Jospin70

Members
  • Posts

    512
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Jospin70

  1. Ragazzuoli, penso di dire cosa gradita a tutti coloro che, come me, pensavano fino a ieri di conoscere il proprio Mac come se stessi e che invece...scoprono che qualche "piccolo dettaglio" gli è sfuggito! A gli altri.. chiedo venia, mi perdonino per questa "scoperta dell'acqua calda"! Chi di voi ha un iMac Intel 2 Core 17/20/24" (a partire dai modelli in vendita da fine 2006) e sta per acquistare un router wireless, sappia che non dovrà perdere giornate intere per negozi alla ricerca di marche con "pennini" usb compatibili con Mac! Questi modelli, infatti, hanno un'ottima scheda Airport Wireless integrata che supporta velocità fino a 54 Mpbs (!!!) e dialogano tranquillamente con qualunque marca di router Wi-Fi senza bisogno di "pennini" usb! Basta: 1. Collegare il router a corrente e telefono e piazzarlo dove vi pare in casa 2. Configurare il router con un qualsiasi web browser seguendo le istruzioni del dispositivo 3. Infine configurare Airport sulle Preferenze di Sistema del Mac! Pochi secondi e il Mac localizzerà il segnale wi-fi, poi navigate felici e contenti! ...PRODIGI DI MAMMA APPLE! Insomma, compratevi il router wireless che preferite e magari rivendetevi la chiavetta usb al primo ...sfortunato winzozziano! Lui si che ne avrà bisogno! Eh eh! Ritorno a precisare, a scanso di equivoci, che quanto ho affermato riguarda sicuramente i modelli desktop iMac Intel 2 Core in vendita a partire da fine 2006. Per ciò che concerne gli altri modelli confesso di non sapere nulla e rimando chi fosse interessato direttamente al sito di mamma Apple, precisamente a questo indirizzo:http://www.apple.com/it/support/hardware/ Da lì scegliete la categoria di modelli, poi cliccate su "Specifiche Tecniche", infine cliccate sul modello che vi interessa. Otterrete una pagina con tutte le caratteristiche hardware, schede Airport incluse. Spero d'avere postato cosa gradita. Jospin
  2. Apo, continuo a non essere per nulla daccordo su ciò che ribatti ma... apprezzo molto il tono più disteso e conciliante con cui stavolta hai postato. Prendo atto che hai opinioni opposte alle mie in materia di p2p, ma le rispetto. Chiudiamo quindi senz'altro questa diatriba. Riaffermo solo il diritto di tutti a dare il consiglio che si ritiene utile e che, inevitabilmente, si basa anche sull'esperienza personale. Tranquillo... anche se apparentemente sembro aggressivo, di certo non porto rancore nemmeno io per 'ste cose! Con tutte le cose veramente importanti e serie della vita, ci mancherebbe altro! Grazie per il link, proverò a seguire le istruzioni. No, non aprirò un ulteriore thread su aMule, Apo. Ti dico in tutta sincerità che se riesco a configurarlo seguendo le Faq, bene.. sennò non è che starò lì più di tanto ad arrovellarmi. Ho già letto qualcosa, e continuo a pensare che sia un programma inutilmente cervellotico. Sessioni di decine di ore...poi... per farlo andare a pieno regime! Ma dai... Per chi ha esigenze come le mie, vanno benissimo i programmi che ho consigliato a Pagani. Trovo tutto ciò che mi serve e riesco a scaricarlo subito e velocemente... con uno o con l'altro. Si, a volte scrivo i post con Word e poi li incollo qui. Hai l'occhio lungo, eh! L'hai capito dal tipo di tabulazioni, per caso? Jospin
  3. Apo, se per te chiamare "fesserie" le opinioni altrui non è insultare... beh, mi sorge il dubbio che le buone maniere un po' ti difèttino, o che ignori il significato del termine "fesseria". Nel primo caso, non posso fare granché: la maleducazione è una brutta malattia che in età adulta diviene spesso incurabile e subdola, non avendo quasi mai neppure coscienza di sè. Nel secondo caso ti invito a studiare attentamente la definizione di "fesseria", tratta dal Dizionario della Lingua Italiana (De Mauro), che di seguito ti riporto: Fesseria: azione o discorso da fesso, stupidata, cretinata, cosa di poco conto, inezia, bazzecola. Se non è offensivo dare del cretino, dello stupido e del fesso a uno che neanche conosci, solo perché non condividi le sue opinioni...beh... credo, quanto meno, che tu abbia seri problemi con la lingua madre. Altra cosa sarebbe stata se tu avessi impostato la critica in maniera meno irritante… Bastava dire che, secondo te, stavo dicendo delle inesattezze: termine molto piu’ educato di fesserie. PUNTO. Detto questo: 1. Non sono assolutamente daccordo con te sul fatto che sia "uno spreco" farsi "ciucciare" RAM (e risorse in genere) dai programmi in java, perlomeno non sempre! Se uno ha un Mac recente o recentissimo, con una sufficiente quantità di Ram e un buon processore, non vedo quale sia la ragione che possa indurre a non usare programmi ottimi ed efficienti solo perche’ sono in java! Certo, personalmente parlo da possessore di un iMac Intel 2 Core (con 2 giga di Ram e Cpu a 2.16 Mghz), ma ti assicuro che uso Limewire (ad esempio) da quando avevo un misero iMac G3 PowerPc del 2001 (con 256 miseri Mega di Ram e Cpu a 500 miseri Mghz!!!). La differenza è che sul Mac Intel, insieme a Limewire, posso tenere aperti altri altri programmi senza il minimo rallentamento… Col G3, invece, dovevo “star calmino†ed evitare di aprire altre cose insieme a Lime. Per il resto Lime andava a bomba pure là ! Ciò dimostra che tu drammatizzi troppo su sta storia del “ciucciamento di risorse†dei programmi in Java. Non sono un tecnico, ti ripeto, mi limito soltanto a fornire dati empirici e perciò affidabili. In conclusione, confermo: i programmi di file sharing in java, come Limewire (o Frostwire, etc..) possono essere usati da chiunque senza drammi. Basta semplicemente basarsi sui Requisiti di Minimi di Sistema dichiarati dai produttori, con l’accortezza di istallarle preferibilmente a partire da macchine che posseggano risorse un po’ superiori a quelle minime. 2. Concordo con te, invece, sull’ipotesi che i problemi di aMule sperimentati da me e da tanti altri possano esser dovuti ad un’errata configurazione. Effettivamente, non è da escludere. Benissimo… Che ne dici allora di dare tutti noi “pigroni†il link della pagina in cui hai risposto alle Faq su aMule? Sai…siamo troppo pigri per cercarlo da soli… 3. Apo, non ho mai detto che aMule da problemi a tutti!!! Né, tanto meno, “pretendo di esigerloâ€â€¦ (ma come parli? Sei sicuro di conoscere il significato di dei verbi “pretendere†ed “esigereâ€, e se hanno senso usati assieme?). Cmq, ho detto solo che siamo in molti ad avere problemi con aMule, e ciò mi pare inconfutabile. Dai, mettiamola così… Hai ragione sul fatto che su aMule ho espresso un giudizio un po’ “assolutisticoâ€, lì ho sbagliato io. Intendevo solo dire che, per esperienza personale, ho verificato la difficoltà a farlo funzionare. 4. Non so cosa c’entri nel contesto la storia del Mac Os che, a leggere tutti i problemi del forum, risulterebbe il peggior S.O., etc… Boh??? Io non ho mai pensato una simile sciocchezza, non l’ho mai affermata e pertanto non deve balenarmi in mente nulla… 5. Io non faccio alcun computo certosino e arrogante del numero di messaggi, threads, etc… miei o di altri nel forum. Nel dare il mio modesto contributo al forum, uso un altro metro di giudizio per valutare ciò che leggo e ciò che scrivo. Uno può anche dare preziosissimi suggerimenti anche in un unico post e poi sparire, invece altri intervengono in continuazione offrendo solo aria fritta. 6. Senza entrare troppo nel merito, concordo con te nella specificità di ogni rete di file sharing. E’ verissimo. Per quanto mi concerne, per il tipo di file che prediligo io (musica x l’80%), mi va benissimo la rete Gnutella. Ecco perche ho suggerito Limewire & C. Non ho suggerito alcun “reale†sostituto di aMule in questo senso perché non conosco altri client che usano l'ed2k/KAD e avrei potuto sparare davvero qualche inutile sciocchezza. 7. Sbagli di grosso anche sull’utilità finale di quel mio post. L’utente Pagani non ha specificato assolutamente nulla sul tipo di rete che predilige e se usa aMule per questo o per quel motivo! Quindi, potrei benissimo aver risolto il suo problema con qualunque dei client che gli ho suggerito… da Limewire, ad Azureus, ad Acqisition, etc. Spero di essere stato chiaro ed esaustivo, e che la diatriba si concluda. Ho dato anche prova di una doverosa autocritica, quando necessaria, e che farebbe bene anche a te. Jospin
  4. Apo, impara innanzitutto ad essere più educato. Non ti ha autorizzato nessuno a chiamare "fesserie" le opinioni altrui solo perché non le condividi. Se hai qualcosa da ridire o da ribattere per dare un contributo al forum ne hai tutto il diritto, ma fallo con educazione e rispettando i pareri altrui. Altrimenti vai a insultare fuori di qui. PUNTO. Fatta questa premessa... 1. E' vero che molti dei programmi che ho consigliato a Pagani sono in java e che per questo "ciucciano" un po' più di altri. Questo però non dimostra in alcun modo che non funzionano ma solo che potrebbero avere qualche problema su Mac datati e poco potenti. Sui Mac più recenti (la maggioranza, ormai!), il java gira a meraviglia. Sono programmi che uso personalmente tutti i giorni e confermo che funzionano alla perfezione. Dimostrami il contrario con prove concrete, se ci riesci, non serve a nulla limitarsi a contraddire come fai tu. Istalla anche tu quei programmi e ti renderai conto da solo che aMule non regge il confronto né in prestazioni né in affidabilità . 2. Sei andato un po' fuori tema, non ho mai detto che aMule non funziona "perche' ciuccia"! Non ho idea del perché non funzioni, non sono un genio dell'informatica che puo' dare spiegazioni tecniche. Ho solo confermato di aver avuto anch'io con aMule un casino di problemi, esattamente come Pagani e tantissime altre persone qui nel forum. Sarà un caso? Se a te funziona, meglio per te, ma gira un po' per il forum prima di parlare. Jospin
  5. Figurati Asso! Si aiuta volentieri quando si puo'. Per ciò che riguarda Linux, hai perfettamente ragione. Ho provato anch'io Mandriva, Ubuntu, Debian & C. e...se spesso si accusa Windows per la sua inutile macchinosità , beh... Linux in questo è davvero peggio! Secondo me, basta solo l'assurda procedura d'istallazione di un programma qualsiasi a farti stufare di Linux dopo 2 giorni! Vedrai invece, quanto infinitamente piu' semplice ed intuitivo sia lavorare col Mac. All'inizio ti sentirai un po' spaesato, perche' ti troverai davanti un sistema operativo simile ma allo stesso tempo molto diverso dal Windows. Ti chiederai come diavolo si fanno cose essenziali che eri abituato a fare sul Windows e soprattutto "se" si possono fare anche col Mac! Tranquillo, tempo al tempo... Nell'approccio col Mac, credimi, devi sempre tener presente una cosa sola: NON ESISTE NULLA DI CIO' CHE FACEVI COL WINDOWS CHE ADESSO NON PUOI FARE COL MAC! Solo che col Mac, le stesse cose, le farai in 20 passaggi in meno che col Windows e con una macchina che, a differenza di un Pc Windows, NON SI PIANTA MAI e NON SI INFETTA COI VIRUS! Ti pare poco??! Ah...! Una piccola dritta di carattere "sociologico" (eh eh eh): Adesso che sei un Mac User, ricorda che un vero Mac User non chiamerebbe mai "pc" il suo Mac! Nel mondo Apple la sigla "Pc" viene istintivamente associata ai computer con Windows... Per questo chiamiamo il nostro Mac sempre e solo Mac! Dai... si... siamo un po invasati, lo so! Ma chi non lo sarebbe con un computer così eccezionale??! Buon Mac, allora e...ricorda... per qualunque altro dubbio, siamo qua! Jospin
  6. PAGANI, Disistalla aMule. è il peggior programma di file sharing che tu possa usare su Mac. I risultati sono proprio quelli di cui ti lamenti tu e in più (quando funziona), sono pochissimi i download che partono in rapporto ai file che tenti di scaricare. E non c'è nulla da fare. Per non aver nessun tipo di problema e per ottenere download certi nell'85% dei casi, ti consiglio invece uno di questi programmi (o tutti, se vuoi): - Limewire (gratuito nella versione base, che però è già ottima) - Frostwire (gratuito e identico a Limewire, da cui deriva, ma a volte più veloce) - Acquisition (purtroppo a pagamento ma ottimo, dotato anche di un'interfaccia molto funzionale) - Acqlite (interfaccia "essenziale" ma completa) - Cabos (molto simile al precedente, ma piu' scarno) Se sei pratico coi torrents, ti consiglio i seguenti: - Azureus (una vera meraviglia multimediale, oltre che un programma per i torrents. Ti permette, tra l'altro, di scaricare e visionare trailers di film, documentari, etc...) - Trasmission - Bittorent - Lh Abc Se non dovessi sapere dove trovare e scaricare tutto ciò, segui questo link www.versiontracker.com , oppure quest'altro www.macupdate.com Jospin
  7. Asso, innanzitutto benventuto nel magico mondo di Apple. Le indicazioni principali e piu' immediate te le ha date Guass prima di me. Come ti ha detto lui, su Mac istallare le applicazioni è davvero un gioco da ragazzi. Al contrario di Windows, su Mac raramente c'è un istaller (lo troverai solo per i programmi più grossi e complessi). Tieni conto, inoltre, che nel 98% dei casi, qualsiasi nuova applicazione x Mac tu scarichi da internet o da altre fonti, si presenterà come "immagine disco" (l'icona è un piccolo disco rigido su sfondo bianco) e il nome del file richiamerà in parte quello dell'applicazione. Cmq non puoi sbagliarti, l'estensione è sempre ".dmg" Per l'istallazione, ti accenno i 2 casi principali che potranno capitarti: Primo caso: ISTALLAZIONE SENZA ISTALLER (ben 85% del totale circa) 1. Fai doppio click sull'immagine disco. Per qualche secondo apparirà una finestrella con una barra di progressione, poi si aprirà la finestra contenente l'applicazione vera e propria. 2. A questo punto, col mouse, devi solo trascianare fuori il file l'applicazione piazzandolo sul desktop o, molto meglio, direttamente nella cartella Applicazioni! Appena rilasci il tasto del mouse, il Mac copierà il file nel punto che hai scelto e...hai finito! 3. Il gioco è fatto! Adesso puoi fare doppio click sull'applicazione ed iniziare ad usarla! Secondo caso: ISTALLAZIONE CON ISTALLER (15% del totale) 1. Fai doppio click sull'immagine disco. Per qualche secondo apparirà una finestrella con una barra di progressione. Si aprirà poi la finestra contenente il file dell'istaller (l'icona è una piccola scatola di cartone aperta, l'estensione è sempre ".pkg"). 2. Fai doppio click sull'istaller, partirà un processo automatico simile a quello su Windows ma più veloce. Segui quindi le istruzioni a video come facevi sul Win. L'istallazione durerà pochi secondi e alla fine una finestra ti avviserà che l'istallazione ha avuto successo. 3. Hai finito! Adesso puoi utilizzare l'applicazione. Il file lo troverai automaticamente piazzato nella cartella Applicazioni, a meno che tu non segnalerai all'istaller di metterlo da un'altra parte. Ti dico un paio di cosette finali e poi... vai tranquillo! Prova ad istallare qualcosa. Ci prenderai la mano molto velocemente. 1. Ogni volta che aprirai un'immagine disco, ti spunterà sempre sul desktop un'icona (in genere bianca) che prima non avevi. Spiegarti cos'è sarebbe troppo lungo, ti dico solo che puoi tranquillamente ignorarla. Al prossimo riavvio del Mac, sparirà da sola! Al limite, se proprio vuoi liberartene subito, cliccaci sopra col tasto destro e scegli "Espelli <nome del file>". Sparirà . Ricordati solo di farlo dopo aver istallato l'applicazione. Mai prima! 2. Fermo restando che le applicazioni che scarichi si presenteranno tutte con la famosa immagine disco, anche per le applicazioni Mac puo' capitare che il file venga rilasciato "zippato" come le app x Windows. Su Mac i files compressi più comuni hanno estensioni come ".zip", ".tar.gz", ".tgz". L'unica differenza è che su Mac non avrai alcun bisogno di programmi esterni sia per decomprimere che per comprimere i files. Per "spacchettare", clicca semplicemente sul file compresso. Per "impacchettare", invece, basta cliccare col tasto destro sul file da comprimere e scegliere la voce "Comprimi <nome del file>". Il Mac farà tutto da solo. 3. Nota bene che, a differenza degli istaller per Win, quelli per Mac molto raramente creano dei collegamenti sul desktop. Se ti servono, li puoi creare tu velocemente cliccando sull'applicazione col tastro destro del mouse e scegliendo la voce "Crea Alias". Su Mac i collegamenti si chiamano "alias" ma le loro icone sono anche qui uguali a quelle dell'applicazione "madre" e caratterizzate da una freccetta in basso a sinistra. 4. Quando termini l'istallazione di un programma, ricordati che puoi liberare spazio sull'hard disk cestinando l'immagine disco che lo conteneva. Esattamente come potevi buttar via il file di Setup su Windows. Qualche indicazione, infine, sui programmi di file sharing su Mac, visto che lo chiedi. No, non esiste solo aMule. Anzi, aMule te lo sconsiglio vivamente perché la versione per Mac è pessima. I migliori p2p su Mac sono: Limewire, Frostwire, Acquisition, Acqlite, Cabos. In alternativa, se sai usare i programmi basati sui torrents, i programmi migliori sono Azureus, Bittorrent, Trasmission. Ultima chicca per te che sei un Mac user novizio: Tutti i programmi che ti ho menzionato e migliaia di altri, li puoi scaricare dai più grossi siti di software x Mac. In particolare, delle vere miniere, sono www.versiontracker.com e www.macupdate.com Spero d'esserti stato utile. Se hai altri dubbi, in tanti qui ti daremo volentieri una mano. Jospin
  8. Kaio, hai sbagliato forum. Qui si parla solo di tutto cio' che riguarda il mondo Apple & dintorni. La gran parte degli utenti non potrà aiutarti per accessori da console giochi o da pc. Jospin
  9. Velvet, dovresti specificare esattamente che Mac hai e se non legge solo i Dvd vergini, oppure qualunque Dvd. Se non legge solo i Dvd vergini, non è detto che sia un guasto del masterizzatore ma semplicemente che hai un Mac non recentissimo in grado di leggere sia Cd che Dvd ma di masterizzare solo Cd. In quel caso, puoi risolvere solo acquistando un masterizzatore esterno. Assicurati però che sia una marca compatibile con Mac (puoi andare sul sicuro con LAcie, per esempio). Il mercato di questi apparecchi è ancora molto "incancrenito" con Winzozz, purtroppo! Leggi sempre con cura i requisiti di sistema prima di acquistare! Anche se dovesse essere un problema recente e prima i Dvd te li masterizzava, potrebbe non trattarsi di un guasto. Se il tuo Mac ha più di 3 anni, ad esempio, puo' capitare che il masterizzatore interno faccia i capricci con alcune marche di Dvd vergini. Lo so, sembra assurdo ma è capitato a più di un utente. Prova quindi ad usare (se possibile) un unica marca, TDK per esempio. Non so perchè ma è una marca che anche i vecchi masterizzatori Mac gradiscono molto. Prova! Non si sa mai... E magari ti risparmi la spesa di un masterizzatore esterno. Jospin
  10. Guass... Sei un fenomeno! Peccato che, a quanto pare, il Delos insista ancora nel non voler "cogliere"! Eppure è un tipo intelligente... Peccato! Cmq... Grazie anche da parte mia per il suggerimento riguardo a Burnagain Dvd, stavo cercando anch'io un programma simile e 6 capitato... a fagiuolo! Il buon Toast mi sarà sempre indispensabile, ma certe "magie" in effetti non le fa. Jospin
  11. Delos, lungi dal voler proseguire con te una seppur civile polemica, vorrei chiudere la questione con alcune brevi precisazioni finali: 1. Il tutto è partito da una tua replica secca e perentoria al post di Federica83: le hai detto, tout court, che con Mac Os X non è possibile creare multisessioni su Dvd 2. Bene.. anzi maluccio! Partendo a) dal presupposto che sono assolutamente daccordo con te per quanto concerne l'attuale mancanza di standard per la multisessione su Dvd b) che è verissimo che Burnagain Dvd opera la multisessione in modo artificioso semplicemente sfruttando la "riscrivibilità " dei Dvd-Rw (avevo già letto e riletto le pagine di supporto del programma) c) che sono daccordo con te anche per tutto il resto delle cose da te scritte in quest'ultimo post Ti invito a realizzare che: d) nessuno dei punti precedenti (a,b,c) dimostra in alcun modo che non si possa fare multisessione Dvd sul Mac usando Burnagain, ma bensi' che la si puo' fare benissimo! Non importa se attraverso magie, trucchi, artifizi creati da una software house! E non importa se a livello tecnico non si tratta di una vera e propria multisessione. e) Federica83, caro Delos, non aveva chiesto a nessuno nozioni da tecnici o smanettoni per poter risolvere il suo problema di masterizzazione! Non puoi scoraggiarla per una questione di ..assenza di standard e menate varie. C'è un software che crea in qualche modo una sorta di multisessioni su Dvd??? SI, LA RISPOSTA E' SI. E SI CHIAMA BURNAGAINDVD. Punto. Non importa come lo fa, l'importante è che lo faccia e che la ragazza possa risolvere il suo problema. Concludo dicendo che: a) Nei forum, non so se ne convieni, ci si rende tanto più utili quanto piu' si riesce a discernere il momento in cui dare risposte tecniche da quello in cui basta dire SI (se SI) e NO (se NO!) b) Le risposte negative basate su tecnicismi non servono a molto se non specifichi contestualmente che nella realtà esiste software in grado (perlomeno) di aggirarli. Si rischia, in buona o cattiva fede, solo di fare disinformazione...che tu voglia o no. Jospin
  12. Delos, att.ne a perseverare con la disinformazione! Se la si fa una volta, per errore..vada! Se si insiste, invece, si rende un pessimo servizio al forum! Non credi? Leggi con attenzione ciò che ha postato Guass sull'argomento. Ha suggerito di usare BurnAgainDVD, che è proprio un software in grado di creare Dvd in multisessione, e ha specificato chiaramente che lo fa solo su Dvd-Rw! Quindi l'unico "dato di fatto" è che un programma siffatto esiste, basta usare Dvd riscrivibili! Io l'ho appena provato e confermo in pieno ciò che dice Guass. Mi auguro tu non voglia insistere oltre nel dire il contrario, che vale solo per i Dvd-R. Grazie. Jospin
  13. Delos... Att.ne a frasi assolutistiche del tipo: "nessun programma su Os X può...", etc. Da diversi anni ormai esiste un "parco software" per i ns Mac d'una vastità prima impensabile, e si trova di tutto per fare di tutto. Basta non appiattirsi sul quello che si ha o si conosce già , e magari dare un occhiata a siti come Versiontracker oppure Macupdate (solo per citare i piu' noti). Sono delle miniere incredibili! Evitiamo, se possibile, di scoraggiare la gente se prima non siamo sicuri. E' per esperienza personale che lo dico. Jospin
  14. J.T.Kirk, Hai ragione, ricordavo male io. I cd multisessione con Disk Utility si possono realizzare, anche su Leopard risulta così. Ad ogni modo, la procedura mi sembra poco pratica... con Toast basta un click! Se uno può comprarselo, conviene cmq usare Toast... il quale ti offre una lunga serie di altre opzioni che non puoi avere con la masterizzazione da sistema operativo. Jospin
  15. - J.T.Kirk, da che versione di Mac Os X hai ricavato lo screenshot dall'Help di sistema? Panther o Tiger? Mi ha un po' sorpreso quello che c'e' scritto, poichè io sull'aiuto di sistema ho sempre letto il contrario...se non ricordo male proprio nell'aiuto di Disk Utility quando avevo Tiger! Ricordo di aver letto che la masterizzazione multisession non era possibile col solo sistema operativo, bisognava usare Toast o altre app esterne. Cmq.. Ormai ho Leopard, e sinceramente non ho ancora verificato se ci sono novità . Adesso sono al lavoro e non posso farlo, appena rientro guardo e vi saprò dire. Grazie per l'osservazione. - Delos, hai perfettamente ragione. In multisession Toast masterizza solo Cd, non Dvd. Ho scritto quell'inesattezza a causa di un "frettoloso" copia-incolla, quindi rettifico! Grazie anche a te per l'osservazione. A PARTE QUESTE DUE COSE, CONFERMO TUTTO CIO' CHE HO DETTO NEL POST PRECEDENTE. Jospin
  16. Ciao! Benvenuto, innanzitutto, nel mondo della Mela morsicata! :-) Il miglior software per masterizzare su Mac è Toast, da sempre. Anche per creare Cd/Dvd multisessione. Non so dirti però se Toast è in grado di aggiungere sessioni a Cd creati con software windows, Nero compreso. Non mi è mai capitato di doverlo fare, ho sempre masterizzato cd multisessione esclusivamente con Mac. Non posso neanche dirti di provare, al limite... perché Toast è uno dei pochi software per Mac che non puo' essere scaricato in versione demo... Bisogna pagarlo, sia che vuoi ordinarlo su Cd sia che tu voglia scaricarlo direttamente in download dal sito del produttore. L'unica cosa che posso garantirti è che sicuramente i 99 € del prezzo li vale tutti, Toast è molto più completo di Nero e soprattutto infinitamente più semplice da usare... come tutti i software x Mac. Ci puoi creare qualsiasi cosa, dai cd/dvd dati ai video cd, ai cd/dvd multisessione con qualsiasi formato o codifica... compresi mp3, etc. Inoltre, cosa non da poco, Toast ti permette di creare cd/dvd solo per Mac, oppure ibridi (leggibili anche su Windows). Vedi un po' tu. Se vuoi scaricarlo, il link è http://www.roxio.it/ita/products/toast/titanium/overview.html Ci sono comunque ottime alternative "a gratis" (anche se molto meno dotate in termini di completezza), tipo Firestarter... ma quest'ultimo (ad esempio) non fa cd multisessione. Un consiglio da Mac "veterano": ci sono tantissimi siti da cui si può scaricare software per Mac, con relative introduzioni e feedback sui vari programmi. I migliori e più frequentati da tutti i Mac users e sono: Versiontracker (http://www.versiontracker.com/macosx/) MacUpdate (http://macupdate.com/) Softpedia (http://mac.softpedia.com/) Quando cerchi qualcosa affidati tranquillamente a questi siti. Se un programma per Mac esiste, lì lo trovi sicuramente...almeno in uno di loro. Un ultima cosa (che forse non sai ancora visto che sei appena approdato nel mondo Apple): Col Mac, tra le tante meraviglie, puoi masterizzare cd/dvd anche facendo a meno di qualunque software.. compreso Toast. Il sistema operativo offre già una funzione di masterizzazione che puoi usare in modo semplicissimo: 1. Sul desktop (o in qualunque finestra), clicca col tasto destro del mouse e scegli la voce "Nuova cartella di masterizzazione". Ti apparirà una nuova cartella con un'icona speciale. 2. Apri quindi questa cartella e inserisci i files (compresi cartelle o altro) che vuoi mettere su cd o dvd 3. Inserisci un cd/dvd vuoto 4. Clicca infine sul pulsante "Masterizza", lo trovi nella parte destra della finestra, in alto 5. Lascia che il Mac faccia il suo lavoro e... hai finito! L'unica limitazione di questo metodo, però, è che non puoi creare supporti multisessione. Se ne hai proprio bisogno, devi usare Toast. Se hai bisogno di qualche altra informazione, son qua! Jospin
  17. Salve ragazzuoli! C'è qualcuno che come me ha istallato Leopard e adesso ha problemi di connessione internet con Linux su Parallels Desktop? Mi spiego: in pratica, col Tiger, Linux su Parallels condivideva in tempo reale la connessione internet adsl col Mac Os X. Adesso, con Leopard, lancio Linux e.. la connessione internet rimane esclusivo appannaggio del felino! C'è qualcuno a cui è capitata la stessa cosa e magari ha già risolto? Specifico che su Parallels, la distro di Linux che ho è Mandriva... Jospin
  18. Gheto, per la diagnosi sul tuo problema mi servirebbe sapere che opzioni usi su Toast per masterizzare il file avi... Cmq, da alcune prove che ho fatto, intuisco che sbagli la sezione di Toast che utilizzi. Se ti parte quel tipo di "interminabile codifica", probabilmente cerchi di masterizzare il file dalla sezione "Video" di Toast, selezionando poi uno dei formati elencati nella colonna a sinistra. Ebbene, se è così, è normale che ti parta la codifica, perchè da lì stai chiedendo a Toast di trasformarti il file avi in qualcos'altro... cioè in un file x Video Cd... oppure x Dvd Video, etc... Ecco perchè scatta la codifica! Se quello che vuoi fare è semplicemente "trasferire" su Cd o Dvd il file avi così com'è, dalla finestra principale di Toast devi invece scegliere la scheda "Data", poi nella colonna a sinistra scegli il formato che vuoi (solo Mac, Mac & Pc, etc...) e.... VIA! Puoi far partire la masterizzazione. Fai così e vedrai che si risolve tutto! Jospin
  19. Ah Diego, dimenticavo... Per fornirti un quadro più onesto e obiettivo possibile delle varie possibilità , ti avviso che in realtà ci sono solo 2 piccole "controindicazioni" per l'uso di Parallels. 1. Parallels fa girare Windows in maniera egregia, direi perfetta, ma per via del fatto che è un software abbastanza recente, non riesce per adesso a sfruttare a piena potenza la scheda grafica del Mac. Pertanto va bene se vuoi usare Windows per qualsiasi cosa e per giochi di media complessità , ma NON VA BENE se vuoi usare giochi particolarmente "pesanti", tipo con grafica troppo elaborata, effetti speciali e simili. Come ti ha detto un altro prima di me, per quelli devi optare necessariamente per Boot Camp su Leopard. 2. Prima di istallare Parallels, oltre al processore, controlla anche la quantità di Ram istallata sul tuo Mac. Far girare due sistemi come Mac Os X e Windows costringe la macchina ad avere risorse di memoria sufficienti da suddividere tra sistemi operativi che girano insieme. La configurazione ottimale che ti consiglio è di 2 Giga di Ram, in modo da poter suddividere 1 Giga per Mac e 1 Giga per Win, sufficienti a far girare a piena potenza entrambi i sistemi senza alcun calo di prestazioni. Con meno di 2 Giga, purtroppo, potresti notare qualche rallentamento. Se necessario quindi, aggiungi Ram, altrimenti ancora una volta devi ripiegare su Boot Camp. Jospin
  20. Diego, si, te l'ho detto: puoi tranquillamente usare BootCamp per partizionare senza formattare, però devi per forza aggiornare Tiger istallando Leopard, l'ultima versione del Mac Os X appena rilasciata dalla Apple 2 giorni fa. Boot Camp era stato finora disponibile anche per Tiger, ma dall'uscita di Leopard purtroppo non lo è più. In ogni caso, Diego, te lo sconsiglio perchè con Boot Camp usare Windows è scomodissimo, funziona perfettamente ma... non puoi usare Mac Os X e Windows contemporaneamente come con Parallels. Sarai costretto a riavviare il Mac ogni volta che vorrai passare da Mac a Win e viceversa. Valuta un po' tu, io ho con Parallels ho istallato Linux, ed è una pacchia usare Mac e Linux simultaneamente! Per usare Parallels Desktop, tra l'altro, ti basta Tiger. Ricordati solo di assicurarti, come ti ho già detto, che il tuo Mac abbia il processore Intel... altrimenti Windows non puoi istallarlo né con Parallels né con Boot Camp. Se hai altre domande, son qui! Jospin
  21. Uè Diego, premetto che, pur essendo il partizionamento un processo abbastanza semplice sul Mac, onestamente non l'ho mai fatto e dunque ne so molto poco. Non vorrei rischiare quindi di dirti delle stupidaggini che magari poi ti causa dei guai. Piuttosto, se proprio vuoi partizionare il disco, aggiorna Mac Os X istallando al più presto Leopard, la nuovissima edizione del sistema della Mela, appena rilasciato ieri da Apple. Leopard, a differenza dell'attuale Tiger che tutti abbiamo, tra le tantissime novità ha anche un'applicazione che si chiama Boot Camp, la quale ti permette in modo semplice e guidato di creare partizioni separate sul disco del Mac e istallarci Windows (o Linux). Tieni conto però di una cosa essenziale: istallare sul Mac altri sistemi operativi su partizioni separate è molto poco pratico, in quanto ciò ti obbligherà a riavviare il computer ogni volta che desideri passare da un sistema operativo all'altro e soprattutto ti obbliga a lavorare per l'intera sessione esclusivamente con un unico sistema operativo. Oggi, per fortuna, questo non è più necessario. Grazie a Parallels Desktop, una prodigiosa applicazione che ti permette di istallare Windows (oppure Linux, oppure Windows+Linux!) sul tuo Mac e di LAVORARE CONTEMPORANEAMENTE CON MAC OS X e WINDOWS, quindi senza dover effettuare ALCUN (RISCHIOSO) PARTIZIONAMENTO DELL'HARD DISK e SENZA DOVER RIAVVIARE OGNI VOLTA CHE VUOI PASSARE DA MAC OS X a WINDOWS e viceversa! Con Parallels potrai lavorare contemporaneamente con Mac e Windows, facendo condividere ai due sistemi la stessa connessione Internet e le stesse periferiche. Potrai quindi far girare la tua applicazione Windows preferita insieme alla tua applicazione preferita di Mac Os X, senza alcun calo di prestazioni del tuo Mac e passare dall'una all'altra con un semplicissimo click del mouse. Purtroppo però non posso spiegarti in questa sede come si usa Parallels Desktop, il discorso sarebbe troppo lungo. Perciò mi spiace, dovrai necessariamente leggerti le istruzioni contenute dentro la scatola del software. Posso solo assicurarti che usarlo è facilissimo e darti il link per scaricare la versione demo del programma in modo che tu possa provarlo (la demo dura circa un mesetto prima di scadere) e poi eventualmente decidere o no di acquistarlo. Costa circa un'ottantina di euro, ma credimi, li vale tutti e anche di più! Il link è: http://www.versiontracker.com/php/dlpage.php?id=29555&db=mac&pid=93157&kind=&lnk=http%3A%2F%2Fdownload.parallels.com%2Fv3%2Fen%2FGA%2FParallels-Desktop-5160-Mac-en.dmg L'alternativa a costo zero è solo il partizionamento del disco, col quale dovrai però rinunciare a lavorare simultaneamente con Mac e Windows. Vedi un po' tu. Qualunque scelta tu faccia, ricordati solo una cosa: il tuo Mac deve avere uno dei nuovi processori Intel (se l'hai acquistato quest'anno, sicuramente ce l'ha), poiché il Windows gira esclusivamente su macchine dotate di CPU Intel! Se hai acquistato il Mac più di un anno fa, attento, potrebbe ancora avere i vecchi processori Power Pc. In questo caso, mi spiace, non potrai istallare Windows. Jospin
  22. Diego, per suggerirti qualcosa in merito avrei bisogno di sapere il motivo per cui vuoi partizionare il disco... Fammi sapere. Jospin
  23. Figurati Diego! Se posso aiutare, lo faccio volentieri. L'importante è che non mi chiedi cose da scienziato informatico... Per quelle, non sono attrezzato...eh eh! Jospin
  24. Lollo... Calma, innanzitutto! Non agitarti, non vale la pena "disperarsi" per un programma informatico! Ci sono cose ben più importanti nella vita, non credi? Detto questo, provo a darti qualche piccolo consiglio per risolvere il problema... 1) Data la discreta complessità di un software come iDvd, ti sconsiglio di cancellare e/o spostare nessun file che riguarda il programma, A MENO CHE tu non sappia ciò che fai. Modificare elementi della libreria di sistema è sempre molto rischioso e, nel migliore dei casi, non ti risolve il problema con l'applicazione che fa le bizze. 2) Nel tuo caso, visto che iDvd non vuole più saperne di funzionare, puoi risolvere il problema alla radice: REISTALLA IL PROGRAMMA! Per farlo, ti basterà cliccare sull'istaller della suite iLife, scegliere l'istallazione personalizzata, poi (sul pannello che appare) togli il segno di spunta su tutte le applicazioni elencate (tranne ovviamente su iDvd!) Lancia quindi l'istallazione e...ed è fatta! A processo ultimato, prova a riaprire iDvd... Adesso dovrebbe funzionare perfettamente!!! Jospin
  25. Ue' Diego! Tranquillo... sono tutti problemi risolvibilissimi. Ti do un consiglio, innanzitutto, per semplificarti un po' l'approccio col Mac: quando cerchi di fare una qualunque cosa col Mac, NON ASPETTARTI QUASI MAI DI FARLA COME SUL WINDOWS! Ovvero, i due sistemi si assomigliano in alcune cose, ma il "modus operandi" di Mac Os X (rispetto al Windows) è diverso, molto ma molto più intuiivo e semplice. La stessa cosa che sul Windows fai in 20 passaggi, sul Mac la farai max in 2! So che può sembrare azzardato, ma ti accorgerai da solo lavorandoci. Detto questo, provo a darti una mano per i tuoi ultimi dubbi. 1. aMule, sul Mac, è una "boiata" pazzesca. Butta tranquillamente quel programma, non serve quasi a nulla. Limewire, effettivamente, sul Mac è il miglior programma di file sharing sotto molti punti di vista. Se però non riesci a trovare con Lime ciò che cerchi, prova anche Frostwire, Acquisition (eccezionale!!!), Acqlite, Cabos. Se poi sai usare i programmi basati su Bit Torrent, che come saprai funzionano in modo diverso rispetto ai normali p2p, ti consiglio innanzitutto Azureus...che è una vera meraviglia multimediale (provare per credere!). Con Azureus puoi non solo scaricare qualsiasi torrent, ma anche usufruire di ricchissimi contenuti multimediali, come ad esempio visione di trailer di film e programmi di ogni genere. Per i torrent poi puoi usare anche programmi molto meno ricchi ma ugualmente efficaci, tipo Bit Torrent stesso... ma anche un'ottimo client come Trasmission. Per scaricare questi programmi, usa i links che ti elenco qua sotto: http://www.limewire.com/download/download.php?version=osx http://www.frostwire.com/?id=downloads http://www.acquisitionx.com/download.php http://sourceforge.net/project/downloading.php?groupname=acqlite&filename=Acqlite-0.2.9.zip&use_mirror=dfn http://prdownloads.sourceforge.jp/cabos/26336/Cabos-0.7.3-MacOSX.dmg http://sourceforge.net/project/downloading.php?groupname=azureus&filename=Azureus_3.0.3.4_macosx.dmg&use_mirror=ovh http://www.versiontracker.com/php/dlpage.php?id=18286&db=mac&pid=35101&kind=&lnk=http%3A%2F%2Fdownload.bittorrent.com%2Fdl%2FBitTorrent-4.27.2.dmg 2. Rinominare le cartelle è semplicissimo e molto simile al Windows. Ci sono 2 modi. Il più immediato è fare doppio click col mouse direttamente sul nome della cartella (non sull'icona). Il sistema evidenzierà il nome e tu potrai digitare subito il nuovo nome sovrascrivendolo sul vecchio. Attento però al doppio click: deve essere leggermente più lento, altrimenti piuttosto che evidenziarti il nome il sistema aprirà la cartella. Il secondo modo, meno pratico però, è premere il tasto destro del mouse sulla cartella, scegliere "informazioni" e modificare il nome della cartella direttamente sul pannello che appare (il campo si trova a metà pannello). Questa stessa procedura, ovviamente, non vale solo per le cartelle ma per qualsiasi altro file. 3. Anche trasferire i file del Mac su supporti tipo hard disk esterni, pen drives, etc.. è molto semplice, ma in questo caso devi tenere a mente alcune cose importanti, tipo quelle che ti ha scritto Pb_dado prima di me. Allora... Presumo che gli HD esterni tu li usavi col Windows, giusto? Ok, se è così, i problemi che riscontri sono dovuti al fatto che Windows e Mac Os X usano tipi di File System diversi, in parole povere formattano gli hard disk in modo diverso. Il Mac, comunque, nel momento in cui colleghi un qualunque dispositivo formattato col Windows, è in grado di leggere ed aprire tutto ma (in genere)...non di scrivere. Ora... per usare il tuo Lacie su entrambi i sistemi senza problemi, devi fare ciò che ti ha detto Pb_dado, cioè inizializzare il disco scegliendo una formattazione con file system FAT32 (non so dirti però come fare, magari te lo spiega qualcun altro). Se invece devi usare il Lacie solo sul Mac, allora ti conviene renderlo pienamente compatibile formattando in formato HFS+ Journaled. E per questo ti posso aiutare tranquillamente. L'inizializzazione dei dischi sul Mac in formato HFS+ in si fa nel modo seguente: a. Innanzitutto, fai subito il back-up di tutto il contenuto del tuo Lacie. Basta che copi tutto sull'hard disk del Mac. Questo passaggio è fondamentale, perché l'inizializzazione è un processo che cancella in modo irreversibile tutti i dati del disco su cui viene fatta! b. Collega il Lacie al Mac c. Apri l'applicazione Utility Disco (si trova su Applicazioni/Utility) d. Nella colonna a sinistra troverai l'elenco di tutti i dispositivi collegati al Mac in quel momento, dall'hard disk interno a quelli esterni, alle pen drives, cd, dvd, etc... e. Col mouse, seleziona il nome del tuo Hard Disk Lacie f. Sulla finestra a destra ti apparirà una scheda suddivisa in 5 sezioni. Tu scegli la scheda "Inizializza" g. Adesso, sul menu a discesa Formato Volume, scegli "Mac Os Esteso (Journaled)", poi (subito sotto) scrivi il nome che vuoi dare al tuo Lacie. Infine togli il segno di spunta dall'opzione "Istallalla i driver del disco Mac Os 9" (non servono più da tempo). h. Hai quasi finito: devi solo premere il pulsante "Inizializza" e attendere che Mac Os X completi l'operazione. i. Il Lacie adesso è pronto! Puoi chiudere Utility Disco, ritrasferire sul Lacie tutti i dati di cui avevi fatto il back up sul mac, cancellare poi quel back up dal mac (liberando spazio) e... VIA! Da adesso in poi il Mac oltre a leggere, scriverà tranquillamente sul tuo Lacie. Occhio però! Non cercare di usare il Lacie sul Windows dopo averlo formattato così. A differenza del Mac, il Windows legge esclusivamente i dischi formattati Windows! 4. Disinstallare le applicazioni: anche questa è una procedura diversa da quella del Windows. In genere sul Mac basta semplicemente cestinare il programma, anche se non è la procedura migliore perchè così facendo resta sempre qualche file (anche se innocuo) relativo all'applicazione in alcune cartelle di sistema. Per eliminare qualunque strascico, invece, usa l'uninstaller che molte applicazioni hanno già di suo. Per usarlo, basta che cliccare sull'installer che avevi scaricato e scegliere l'opzione "disistallazione" invece che istallazione. Attenzione: a volte l'uninstaller lo trovi direttamente come applicazione a parte, ma sempre dentro la stessa cartella del programma che vuoi eliminare. In alternativa, per le applicazioni che non includono un disistallatore, ti consiglio di scaricare una piccola ma utilissima applicazione: si chiama AppZapper. E' un programma che elimina non solo le applicazioni ma tutti i file secondari che la riguardano. Dopo averla istallata, ti apparirà una nuova voce nel menu contestuale. Usala così: fai click col tasto destro sul programma da eliminare, vai su Automator e sul sottomenu che appare, scegli "Zap!". Ti apparirà una piccola finestra con l'elenco di tutti i file che riguardano il programma da eliminare. Controlla solo che ci siano esclusivamente file che contengono il nome del programma, negli altri togli il segno di spunta, infine clicca su ZAP e poi svuota il cestino! Ed è fatta, hai disistallato l'applicazione completamente! Spero d'esserti stato d'aiuto. Se hai altri dubbi, postali ancora. Conosco molto bene il Mac, ma anche Windows, e se hai bisogno ti posso aiutare a risolvere molti problemi classici di chi passa a Mac. Una volta ancora, BENVENUTO NEL MONDO DELLA MELA! Jospin