premio_oscar

Members
  • Posts

    224
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by premio_oscar

  1. muy bien, che lindo.

    Ma continui a frequentare il forum, vero??!!!!

    sicuramente continuerò a frequentare il forum! ;)

    dal 10 novembre, però, per un paio di mesi sarò "disconnesso"... :(

    E giusto per farmi i fatti tuoi, per lavoro o per scelta di vita??

    sia per lavoro, sia per scelta di vita... ;)
  2. hai ricevuto il tuo file dxf da windows? hai provato con il comando sia "apri" sia "importa"

    secondo me non sbagli nulla. probabilmente il file dxf contiene delle informazioni di autocad che illustrator non riesce a riconoscere. Potresti verificarlo aprendo il file con un elaboratore di testo e controllare se ci sono presenti dei caratteri in forma di quadratini.

  3. In breve:

    Segnalibro:

    1) apri la paletta "segnalibro" ("bookmarks" se hai indesign in inglese)

    - "window" -> "interactive" -> "bookmarks"

    2) seleziona una parola (una frase, un grafico, ecc.) -> nella paletta bookmarks clicca "nuovo bookmark"

    (in questo modo abbiamo creato un segnalibro che ti apparirà anche nel tuo file in pdf);

    3) per "saltare" da un segnalibro ad altro: nella paletta bookmarks seleziona un segnalibro, poi seleziona una parola (una frase, un grafico, ecc.) e nella paletta bookmarks clicca su "nuovo bookmark".

    4) quando crei il tuo file in pdf devi spuntare le voci "includi bookmarks", "elementi interattivi".

    Indice:

    Premessa: devi usare in maniera corretta "stili di paragrafo".

    "layout" -> "table of contents";

    includi "stile paragrafo" e scegli quale "stile di paragrafo" includere nel tuo indice (ad esempio: stile "titolo" che hai assegnato a tutti i titoli nel tuo file in indesign)

    inoltre, puoi scegliere numerazione, stile, livello (se ci sono sottovoci), ecc.

    Puoi anche spuntare la voce "crea pdf bookmarks" in modo che il tuo indice sia "interattivo" nel file in pdf.

    Codici a barre:

    Provaci ad esempio "Barcode" (è a pagamento);

    "Code barre X" (gratuito, puoi trovarlo sul sito versiontracker)... ecc.

  4. Io mi dissocio completamente! :)

    Cmq grazie ancora per le dritte, adesso "vedo di rivedere" il metodo!

    Non puoi dissociarti ora... :confused: La sfida è ormai lanciata... il dado è tratto...

    ...

    Cerca di esercitarti importando in indesign un intero file in word (non paragrafo per paragrafo)...

  5. Quanti soldi oscar? sono a secco..e disposto a tutto

    tanto se perdo non ho di che pagarti..

    Idem... ma ci sarebbe una soluzione per noi squatrinati... chi perde finirà i lavori in corso dell'altro... e risponderà alle telefonate dei clienti... :confused:

    Aisha, miraccomando... stiamo scommettendo troppo...

  6. intendo che copio da word un paragrafo, lo importo senza formattazione in indesign, lavoro sugli stili e via così!

    Aisha, oh Aisha, Aisha, ecoute-moi / Aisha, Aisha, te ne vas pas....,

    Se si tratta di un biglietto da visita o un volantino con 2-3 frasi lo puoi fare... ma per il resto abbandona questo modo per sempre, anzi, cancellalo dalla tua memoria... (non sto scherzando)...

  7. ...

    ho importato paragrafo per paragrafo il testo...

    ...

    forse non ho capito bene...

    cosa intendi per "importare il testo paragrafo per paragrafo"?

    p.s. in ogni modo non ti preoccupare... stai andando veramente forte e fra non molto ci darai anche tu dei consigli utilissimi... scommettiamoci?

  8. Beh, ad esempio sto finendo un volume che supera 2.000 pagine. L'autore (anzi gli autori) con corsivi, grassetti, apici, maiuscoletti e varie combinazioni, seguivano delle regole editoriali del volume ben precise. Immagina ora quanto tempo dovrei perderci, se avessi importato il testo togliendo tutta la formattazione. Dovrei rileggere 2.000 pagine parola per parola per reinserire la formattazione richiesta!! Sarebbe assurdo, o no?

    Pertanto, il testo si deve importare in modo tale che le informazioni necessarie vengano assolutamente preservate.

    Fai delle prove in questo senso (vedi le opzioni di importazione in indesign).

  9. ... ho importato il testo da un documento word, eliminando tutta la formattazione, così da avere il testo "pulito"....

    a parte la canzone (ti è piaciuta?:confused: )... parliamo di cose serie.

    Ora mi sono accorto di questa frase... cosa intendevi con "eliminare tutta la formattazione... da avere il testo pulito"???

    Ma se dovessi impaginare un libro di centinaia e centinaia di pagine e dovessi mantenere inalterati tutti i corsivi, grassetti, maiuscoletti, apici (e varie combinazioni)... che autori e/o editori richiedono? Che faresti? Leggeresti parola per parola, riga per riga per rimettere tutta la formattazione nel tuo "testo pulito"??

  10. ...

    Per i fogli di stile che citi, sono quelli a cui si accede da Layout->stili sommario? O proprio no ho capito? :) (l'help in linea non ha voci relative ai "fogli di stile")

    ...

    Ho usato termine che ti ha creato un po' di confusione. Perdonami (scrivo in fretta mentre sono in ufficio incasinato con vari lavori). Perdonato???

    "fogli stile" = "stile di paragrafo", cioè proprio quello che hai usato tu in maniera corretta.

    Con "stile di paragrafo" praticamente padroneggi con il testo.

    Continua così e complimenti di nuovo!

  11. nelle opzioni di stampa puoi decidere in automatico quante volte stampare la tua immagine su un foglio (da 1 a 16). In questo modo però l'immagine va ridimensionata. Siccome le dimensioni devi mantenere inalterate dovresti farlo a mano (in un documento A4 inserire e posizionare la foto tante volte quante il formato A4 riesce a contenere)

  12. Grazie, visto però che posti anche qua, magari sarebbe utile dare una risposta *anche* in questo Forum... non trovi?

    Hai completamente ragione macteo... mi hai anticipato per un niente.... veramente

    Inserisco la stessa risposta in seguito:

    ...

    «Avresti dovuto spiegarci come hai fatto l'azione... presumo l'hai registrata con due file aperti contemporaneamente... o no? Per questo motivo "batch" va in "tilt".

    Comunque... ci sarebbero diversi modi. Provaci ad esempio così (ora vado solo a memoria e spero di non scrivere qualche cavollata):

    1) apri il tuo logo - crea nuovo set e nuova azione - inizia a registrare - "seleziona tutto" (in questo caso è il tuo logo) - "copia" - "apri" (apri qualsiasi immagine) - "incolla" (hai incollato il tuo logo in un altro file) - "salva con nome" - "chiudi" - "stop".

    2) apri il tuo logo - "batch" - imposta "set" - imposta "azione" - scegli la cartella sorgente - spunta la voce "override action open command" (ignora commando apri - cioè non aprirà quel file che hai usato nell'azione ma i file della cartella sorgente) - scegli "destinazione" - spunta la voce "override action save as command" - scegli come nominare i file nella cartella di destinazione.»