chest

Members
  • Posts

    8,349
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by chest

  1. La mia teoria esistenziale è che meno uno aggiorna l computer in seguito e meglio sta. Per cui da qualche ann cerco di creare una configurazione iniziale la più lungimirante possibile e di non toccare più l'hrdware interno (*). E' una teoria rigorosamente personale. (*) ovviamente i Mac Pro sono diversi, ma qui ragioniamo del resto del parco macchine, che non brilla per espandibilità .
  2. In particolare un pop-up mi ha impressionato: si tratta di uno strano robo che in firefox riesce a iconizzare TUTTE le finestre ative (anche quelle degli altri siti) e a stampare nell'angolo in basso a destra del computer una sorta di "alert" javascript largo un 540x320 pixel. Una discreta finestra, insomma. Ancora più curioso, questa finestra (forse un "chrome" sfuggito di mano a firefox?) non ha url ma solo i 3 pulsanti verde, giallo, rosso del mac, in posizione centrale, come una sorta di "tab" sopra la finestra stessa. Notevole. Come cacchio faranno.
  3. Ciao Gennaro, quel che dite è tutto vero, ma a parità di hardware, mi riferivo in particolare a questo... Una vera tristezza. SOno arrivato a dubitare della salute mentale di barefeats, invece a quanto pare è proprio che i driver per X sono scritti male.
  4. Squarz, ne hai mai visto uno di quei pop-up? Io sì, vaie volte, e e me hanno incuriosito parecchio dal punto di vista della realizzazione tecnica. Mi piacerebbe replicarli nelle mie applicazioni web (ovviamente a fin di bene). Hai idea di dove si trovi una spiegazione/tutorial?
  5. Credo che siamo tutti d'accordo su questo punto. E inoltre i timori sulla "sicurezza" li stanno anche spingendo a limitare il contributo delle terze parti. Del resto la "giovinezza di Apple" in questo settore si vede proprio da queste cose. A mio avviso è solo questione di tempo, poi uscirà un bell'Xcode per iPhone/iPod e le cose si normalizzano (come direbbe mc100 la Apple lo rilascerà come il "più avanzato ambiente di sviluppo al mondo" etc etc). Non dimentichiamo che l'obbiettivo dichiarato di 10mln di vendite di Apple per quanto riguarda iPhone è stato non casualmente fissato a fine 2008 (non 2007), ben consci di quanto fosse lungo il processo di immissione di un nuovo prodotto di telefonia sul pianeta terra.
  6. Sì. E anche tantissima RAM. DA questo punto di vista hai preso in considerazione l'idea di acquistare solo1GB su Apple store, buttarla via alla consegna e comprare e gli altri 4 in negozio? Talvolta finisce che si risparmia, visti prezzi dello store per le ram. Comunque l'iMac 2.8Ghz l'ho adocchiato anche io, ma sta stranamente dando risultati deludenti la scheda video. LA mia fonte è il solito barefeats.
  7. Ecco il caso mio http://www.macitynet.it/forum/attachment.php?attachmentid=5058&stc=1&d=1189240966 Sindrome di pochi giorni fa (dopo 1 anno e 4 mesi di utilizzo). Me l'hanno cambiata gratis, unica seccatura è che ho dovuto comprare di tasca mia una sostitutiva per i giorni di attesa del ricambio. Alla fine comunque ho 2 batterie, il che non guasta mai.
  8. Ah, ecco. Beh, poco male prima o poi compro un NAT da 2 terabyte:).
  9. Ciao, mi sono comprato una base express (con Airtunes) primariamente per sentire la musica attraverso le casse dello stereo. Premesso che questa funzione è MOLTO soddisfacente, mi stavo domandando: è possibile a) collegare delle stampanti alla porta usb della base? E se sì, si trova da qualche parte una lsta di stampanti supportate? b) collegare un disco rigido esterno usb? Grazie, ciao, Chest.
  10. Non mi voglio incarognire nella discussione, anche perchè su questo genere di cose ognuno ha i propri personali criteri di valutazione. Per condensare il mio pensiero diciamo che mi sembra uno spreco scrivere un programma, nell'anno del signore 2007, che ha tutti i difetti di Office (non è aperto, non è gratis, non è multipiattaforma, non è web-based) e che per giunta non he neppure i pregi (maturità , diffusione, performance). Tutto qui, un saluto e buon iWork a quelli che l'adoperano.
  11. Squarz, guarda che io nelle premesse avevo addirittura detto che Apple avrebbe fatto bene a seguire l'esempio dell'open source, figurati un po'... Poi la discussione è virata sulle applicazioni commerciali, e qui qualcuno sostiene di avere pagato 79 euro per comprare iWork. Sinceramente mi paiono soldi buttati nel cesso, come da cesso mi pare la strategia di sviluppo dietro questi semi lavorati. Poi - che c'entra - noi adoriamo la mela e anche se gli dei sbagliano i fedeli non perdoo certamente la fede.
  12. Se uno si accontenta per carità . Però qualcosa mi dice che anche te abbandonerai Numbers. Il punto fondamentalmente è questo: se uno ha a disposizione Excel non userà MAI numbers. Dopodichè ci si può domandare QUANTE PERSONE NON HANNO EXCEL, ed a questo punto subentrano i criteri "paradossali" di Apple. Difatti in certe nazioni civili - ove la pirateria non esiste - ogni tanto capitano utenti che non hanno pagato la licenza di Office e che non hanno neanche una copia pirata. Per queste persone anche una schifezzuola come Numbers può fare brodo. Ma in Italia Numbers fa ridere i polli, perchè praticamente non esiste personal computer - Mac o PC - su cui non ci sia Microsoft Office... Per finire, sulla qualità grafica: ci credo - se lo dici te - che Numbers sia accattivante (in fondo in questo Apple è sempre stata leader). Però bisogna anche ricordare che se un utente ha necessità importanti in fatto di presentazione, scrive il document in word e powerpoint e poi importa i grafici da excel. Lo dico giusto per sottolineare che l'appeal grafico non può bastare a Numbers per fare breccia nei cuori della gente. Ad ogni modo, il tempo farà giustizia delle nostre affermazioni. Secondo me in capo neanche ad un anno Apple fa debuttare i server alla Google, cui tu spedisci i documenti nel formato "X" e te li traducono in "Y", "Z" etc etc. A quel punto la gente farà a meno di Numbers, ma anche spesso di Excel stesso.
  13. E come dargli torto...? Anzi, la versione PC è persino 10 volte più veloce. Ribadisco che secondo me Apple sta solo buttando soldi nel cesso con questa specie i surrogato penoso di Office. Le alternative? Fare come Gmail (un server che traduce i documenti di Micorosft Office in altri formati e ti consente di leggerli ed editarli), oppure fare come Open Office. Insomma in questo caso Apple ha propriamente sbagliato strada. Non sono infallibili, o comunque hanno talvolta delle logiche paradossali valide forse per il mercato USA, ma che al resto del mondo civilizzao appaiono ridicole.
  14. In pratica se vado ad un centro assistenza con il portatile e la documentazione non mi dovrebbero fare alcun problema? Sarebbe stupendo.
  15. Ecco un esempio preso da un altro sito Il caso mio però è persino peggiore, perchè si è scollata anche la parte sottostante!!! E di almeno 2-3 millimetri.
  16. Incredibile ma vero: mi si è "fusa" la batteria del MBP Pro 17" (2.16ghz, core duo, circa del Maggio 2006). Al momento non posso postare una foto perchè sono senza fotocamera, ma per fuso intendo questo: si è letteralmente scollata, sia nella parte inferiore che in quella superiore. Ovviamente il tutto mi manda in bomba il Mac, costringendomi a lavorare solo connesso alla rete elettrica. Roba da urlo. Sono l'unico a cui è successo????
  17. Mah. Ad ogni aggiornamento di questa "suite" mi domando quale sia la motivazione per Apple di buttare così tanti soldi nel cesso. Premesso che è ovvio che questo genere di prodotti non generi profitti, essendo il 100% del mercato commerciale in mano a Microsoft, il mio dubbio è perchè imbastire la ennesima micro-tecnologia proprietaria ignorando sia il mondo open (che è più avanti nonostante i mezzi molto più limitati) sia le soluzioni alla Google, che almeno hanno il pregio della modernità (non mi si venga a dire che iWork è la base per una web-application di Apple perchè sarebbe un idiotismo). Invece qui si assiste ad uno scimmiottamento abbastanza penoso di un modello di sviluppo (quello di "Microsoft Office") che è già vecchio da anni e - per giunta - ormai totalmente sterile. Comunque bene, prendiamo atto che adesso esiste anche un foglio di calcolo made in Cupertino. A questo punto possiamo ignorare nell'ordine: 1) uno strumento di presentazioni 2) una specie di word processor o impaginatore di testi 3) un foglio di calcolo A quando farci ignorare un piccolo database proprietario?
  18. E' comunque una procedura manuale. Possibile che non esista nulla di automatico? Peraltro una volta avevo provato ad usare FileBuddy, che opera direttamente a livello di filesystem. Il problema però è che rimuovendo i files in quel modo iTunes "non lo sa" e quando lo riavvio si lamenta che non trova più dei files, ed io non so come risolvere neanche questo! Per quanto riguarda le cover - invece - nessun suggerimento?
  19. Grazie Pietro. Il problema però è che la funzione "Mostra duplicati" di iTunes è basata sul nome, ma così mi trova anche canzoni che stanno in album diversi ma con lo stesso nome (ad esempio album normale e album "The best"). In questo caso io li considero diversi. In pratica io vorrei ulteriormente filtrare i duplicati di iTunes aggiungendo come criterio che abbiano anche la stessa dimensione in bytes. Si può fare?
  20. Ciao tutti, scrivo per chiedere un po' di aiuto per una corretta gestione di iTunes. La situazione è questa: un amico mi ha chiesto di mettere ordine nella sua libreria di iTunes. Sono svariati giga di roba, con dentro anche (purtroppo) molti duplicati della stessa identica canzone. Che voi sappiate, esistono dei software o utilità varie che effettuno le seguenti operazioni 1) ricerca dei doppioni fisici dentro le playlis di iTunes (un doppione fisico per me è proprio lo stesso file, fino al singolo byte) in modo da poterli poi eliminare 2) scaricare le cover per gli effetti di cover flow. Stranamente infatti certi files ce l'hanno, ma la gran parte no (eppure sono praticamente tutti rips di cd con i propri tag mp3) Grazie mille, ciao.
  21. No, anzi, a me è veloce anche su windows (magari non ai livelli decantati al marketign Apple, però se la cava benone). te lo fa con tutti i siti o ce n'è qualcuno problematico in particolare? E comunque che configurazione hai?
  22. Forse questi della bluesky ne hanno tenuto viva la memoria
  23. Toh, guardate cosa ho ripescato dagli anfratti di Internet http://www.bluesky.com/news/220a.html Francamente io mi commuovo ai remotissimi ricordi della tesi e a rivdere quell'icona adesso per Os X e financo Universal, non credo possiate capire. Però se è gratuito vale certamente la pena provarlo.
  24. Tex, e la sua variante Latex sono linguaggi tipografici divenuti standard in ambito scientifico a causa della loro potenza di formattazione delle notazioni, specie per le formule matematiche. Inoltre essendo files di testo (come html o rtf) sono facilmetne modificabili a livello di "sorgente" e convertibili dalle macchine in altri formati (tipicametne pdf o xml). Addirittura ci sono riviste universitarie che accettano in formato elettronico solo articoli scritti con questo formato. Trovi una descrizione qui: http://it.wikipedia.org/wiki/LaTeX Per quel che mi riguarda personalmente li usai per la tesi e ne rimasi affascinato, anche perchè all'epoca per Mac esisteva un programma MIRABILE, di nome "Textures". Programma di rara bellezza e semplicità , capace di farti lavorare in modo visuale mentre sotto scriveva il codice latex testuale. Purtroppo poi si è sfortunatamente perso per strada. So che oggi esistono innumerevoli alternative gratuite, ma ancora l'ultima volta che lei provai (un paio di anni fa) incredibilmente erano ancora lontane dalle meraviglie di Textures. E - credetemi - non sto esagerando: lavorare in Textures faceva sembrare lavorare in Word una forma di scrittura primitiva.