chest

Members
  • Posts

    8,349
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by chest

  1. chest

    Risalve

    Equazioni di Maxwell come avatar. Vuoi dirci qualcosa?
  2. Adesso è una beta. Effettivamente l'unica spiegazione possibile per la prima "versione" è che fosse saltato qualcosa di profondo con le versioni non USA di Windows, anche se ce ne vuole di fantasia per capire che nesso potesse esserci tra sistema operativo e sparizione di alcuni blocchi interi di logica del programma (tipo la gestione degli inline css). Ad ogni modo adesso si comincia a ragionare. Molto interessante anche l'esperimento dell'aggiornamento software di Apple dentro Windows. Suona di dichiarazione di guerra totale :-)
  3. Ah, beh, insomma, però, io oltre ogni cosa mi voglio augurare per questa ragazza che essa sia un'attrice, perchè sarebbe di inaudità gravità che qualcuno a casa si mettesse a costruire messaggi mediatici di questa portata con un tentativo peraltro impossibile di stare nelle norme della par condicio. dando un colpo al cerchio ed una alla botte. Queste cose ci hanno stufato, io credo che sia il caso che Jobs salga da Napolitano assieme a Schiller per dire che i PC stanno gettando discredito sull'informatica tutta, e che i sondaggi ci dicono CHIARAMENTE che Apple è ormai al 59% della propensione di acquisto e che pure sulle percentuali di vendita passate i PComunisti hanno sempre mentito. Viva noi, viva Fede, viva Jobs, Buu PC, Buu Buu Buu gshnah, kfizz, snnrrtuu, hanf, krikkk, viva le defilippi, vivarete4 viva mediaset, culturamoderna, kzzofiga****tette, viva buu viva...
  4. Michele concordo con te, la cosa è veramente inaudita. Voglio sperare che quella ragazza sia un'attrice.
  5. Sono 320x480 pixels ma il telefono usa un trucco per rimpicciolire le immagini, per cui guadagna tantissimo spazio in questo modo. Ti consiglio ad esempio di guardare questa immagine pubblicitaria: si vede bene che l'immagine di testata del Ny Times (larga sempre circa 340 pixels) non solo non traborda dai 320 pixel a disposizione dell'iPhone in forma verticale, ma addirittura avanza spazio a sinistra. Ribadisco che a tutti i fini pratici il browser web di iphone è come se avesse uno schermo di 640 pixels (o persino di più).
  6. Gennaro, concordo sulle precedenti affermazioni (ma come ho scritto le ritengo solo vere per un breve periodo, dato che sono certo che a breve ci sarà un allentamento della sicurezza attraverso una sincronizzazione di iTunes "più tollerante"), però su quest'ultima non ci giurerei. In fondo il formato landscape di iPhone, associato alla sua capacità di ridimensionare le immagini, può equivalere a un computer con risoluzione orizzontale di 640 pixels, il che non è poco. Può consentire di consultare ancora parecchie pagine web.
  7. Di norma gli script client side sono limitati alla "sandbox" del browser. Difficile che con questa limitazione uno riesca a mandare un comando ad iTunes, immagino. Anhce per il codice a barre la vedo dura, perchè di nuovo suppongo che il browser integrato non avrà accesso alle tue fotografie. Il discorso sarebbe MOLTO diverso se la sandbox javascript dell'iphone fosse analoga a quella dei widget di mac OS X, che notoriamente riescono a fare molte più cose delle normali pagine web. In caso di similitudine con questa, sarebbe naturale che un "widget di iPhone" interagisse con la macchina fotografica o con la musica a bordo. I widget infatti si situano "a metà " tra una pagina web (limitatissima in ciò che può fare al tuo computer, e direi giustamente dato che è sotto l'altrui controllo) e le applicazioni binarie che uno normalmente si installa e che se mal gestite ti possono andare a ravanare ogni cosa. Ciò che io ignoro completamente è se il modello di sandbox di iPhone prevede almeno i widget. Sembrerebbe di no, neppure attraverso prima il Mac e poi iTunes, e anche questo mi ha un po' stupito. Insomma credo che abbiate ragione a lamentare la chiusura del dispositivo, ma è altresì prevedibile e auspicabile che ci saranno almeno delle aperture nei confronti dei widget di Macosx e di Flash.
  8. Lungi da me sminuire l'importanza delle cose che indichi. Però iPhone è un *telefono*, ed il suo target principale è quello. In più ti dà un iPod video completo ed un ottimo browser web, il tutto con uno schermo panoramico sfruttato al 100% causa l'assenza della tastiera. Sinceramente non è poco. Per quanto le cose che dici te siano rilevanti, non è obbligatorio che entrino nel target di iPhone, almeno in fase iniziale. E anche in futuro, io aspetterei a vedere se davvero vale la pena che iPhone si trasformi in un palmarino. Stupisce tuttavia l'assenza di Flash, che credevo proprio che sarebbe stato incluso. Anzi, ho motivo di ritenere che lo sarà a breve.
  9. Sì, in un certo senso sì. Quello del Network Computer è comunque a mio giudizio uno degli argomenti più interessanti nella storia dell'informatica. E' una idea di fondo che peraltro si è sviluppata nel tempo in alcune fasi maggiori molto ma molto distinte, che io riassumerei così a) agli albori i vecchissimi terminali b) poi la prima onda utopica del www coi primi thin client (miseramente falliti) c) poi l'utopia di Java e dei thick client (tutti falliti) d) infine la seconda ondata del www che invece a quanto pare stavolta è qui per restare Sul perchè e sul percome del fatto che l'epoca "d" sia molto più robusta delle precedenti ci sarebbe tanto da discutere. Certamente però un prodotto tipo iPhone è interamente dentro questo paradigma, segno ennesimo che forse i tempi sono davvero maturi. Vedremo.
  10. Tutto può essere, ma secondo me hanno toppato. Mandare in giro Jobs a promuovere questa ciofeca è del tutto inusuale, e attenzione che se si sparge la voce che Safari per windows somiglia a Safari per iphone sono DOLORI, perchè esiste il concreto rischio dello s*******mento a livello planetario. Hanno toppato, spero solo che le nuove release escano nel giro di poche ore.
  11. Safari per Windows al momento è imbarazzante da quanto è fatto male. In Apple qualcuno ha orinato un Niagara di piscio fuori dal vaso. Veramente.
  12. In effetti è letteralmente imbarazzante. Non capisco cosa stia succedendo. Figurati che a me (su XP) non funzionano i css inline, nel senso che gli oggetti con stili inline diventano invisibili... Ora, mandare in giro un browser così è pazzesco, roba da fuor di melone. Voglio dire: se togli il css e magari anche il javascript sfido che io che nel "rendering" vai più veloce... Praticamente hai reso tutto invisibile... Mah, che strana cosa. Talmente marchiana che secondo me qualcuno stavolta si gioca il posto. PS: comunque anche a Steve Jobs durante il keynote un sito non è apparso. Poi lui ha fatto finta di niente, ma è lo stesso bug che ho davanti agli occhi io coi miei siti. Io dico che s'incazza.
  13. Anch'io. Questa del resto è la ragione ufficiale nonchè la più sensata. Il problema di iPhone non è solo il costo (chiunque può permettersene uno), quanto la scomodità di testare il proprio lavoro esclusivametne sul telefono. Adesso invece buona parte dei test la si fa comodamente al PC e si va sul telefono solo per le ultime verifiche. Certo, rivedendo il video del keynote (fateci caso attentamente), quando Steve sta parlando della espansione della quota di merctao di Safari, l'immagine della torta alle sue spalle vede la fetta di Safari espandersi SOLO a scapito della fetta di Firefox! Lasciando inalterata la fetta di Explorer al suo 78%! Personalmente la ritengo una svista clamorosa e involontaria, però ben comprendo come possa scatenare autentiche paranoie negli sviluppatori di Firefox...
  14. Quanto all'SDK la questione si fa controversa. Un SDK per software binari è a mio giudizio improponbile perchè Apple ancora per molto tempo non aprirà la sandbox. Signori, sarebbe demenziale mettere a rischio questo business per permettere a un Ciccio Pasticcio qualunque di scrivere un programma che squinterna la supercazzola mandando in bomba il telefono e costringendo l'help desk di At&T a inventarsi procedure complicatissime. iPhone è un dannato telefono, e tolto Java (che al momento è stata esclusa per altri motivi), non c'è in giro niente di sicuro al 100% per i telefoni. Manca invece - è drammaticamente vero - un SD degno di questo nome per scrivere applicazioni Ajax. Ma purtroppo siffatti SDK semplicemente NON esistono neppure per le normali applicazioni web (cosa che genera in me vari spunti di riflessione), per cui Apple non poteva proporre nulla. Ad ogni modo le web-applicazioni standard sono ogni giorno più potenti e interessanti, per cui può bastare quello che la miriade di sviluppatori ha GIA' scritto per i normali browser web. Adesso poi che c'è Safari anche il testing dovrebbe diventare più semplice. L'unica cosa che per ora manca davvero (ma non è detto che non esca) è un emulatore di iPhone, per dare modo agli sviluppatori di avere delle preview autentiche dei loro prodotti sul telefono. Per 500 dollari si presuppone comunque che un developer anche piccolo (come la mia azienda) se lo compri in carne, fili e ossa... Speriamo solo che in Europa arrivi presto, sacripante...
  15. Beh, il fatto è che le killer-app sono ormai (giocoforza, vedi dopo per la mia opinione in merito) dei vettori di distribuzione di altro software. Direi che i casi più eclatanti siano iTunes, il mostriccio crescente di Adobe e il pacchetto di Google. Poi ci sarebbe la java machine, che comunque orbita ormai nella sfera di google. Questi signori sono DE FACTO costretti dai contratti di licenza OEM ad aprire dei nuovi canali di distribuzione dei propri software, dato che come noto Microsoft la fa da assoluta padrone nella configurazione di fabbrica dei produttori. ognuno si arrangia come può con il proprio "Download manager". Apple ha inventato l'ecosistema di iTunes, con tutto quello che ne consegue. A mio modo di vedere sono bravissimi, quasi al livello di Google. E iTunes resta un bellissimo e utilissimo software anche per chi ancora non ha un iPod. Certo, sarebbe più bello se le aziende fossero libere di usare la funzione di Windows Update per installare i propri software, ma al momento è come chiedere a Berlusconi di tifare Inter...
  16. Comunque sia il concetto che volevo esprimere è questo: documenti offline NON vuol più dire documenti in formato proprietario (doc, xls, ppt eccetera). Ormai pressochè tutto è riconducibile a formati web 2.0, per cui è sempre sufficiente il browser, sia in lettura che in modifica. Tutto qua!
  17. Ecco. Esattamente da questo punto di vista va detta però una cosa a mio avviso fondamentale: qualora il nostro server di posta (ad esempio GMAIL) riesca a farlo, potrebbe creare sempre una copia in formato Web 2.0 (*) di tutti i documenti arrivati, in modo da consentirci il download sul telefono di quella copia in formato web 2.0 anzichè dell'originale. Così facendo non ci sarebbe più la necessità dei programmi (offline) di office per leggere (offline) i documenti. Basterebbe un browser di ultima generazione, e senza plugin, perchè il "miracolo della conversione dei pani e dei pesci digitali" lo farebbe il server di posta, non il browser. Ribadisco: a taluni sembra fantascienza, ma è vicinissima a diventare realtà , invece. Nota: e credo che scapperà fuori una enorme causa giudiziaria fra Google e Microsoft, su questo fronte. (*) definire web 2.0 da un punto di vista tecnico è arduo. Si tratta in sostanza della summa di N tecnologie (o API) che consentono sia una formattazione avanzata (css di ultima generazione) che una forte interattività con la struttura dei documenti (DOM e javascript) che i salvataggi in background (Ajax). Non a caso il panzone più frustrato del mondo sta esorcizzando Google andando in giro per il mondo a fare una patetica ironia sul fatto che nessuna applicazione web 2.0 potrebbe davvero fare concorrenza ad Office. Trattasi però di patetico caso di volpeuvite...
  18. Per giudicare compiutamente vi invito anzitutto a documentarvi su Ajax, perchè altrimenti finisce che si parla della metà di niente. per come la vedo io la scelta di Apple è questa 1) controllo del canale di distribuzione degli applicativi binari attraverso iTunes. Ciò non implica che PER SEMPRE da questo canale passeranno SOLO applcazioni apple, ma solo che per passare da lì dovrai avere una certificazione Apple. In un momento in cui è VITALE la stabilità e l'assenza di qualunque virus o schifezza del genere (che potrebbe compromettere miliardi di dollari di investimenti e profitti), la scelta di Apple mi pare giustissima. peraltro io mi aspetto anche che a breve i primi software certificati usciranno. Per quanto finora escluso da Apple - ad esempio - non è peregrino immaginare una java virtual machine certificata per iphone, che darebbela stura ad altri N piccoli software (per quanto brutti). Insomma, per i binari c'è tempo e modo, anche considerando che l'offerta Apple per il multimedia si chiama iTunes, che fino a prova contraria è il miglior prodotto del mondo. 2) apertura del canale agli applicativi che girano nella sandbox di Safari, ovverosia quanto di più simile ci possa essere ai "widget" di Mac OS X, che fino a prova contraria hanno anche delle features aggiuntive rispetto alle normali pagine web (in termini di permessi di accesso alle risorse del device). Detto questo, cosa si può fare con programmi di tipo 2? Per esempio scrivere su questo forum... Oppure connettersi ad un service centrale che ospita i tuoi documenti di Office e che te li traduce al volo in formati web 2.0, snza che tu abbia bisogno di installare 200mega di micro-mini-mobile-tiny-*******-office. Questa è una prosettiva rivoluzionaria, ma non è fantascienza: è Gmail (a meno di cause giudiziare tra Microsoft e Google). E comunque - sacripante - stiamo parlando di un *telefono*. Ritengo chi chi compra un telefono per guardarci le slide powerpoint o usare excel abbia dei forti problemi mentali, e mi sembra sano da parte di Apple non inseguire questa clientela oggettivamente deviata. Insomma: a mio giudizio stanno seguendo una strategia perfetta, e il mio unico appunto è che abbiano aspettato così tanto per rilasciare Safari per Windows, perchè questo era l'unico modo per dare tempo agli sviluppatori di tutto il mondo di familiarizzarsi con le sue caratteristiche. Se l'avessero fatto prima oggi avremmo per iPhone una pletora di widget ultrastabilizzati e selezionati dal merctao. Ad ogni modo, meglio tardi che mai. Augh, ho parlato.
  19. Ogni tanto avverto l'irrefrenabile bisogno di cercare questa tua sentenza su Google.
  20. E' questo di Solaris il trucco? Io ho avuto un sacco di freeze (al momentod ella creazione del linux) con la iso di ubuntu. Però gli dicevo Linux generico o qualcosa del genere.
  21. Macteo, la chiave è tutta nella frase su evidenziata. Per il resto hai ragione in pieno. Ma prova solo a "liberare" l'iPod dalla clickwheel di plastica e usare lo schermo intero quando ti serve. Fantascienza? No, Apple, signore e signori. Altro che pennini e pennuti, signore e signori. Questi relegano lo Zune a un prodotto omaggio nei fustini di detersivo per cani.
  22. In effetti sugli iPod tradizionali ci saranno ricadute a valanga. Anche questo è un aspetto spesso dimenticato, ma va da se' che non potrà che accadere, almeno negli iPod di fascia alta.
  23. Ribadisco che c'è un motivo: i film hanno una propria intriseca geometria. Altre interfacce (come le pagine web) sono invece "adattative" allo schermo dell'utente. E' solo in questo secondo caso che iPhone si adatta alla scelta della persona di tenere il dispositivo orizzontale o verticale. Ed è solo in questi casi che lo deve fare. Insomma è perfettamente configurato.
  24. E infatti l'ipotesi è molto remota... Però un ritorno lo potrebbero avere, non fosse che per la lunga esperienza d'uso con fattori di forma così piccoli. Il problema - mannaggia - è che Palm è proprio bollita e finita.