chest

Members
  • Posts

    8,349
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by chest

  1. Basso. Sto cercando una persona che mi guidi nei primissimi steps. 1) come si scrive e si "compila" un applet 2) come lo si piazza dentro una pagina web Le feature più avanzate (cioè "cosa" il mio applet potrebbe fare) le studierò più avanti, ma intanto vorrei farmi un'idea delle basi dello sviluppo.
  2. Ce nessuno qui che si intende di applets java?
  3. Maddai! Ma qui siamo al "Bar sport di Apple"!!! A noi se Apple sta lontana dal 90% di mercato girano le *****! Tutto qua... PS: a meno che tu non abbia quintali di azioni Apple, non credo tu abbia niente di niente da temere. Anzi, ad oggi un portatile Apple è l'unico al mondo sui far girare più sistemi operativi senza avere una laurea in informatica. Il che non mi sembra affatto una cosa negativa per il tuo investimento.
  4. E' davvero da pazzi, ma pazzi pazzi. Ho l'impressione che tu stia sottovalutando troppo l'evoluzione dei dispositivi mobili di telefonia. Fatti un giro in un negozio "3" o in un negozio high-tech di telefonia e poi ne riparliamo. C'è roba che straccia di brutto qualunque iPod shuffle e sul puro piano musicale compete coi Nano. Condisci il tutto con tecnologia software Microsoft ed avrai non uno, ma uno sciame di iPod killers. Purtroppo. PS: ripeto, c'è ancora speranza. Ma Apple deve finalmente dare quei segnali di apertura tecnologica che ancora non si sono visti. I films non basteranno, altrimenti.
  5. Gennaro, come direbbero gli americani "it's a matter of definitions". Io in quanto atomo oscuro e polemico sto analizzando la crescita dei cellulari con capacità di riproduzione di musica in mp3, e mi prendo la libertà di sommarli ai dispositivi quali iPod. Per cui come sempre accade non è Apple che vende meno, ma sono gli altri che vendono di più, molto di più. Se si resta concentrati sul "prodotto" (il Macintosh, il Plus, il Newton, l'iPod) Apple non ha mai "concorrenti", ma se si va a guardare la "funzione" che il prodotto copre (un "computer", un "palmare", un "riproduttore musicale"), allora alla lunga Apple perde sempre, perchè il suo DNA ad essere limitato. Speravo con iPod&iTunes avesse preso la lezione e si accingesse a saturare la domanda degli altri provider almeno in termini di formati digitali e compatibilità col suo negozio. Ebbene non ha preso la lezione, ed in capo a tre anni avremo un miliardo di "riproduttori musicali" (i cellulari) incompatibili con la tecnologia Apple, le cui vendite avranno sì raggiunto i 100 milioni, ma guarda caso sarà il nauseante 10% di nicchia di cui credevamo di essersi liberati per sempre. Sai quale è la differenza in questo caso? 1) L'mp3, che per fortuna Apple connetterà gli iPod coi cellulari, per cui se compri una canzone sull'iTunes Store, poi te la rippi su cd e finalmente ci fai quello che cazz ti pare 2) iTunes e iPod sono compatibili con Windows 3) che in capo a 3 anni iPod farà altro, cioè avrà perso la sua funzione originaria...
  6. Ovviamente la quota percentuale di Apple sia in termini che di riproduttori musicali (tipo iPod) che di canzoni vendute (tipo iTunes Music Store) sta calando vistosamente. Il motivo è ovvio: una azienda della dimensione di Apple non ce la può fare a coprire di hardware il pianeta, cosa che invece Microsoft si appresta a fare con le sue tecnologie software usate da svariati produttori hardware, sia nel senso di telefonini di nuova generazione che di normali lettori mp3. Aspetto commenti di due tipi: che neghino la realtà o che neghino che la realtà . Ma vi voglio bene lo stesso, ciao, Chest. PS: e fortuna che esiste il formato mp3, sprotetto e universale, vera fortuna dell'iPod. Apple dovrebbe buttarsi di pancia su divx, nell'iPod video, ammesso sia ancora in tempo (cosa che non credo affatto).
  7. Te digli che Chest gli manda uno sputo grossissimo. Lo è. Comunque siamo precisi: la marca è "Apple", il modello è il "Mac Book Pro" oppure il Mac Book. I sistemi operativi che ci girano si chiamano "Windows XP" oppure "Mac OS X 10.4". Sulla stessa macchina li puoi installare entrambi. L'unica "limitazione" è che all'avvio o usi un sistema operativo oppure l'altro. PS: se non sai cosa è un "sistema operativo", dai un occhio su Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Sistema_operativo
  8. La storia e anche il buon senso: nella più deterministica delle industrie i monopoli hanno quote monoton crescenti di mercato, a meno di interventi del legislatore. E ultimamente di interventi del legislatore se ne sono visti pochini (anche se la UE lo sforzo lo sta facendo).
  9. Sai che con me sfondi una porta aperta al riguardo.
  10. Mah. Intanto le sue quote aumentano. Non so se a velocità adeguata per parare il prossimo colpo della PS3. Però come avrebbe detto Catalano "meglio vendere di più e fare più soldi che vendere di meno e fare meno soldi". E' fuori di dubbio che Vista è pensato per essere l'Arma Finale in tutti quei settori industriali che si confrontano con informazioni in formato digitale, e che ormai sono: informatica (campo tradizionale e vastissimo), telecomunicazioni (inclusa telefonia e Internet), intrattenimento (inclusa la musicadigitale, la televisione, i videogiochi e l'home theater). Qui il dubbio non è relativo alle intenzioni globali di Microsoft: qui il dubbio è solo se i bocconi sono troppo grossi e quindi se N attori specifici (Apple, Google, Sony, eBay-Skype, Linux, Adobe, Mozilla-Firefox, Nokia, Symbian etc etc etc) alla lunga risultano più efficaci ed efficienti di una unica entità globale. Fossimo stati negli anni '90 non avrei scommesso un soldo bucato sugli avversari di Microsoft, che difatti sono stiattati tutto uno dietro l'altro). Oggi come oggi non mi so figurare la situazione. Ma di certo una eventuale "mancata conquista del mondo in tempi brevi" da parte del colosso di Redmond non mi sento proprio di definirla una "crisi" per Microsoft!!!
  11. L'antipatia per Microsoft non deve fare velo alla obbiettività delle analisi. Anche per la Xbox si diceva che era una kakata. Intanto però in America sta passando la Play Station. Insomma a noi qui i suoi prodotti sembrano kakate, ma la forza del monopolio sembra metterli comunque al riparo dai fallimenti.
  12. Sì, ma OS X vive by definition dentro i computer, cioè oggetti gestiti in modo avanzato (o quantomeno interattivo). Windows Vista ha la pretesa (o ambizione o brama di monopolio) di diventare una specie di "super mondo" che copra dalla Xbox ai cellulari ai PC ai Media Centers ai Server. Per me è puro delirio monopolistico, che francamente spero si sfracelli miseramente contro la realtà. Ma non sottovaluto che Microsoft ha bilanci paragonabili ad una piccola nazione europea a fronte di costi ormai azzerati sul fronte XP e sul fronte Office. Quindi l'attivo da dirottare su Vista è ENORME. Diciamo che se l'Italia avesse il bilancio in attivo di Microsoft, non avremmo problemi con Maastricht... Per cui è persino possibile che il delirio di onnipotenza produca davvero qualcosa di funzionante.
  13. Già ... Ci sono pure i Service Pack. Diciamo che se dopo 5 anni di versioni alfa e beta ed 1 anno di versioni RC escono con un prodotto che necessita, magari un altro anno dopo, di un SP per funzionare decentemente, allora sono davvero cialtroni. Ma io credo che ormai il business di Micorosft - ogni giorno piùlegato all'hardware proprietario - non gli consenta più questi giochetti. Prova ad immaginare di dire a qualche milione di persone che comprano i Media edition come elettrodomestici che il sistema è imperfetto e che un anno dopo si devono installare un SP. Gli sputi fioccherebbero come uragani tropicali... No, io son convinto che tutti questi ritardi siano proprio dovuti alla mutazione genetica di Microsoft. Preferiscono aspettare un anno in più (tanto il loro market share resta al 95% anche se non fanno un *****) per essere sicuri di piazzare prodotti quasi totalmente chiusi (non dico fatti bene, sto dicendo chiusi, proprio come ci si aspetta dagli elettrodomestici). Inoltre non dimentichiamo che la "XP Tax" porta fantastiliardi di dollari in cassa ormai senza fare alcuna attività di ricerca e sviluppo: soldi senza lavorare. Sfido io che non hanno fretta.
  14. Comunque ce l'ho fatta. Grazie per il link. PS: ho letto sullo stesso sito di Microsoft che dopo la beta 2 dovrà uscire una RC1 (Release Candidate 1). Ma quindi questa ISO che abbiamo scaricato quanto lontana è dal prodotto finale???
  15. Grazie. Comunque non so se hai notato ma pure per il link diretto ci vuole Internet Explorer, perchè ti devi ciucciare un Active X per il download manager. Ma che triste ma che triste ma che triste.
  16. Son fenomeni. A me mi hanno fatto registrare (2 *****) e prima mi hanno detto che i server erano intasati. Adesso se ci riprovo mi ringraziano e mi dicono che ho già installato 10 volte il prodotto. Avessi installato una beata minkia di una beata fava di una beata Vista. Ma come fanno in Microsoft ad essere così perdutamente *******?
  17. 1 anno prima della scadenza (cioè 1 Giugno 2007). Mi pare una strunzata anche questa.
  18. La beta di Windows Vista sarebbe pubblica... Ora, io non me ne intendo parecchio di queste cose, ma a me mi sembra una strunzata colossale. Non oso immaginare quanta gente se la scaricherà 1) per sostituire copie pirata del proprio OS [Asia invasa da copie di vista in beta] 2) per puro paciugo 3) per piazzarci dentro dei gran virus e ributtare il tutto sui server peer to peer, da cui molta altra gente delle categorie 1 e 2 ripiglierà il tutto... Non oso immaginare il porcaio che ne seguirà .
  19. Mmm. Almeno Office e Macromedia girano decentemente sotto Rosetta? E' che mi sto decidendo a compare l'MBP e non vorrei crearmi aspettative errate.
  20. Non so esiste un altro thread al riguardo, ma forse ormai possiamo ribaltare la discussione su "Ciò che ancora manca". Per esempio esistono piani di rilascio (comprensivi di date) in UB per i seguenti software a larga diffusione? Office Virtual PC Adobe Suite Quark Macromedia Suite
  21. A me francamente sembra demenziale lo sviluppo orizzontale. Molto meglio quello verticale di n mila programmi tradizionali (compreso l'esplora risorse di windows).
  22. Una interfaccia in cui mediamente il 95% dello spazio è bianco ed inutilizzato, non è proprio il massimo... Mi domando cosa aspettino a fare una gui del finder in cui gli spazi sono utilizzati dinamicamente, un po' come nelle tabelle html dentro alle pagine web.
  23. Webdav è amministrabile in modo identico ad apache, e ormai è integrato in tutti i sistemi operativi. Inoltre supporta ssl. per quanto riguarda la cancellazione a posteriori non credo la faccia il protocollo ftp, per cui se hai scritto un programma che analizza una directory o hai un sistema ad eventi sulla directory, le stesse identiche cose devono funzionare anche con webdav. Ammetto la mia ignoranza però su un punto: non mi è chiaro come gestire i permessi di visibilità dei files in webdav, cosa che invece se non erro è piuttosto semplice in ogni console lato server del protocollo ftp. Certo che usare ftp e java con quella specie di certificato è come tagliare le palle agli utenti finali e poi appenderle al filo di ferro al mercato centrale a 3 euro al paio.