dargan

Members
  • Content Count

    26
  • Joined

  • Last visited

About dargan

  • Rank
    Novizio

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    dargan
  1. I tuo ragazzo è fortunato! Detto questo, se hai la pazienza di leggere i vari thread in archivio troverai quasi tutte le risposte che cerchi, salvo poi farti assillare da dubbi ancor più grandi perchè, naturalmente, non esiste in questo campo una verità assoluta, ma tante opinioni personali. Sul dubbio Canon o Nikon non ti posso nè ti voglio influenzare. Posso solo descrivere la mia esperienza con le reflex digitali Nikon. Dopo anni di inattività ho ricominciato l'anno scorso con una D40 ed ora, in partnership con mio fratello, disponiamo del seguente materiale: Corpi: D300, D60, D40, D40 (si, due D40) ObietivI Nikkor: 12-24, 18-55VR, 18-200VR, 35f/1.8 (fantastico!!), 55-200VR, 70-300VR Visto che posso fare confronti in famiglia Nikon, due umili consigli: 1) tra D40 e D60 meglio la D40 2) quello che risparmi mettilo negli obiettivi e vai per il VR (per gli obiettivi che hai citato, penso che esista sia la versione VR che quella non VR, quindi controlla bene) ciao
  2. D'accordo, hai ragione. Ho fatto anch'io così. Solo che quando hai già il 18-55 è naturale (e più conveniente) prendersi il 55-200. Certo che mi piacerebbe provare la comodità del 18-200. ciao
  3. Scusa Olaf ma mi ero perso i tuoi 4774 messaggi precedenti (fortunatamente non passo troppo tempo a frequentare i forum) quindi non so chi tu sia ne´quali sono le tue vere o presunte esperienze. Sei entrato come un tornado in una tranquilla discussione per confermare la maggior parte delle affermazioni generalmente condivise, precisando pero' che: a) all you need is a 18-55 e b) non sopporti le focali fisse e quelli che le consigliano. a) Anch'io ho la mia statistica personale. Durante il viaggio in USA e Canada questa estate ho scattato + di 1000 foto. Avevo con me il 18-55 ed il 55-200 (il 70-300 l´ho poi comprato a NY da B&H) e posso dire che il 95% delle foto le ho scattate con il 18-55m; tra queste + del 50% nel range 18-30. Qundi questo significa che il tele non serve? Sbagliato! Sta di fatto che quel piccolo 5% scattato con il 200 rappresenta la parte piü d'effetto del viaggio Sfido chiunque a scattare foto a balene od altri animali con il 55. b) Focale fissa. Ribadisco che non vedo l'ora di comprarmi il 50 f1.4. Focale astrusa? Forse, ma f1.4! 3 stop guadagnati. In situazioni di poca luce e' il massimo. A proposito, visto che hai citato Kon Rocwell, vai a leggerti i suoi commenti su questo obiettivo http://www.kenrockwell.com/nikon/50mm-f14-afs.htm e giä che ci siamo anche la sua suddivisione in categorie dei veri o presunti fotografi. http://www.kenrockwell.com/tech/7.htm PS Da qualche parte il miticö Ken scrive che SIGMA la contrazione di SIGnificant MAffunctions.. Ovviamente non bisogna prendere tutto per oro colato.
  4. soundlight, dopo che hai nominato quei maestri sono andato a rispolverare le vecchie annate di ZOOM e PROGRESSO FOTGRAFICIO che avevo saggiamente rilegato e messo via. Sulle ottiche fisse in fondo sono d'accordo con le tue considerazioni. Secondo me uno zoom "centrale" è comodissimo, ma per tele e garndangolo va bene anche una focale fissa. Praticamente uso il 70-300 solo a 300, ed il 10-20 sempre a 10. Come ho già detto, poi , il prosiimo acquisto sarà il 50 mm f1.4. Mi piace pensare che Nikon abbia messo in commercio la nuova versione AFS pensando me! Infatti è un po' che ci sto girando intorno (a prioposito di GAS). Già adesso il flash lo uso poco (o meglio, lo uso soprattutto per il fill delle ombre in piena luce), con l'1.4 non pongo limiti: potrò fotografare al buio senza l'odioso flash! Il fatto di scattare con poca luce è uno dei grandissimi vantaggi delle macchine digitali. Con la pellicola dovevi decidere prima la sensibilità e questa valeva per tutto il rullino. Con poca luce mettevo una HP4 tirandola a 1600 ASA e forzando lo sviluppo. Adesso è una pacchia, ogni singolo scatto ha la sensibilità che si merita. Vi farò un resoconto della prova non appena mi deciderò all'acquisto. Ciao
  5. finalmente a casa. Maccolo, questo è un ordine! Se rientra nel budget pernditi il 18-200 E' sempre meno ingombrante della somma 18-55 + 55-200. Io ho i due iobiettivi ma in parecchie occasioni ho rimpianto questa scelta. Cambiare l'obiettivo è sempre un'ioperazione delicata: devi stare attento che non ti cada, fare il giocoliere con i cappucci, evitare che entri polvere...quasi impiego meno a ricomporre il cubo di rubik! E nel frattempo hai perso lo scatto più bello. ciao
  6. Butetrfly, Maccolo: evidentemente siete in preda ad un violento attacco di G.A.S. (Gear Acquisition Syndrome). Volete a tutti i costi il feticcio (in questo caso la fotocamera, ma il discorso vale per tanti alrti oggetti: biciclette, orologi, sci, chitarre, archi, ecc.), al momento solo per il piacere di possederlo, poi eventualmente si imparera' ad usarlo. Si comincia con con un innocente "..pero', quasi quasi non mi dispiacerebbe ..." per finire a divorarsi cataloghi e siti internet che parlano dell'oggetto. Il punto di non ritorno e' quando si arriva a postare su un forum. A me e' capitato tantissime volte, e l'unica cura possibile e' quella di esaudire il desiderio. Purtroppo di solito si tratta di una cura costosa, e per questo, forte della mia esperienza, mi permetto di darvi dei consigli per evitare gli errori piu' frequenti, parlando in terza persona di mie personali esperienze. Errore n.1 - porre tutta l'attenzione sull'oggetto (fotocamera) e perdere di vista il fine (fotografia). La fotografia, dando per scontato le vostre indiscutibili qualita' artistiche, non dipende solo dalla fotocamera ma dalla catena fotocamera - obiettivo - metodo di stampa o visualizzazione. La qualita' finale del lavoro dipende dal piu' debole degli anelli della catena. Non vorrei darvi una delusione ma a mio umile avviso la fotocameta e' il meno importante. Mi sembra sbagliato spendere 1000 Euro per un corpo D90 (la D80 e' discontinued) e poi risparmiare sull'obiettivo. Piuttosto prima scelgo l'obiettivo (o gli obiettivi) che mi servono, e dopo vedo che corpo macchina ci sta in quello che avanza del budget. Quante volte dargan e' caduto in questo errore? tante, pero' ha sempre preferito spendere per gli obiettivi. Nel 1973 dargan ha speso per il solo grandangolare Canon 24mm f2.8 piu' di quanto ha speso recentemente per tutta la sua attuale attrezzatura digitale. Oggi, con un budget di 1000 Euro, dargan comprerebbe subito un 18-200VR, avendo gia' preso il secondo corpo D40 usato a 200 Euro (affare dell'anno) Ironia della sorte; se uno chiedessa a dargan qual e' la sua piu' bella foto, lui risponderebbe che e' un ritratto scattato con una Kodak Instamatic! Errore n.2 - Ascoltare troppi consigli, soprattutto di commessi interessati. Consigliando la soluzione piu' costosa, il commesso e' in una botte di ferro (situazione win-win): non puo' essere accusato di incompetenza, ed inoltre aumenta il fatturato. Anche dargan e' stato quasi schernito quando si e' presentato a comprare la sua prima D40 "ma come... perche non passare subito ad una superiore..". L'lmportante e' avere le idee chiare prima di entrare in negozio. ciao
  7. Dipende tutto da quello che intendi ottenere, farfallina! Se vuoi stampare le tue foto in formato 60 x 40 o superiore, allora vai per la massima risoluzione, se ti accontenti del formato A4 o se le guardi sullo schermo del computer,, 6 Mp bastano e avanzano. Adesso devo chiudere perche' hanno chiamato l'imbarco, ma se ho tempo aggiungero' altre argomentazioni nei prossimi giorni. ciao
  8. Oggi esagero perche' sono bloccato in un aeroporto svedese. Purtroppo le tasitere qui non hanno le lnostre lettere accentare (mica posso usare le loro åäöÅÄÖ) robattistella grazie per la precisazione; per non apparire logorroici a volte si rischia di condensare troppo con il risultato rischiando di creare equivoci. Visto che ho tempo, sperando di farvi cosa gradita vi posso raccontare di un test comparativo apparso sull'ultimo numero della rivista inglese Digital Photo. Nikon D700 (12,x MP) vs. Sony A900 (24,x MP) Per farla breve, - metering: entrambe ottime - Noise: la D700 stravince sulla Sony (ma guarda ...) - Image detail: non si notano differenze apprezzabili sino al formato A2 Il verdetto: The winner is D700. Si aspettavano che i 24 e passa MP della Sony stracciassero i 12,1 della Nikon a forti ingrandimenti, ma non e' cosi... ciao
  9. la Nikon ha appena sfornato la D90 con un nuovo 18-105VR, ma i commenti su questo obiettivo non sono entusiastici, specie alle corte focali. Ti consiglierei il 18-200VR (lo monti la prima volta e non lo smonti piu', ...fantastico!) oppure il 16-85VR. Ribadisco comunque che anche il 18-55VR e' ottimo, e, con quello che risparmi ci sta dentro il 55-200VR. ciao
  10. Disclaimer: non ho nessuna intenzione di iniziare una disputa tecnica, quindi dopo questo messaggio chiudo. Sulla sensibilitá': certo, sarebbe meglio in teoria, ...dipende dalla quantita' di luce che hai a disposizione. Il fatto poi che la D40 a 200 ISO abbia piu' rumore di una D60 a 100 e' tutto da dimostrare (ho sempre creduto nell'equazione + pixel = + rumore). ciao
  11. Appunto Michele, default 200 invece che 100 significa guadagnare 1 stop. Maccolo, se dovessi fare una personalissima classifica degli obhiettivi che ho a disposizione per le D40 (2) e la D60, il 18-135 sarebbe l'ultimo della lista. 1° ex aequo: 18-55 VR e 70-300 VR 3° 55-200 VR 4° Sigma 10-20 5° 18-135 (con grande distacco) (il prossimo nella wish list è il 50 mm f1.4) Perchè metto per ultimo il 18-135? Semplicemente perchè le foto che fa mi soddisfano meno di quelle fatte con gli altri obiettivi. Seconda domanda: Il VR funziona davvero, non è una trovata commerciale: se non 4, almeno 2 stop te li fa guadagnare a mano libera. Decidi tu se questo vale il sovrapprezzo. ciao
  12. Sulla Canon non posso esprimere opinioni, ma sulle Nikon posso darti un consiglio spassionato e controcorrente: lascia perdere D40X e D60 e prenditi una D40. Ho una D40 e una D60, .. and the winner is D40. Quattro Megapixel in più non compensano la comodità della ISO200 di default e del sincroflash fino a 1/500. In ogni caso, se scegli una qualsiasi Nikon con l'obiettivo 18-55, controlla e pretendi che sia la wersione VR (ottimo), mentre lascia perdere il 18-135. Buona fortuna
  13. Vai a Cambridge e nel giro di due isolati hai la scelta tra Ritz, Calumet e Best Buy. Io mi sono preso il 55-200 da Ritz, Calumet non aveva molta roba e Best Buy, nonostante il nome, era più caro! A Boston la tassa è del 5% Il meglio dei prezzi si trova a New York nonstante lì la tassa sia dell'8%. Da B&H ho comprato il 70-300. Sulle fotocamere a mio avviso non c'è questo gran vantaggio, ma sugli obiettivi si risparmano centinaia di Euro a colpo. E' scandaloso che il prezzo in Euro da noi sia più alto che il prezzo in dollari negli USA. Ho trovato anche offerte stracciate sulla D60 (solo corpo a 299 $ +tax) presso quei bazar che vendono di tutto ma dove non mi fiderei a comprare neanche una scheda di memoria. Buon viaggio
  14. In effetti era proprio così, aveva il D-lighting ON L'abbiamo tolto ed impostato la risoluzione su NORMAL; ora la visualizzazione è molto più veloce (non come la D40, comunque accettabile).Adesso le due macchime sono praticamente identiche per l'uso amatoriale, ma ho una sensazione (per il momento niente di più, mi riservo di approfondire il confronto): a parità di soggetto, settaggi e folcale, preferisco la foto scattata con il 18-55VR rispetto a quella scattata con il 18-135! possibile che vi sia tanta differenza tra questi due obiettivi? ciao
  15. io ho da poco una d40 con il 18-55VR e mio fratello, per non essere da meno, si è preso una d60 con il 18-135, costata quasi il doppio. Ho avuto poco tempo per confrontarle, ma ...ho l'impressione che non farei uno scambio! La d40 ha più "sprint". Sarà per colpa della dimensione del file, ma la d60 impiega più tempo per visualizzare le foto appena scattate. D'altra parte uno paga per avere più megapixel e li vuole sfruttare, no? ciao