chest

Members
  • Posts

    8,349
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by chest

  1. Qualcuno mi sa consigliare un sistema (eventuamente anche hardware) per riversare direttamente in divx una sorgente video analogica? L'esempio più ovvio è da vhs a divx. Ho necessità di divx (o xvid) in tempo reale, non m è possibile alcuna versione "intermedia" del file. In termini di hardware al momento ho a) un mac mini g4 da 1.25Ghz b) un sistema di acquisizione "pyro link", cioè uno di quegli scatolotti che in ingresso prende vhs o tv e in uscita va sulla firewire (cui di default si attacca imovie, che però è notoriamente limitato al formato dv). Grazie a chiunque mi saprà aiutare
  2. Qualcuno mi sa consigliare un sistema (eventuamente anche hardware) per riversare direttamente in divx una sorgente video analogica? L'esempio più ovvio è da vhs a divx. Ho necessità di divx (o xvid) in tempo reale, non m è possibile alcuna versione "intermedia" del file. In termini di hardware al momento ho a) un mac mini g4 da 1.25Ghz b) un sistema di acquisizione "pyro link", cioè uno di quegli scatolotti che in ingresso prende vhs o tv e in uscita va sulla firewire (cui di default si attacca imovie, che però è notoriamente limitato al formato dv). Grazie a chiunque mi saprà aiutare
  3. Certamente non sono novità rilevanti per gli sviluppatori, perchè altrimenti sarebber ben difficile tenerle nascoste agli... sviluppatori! Si tratterà di prodotti di Apple per gli utenti finali, ed io credo che perlopiù graviteranno nell'orbita della compatibilità col mondo win o Linux. Forse mettiamoci qualche iApp o qualche Pro App. Ma secondo me il maggior bisogno di segretezza c'è nel rapporto con Windows.
  4. Mi sa che è la stessa zuppa. però. Quello che ho letto io riguardo l'uso del doctype in cima alla pagine. Ho verificato però che in realtà funzionerebbe anche con IE6, e non lo sapevo davvero. Che 2 palle.
  5. Ciao Squarz. In effetti c) e d) sembrerebbero notizie fresche. Da capire se sono bufale oppure no, però.
  6. Ho letto alcune voci su IE7 (ovviamente per PC) su cui vorrei avere conferma da chi magari ne sa più di me a) pare che verrà distribuito tramite Windows Update anche agli utilizzatori di Windows XP. In pratica non sarà più necessario attendere Windows Vista b) pare che rimuoverà [almeno all'apparenza] automaticamente ogni copia precedente (IE6 e le rare copie rimaste di IE5 che hanno resistito per anni algli attacchi di Windows Update) c) pare però che la rimozione sarà apparente, nel senso che almeno il motore di rendering di IE7 sarà quello di prima, a meno di piccoli bug corrections. Ergo nessuno si immagini alcun miglioramento di aderenza agli standard W3C. A quanto sembra, questa scelta sarebbe dettata dalle problematiche di compatibilità all'indietro per tutti quei siti che si appoggiano sulle tecnologie non standard di Microsoft o addirittura sui bugs di IE (che credete, lo faccio anch'io; d'altra parte se uno deve scrivere css sbagliati per avere il rendering giusto, che ***** altro può fare se non scriverli sbagliati???) d) pare però che se uno sviluppatore o un web-designer lo desidera, sia possibile forzare IE7 ad usare un secondo (e più moderno) motore di rendering, che sarebbe scaricato in fase di installazione ma lasciato disattivo di default. A quanto ho capito il web designer avrebbe facoltà di invocarlo inserendo dei tag appositi, invisibili a tutti gli altri browsers e motori di rendering. Se così fosse sarebbe un meccanismo arzigogolato ma intelligente. Vi risulta il quadro? Qualcuno ha idea dei tempi di rilascio di IE7?
  7. Ammesso che paghino loro il conto finale. Ma chissà se è davvero così.
  8. Ammazza... Quindi 2 spedizioni per batteria + il costo della batteria. Roba da urlo... PS: ma secondo te la gente gliela rispedisce davvero o si la tiene come riserva? Io credo la seconda...
  9. Che botto immane di soldi. Ho capito male o in pratica pagano tutto loro: batteria nuova e spese di spedizione? A proposito, ma la batteria "difettosa", come fanno a ritirala fisicamente?
  10. Sì. Peraltro io che sono amante dell'ordine confesso che regolarmente sono frustrato dalla difficoltà di gestire una unica libreria di files mp3 condivisa su più computer (o perchè in casa ne abbiamo tre o perchè invecchiano e si cambiano). Alla fine della fiera non ho mai trovato una organizzazione che mi soddisfacesse davvero e finisco con l'editare i tags e poi masterizzare gli mp3, per non rischiare di perderli. Però è una palla inaudita dover ricare tutto in tutte le singole librerie dei vari computer. Anzi, se qualcuno ha delle idee, batta un colpo...
  11. Ah, mi risulta anche che se selezioni dei brani in libreria, e li trascini in una cartella del finder, iTunes te li copi in quella cartella (senza ovviamente toccare il brano archiviato). E' un modo brutale ma semplice di esportare gli mp3 da iTunes senza andare a ravanare dentro le cartelle di sistema. Ovviamente perdi la struttura a sottocartelle, però.
  12. Non sono esperto, ma credo che se hai attivato l'opzione per importare gli mp3 dentro hd--->musica--->itunes, allora è certamente su quelli che iTunes modifica i tag mp3. In questo caso non solo puoi cancellare gli "originali sporchi" ma anzi la cosa diventa pure raccomandabile, pena che tu confonda tra quelli già "ripuliti" e quelli "sporchi", duplicando in modo indicibile i brani nella libreria. Invece ignoro totalmente la faccenda della gestione delle copertine. Non ho idea di dove iTunes le salvi, per cui conviene aspettare la risposta di qualcuno più esperto, che ci spiegherà anche come esportarle quando serve.
  13. In che senso? Comunque io non dico che l'idea è cattiva, dico solo che nessuno la supporterà davvero... Anzi, in effetti dico di più: sarà un danno di immagine per Apple, perchè obbiettivamente si sono allargati troppo (*). Addirittura TM è la prima funzionalità mostrata nella pagina di Leopard... Io preconizzo qualche marcia indietro, ma vedremo. PS: comunque vi posso dire una cosa: il povero bistrattato WINFS basato su database ambiva anche coprire strutturalmente queste cose... Perchè come è pulito fare duplicati storici di records, coi filesystem proprio non è. (*) Mi basta pensare sia a problemi di privacy. Poi penso a come gestire i files cancellati. Poi penso a problemi di spazio sui dischi. A quel punto l'utente che fa? Poi penso a quando arriva tizio che ci dice che è bene installare il giochino da 5GB su disco rigido. Etc etc.
  14. Infatti in Apple sono furbini. *Alcune* applicazioni impareranno a lavorare per "variazioni", in modo da dare agli applicativi tipo TM il minimo essenziale di dati, oltre che a rendere veramente meno distruttiva la funzione "salva". Altre applicazioni continueranno ad impipparsene, scriveranno i soliti files ciccio.estensione con una bella data "T" a livello di filesystem e in questo caso TM farà da banale attore del film "Il backup si sveglia a mezzanotte". Facile profezia: le applicazioni Apple useranno TM al 100%. Il resto del mondo in una quota vicina allo 0%. Se questo decreterà il successo o l'insuccesso di questa tecnologia io non lo so dire. Ma siamo una galassia lontani dal dire che è una tecnologia di successo...
  15. Che è una idea interessante, ma che non è Time Machine neppure lontanamente...
  16. Io lo sapevo ceh Time Machine confondeva la gente... Guardate che è solo un programmino che a mezzanotte (se il Mac è acceso...) va a vedere tutti i files modificati in giornata (o dal backup precedente), ne analizza il banale path unix, e li salva dentro una directory speciale, assieme a qualceh metadato su nome e data. Di per se' non credo che time Machine si occupi minimamente di guardare dentro ai files. Insomma è un motorino di backup con una interfaccia di retrieve carina. Importante: se io durante la giornata faccio 50 modifiche ad un file, Time Machine salva solo l'ultima. Sia ben chiaro. Diciamo che il concetto di modifica non distruttiva è interamente demandato alla applicazione, e qui mi riallaccio ai miei post precedenti...
  17. Ma perchè mi vuoi dire che usa le coordinate espresse in pixel del ritaglio e non gli oggetti del DOM?
  18. Credo riguarderanno in maggioranza la compatibilità col mondo windows. Volendo ce ne potrebbero essere a bizzeffe, tipo a) un "rosetta" dei drivers, così le ditte non avranno più scuse per non supportare il mac b) un box Macintosh dentro Windows (sì, hai letto bene: continuare a usare le applicazioni MacosX anche se hai fatto il reboot da bootcamp; l'esatto contrario di Parallels).Nota che sarebbe *perfettamente legale* e facile. Il problema è puramente politico. c) soluzioni alla "wine", con parti di librerie win32 incorporate dentro Macos OS X, per supportare "nativamente" alcuni mitici files .exe anche da dentro il Macos X d) l'acquisto di parallels e) un "rosetta" dei videogiochi (notizia apparsa anche su macity) etc etc
  19. Penso che siano interessanti. La dose di marketing è troppo massiccia, però. Ad esempio la storia dei backups e della timeline l'hanno fatta davvero semplice, mentre voglio vedere se sarà davvero rose e fiori... Diciamo che ci sono sviluppi che si reggono da se', mentre altri tipo Spotlight e Time Machine per funzionare davvero bene devono avere piena collaborazione dalle applicazioni. Un esempio banale: ho un disco esterno formattato in Fat32. Non è niente di strano, eppure tiger non lo indicizza manco morto. Scommettiamo che non lo farà nemmeno Time Machine? E' questo genere di cose che "vanifica" una tecnologia di base. Comunque in Apple sono bravi, e questo è un fatto. Speriamo che lo siano anche nel produrre Xcode, dato che la migrazione da vecchi ambienti tipo codewarrior sembra essere ancora un problema per parecchi sviluppatori.
  20. Dunque è arrivato anche Quark. Mi pare di poter dire però che la transizione hardware è decisamente più veloce di quella software, inispecie per i software professionali. Vero è che hanno avuto la "scusa" che i Mac Pro non erano usciti. Però a lume di naso mi sembra che ci sia ancora un ritardo. Un indizio? Prendete applicando di Luglio 2006 e fate caso ai software recensiti. In pochissimi erano UB. Speremm... A proposito: ma delle batteria di programmi Apple, ce n'è ancora qualcuno non UB?
  21. Guardate ragazzi che tira una brutta aria per gli upgrade troppo consistenti. Ho letto una intervista di Ballmer in cui sostanzialmente si copriva il capo di cenere per avere lasciato che Vista prendesse la via di una specie di riscrittura completa. E Balmmer non si riferiva solo alle tematiche di sicurezza (e uniche per cui è accettabile fare ripensamenti profondi), ma anche ad aspetti meno critici. A sentir lui sembra proprio che la strategia di Apple (che pure ha ricompilato per nuovi processori - un mezzo miracolo), che bene o male consiste nel rivendere lo stesso identico cuore unix con progressivi livelli intermedi nuovi, sia quella giusta. Di certo Vista a questo punto soffre del rischio di uscire coprendo requisiti che sembravano utili 5 anni fa e che oggi al mercato non interessano più di tanto. Viceversa Mac OS X sembra essere più aderente alle logiche di mercato e meno ai sacri principi della tecnologia perfetta.
  22. Piccola curiosità, finchè alla vmware non si accorgono della cosa. Ecco lo screenshot della loro soluzione, con in bella mostra nel dock l'icona della concorrenza "parallels":
  23. Si tratta della continuazione del lavoro di un ingegnere tedesco. Fu il primo a realizzare la tv/fotocamera, che mentre la guardi ti fotografa. Il brevetto susciò sia ilarità che proteste (per timori sulla privacy), ed i pochi esemplari prodotti pare siano stati venduti ad una "grande catena di alberghi", in modo da spiare i clienti che guardano i filmini (potete immagianre la tipologia dei filmini e le attività connesse). A quanto si sa comunque la tecnologia c'era, e non mi stupirei che qualche scienziato taiwanese l'avesse digitalizzata, riuscendo a nascondere una mini-fotocamera basata su ccd dentro ad ogni pixel del monitor. E se i taiwanesi l'hanno fatto, presto saranno sui Mac. Non ci piove.
  24. Io ho votato per i MacPro e per Leopard (beh, se non si parla di leopard alla conferenza su leopard...). La faccenda ATI/Nvidia mi fa tristezza, ho sempre apprezzato ATI, e mi dispiacerebbe che il rapporto terminasse. Ma potrebbe starci, purtroppo. Il resto lo vedo meno probabile, anche se non è da escludere che Jobs dedichi parte del suo keynote alla consueta divulgazione di strategie e prodotti in ambito musicale, magari da quest'anno allargato ai contenuti video. Non mi aspetto però nuovi prodotti hardware in questo ambito: ne' nuovi iPod, ne' telefoni, ne' tablets.
  25. E' un periodo sui generis. Se ci pensate la vera verissima novità è che il sistema operativo esce per 2 processori diversi (cosa più meno inaudita). Però ciò è avvenuto senza fare salti di versione. Al contrario magari ti cambiano l'interfaccia del finder e lo chiamano Mac OS X 10.5 Io non mi azzardo in alcuna previsione stavolta.