (e quindi presumibilmente prima dell'handshaking con la tastiera/mouse) sono efficaci? Incidentalmente è uno dei dubbi che mi tengono lontano dalle tastiere/mouse senza fili... Ciao. Piero
  9. Grazie, 42, esauriente, completo e sollecito. Seguirò i tuoi consigli. Piero.
  10. Mi accodo a questa discussione per fare alcune domande a 42 (ed ovviamente a chiunque altro possa rispondere) sulla gestione della batteria dei macbook pro: 1: normalmente uso il macbook in casa; per paura di friggere la batteria come avevo fatto in passato con il vecchio powerbook tenendolo sempre collegato alla rete, lo collego all'alimentatore solo subito prima che la batteria si esaurisca completamente. Sbaglio? 2: attendo sempre, se possibile, la scarica completa della batteria per ricaricarla. Sbaglio? Succede qualcosa se invece la ricarica viene iniziata se la batteria è solo parzialmente scarica? 3: una volta completata la ricarica si può lasciare collegata la rete anche a macchina spenta per alcune ore? succede qualcosa? è meglio scollegare subito l'alimentatore? Grazie. Piero
  11. Tutti e tre dovrebbero andare più che bene. Non conosco la tua videocamera, magari dipende da quella. Di solito la usi per riversare i filmati con il cavo firewire? Senza problemi? Piero
  12. risultato: 23:47: execution error: ARDAgent got an error: "whoami" doesn’t understand the do shell script message. (-1708) che vuol dire? (premetto che di terminale non so nulla...) Piero
  13. http://www.securemac.com/applescript-tht-trojan-horse.php http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=7793&numero=999 Qualcuno li ha letti? (domanda soprattutto rivolta ai guru del forum) Cosa ne pensate? Cosa seria oppure il solito fake dei produttori di antivirus-antimalware? Piero
  14. Caro matbard, penso che la migliore smentita sia la mia stylus, che funziona da anni con inchiostri non originali e l'unico problema che ha avuto è stata la necessità di sostituire i rulli prendicarta, ormai consumati! Vabbè che è una macchina di vecchia concezione, ma fa ancora molto bene il suo lavoro. Probabilmente le macchine più giovani sono più delicate, di "bocca" difficile per quanto riguarda gli inchiostri (e questo conferma il pessimo giudizio che ho sul materiale che viene prodotto adesso). Un motivo di più per tenermela cara (con inchiostri compatibili!). Piero
  15. Di questo passo arriveremo alle stampanti usa e getta ... ma poi l'ambiente?? Io personalmente uso ancora una vecchia stylus color (il primo modello, un vero carro armato: non si ferma mai) cui ricarico le cartucce con siringa ed inchiostri in boccetta comprati online a circa 5€ ogni 150 ml (che mi fanno circa 10 ricariche) e non ho avuto mai problemi. Ormai le carticce originali le compro solo per sostituire quelle vecchie, che non val più la pena ricaricare. Piero