MVA

Members
  • Content Count

    640
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by MVA

  1. Scusa ma il registratore che formato è?
  2. Ho risolto: il problema nasce in Compressor, attivando il "frame controls" per creare l'interlacciato a 25 fps ho lasciato il formato PAL in automatico nella sezione Encoder, questo fa si che in Summary risulti "Field dominance: Automatic" (normalmente infatti è così). In questo caso però evidentemente i lettori DVD (non i lettori BD) riconoscono come semiquadro dominante il "Bottom" (che ho scoperto essere quello dominante in NTSC). Attivando nella sezione "encoder" il "Field Dominance: Top First" il problema scompare e anche i lettori DVD leggono correttamente. Questo è quello che succede non riesco ad immaginare perchè questo succeda.
  3. E' vero il PAL 50 non esiste come standard, ma FCP ti permette di lavorare il formato PAL a 50 fps ovviamente se il materiale viene da girarti a 50 fps (credo che il problema si ponga pari pari convertendo in PAL da TL in 720/50p) Con l'Aja in effetti per vedere il montato devo settare l'uscita in 720/50 anche se il formato è 576. i BD vengono letti da un Samsug BD-P1580 e i DVD in locaction sono letti da lettori Audiolo (non so il modello) in studio li leggo con un Pioneer V 7300D (quelli pilotabili anche esternamente e in grado di leggere sia il PAL che l'NTSC, e quando legge il DVD il led segnala standard PAL)
  4. I pannelli li ho trovati da Castorama (anche colorati), attenzione che se copri tutto la sala diventa troppo poco riverberante. E' difficile dare consigli senza vedere una piantina, ma empiricamente puoi fare delle prove insonorizzando il soffitto e parzialmente le pareti. Tieni conto che una volta insonorizzato avrai bisogno di casse monitor lineari. Di solito si usano le Yamaha NS 10 (quelle che nella foto vedi con i coni bianchi e vanno amplificate oppure quelle sotto che mi sembrano le Yamaha amplificate).
  5. Anche a me risultava questo, ma di fatto sui BD si vedono bene i TFF e i BFF si vedono con i semiquadri rovesciati - sui DVD è esattamente l'opposto, si vedono bene i BFF e i TFF si vedono con i semiquadri rovesciati.
  6. Faccio chiarezza: il girato è 720/50p (quindi a 50 fts), la timeline di montaggio è 576/50 (quindi a 50 fts) il movimento è fluidissimo. I DVD sono invece a 25 ftp interlacciati (quindi 50 semiquadri). Ora partendo da file a 50 ftp si tratta di interlacciarli correttamente. Se uso "top" come primo semiquadro vedo correttamente il DVD (cioè fluido) sui lettori BluRay - Se uso "bottom" come primo semiquadro vedo correttamente sui lettori DVD. Se non scelgo niente (cioè uso la compressione di default di compressor) vedo (sia sui lettori BluRay che sui lettori DVD) il filmato il progressivo (cioè come se fosse stato girato a 25P), ovviamente il movimento non è così fluido come negli altri casi. La mia conclusione è che i lettori BluRay e i lettori DVD gestiscono i semiquadri dell'interlacciato in modo opposto uno rispetto all'altro (i BD con primo il Top e i DVD con primo il Bottom). Non sono riuscito ad avere un file "universale" interlacciato, quindi bisogna conoscere il tipo di lettore che verrà utilizzato per la riproduzione (altrimenti bisogna fare tutto in progressivo perdendo una bella fetta di qualità ). Mi viene in mente adesso e forse provo, comprimere nei due modi e poi fare la scelta dal menu iniziale (certo che così nel caso di autostart e auto loop bisogna farlo ad ogni spegnimento e spesso nei punti vendita non è così accessibile il lettore) Un'ultima domanda: a me risultava che i DVD avessero come primo semiquadro il Top? Risulta anche a voi?
  7. Ho importato entrambe gli .m2v (TFF e BFF) e analizzando il format risultano essere sempre il "field dominance none".
  8. Ho ricompresso settando Output Field: Bottom First, il risultato è che si vede bene sui vecchi lettori DVD, ma i campi risultano invertiti leggendo sul lettore Blu Ray.
  9. Ho girato in P2 720/50p e montato in una TL 576/50i, fino qui tutto perfetto esportando con compressor in .m2v ho utilizzato frame control per interpolare i semiquadri: Resize Filter: Best Output Field: Top First Deinterlace: Best poi ho fatto i dvd e li ho visti con un lettore blu ray (Samsug), il risultato è spettacolare. Poi ho guardato il DVD su un normale lettore DVD UN DISASTRO i semiquadri fanno un casino tremendo (sul Mac leggendo dalla cartella VIDEO_TS si vede benissimo). Dove sta l'errore? Qualcuno ha un'idea? Grazie
  10. 8 input, dual output multi-viewer card - Miranda Technologies credo che ti riferisca a qualcosa del genere, non conosco prodotti di questo tipo di basso costo (di solito sono usati nelle regie per risparmiare monitor di preview camera)
  11. Non è che attaccando un TV al VHS ti risolvi il problema?
  12. Vuole dire che hai li disco pieno. FCP scrive i file di render nel disco che hai scelto in: Sistem Setting/Scretch Disks (qui puoi scegliere di selezione un'altro disco su cui scrivere i file di render). Finito un lavoro è buona cosa andare a cancellare i file di render che di solito occupano molto spazio. (sono nella cartella "Final Cut Pro Documents/Render Files/cartella con nome del progetto)
  13. Se il materiale è in DV il campo è Lower in tutti gli altri casi è Upper anche in PAL
  14. Sono perfettamente d'accordo, ma qui mi pare che siamo più nella situazione di chiudere la stalla dopo che sono scappati i buoi. Allora si cerca quale toppa sia più facile da utilizzare per salvare il lavoro. Girare contemporaneamente il Pal e Ntsc per poi montare tutto insieme non verrebbe mai in mente a nessuno che faccia il lavoro seriamente. Ma può capitare anche a chi lavora bene (e forse proprio per questo) che venga interpellato per riparare a guai che sono stato generati al di fuori della sua responsabilità . Allora in questo caso entra in gioco la flessibilità della visione e non una rigida pianificazione. Ora dato che il materiale in NTSC messo sulla TL viene riprodotto ad una velocità diversa (da qui la non rispondenza della lunghezza totale) mi viene da pensare che l'attrezzatura usata non fosse all'altezza di questo lavoro, ma supponendo che lo scarto sia costante (da verificare) la cosa più logica è rendere pari i tempi dei diversi materiali. Ovviamente bisogna esportare dei nuovi file del materiale in NTSC, ma una volta trovata la percentuale di remapping da applicare tutto dovrebbe semplificarsi. L'iter può essere pianificato solo dopo aver trovato la soluzione che funzione, la vera pianificazione (quella che si fa prima di un lavoro) in questo caso ce la siamo già persa.
  15. Fisse gli stessi in e out sulle due clip, poi con "speed" imposti la durata della clip in NTSC uguale a quella PAL (la percentuale se la calcola da solo FCP) Il sincrono labiale è già perso in partenza, così potresti recuperarlo.
  16. visto che non ti serve l'audio modifichi la velocità in modo riportare la clip alla stessa durata delle altre
  17. Potresti provare a conformare l'NTSC a PAL con Cinema Tools.
  18. Forse perchè ho copiato il link dopo essermi registrato, con questo entri nel sito, poi scegli software e una volta registrato cerca "PDZKP1" http://www.servicesplus.sel.sony.com/
  19. Raitrade accetta oltre al Digibeta i file MXF (imix standard definition - viene una strana proporzione 720x608 con una banda nera sopra, ma è giusto così) uploadati sul loro server la Sony ha fatto un plug (gratuito) per esportare questi file dalla timeline di FCP si chiama: PDZK-P1 XDCAM e si può scaricare (con qualche difficoltà di registrazione) qui: www.servicesplus.sel.sony.com/SoftwareFreeDownload
  20. Di solito i materiali che vanno a Opus o Sipra li passo con una cartella di TGA 1080 x 1920 (1 file numerato x ogni frame) e le colonne audio (separate voce, musica, effetti( e il mix di riferimento poi ci pensano loro a fare la cartella DCP che va in onda e che contiene un file con codec jpeg 2000 e l'audio a 6 o 8 piste a seconda delle sale. I programmi che fanno questo sono molto costosi (ce ne sono anche di 5000$) e non vale la pena comprarli per un uso sporadico, senza contare che dovresti avere un Doremi (il server che mada in onda) per controllare quello che hai fatto e il relativo impianto audio dolby surround a 6 piste per sentire l'audio.
  21. Ho ritirato l'iscrizione al corso di tedesco. Il problema ovviamente stava in "internazionale/lingua": avevo messo il tedesco al secondo posto della lista e modificato l'elenco (non chiedetemi perchè), ora siccome la prima lingua è l'italiano FCP quando non trova una sua lingua accede automaticamente alla seconda, in questo caso trovando il tedesco al posto dell'inglese cambia automaticamente. (ovviamente questo vale solo per le lingue in cui è stato tradotto, francamente non sapevo che FCP esistesse anche in tedesco)
  22. E' in tedesco anche l'help!!!!!! Mi sa che mi tocca inscrivermi ad un corso di tedesco.
  23. Ieri ho fatto una sottotitolazione in tedesco, per verificare gli accenti o selezionato la tastiera tedesca (ma poi ho rimesso ita pro e ho lavorato con quella). Questa mattina avvio e FCP è in TEDESCO. Qualcuno sa come ricambiare la lingua? (cercarlo nel menù in tedesco non è così intuitivo)
  24. La stabilità delle macchine è sempre stata un mistero. In questo momento sto lavorando su un Dual Core 2.66 Ghz con 8 GB di ram l'Aja LHe e un raid Sonnet da 8TB collegato con la ATTO ExpressSAS R380, il sistem è ancora il 10.4.11 e FCP è il 6.0.5 Questa configurazione è veramente stabile e veloce (anche in HD). Ho FCP 7 e Snow da luglio appoggiati sulla scrivania e non mi decido a reinstallare, ho sempre il timore di peggiorare una situazione che funziona bene. L'altra stazione gemella ha un 8 processori e è aggiornata alle ultimissime vs (FCP e System) stesso raid con la atto, ma dal'aggiornamento a Snow ogni tanto si freezza per alcuni secondi e (sopratutto i HD) perde il real time e bisogna fare un refresh per riaverlo. Certo quando va è più veloce però quella più vecchia mi sembra più stabile. Comunque abbiamo anche un BOXX (costa più del mac) con 5 hhd (4 in raid e 1 co system e programmi) con la Axio e Premiere, posso solo dire che è quasi sempre spenta perchè ci metti il doppio del tempo a montare li sopra. Annunciano per questa primavera il nuovo FCP, speriamo che almeno facciano dialogare meglio i programmi della suite fra loro. E' vero che Motion non è After, ma seevi fare cose non troppo complicate è un siluro al confronto. Se devi lavorare su progetti complessi allora purtroppo per adesso esiste solo After (l'ultimo progetto grosso che abbiamo fatto è una proiezione circolare in HD con 12 proiettori in soft edge con un file di 24000pixel e After non ha fatto una piega, con Motion purtroppo non vai oltre i 4000 pixel)
  25. in FCP quando selezioni la cartella principale della P2 vedi automaticamente tutte le clip, indipendentemente da come hai settato il progetto, ovviamente devi prima aver assegnato nelle preferenze del progetto la cartella in cui caricare i nuovi file (screcth disk) Di più non so dirti