Nemomnis

Members
  • Posts

    68
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Nemomnis

  1. Ti rispondo citando alcuni fatti di cui sono venuto a diretta conoscenza. Due anni fa una mia compagna di viaggio fece esaminare il suo notebook attraverso i raggi X dello scanner dell'aeroporto; quando tentò di accendere il pc sull'aereo, notò che la batteria, benchè poche ore prima fosse stata pienamente carica, si era totalmente scaricata. Tuttavia non riscontrò alcun problema, una volta giunta a destinazione, a caricare il pc. C'è inoltre da dire che un mio conoscente viaggia continuamente per lavoro, e non ha mai avuto problemi di questo tipo. Credo che, a questo punto, dipenda da tanti fattori: dalla batteria del portatile, dalla potenza dei raggi X, ... . Il mio consiglio è: se disponi di un altro pc portatile, e vuoi sentirti totalmente sicuro, lascia a casa il MacBook. Altrimenti, porta il tuo nuovo notebook con te: le possibilità di danni alla batteria, come ti ho già detto, sembrano davvero bassissime.
  2. E' stato da pochi minuti aggiornato , sull'Apple Store US (http://store.apple.com/us/configure/MC240LL/A?mco=NjM0MTg5Nw) il MacBook in policarbonato bianco (speed bump a 2,13 Ghz e disco rigido da 160 GB). E' anche iniziata la promozione Back To School, con iPod touch in omaggio.
  3. Per le esigenze attuali dovrei farne un uso medio, ma non è mai detto che in futuro possa servirmi qualcosa di più. Com'è andata la vostra esperienza in questo senso? Mai desiderato un po' di potenza in più dal vostro Mac?
  4. Il fatto è che - correggetemi se sbaglio - una scheda video integrata (come quella del MacBook Medio che, alla fine, credo acquisterò ad Agosto) nella scheda madre ha prestazioni centinaia di volte inferiori ad una scheda video dedicata, soprattutto se da 512 MB. In pratica sto cercando di autoconvincermi che acquisterò un Macintosh perchè l'hardware è ipercontrollato da Cupertino, per il sistema operativo e per la tastiera retroilluminata.
  5. Salve, tra qualche mese acquisterò (molto probabilmente) il mio primo Mac. Tuttavia permangono ancora in me dubbi sulla validità dell'acquisto. Premettendo che acquisto un notebook Mac dopo una scelta maturata in mesi di informazioni su forum, blog, siti Internet, video, e che lo faccio perchè ho bisogno di un computer stabile e mobile per lo studio universitario, vorrei che qualcuno facesse un po' di chiarezza su queste mie questioni. Amo la tecnologia, e so quanto progredisce quotidianamente: quando acquistai - molti anni fa or sono - il mio desktop computer, feci in modo che non avesse nulla al di sotto della concorrenza (1 GB di RAM, scheda video ATI da 256 MB, lettore card, doppio lettore/masterizzatore DVD Dual - Layer, ... ). Dopo tanti anni di servizio. questo pc continua a funzionare relativamente bene (sto scrivendo proprio con esso), ed ha dimostrato di funzionare egregiamente anche con Vista e Seven, oltre che con l'attuale XP. Nonostante mi accorga giorno per giorno che invecchia sempre più, l'acquisto di un Pc al top al momento dell'acquisto si è dimostrata nel tempo un'oculata idea. Per questo motivo, seppur affascinato dal mondo Mac, seppur convinto dalla stabilità , dal lento declino di ogni prodotto Apple, il dover acquistare un notebook con 2 GB di RAM (DDR3, certo, ma pur sempre 2 GB) e, soprattutto, con una scheda video non dedicata (una semplice nVidia) mi rende ogni giorno più dubbioso. In un primo momento avevo pensato ad un acquisto refurbished (un MacBook Pro con 4 GB e scheda video dedicata da 512 MB), ma dopo aver letto i vari messaggi di chi ha avuto problemi con il refurbished ed essendo imminente - o quasi - l'uscita di Snow Leopard, ho deciso di rinunciare. Spendere 2299 € (sconto studenti) per il MacBook Pro 17'' è impossibile. Allo stesso tempo, spendere 1408 € per un MacBook di fascia media (2GB DDR3 e scheda video non dedicata) mi sembra esagerato. Che dire? Sperando in quello che, ho imparato, è chiamato "speed-bump", alla prossima WWDC 09 (magari anche con un ritocco alle schede video), mi auguro che qualcuno sia tanto disponibile da rispondere a questo mio messaggio. Grazie in anticipo.
  6. Quindi oggi chiamerò e mi farò spiegare un po'. Vi terrò aggiornati. PS: Ho sentito in giro che è possibile, al telefono, ottenere ulteriori sconti. Sapete qualcosa?
  7. Sì, ma, come già detto, vorrei fare le cose nel modo più trasparente e legale possibile, senza pesi sulla coscienza. Vorrei acquistare con lo sconto Education in tranquillità .
  8. Sì, ma io vorrei trovarmi in condizioni di acquisto sicure. Qualche altro consiglio? In caso, c'è qualcuno che sa spiegare come funziona l'acquisto per professori?
  9. Salve a tutti, ho intenzione di acquistare questa estate un MacBook/MacBook Pro. Ora mi è sorto un dubbio: per usufuire dello sconto Education, è necessario farlo mentre si frequenta la scuola o l'Università ? Perchè nei mesi estivi, dopo gli esami, virtualmente non frequenterò nè la scuola secondaria superiore nè l'Università . Qualche informazione in merito? In caso, è possibile usufruire dello sconto facendo acquistare il prodotto a qualche altro studente? Cambierebbe qualcosa?
  10. Concordo. Sono davvero poche le applicazioni Windows con supporto a 64 bit, quindi - anche per il fabbisogno di RAM che hai espresso - ti consiglio una leggera e semplice versione di Windows Xp 32 Bit.
  11. Mi rispondo da solo, dal momento che questa discussione potrebbe interessare a qualcuno. Il giorno stesso della MWSF '09, gli Apple Store andarono offline (e furono quindi aggiornati con i nuovi prodotti).
  12. Liandru, rilevo un po' di confusione in materia. Per quanto riguarda le versioni di Windows, presumo che i tuoi "64" si riferiscono ai bit ( e non ai megabye, che rappresentano un'unità di misura dei dati). Autocad e Pes 2009 su Windows non hanno supporto per 64, quindi girerebbero come normali applicativi a 32 bit senza avvalersi di un briciolo di velocità in più. A questo punto, installa una normale versione 32-bit di Windows.
  13. lo so, volevo sapere (anche considerando casi precedenti) a che distanza temporale dalla Wwdc sarebbe stato rilasciato Snow Leopard. Ad esempio, quanto tempo passo' dalla presentazione di Leopard alla vendita ufficiale?
  14. Grazie delle risposte: a quanto pare, il mio primo MacBook sarà aggiornato all'ultima versione del software/hardware Apple. Ho controllato anche l'ipotetica roadmap di Snow Leopard: si parla di un rilascio ad Agosto.
  15. In rete ultimamente spopola il rumour secondo cui Apple presenterà un aggiornamento hardware del MacBook/MacBook Pro proprio durante la WWDC (secondo molti, batteria integrata, schermo OLED nel Pro, USB 3.0, Processore, scheda video, o altro). Ammettendo che sia vero, quanto tempo passerebbe prima di vedere l'accoppiata Nuovo MacBook/MacBook Pro + Snow Leopard sui banchi dell'Apple Store (o sullo Store online?). Me lo chiedo perchè entro Agosto devo acquistare un MacBook/MBPro, e non vorrei ritrovarmi ad avere una macchina già vecchia.
  16. Il problema è che di valide alternative non riesco a trovarne: esistono 6 modelli MacBook, mentre di Notebook PC ne esisteranno come minimo 500-600.
  17. Bootcamp assicurerebbe la compatibilità piena con l'hardware montato sul Mac?
  18. Grazie a tutti quelli che finora hanno risposto, non solo ai rassicuranti giudizi di delos e Orto (da tempo pensavo anche all'ipotesi virtualizzazione, se proprio necessario), ma anche a renato e LeoTM. A questi ultimi vorrei specificare che l'esperienza positiva che ho avuto fino ad ora con il PC è stata garantita dal fatto che non mi è mai pesato formattare e reinstallare sistemi operativi davanti a qualche problema e che, soprattutto per quanto riguarda gli ultimi 5 anni, ho la fortuna di lavorare su una macchina desktop HP ottima. Ecco perchè, ora che necessiterò di una macchina molto mobile, ho pensato a MAC, dal momento che offre a prima vista quello di cui ho bisogno: leggerezza, design essenziale, media-potenza, portabilità , affidabilità . Come trovare un PC notebook, nella marea dei milioni di prodotti che esistono sul mercato, che garantisca tutti questi punti contemporaneamente? Sono questi, essenzialmente, i motivi che mi spingono a switchare.
  19. Salve a tutti; credo che molti si ricordino di me e della mia prima discussione su questo forum circa le <<cose che di Mac OS X non si dicono>>, prima sintesi degli innumerevoli dubbi che -spero- questa community riuscirà a risolvere. A Luglio dovrò acquistare un mio primo notebook per l'Università : qualcosa di non troppo grande, veloce, stabile. Qualcosa che, soprattutto, non mi costringa a perdere troppo tempo in formattazioni, reinstallazioni di Windows, ... . Prima di tutto, tuttavia, voglio descrivere la mia "personalità informatica": lavoro su Windows in modo egregio - modestia a parte -, tutto frutto di un'acquisizione da autodidatta da oltre 12 anni. Quando accendo la mia macchina voglio che essa lavori subito ed in modo lineare per me; ogni azione sul computer ormai mi riesce automatica, istintiva, nè mi preoccupo ormai di comprendere veramente quello che sto facendo, dato che le mani e le dita si muovono automaticamente. Windows è stata e continua oggi ad essere il mio pilastro: su esso ho imparato a dattilografare, a creare siti Internet, a lavorare con le porte audio, con immagini e video, a modellare in tre dimensioni; nel corso del tempo, con l'avvento dell'ADSL a questo già grande aiuto è incorso quello di Google, che mi ha sempre aiutato a trovare il software adatto per l'occasione giusta. Da 12 anni, inoltre, il PC è per me come un asino per un fattore: se si stanca o si ammala, lo abbandono e riparto da zero; così, innumerevoli sono state le formattazioni dei PC nel corso degli anni, e moltissime anche quelle del mio attuale PC (datato 2004, ma perfettamente funzionante) che ha convissuto con XP prima, poi Vista, poi di nuovo XP, poi Vista, poi Seven ed ora di nuovo XP. Fino ad ora non ho mai avuto la necessità di badare molto a quello che il computer conteneva: ad ogni problema (virus inclusi, sebbene siano stati ben pochi in tutti i vari anni di uso) mi bastava un backup su DVD, una formattazione e si ripartiva. Sul notebook, tuttavia, ciò dovrà cambiare: avrò bisogno di un sistema che protegga fedelmente i miei dati e le mie applicazioni e che duri anni senza invecchiare (proprio come il mio attuale desktop, con l'unica differenza di non dover formattare). A questo punto, la risposta più chiara che ho trovato in rete è stata: Apple ed il suo Mac OS X. Così da qualche mese mi sto informando al massimo circa le macchine e l'OS dell'azienda di Cupertino: indubbiamente splendidi a prima vista. Ma qualche dubbio c'è (non sarei qui a scrivere, altrimenti!), ed è relativo a come potrò relazionarmi con un mondo nuovo qual'è quello del Mac, quanto sarà traumatico abbandonare la bolla di Windows in cui sono da tanti anni e addentrarmi in un universo parallelo quasi totalmente sconosciuto. Ovviamente mi riferisco all'usabilità , alla praticità e all'immediatezza che temo di perdere "switchando" da Windows a Mac: mi abituerò mai, tanto da giungere a considerarlo normale, a chiudere le finestre con un pulsante in alto a sinistra? a non usare in modo prevalente il tasto destro? a non utilizzare il tasto "canc"? a utillizare applicazioni che non ho mai conosciuto? a perdere Explorer e la barra d'avvio? Chi ha compreso a cosa mi riferisco, potrà facilmente generalizzare queste paure e intuire quali sono i miei dubbi. Aggiungo solo che ho provato più volte a utilizzare in modo stabile sulla mia macchina distro Linux (Ubuntu, Fedora) con insuccesso: stanco di dover continuamente aggirare ogni ostacolo, tornavo velocemente a Windows, dove effettuavo la stessa azione in pochi secondi. Non vorrei acquistare il mio primo MacBook/MacBook Pro, ritrovandomi entusiasta la prima settimana, ma rimpiangendo nel tempo la gestione del computer che mi è attualmente propria sotto Windows. Spero che questa comunità riuscirà a rimuovere questa densa nebbia di dubbio che mi assale: basteranno 3 mesi per giungere ad una decisione certa? Aspetto i vostri commenti. Ringraziandovi anticipatamente, come sempre, vi saluto.
  20. Interessante il tuo racconto dell'avventura Mac, Merope, spero sia così anche per me. Sono contento che questa discussione serva non solo a chi di Mac se ne intende da un bel po', ma anche ai neofiti ( ai "quasi-neofiti"!).
  21. Salve a tutti, come molti del forum già sanno presto acquisterò un MacBook. Prendendo spunto da una discussione, vorrei sapere qual'è la differenza teorica e pratica (ovvero, riscontrabile all'utilizzo) tra memorie RAM DDR2 e DDR3 (rispettivamente, montate su MacBook White e MacBook Aluminium). Il MacBook White potrebbe essere compatibile con memorie DDR3? E, soprattutto, il MacBook White funzionerà con Snow Leopard (architettura a 64bit)? Aspetto una vostra risposta. Ciao
  22. Freukig, anch'io acquisterò presto un MacBook e mi sono posto la stessa domanda. Premettendo che il MacBook White mi piace di più (sebbene di plastica), a livello di prestazioni presenta una RAM DDR2 (contro la DDR3 dell'Aluminium) e un hard disk da 120 GB ( contro i 160 GB del più economico MacBook Aluminium). Se non fosse per la RAM DDR3, sceglierei sicuramente il White.
  23. Stesso "problema" per me: credo sia un difetto (leggi: caratteristica ) di produzione.