gio.battista

Members
  • Content Count

    58
  • Joined

  • Last visited

About gio.battista

  • Rank
    Assiduo

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Gianni Battista
  • Città
    Bari
  • Mac che possiedo
    iBook G4 800,
    iPod 20 GB 4G,
    Mac Mini Intel 1,66,
    iMac Intel 1,83,
    Airport Express,
    iSight, iBl

Contact Methods

  1. Qui un topic simile da cui seguire l'evoluzione.
  2. Qui un topic simile da cui seguire l'evoluzione.
  3. mi aggiungo anche io alla lista di possessori imac intel CD 17" con la prima riga magenta apparsa sul monitor, dopo soli due giorni di utilizzo (ho appena comprato l'imac usato da un amico, che ovviamente cercherà di risolvermi il problema). Sarebbe un vero peccato perchè Halo gira che è una meraviglia anche a 1400*900. Dannazione. Dalle parti nostre si dice "mangi come paghi" ma penso che Apple mangi un bel pò con i nostri soldi, quindi perchè dotare gli iMac che dovrebbero essere i prodotti piu' accessibili e completi e fornirli di pannelli così .. problematici? Avete soltanto voi la sensazione o la percezione che la qualita' dei materiali e dei prodotti Apple in genere stia scadendo negli ultimi 2-3 anni? Non vorrei ri/aprire però sterili polemiche...
  4. Riapro per un pò, a mesi di distanza il topic sulle schede logiche iBook. Ho fatto risaldare per bene il chip (alcuni piedini erano distaccati) con un normale saldatore dotato di termoregolatore, come indicato su: http://en.wikipedia.org/wiki/IBook#Quality_issues e sul solito http://www.coreyarnold.org/ibook/ L'iBook non sta dando segni di cedimento e la saldatura l'ha rimesso in sesto (ormai non partiva piu'), nonostante gommini, spessori etc. Al momento sta reggendo.
  5. hmm probabilmente ricordavo male io, e in ogni caso se è così e funziona mi fido Sto utilizzando sempre meno il mac negli ultimi mesi e potrei essermi dimenticato o perso qualcosa.
  6. Sulla mia Airport Extreme (wifi card) funziona benissimo SpoofMac per modificare il mac address. Su Mac invece non basta la linea di comando per farlo (cosa possibile con due righe sotto linux), nemmeno in modalita' administrator, ma servirebbe almeno una patch: http://www.irongeek.com/i.php?page=security/changemac Con l'ultima versione di kismac per chi è riuscito a procurarsela, la airport andava gia' in modalita' passiva gia' diverse release fa ma questo non è sufficiente per effettuare la reiniezione pacchetti, cosa che si può fare invece con (alcuni) chipset Prism2 (nel mio caso USB), in quanto il driver incluso in kismac (compilato con xcode o meno) permette di farlo. Sulla airport (chipset broadcom) non sono state rilasciate le specifiche da Apple quindi niente funzionalita' avanzate.
  7. Io lo tengo finchè dura, per ora rimane acceso diverse ore al giorno e durante la notte. riesco persino a tenerlo quando sono a letto la sera , senza alcun problema finora. Lo spessore è proprio SOPRA quel chip SOTTO la scheda logica (fra il chip e il cavo dell'alimentazione). Il mio poi è tagliato fuori (ma ancora per poco ) dal supporto a Leopard. Finito il ciclo di vita del mio iBook forse mi rivolgerò ad altri marchi. Rimane il fatto che lo sto nuovamente usando tutti i giorni e mi serve piu' dell'altro portatile o questo stesso ibook con Fedora - Ubuntu.
  8. sto tamponando con lo spessore sotto la scheda logica, e dopo aver reinstallato macosx e fedora 8 + ubuntu 7.10, sta reggendo senza alcun 'glitch' finora. non so per quanto ma sta andando e spero ancora per molto. per questo mi chiedevo di poter individuare il punto preciso dove intervenire. non ci sono dubbi che la scheda logica sia stata progettata male. i problemi purtroppo sorgono col tempo, come se fosse soggetta ad un qualche tipo di usura. finora non mi è mai capitata una cosa del genere in nessun componente hardware, PC o Mac. al massimo qualche condensatore esploso e riparato ( = schede madri risorte).
  9. Ciao a tutti, prendo spunto dal msg in pvt che mi ha inviato dapazz: ho smontato la scheda logica per intero dal mio iBook G4 800 (in meno di un paio d'ore da ifixit) e fatto risaldare da un mio amico il mobility Radeon 9200, con la pistola a caldo a oltre 400 gradi su tutta la superficie. Il problema NON si è risolto una volta rimessa la scheda al suo posto e al momento continuo a tamponare nel vero senso della parola con un paio di spessori inseriti come da foto gia' indicate ad inizio thread. Mi sorge percio' al momento un dubbio, che il problema perciò non sia nella GPU visto che la pressione degli spessori non grava sul chip grafico. Magari mi sbaglio ed invece è così e la prova di risaldatura (o come dovrebbe correttamente chiamarsi) non è stata fatta a modo. In fondo abbiamo preferito preservare l'integrita' del chip ed evitare un calore eccessivo. L'iBook ora funge ancora, con quello spessore, ma non so quanto potrà ancora durare. Chi mi saprebbe dire con certezza QUALE chip andrebbe controllato ed è soggetto al problema dei contatti? I sintomi sono gli stessi e si tampona anche premendo alla base fra la tastiera e dove dovrebbe esserci sotto l'hd (e quindi con esso anche il dissipatore che 'preme' su cpu, gpu e chipset Apple). Durante il tentativo di riparazione almeno è stato risaldato al suo posto uno dei 3 perni, quello piu' piccolo, che fissa il dissipatore alla scheda logica e che si era distaccato. Il mio iBook è sempre stato trasportato in zaini o borse nel migliore dei modi, mai caduto e senza un graffio. Aperto forse una decina di volte per ripetuti guasti all'hd (cambiati 3 in tutto). Pessima progettazione secondo me, cattivo ricircolo del calore (soprattutto per l'hd), eccessiva flessione della scheda logica che Apple non ammettera' mai su scala mondiale con relativi problemi che prima o poi spuntano fuori!, ed un'odissea le operazioni di smontaggio/rimontaggio anche per il solo disco rigido. Al momento questo stesso iBook vive con un sistema Linux (Fedora e Ubuntu in prova) in attesa di cambiare l'ennesimo HD!!! Forse con una precisa idea di dove intervenire potrei tentare ancora un'ultima riparazione... Si riesce a capire bene in quale punto e su quale chip bisogna insistere? Io penso di aver capito che sia l'angolo inferiore destro quello problematcio della GPU e che la saldatura (riflussatura?) non sia stata risolutiva o sufficiente.
  10. il problema me lo sono risolto da solo, ma spero possa tornare utile anche ad altri. E' stato necessario aprire l'URL: about:config ed editare l'entry: general.useragent.locale sostituendo il valore en-US con it-IT e le pagine si aprono direttamente come previsto, ovvero in italiano. Questo probabilmente accade solo con Camino, visto che viene rilasciato nelle sole due versioni in Inglese e Multilanguage.
  11. e aggiungerei anche la versione di Flash: File name: Flash Player.plugin Shockwave Flash 9.0 r28 Siti come trenitalia.it sul mio ibook portano la cpu al 100%, ve ne accorgete provando a scrivere nel campo di ricerca delle partenze - destinazioni, mentre un precedente problema proprio in Camino di lentezza era stato già risolto. Con il 190 invece rimane fra il 15 e il 30%, molto dipende anche dal tipo e dalla quantità di animazioni Flash, ma non me la sentirei di dare troppe colpe a Camino
  12. Ciao, vorrei tentare di risolvere un problema che sto riscontrando con le ultime versioni di Camino (al momento ho la Multilanguage 1.0.4 su MacosX 10.4.9 PPC) ovvero l'apertura in inglese di un sito che di default è in lingua italiana. Un esempio: www.beppegrillo.it (non ricordo se ho problemi con altre pagine, ma anche il sito www.antoniodipietro.it il cui blog è molto simile se non identico mi dà lo stesso problema finora irrisolto). Premetto che ho tentato in qualche modo di "interpretare" il sorgente dell'index, e premetto anche che ne capisco pochissimo di html (praticamente nulla! ). Ho anche tentato di forzare il riconoscimento della pagina in lingua italiana escludendo il riconoscimento automatico (tramite entry nel file user.js come da suggerimenti sul sito http://www.caminobrowser.org/support/hiddenprefs/). La pagina nello specifico mi redireziona al link www.beppegrillo.it/english.php sostituendolo all'url richiesto, e che quindi mi mostra la versione inglese. Clickando sulla bandiera italiana a destra, mi viene mostrata correttamente la pagina. Lo stesso problema non si pone con altri browser (opera, firefox o safari). Il problema si verifica anche con configurazione "vergine" di Camino, cancellando le prefs e i files di supporto dalla libreria. Qualcuno mi sa dire se il problema è risolvibile e come? A voi come viene mostrata la pagina? Finora ci ho provato da solo ma ora mi sono arreso Thanks a tutti!
  13. A dire il vero preferisco Camino a Firefox proprio per l'utilizzo "sconsiderato" della CPU con le animazioni Flash (in tal caso l'uso di FlashBlock è servito a molto almeno sul mio g4 800), per una interfaccia più mac-like ma la cosa più importante è la velocità di "browsing" che a me importa di più (apertura tab multipli, velocità apertura applicativo, stabilità d'uso). Spero proprio che le versioni future non appesantiscano inutilmente questo piccolo gioiello con funzioni più o meno utili.
  14. Sul mio ibook g4 800 alterno spesso Firefox a Camino, preferendo quest'ultimo. Il problema CPU (l'occupazione di memoria è a pari merito fra i due) potrebbe dipendere dal plugin flash. Con Camino al momento non riscontro questo problema e sto utilizzando la Multilang 1.0.4 e l'ultimo flash player al momento disponibile. Con Firefox mi pare che "scaldi" un pò prima di Camino, quasi inutilizzabile se si decide di iniziare a visualizzare due o più animazioni flash (esempio: You Tube o simili). Non saprei con sicurezza ma mi pare che i problemi di "congestione" CPU siano da attribuire al FlashPlayer. Bisognerebbe provare ad aprire le stesse pagine e controllare l'uso di CPU singolarmente con i diversi browser (versioni aggiornate e che dovrebbero usare in comune lo stesso flash player).
  15. dovrebbe essere indicato tutto qui: http://docs.info.apple.com/article.html?artnum=93208