fdg

Members
  • Content Count

    107
  • Joined

  • Last visited

About fdg

  • Rank
    Novizio

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Fabrizio
  • Mac che possiedo
    iMac core duo, MacBook core 2 duo

Contact Methods

  • Website URL
    http://dezone.wordpress.com/
  1. Visto che OS X sotto è uno unix trovo per mia esperienza più comodo usarlo per sviluppare con strumenti nati su unix. Se scrivi "AJAX/PHP" ne deduco che sarebbe più congeniale per te affidarti allo stack LAMP almeno per quel che riguarda la parte Unix della L. Io da un po' di tempo uso in ufficio un PC. Dopo una prima esperienza con Seven ho preferito passare a Linux, quindi ad uno Unix, perché lo trovo più comodo per sviluppare. Non uso il mac solo perché sto aspettando che mi arrivi la macchina nuova Quello di Explorer è un oggettivo problema. Puoi risolvere usando una macchina virtuale.
  2. Cose che ho scoperto dopo l'aggiornamento. La prima è su Java. Su Snow Leopard i JDK supportati sono 1.3 e 1.6. Il JDK 1.5 è sparito. Questo di per se non sarebbe un problema, essendo il JDK 1.6 compatibile con la versione precedente. Però... c'è un però. Io sviluppo con GWT e purtroppo GWT su OS X richiede obbligatoriamente il JDK 1.5 per l'hosted mode, cioè il test locale delle applicazioni GWT. Non chiedetemi perché, ma purtroppo è così. Mi aspetto un aggiornamento di GWT per risolvere il problema. Nel frattempo si può procedere ripristinando il JDK 1.5 da una installazione di Leopard, come spiegato qui: http://groups.google.com/group/Google-Web-Toolkit/msg/bd91ab28bdd65e03 Altra cosa, mi è stato disabilitato little snitch. Devo indagare.
  3. Per i programmatori Java: su Snow Leopard sono presenti il JDK 1.6, sia a 32 che a 64bit, e il vecchio 1.3. La versione precedente, la 1.5, è sparita.
  4. Io partirei da un punto: non penso pretendano di sostituire Windows (o OS X) in tutto e per tutto, almeno come obiettivo a breve termine. Hanno già detto che cosa vogliono offrire: un thin client per applicazioni web. E siccome sul web si fanno tante cose, ha un potenziale campo di applicazione ampio. Che ci si possa fare di tutto è un altro discorso. Ne siamo sicuramente lontani. Potrebbe darsi anche che in un futuro si presenterà il seguente scenario: non un sistema che pretende di fare tutto ma diversi sistemi per contesti d'uso differenti. E' già cosi: Windows e OS X per il desktop; Linux e Windows sui server; OS X, Android e Symbian per la telefonia mobile...
  5. @pietro Scusa, dove sta scritto che le devi pagare? Per navigare sei obbligato a pagare qualcosa, connettività esclusa?
  6. Questa cosa è una cosa diversa dalle classiche distro linux. Se è pensato per le web-app non penso ci troveremo un ambiente desktop dove poter installare applicazioni locali tipo Ubuntu o altro. Cioè, proporrà un tipo di sistema orientato all'uso in rete che verrà installato su hardware leggero. Mi pare una riedizione in chiave Google del concetto di Network Computer. La piattaforma in questo caso ha già parecchio supporto da parte degli sviluppatori essendo il web. Il problema è se questi netbook attireranno acquirenti. Magari Google ha già in mente cosa dovrà caratterizzare questi sistemi e riuscirà , grazie all'esperienza di Android, a proporre prodotti con caratteristiche distintive che possano indurre all'acquisto. La domanda a cui dovrà rispondere l'acquirente sarà : "ho bisogno di un netbook/ChromeOS o di un PC desktop con su Windows, Linux o OS X?". Una mia idea sui giochi: sono convinto che il web diventerà una piattaforma di sviluppo per i giochi di successo.
  7. FF 3.5 mi pare visibilmente più veloce del 3.0. Quanto sia veloce rispetto a Safari non so. Sicuramente ci sono diversi casi in cui Safari è più veloce, come è notoriamente più veloce il suo interprete JavaScript (come quello di Chrome). I plug-in sono comodi. Visto che io ne uso alcuni per sviluppatori e che trovo Safari più leggero, preferisco usare Firefox solo quando mi serve nel lavoro. Se ho capito bene, gli sviluppatori di FF hanno previsto il passaggio progressivo da XUL ad HTML per lo sviluppo dei plug-in. Penso sia la soluzione migliore.
  8. @Sorde Il get the facts di Microsoft su IE era appunto per mostrare le presunte ragioni per scegliere IE 8 al posto di Firefox.
  9. Sto usando Vista sul PC. Personalmente lo trovo soddisfacente. Badate bene a quello che ho scritto: "soddisfacente". Cioè. è sempre Windows, come lo era XP. XP era a mio avviso un altro pianeta rispetto al predecessore, cioè Windows 98/ME. Ma Vista non è così stravolgente. Anzi, per quanto introduca delle novità , alla fine l'utente nota che: è più pesante; l'interfaccia è in alcuni casi più cervellotica/idiota; introduce delle incompatibilità che costituiscono un problema oggettivo. Il risultato non è facilmente giustificabile con le novità sotto il cofano (che ci sono) e alcune funzionalità che si guadagnano.
  10. Se volete veramente parlare dei difetti di Apple, Mac e OS X fatelo senza citare articoli spazzatura come questi. Sono marketing da quattro soldi. Nel modo in cui si scrive un articolo spazzatura come questo si può dire di tutto e il contrario di tutto. Basta fare delle affermazioni senza preoccuparti di dimostrarle, su cui magari costruisci le tue tesi (altro esempio illuminante è il nuovo "get the facts" di microsoft su IE 8 e Firefox ).
  11. L'articolo prende un non-punto e lo usa per farci una dimostrazione. Sarebbe però interessante capire quanto sia rilevante che Windows 7 supporto un PC del 2001. Tranne qualche pazzo o smanettore che vuole sperimentare, quei PC rimarranno con su XP. In pratica è un argomento buono solo per il marketing.
  12. Per tornare In Topic, alla fine installeremo il 10.6 e diremo: "eh... mbè, tutto qui?".
  13. @gennaro_mac > Ni, la 10G disponibile è quasi un "dovere" da parte di Oracle visto che per farla funzionare devi sudare le sette camice... Mmmmh... io penso solo al client. Il driver JDBC non mi pare abbia problemi specifici su OS X. Il server non ho mai provato ad installarlo. Ma sinceramente in questo ruolo a me viene in mente una macchina linux. > L'editor visuale d'interfacce ad esempio, esatto! I plug-in che uso io sono: GWT, Subclipse, Maven e FindBugs. Ho installato una Enterprise Edition. > Vabbé ... avresti un casino immane anche su Mac così! Per fortuna ci pensa Apple.
  14. @gennaro_mac > vedi Oracle (fortunatamente nuovamente disponibile da un po' di tempo) Quindi Oracle è da escludere. > i vari (molti) plug-in di Eclise ??? Non ho mai incontrato un plug-in che non si installa su mac. Non dico che non ci sia, ma non capisco che genere di plug-in non può installarsi se non un plug-in che dipende da qualche libreria nativa. Quindi si tratterà di un plug-in per interfacciare Eclipse a uno strumento che su mac non esiste... ...mi correggo, un plug-in solo windows l'ho installato: JSTD, un javascript debugger per Explorer. > Scusa ma per toglierti la curiosità di sapere con quale "java" stai lavorando non ti basta un "java -version"? :-P E se hai 3 installazioni di 1.6? E soprattutto perché? Non è che non si possa fare, ma che è una seccatura. Arrivi su una macchina X e installi un'applicazione Java e poi scopri che non funziona perché il JDK non è installato e non basta il JRE. Poi installi il JDK e ti rendi conto che in realtà era già installato...
  15. Visto che OS X non si reinstalla in continuazione, io direi che la seccatura di inserire il disco del 10.5 per l'aggiornamento si può sopportare. @gennaro_mac Io programmo in Java su mac. Gli unici due problemi sono che Java 1.6 funziona solo a 64 bit (per me non è un problema visto che ho una macchina col Core 2 Duo) e che Apple aggiorna Java lentamente (problema relativo visto che il passaggio alle nuove versioni di Java non è mai immediato - io uso ancora la 1.5 perché è quella supportata da GWT). D'altro canto è anche vero che su Windows non è una rarità avere 2/3 versioni di Java installate e non capire quale sia realmente utilizzata.