Stealth Fighter

Members
  • Posts

    1,107
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Stealth Fighter

  1. questa in realtà è l'unica possibilità per avere sia bootcamp che la virtualizzazione. ci sono ovviamente due inconvenienti. Innanzitutto lo spazio: devi creare un altro hd, questa volta virtuale che occuperà spazio che sottrarrai alla partizione dedicata a mac osx. L'altro problema riguarda proprio le licenze di windows. non so se per le due macchine (virtualizzata e bootcamp) avresti anche bisogno di due licenze separate. è pur vero che quando funziona l'uno non funziona l'altro, però poi con gli update?
  2. Il problema in pratica è il seguente: nel far partire fusion (che immagino usi la partizione di bootcamp) avvii windows in una macchina virtuale che è "diversa" dalla macchina reale (cioè l'hw reale del tuo macbook) con cui parte mediante bootcamp. Quindi quando fai questi cambi windows si comporta come se avessi cambiato computer e ti richiede tutta la procedura riguardante le licenze. Probabilmente autocad non lo avvii da fusion e quindi ti capita di avere il problema solo quando "ritorni" a bootcamp. Però non è il semplice passaggio da una partizione all'altra a crearti problemi ma il fatto che una volta su mac fai partire fusion.
  3. sul mac usi un programma di virtualizzazione (parallels, fusion o virtualbox) che sfrutta la partizione bootcamp?
  4. io in generale penso che se si può aspettare in realtà non si ha veramente bisogno della macchina che si sta per comprare. sennò non esisterebbero questioni, si comprerebbe e basta. detto ciò comprendo anche chi non se la sente di prendere un imac in questo preciso istante: le nuove schede madri invidia, il processore intel core i7 e un eventuale schermo al led potrebbero essere buoni motivi per rimandare l'acquisto di qualche settimana... ma se non si trattasse di solo qualche settimana? come ha detto munaz, buone ansie a tutti
  5. semplicemente hai formattato il disco in ntfs, file system di default di windows. Il mac riesce a leggerlo ma non può scriverci sopra, quindi non puoi cancellare o aggiungere dati. Se vuoi utilizzare il disco con il mac devi formattarlo in hfs+, che è invece il file system di default di mac os x. oppure per usarlo con entrambi in fat32 (ms-dos), ma con questo mi pare che ci sono delle limitazioni sulla grandezza massima dei file o propro dell'hd, ora non ricordo.
  6. il safe mode ripara anche il disco, o almeno ci prova. se ti ha datto come output "impossibile riparare" non hai troppe speranze. per esperienza personale anche con altri sw più blasonati il risultato sarebbe dubbio. Prima di allarmarti e di andare in un centro di assistenza, però, prova a fare un bel formattone e a vedere cosa succede. se il problema si ripresenta portalo in assistenza
  7. ma non potresti ovviare con TexShop, perfettamente integrato con mactex? se poi preferisci un editor più wysiwyg, potresti usare lyx: multipiattaforma e senza problemi di compatibilità sulle varie piattaforme. trasferisco gli stessi files senza problemi tra mac, ubuntu e windows
  8. scarica la demo di 30 giorni dal sito. cos te ne fai tu stesso un'idea;)
  9. penso che come per ogni software di cui si acquista una licenza, vada su un solo computer. altrimenti si comprano versioni multi licenza (come i family pack dei sw apple). Se poi la versione standard è già una multilicenza (come accade per office home & student edition) la cosa normalmente è ampiamente pubblicizzata. sul sito parallels penso che comunque troverai tutte le informazioni in merito
  10. normalmente capita con i messaggi di notifica delle chiamate perse dei vari operatori. Per farlo scomparire oltre alla soluzione di cancellare l'intera conversazione si può chiedere (quando possibile ovviamente) di farsi richiamare da quel numero e di rifiutare la chiamata. L'operatore (nel mio caso wind) manda come al solito il messaggio di notifica. all'arrivo di questo bisogna selezionare "Chiudi" e come d'incanto il pulsante rosso scomparirÃ
  11. guarda che non si rovina proprio niente. semplicemente avere due sistemi che girano in contemporanea da un onere alla macchina diverso dal far girare un sistema operativo per volta. ma ciò mi sembra abbastanza intuibile... le conseguenze si ottengono poi per semplice sillogismo. La soluzione di bootcamp ti permette, invece, di avere in pratica due SO a "potenza piena" nello stesso hw. in questo caso hai un indubbio vantaggio di ordine fisico (un computer occupa meno spazio di due) ed economico (comprare un computer costa meno che comprarne due). Inoltre tutte le periferiche collegate al computer saranno fruibili da tutti e due i sistemi operativi. Per usare un stampante sui due computer, invece, dovrai avere anche due collegamenti corrispondenti ecc ecc... ovviamente solo tu conosci le tue necessità e quindi la decisione ultima non può essere che la tua.
  12. nel caso della virtualizzazione succede a "grandi linee" (prendi con le pinze quello che scrivo) questo: 1) si sfrutta il processore per la macchina virtualizzata. diciamo un core per ciascuno (non fa male a nessuno... battutaccia! ) 2) la ram della macchina virtualizzata viene prelevata dall'hw vero e proprio. quindi se assegni 1gb a windows questo non sarà più disponibile per mac os 3) la scheda grafica reale viene non viene sfruttata. quindi puoi avere anche una quadro montata sopra ad un mac pro ma non avrai prestazioni sui programmi di grafica, che attualmente sono i più penalizzati in assoluto (assieme ai giochi ovviamente)
  13. se ne è parlato ampiamente sul forum. con una piccola ricerca troverai tante discussioni in merito. cmq ti riassumo brevemente: 1) bootcamp: ti permette di far partire il mac con windows anziché con macos. le prestazioni sono identiche a quelle di un qualsiasi pc normale. questa funzione però è supportata da leopard e non da tiger. hai bisogno anche di una licenza di windows 2) virtualizzatori: ti permettono di far partire windows all'interno di mac os mediante la creazione di una macchina virtuale. hanno il pro di non dover riavviare il computer se devi usare un applicativo windows. alcuni offrono varie possibilità come quello di assegnare a programmi windows l'apertura di files che si trovano in mac. il contro è che la macchina virtualizzata condivide l'hw con mac os che fa quindi un "doppio lavoro". Le prestazioni sono inferiori soprattutto in programmi con forte grafica come i videogames. I programmi sono: parallels e fusion (a pagamento) oppure virtualbox (gratis) anche qui è richiesta una licenza di windows da installare sulla macchina 3)crossover: è un progetto che si basa su wine. in pratica vengono riscritte le librerie di windows per mac osx. i programmi quindi partono direttamente dentro mac osx sfruttando queste ultime. il programma è a pagamento ed esiste un elenco dei sw supportati che dovresti controllare. in questo caso non hai bisogno della licenza di windows. Ti ho mostrato quelle che sono le soluzioni attualmente disponibili. Sono in ordine di "incompatibilità " crescente. Per ulteriori informazioni ti consiglio di fare una ricerca sul forum o di cercare su internet.
  14. Premesso che non sono un addetto del settore ma semplicemente uno studente che cerca di dare un aspetto un po' più decente ai propri elaborati. Sto facendo delle prove con XeLaTeX, ho sostituito per la matematica il solito Computer Modern con l'Euler e ora sono alla ricerca di qualche font da affiancargli. Come sans-serif sono quasi sicuro per l'Optima, mentre per un carattere serif vorrei evitare il palatino. Tra i papabili c'è il Garamond che ho potuto provare poiché di sistema, ma non mi convince troppo. Altri sarebbero l'Aldus, l'Alcuin o il Bembo. Quest'ultimo è il mio preferito ma non riesco a valutare se effettivamente può "combaciare" se non li metto entrambi in un testo. Qualcuno può darmi una dritta? Anche consigli su altri font sono ben accetti.
  15. che file è? con che cosa è codificato il video? hai provato già ad installare perian, flip4mac e i codec dvx ?
  16. è inutile che provi con altri dvd che non siano retail. essendo legati ad una macchina se li metti su altri computer non funzionano. Prima di riparare il disco hai fatto un backup? non è detto che riesci a ripristinarlo. anzi può capitare che poi il mac non riesca proprio più a montarlo e sarai costretto a formattarlo. Per riparare il disco, comunque, in alternativa al disco potresti usare un boot in safe mode. si fa tenendo premuto il tasto maiuscole all'avvio del mac. per il kernel panic nello specifico non so che dirti.
  17. è una richiesta che fa itunes al momento della registrazione per verificare la carta, ma dopo che ha avuto l'ok non conferma l'addebito e quindi questi non vengono contabilizzati. l'operazione si chiama ping
  18. Stealth Fighter

    help!!!!

    il problema può darsi che sia la batteria che sia andata. se è oltre i 400 cicli di carica e scarica è del tutto normale. devi comprarne una nuova. se sei entro i 12 mesi dall'acquisto e sotto i 400 cicli puoi provare a chiedere una sostituzione. un piccolo appunto per la prossima vota: evita di mettere titoli del 3d generici, come "aiuto" "help" e cose del genere, in questa maniera faciliterai anche chi vuole/può darti una mano d'aiuto Ah, dimenticavo... Benvenuto sul forum
  19. il rivenditore è obbligato dalla legge a fornire una garanzia al solo "consumatore", ovvero colui che acquista un bene non a scopi lavorativi, per difetto di conformità . Detto in parole povere: fattura o scontrino? nel primo caso, e mi sa che è il tuo dato che l'ha comprato l'azienda, tale legge non vale. Comunque trovi tutti i dettagli qui. In grandi linee, però, posso dirti che nel caso di scontrino fiscale (=consumatore) il negoziante è obbligato per legge a fare quello che gli viene chiesto dal consumatore che può essere anche una richiesta di rimborso totale o di riparazione. Il consumatore può anche pretendere che ciò avvenga in tempi "congrui". al più, il negoziante, può proporre un'alternativa che cmq il consumatore può rifiutare. Tutto ciò se problema si manifesta entro i 24 mesi dall'acquisto ma solo per "difetti di conformità ". che sono questi? sono difetti già presenti all'acquisto e che si manifestano in un secondo momento compromettendo l'utilizzo del bene. Questa è in realtà la falla della legge che imporrebbe a uno che si vedere rotto il computer al 18esimo mesi di dimostrare che il motivo per cui si è rotto era già presente 18 mesi prima! Cmq il problema per te non si porrebbe dato che entro i primi sei mesi ogni difetto viene assunto come "difetto di conformità ". tu staresti a cavallo, ma devi verificare la tua posizione in merito all'acquisto: consumatore o professionista? Per quanto riguarda la garanzia del produttore, che è tecnicamente diversa (è di "buon funzionamento", cioè basta che l'aggeggio non funzioni a meno di manomissioni o imperizia dell'utente) , non è regolata dalla legge e viene fornita dal produttore in maniera autonoma e con modalità che esso stesso sceglie. cioè ci possono mettere quanto tempo vogliono a riparatelo e tu non puoi farci niente.
  20. c'era solo un ; di troppo. cmq si viene reindirizzati a questo link http://student.myvectorworks.com/
  21. suvvia zsammy, è pur sempre Natale... o giu di lì
  22. ciao regista, benvenuto nel forum e nel mondo mac. Quello che ti serve è uno scompattatore o estrattore di file. io ti consiglio StuffIt Expander, semplice e gratuito. Inoltre ti consiglierei di usare la funzione cerca del forum, permette a te di risparmiare tempo ed evita il proliferarsi 3d con le stesse richieste. Ed infine evita di scaricare programmi per windows se li vuoi usare su mac. programmi come WINrar evidentemente non sono scritti per questa piattaforma.
  23. prendi in mano un creative e poi mi vieni a raccontare la qualità è senza dubbio superiore nel nano. Per i prodotti fallati... Non per altro esistono le tolleranze di produzione che altimenti sarebbero nulle
  24. confermo quanto detto da gennaro... sono davvero mozzafiato e nella lista ci metto anche i nano chromatic. danno veramente un senso di qualità ottenibili solo con tolleranze produttive minime. l'iphone a confronto risulta molto più "dozzinale", infatti, aspetto il momento in cui verrà rilasciata una nuova versione prodotta con la nuova logica di fabbricazione