devenali

Members
  • Posts

    30
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by devenali

  1. Domando scusa per la banalità . Ho ricevuto da qualche giorno l'iMac 27" i7 col massimo delle dotazioni di bordo. Ora, poichè per ragioni di comodità ho portato le cartelle Applicazioni e Utitlity sul Dock; dopo ogni riavvio o rilancio del Finder queste non mantengono più le dimensioni da me impostate, ritornano più piccole e standard pur mantenendo il layout. Tale problema mi si verificò anche col PowerBook, sia con Tiger che successivamente con Leopard (non ricordo cosa feci, ma tutto tornò normale da solo). Ho provato a cancellare i DS_STORE in Applicazioni, ma niente. qualcuno di voi è riuscito a risolvere tale piccolo fastidio? Vi ringrazio anticipatamente per le risposte. Luigi
  2. Per sicurezza, tanto male non fa, ho lanciato una manutenzione completa di Onyx (permessi, script e cancellazione cache utente. Per evitare poi riavvii di iTunes, ho eliminato "iTunes Helper" dagli elementi del login, in maniera tale che non venisse lanciato ad ogni riavvio. Pare che adesso non si riavvii e non lo fa nemmeno dopo ore, giorni di uso continuato. (iMac 27" i7, 16 GB RAM, 2 TB HD)
  3. Ti ringrazio immensamente. Immaginavo qualcosa del genere, ma avere una conferma definitiva mi mette l'animo in pace. Ancora, grazie.
  4. Sarà ingenua la mia domanda; volevo sapere se, dopo aver installato il firmware 1.0 per risolvere il problema degli iMac 27", in caso di inizializzazione del disco per reinstallare il SO è necessario reinstallare il firmware (anche se penso che vada ad insediarsi nella eprom della scheda video)? Vi ringrazio anticipatamente per la risposta e colgo l'occasione per salutarvi.
  5. Mi correggo e domando scusa. Ho provato proprio ieri notte, ma non funziona. Peccato, quelli della Adobe sarebbero potuti essere almeno un po' più elastici. Luigi
  6. Visto che opera 10 non è malvagio (pecca su alcuni form in flash o qualche neo), scaricalo e prova a sostituirlo con quello predefinito dal Photoshop; dovrebbe funzionare e almeno hai il nuovo browser. Luigi
  7. Io ho trovato una soluzione molto più funzionale. Anch'io avevo un problema nell'aprire un .doc di 256 pagine, un libro in fase di stesura: word 2004 andava in crash dopo alcuni secondi (solo ed unicamente con quel file se lo aprivo solamente con doppio clik). Ciò è accaduto - anche se mi pare strano - dopo l'installazione del convertitore xml. Ho trovato la soluzione in questo modo: ho salvato il .doc in .rtf e tutto ha ripreso a funzionare. Per poter aprire stabilmente il documento incriminato, ho lanciato prima Word dal dock, poi l'ho aperto. Ciauu
  8. Anch'io lo trovo lento, ma mi accade spesso tutti i lunedì: rotellina girevole per oltre 60 secondi e schermata blu per quasi 2 minuti; a volte lo spengo forzatamente, così di riavvia normalmente (previo controllo disco e riparazione permessi). Sono arrivato a pensare che ad ogni avvio leopard esegua le "manteinance" e quindi al lunedì quella settimanale; estremamente lunga ed estenuante. proverò un Inizializza e Installa, poi vedremo:
  9. Dopo le tristi esperienze e le varie problematiche sorte tra prodotti HP ed Apple, penso che valuterò l'idea di cambiare marca e passare a sistemi meglio supportati: Xerox, Canon, Epson ecc. Non capisco come faccia la stessa Apple a proporre nel proprio store un multifunzione HP, se poi le problematiche che sorgono sono parecchie; una delle quali riguarda lo scanner che, se in standby, non viene visto dal SO, obbligando l'utente ad una riaccensione del dispositivo. Possibile che Mac OS X non sia in grado di risvegliare tali dispositivi dalla modalità di stop? Un cordiale saluto a tutti
  10. Ho fatto tutto con successo e per il momento rinuncerò alla web cam, in attesa che venga qualcosa di valido per mac. Ti domando scusa per la domanda banale... eppure avevo già visto in ichatusbcam il pulsante per la rimozione del software. Dopo la reinstallazione di 10.4.9 combo ho anche avviato il prebinding da onyx, che rende il sistema più veloce all'avvio. Nessuno sa se apple rifarà la isight?
  11. Scusa l'ignoranza, ma come si rimuove ichat us cam?
  12. Stessa vostra odissea. Due ore dopo la ricezione del prodotto, vedendo che non funzionava e mandava in crash iChat, ho richiamato la Essedì e tre minuti dopo avevo un RMA per la restituzione, ponendo la condizione di non ricevere nessuna sostituzione, visto la triste esperienza. Tenete presente che iChatUSBcam l'ho dovuto scaricare dalla rete, mentre i driver Sonix SN9C201 sono impossibili da scaricare anche dal sito del produttore. Insomma, una presa per i fondelli in piena regola!!! Aspettiamo con ansia che la Apple riprenda a produrre la ISight - magari con porta firewire 800. Luigi
  13. Si, Thunderbird è gratuito e in italiano (mi scuso per il ritardo nelle risposte ai forum)
  14. Mail andrebbe bene, ma ha delle caratteristiche che non riesco a digerire: 1 - Mi infastidisce vedere gli allegati assieme al testo, cosa che Thunderbird e Entourage non fanno, poichè li pongono dentro una finestra separata; 2 - E' una rottura aprire sempre la rubrica per aggiungere i destinatari, mentre invece gli altri client lo fanno semplicemente con doppio clic sul form Aa 3 - Non sempre agli utilizzatori di macchine Windows arriva una esatta codifica, nonostante si selezionata l'opzione Windows Friendly 4 - E' molto permaloso con la gestione delle password, soprattutto se si usa per un po' di tempo un altro client di posta
  15. Ho un powerBook 17" G4 Avendo posto la cartella Applicazioni nel dock, ho notato che ad ogni riavvio, nonostante io dettermini la visualizzazione a colonne, il layout ritorna con la visualizzazione in anteprima. Ciò avviene anche aprendo l'icona del Macintosh HD sulla scrivania, ma non con le altre cartelle. Ho cestinato il file preferenze com.apple.finder.plist, ho resetato la PRam, ho riparato il disco, ho verificato e riparato i permessi, ma ad ogni riavvio tutto ritorna nello stesso mofo (solo su quelle due cartelle). Un po' mi rompe, anche se spesso non ci faccio caso. In fondo, dopo aver dimensionato e modificato la visualizzazione, tutto resta come sempre, a patto che non riavvii il sistema o il Finder. Chi ci capisce è bravo!!! Un ringraziamento
  16. Su os x il migliore è Thunderbird, meglio di Entourage, che crea problemi con alcuni proxy. Inoltre nella versione ultima 1.5.0.2 è stata migliorata la codifica iso per le lettere accentate con gli allegati; non solo: Thunderbird è un raro client che consente l'uso del giustificato coi testi.
  17. Secondo me dovrebbero rivedere bene il sorgente di Audacity e aggiungere nelle preferenze qualcosa che forzi il funzionamento a 44100. Altrimenti non si può vivere con continui riavvii.
  18. Non so se sia capitato a qualcuno di voi, ma dopo l'aggiornamento di Tiger alla versione 10.4.2 l'aiuto Mac si corrompe ogni qualvolta vado ad installare un pacchetto. Spesso si verifica anche dopo l'uso di Internete Explorer. Sono sempre costretto a ricostruire il mac.com.helpui nella dir chace della mia home... che rottura di p... Cosa si può fare perchè non si corrmpa più? Mi sono stancato di ricostrire, buttare nel cestino, ricostruire ecc. ecc. Un cordiale ed anticipato ringraziamento a tutti
  19. E' "verissimo" quanto hai detto e, destino di certe correzioni automatiche, spesso il testo cade nel ridicolo. Se solo Appleworks si rinnovasse e correggesse quelle piccole imperfezioni, dovute alla patina del tempo, potrebbe anche andar bene; soprattutto se rendesse i . doc un pochino più compatibili col mondo office... ho detto tutto (citazione di Peppino De Filippo in "Totò, Peppino e la malafemmina") Buon lavoro
  20. E' "verissimo" quanto hai detto e, destino di certe correzioni automatiche, spesso il testo cade nel ridicolo. Se solo Appleworks si rinnovasse e correggesse quelle piccole imperfezioni, dovute alla patina del tempo, potrebbe anche andar bene; soprattutto se rendesse i . doc un pochino più compatibili col mondo office... ho detto tutto (citazione di Peppino De Filippo in "Totò, Peppino e la malafemmina") Buon lavoro
  21. Signori, una cosa è usare i programmi di videoscrittura per pura passione, un'altra è per lavoro od uso professionale. Col passare del tempo ho avuto modo di provarli tutti e tenete presente che talvolta scrivo articoli chilometrici e sono alla stesura di un libro di circa 300 pag. Dopo ore (se non giorni) di sperimentazione sono arrivato a tali conclusioni (e rimangio la parola su quanto lodai in precedenza, ma l'esoerienza serve proprio a questo): Marine Write è velocissimo, ma ha un correttore ortografico pietoso; non riconosce molti congiuntivi e condizionali. Inoltre parecchi sostantivi gli sono del tutto sconosciuti. Va bene sotto certi aspetti, ma guai ad inserire un file immagine, poiché non è modificabile il layout. ApplleWorks va benino, ma presenta du inconvenienti ed un bug. 1) Non risalta gli errori durante la digitazione 2) Non è possibile la selezione multipla del testo (oggi comune a tutti gli office) 3) Bug - Se, durante la correzione ortografica, si va sul testo e si usa lo scroll, bisogna chiudere la finestra del correttore e cominciare tutto dall'inizio. NeoOffice (copresa l'ultima release 1.1) è lentissimo poichè si basa su motore java. Aprendo altre applicazioni, resta sempre la finestra con insistenza sulla scrivania e si è costratti ad usare il comando "nascondi". Ha problemi con le cartelle di salvataggio ed ogni volta che si preme la combinazione MELA+S l'applicazione diviene inattiva per alcuni secondi. Il correttore ortografico è semplicemente meraviglioso. riconosce persino l'articolo attaccato al sostantivo; es. lacasa lo indica con "la casa". Io scrissi un mio trattato con StarOffice, l'equivalente nel mondo Windows. Resta - almeno per uso professionale - MS Office MAC 2004. L'ho provato ed ora è divenuto quello al quale faccio più affidamento. Questa ultima versione l'ho trovata stabile e velocissima. Il correttore ortografico va benissimo, un po' più ridondante è quello sintatico (sapete benissimo che chi scrive si concede delle licenze proprie). Il layout immagine è straordinario. Consiglierei di deselezionare la sostituzione del testo durante la digitazione, altrimenti alcune parole (corrette, ma poco note) vengono sostituite con altre: ese. Mercedes Bresso in Mercedes Presso. Inoltre - e ciò non è poco - il .doc è quello più richiesto dalle case editrici (alcuni miei conoscenti, affermati letterariamente, usano MS Office MAC). Non fatevi ingannare dal .doc di NeoOffice, crea problemi di compatibilità . Scusate il mio chilometrico intervento, ma è importante sapere cosa si usa quando si scrive. E' ancor più importante usare supporti giusti per non verder vanificato il proprio lavoro di mesi. Ciao e buon lavoro
  22. Signori, una cosa è usare i programmi di videoscrittura per pura passione, un'altra è per lavoro od uso professionale. Col passare del tempo ho avuto modo di provarli tutti e tenete presente che talvolta scrivo articoli chilometrici e sono alla stesura di un libro di circa 300 pag. Dopo ore (se non giorni) di sperimentazione sono arrivato a tali conclusioni (e rimangio la parola su quanto lodai in precedenza, ma l'esoerienza serve proprio a questo): Marine Write è velocissimo, ma ha un correttore ortografico pietoso; non riconosce molti congiuntivi e condizionali. Inoltre parecchi sostantivi gli sono del tutto sconosciuti. Va bene sotto certi aspetti, ma guai ad inserire un file immagine, poiché non è modificabile il layout. ApplleWorks va benino, ma presenta du inconvenienti ed un bug. 1) Non risalta gli errori durante la digitazione 2) Non è possibile la selezione multipla del testo (oggi comune a tutti gli office) 3) Bug - Se, durante la correzione ortografica, si va sul testo e si usa lo scroll, bisogna chiudere la finestra del correttore e cominciare tutto dall'inizio. NeoOffice (copresa l'ultima release 1.1) è lentissimo poichè si basa su motore java. Aprendo altre applicazioni, resta sempre la finestra con insistenza sulla scrivania e si è costratti ad usare il comando "nascondi". Ha problemi con le cartelle di salvataggio ed ogni volta che si preme la combinazione MELA+S l'applicazione diviene inattiva per alcuni secondi. Il correttore ortografico è semplicemente meraviglioso. riconosce persino l'articolo attaccato al sostantivo; es. lacasa lo indica con "la casa". Io scrissi un mio trattato con StarOffice, l'equivalente nel mondo Windows. Resta - almeno per uso professionale - MS Office MAC 2004. L'ho provato ed ora è divenuto quello al quale faccio più affidamento. Questa ultima versione l'ho trovata stabile e velocissima. Il correttore ortografico va benissimo, un po' più ridondante è quello sintatico (sapete benissimo che chi scrive si concede delle licenze proprie). Il layout immagine è straordinario. Consiglierei di deselezionare la sostituzione del testo durante la digitazione, altrimenti alcune parole (corrette, ma poco note) vengono sostituite con altre: ese. Mercedes Bresso in Mercedes Presso. Inoltre - e ciò non è poco - il .doc è quello più richiesto dalle case editrici (alcuni miei conoscenti, affermati letterariamente, usano MS Office MAC). Non fatevi ingannare dal .doc di NeoOffice, crea problemi di compatibilità . Scusate il mio chilometrico intervento, ma è importante sapere cosa si usa quando si scrive. E' ancor più importante usare supporti giusti per non verder vanificato il proprio lavoro di mesi. Ciao e buon lavoro
  23. Per scrivere io uso Mriner Write (dal sito Active). Lo trovo estremamente veloce ed ha una interfaccia intuitiva. Riesco a caricare un testo letterario di circa 200 pag in meno di due secondi sul mio PB 17, ma ha una corretore ortografico penoso: non riconosce molti congiuntivi e gli staccati delle parole (es. lacasa in la casa - decidemmo lo vede come un errore ecc.). Appleworks credo che si la valida alternativa a MS Office e nell'ultima versione è migliorato enormemente. Non parliamo di NeoOffice, è Java ed è lento come una barca a vela nella bonaccia... Sicuramente acquisterò AW, sperando che il correttore vada bene (quello di pages è meglio di MW).
  24. Anch'io ho avuto lo stesso problem con un psc HP e l'ho risolto nella maniera più semplice: ho spento e riacceso il psc e il twain è stato riconosciuto. Ho scoperto che ciò potrebbe dipendere dall'attivazione del power save, ma non ne sono sicuro (dovrei attendere minimo un ora per poterlo verificare). Fare off e poi on non costa nulla e lo scanner lo potrai utilizzare per tutto il tempo che ti serve. Bye
  25. Non comprendo come vedere le sessioni preesistenti, da me create, con Dragon Burn 4. Solo importando una sessione la vedo, ma se poi inserisco il cd su Windows mi appare una cartella dal nome importata. Non esiste un metodo simile al noto Nero (inizia nuova sessione - continua a scrivere sessione)? Lo faccio con formato Windows, altrimenti HFS/Jolet mi fa vedere più volumi sulla scrivania. Vi ringrazio in anticipo per l'eventuale risposta