francescoc

Members
  • Content Count

    8
  • Joined

  • Last visited

About francescoc

  • Rank
    Novizio

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Francesco
  1. Rispondo una volta per tutte. non voglio dimostrare nulla. Sto valutando l'acquisto di un Mac al posto di un nuovo Pc. Sono rimasto abbastanza perplesso dalle indicazioni fornitemi all'Apple Store. mentre su altri forum ne ho trovato riscontro e mi sono stati dati dei consigli utili qui vedo soltanto una considerazione quasi fideistica del Mac: tutto quello che fa va bene, gli altri sbagliano. Poichè invece vorrei basare la mia scelta su elementi razionali chiudo qui.
  2. Su questo credo proprio che ti sbagli. So come è fatto e come funziona un OS da quando ho partecipato alla sperimentazione del primo sistema operativo con memorie virtuali multiple alias MVS di IBM. Poi ho sperimentato tutti i sistemi operativi per pc, che all'inizio erano giocattoli, tranne OS/2 che se IBM avesse continuato a sviluppare sarebbe stato molto superiore a OS X o qualsiasi altro Unix. Ho studiato e usato per lavoro Windows Server, UX, Solaris, ecc. . ti prego quindi di non fare simili illazioni: so quello che dico.
  3. C'è chi vuole fidelizzare il cliente e chi no. Chiamiamola politica di marketing, ma non ti scaldare. Puoi non essere d'accordo con me ma non affermare che dico cose non corrispondenti alla realtà . Se fossi suscettibile potrei offendermi, ma mi limito a dirti che potrei mostrarti le fatture delle poche riparazioni effettuate sui miei pc. Non parlo di tv, elettrodomestici o altro. Concordo, sono quasi arrivato alla stessa conclusione. Hai presente quanto tempo richiede la copia di 1 Tb con interfaccia USB? L'ultima volta che ho fatto cose del genere ci ho messo una settimana, ovviamente non continuativamente, ma facendo la copia in più fasi solo la sera. Rilasciare un aggiornamento di un sistema operativo senza mantenere la compatibilità col passato, sempre possibile se si vuole, è solo una strategia di marketing per costringere alla migrazione e dimostra scarso rispetto per i propri clienti. Francesco
  4. Ma questo non è colpa di Nikon che non ha fatto nulla, ma vuol dire solo che nemmeno OS X, come purtroppo molti altri software, garantisce la retrocompatibilità . Questo vuol dire far funzionare senza modifiche un programma scritto per la versione precedente, ovviamente senza sfruttare eventuali nuove funzioni. E' una caratteristica molto importante che una volta i sistemi operativi e gli sviluppatori "seri" garantivano, ma che ormai è dimenticata.Allora che differenza c'è fra OS X e Windows? Da questo punto di vista mi pare nessuna.
  5. Secondo questa interpretazione BMW non mi avrebbe dovuto cambiare in garanzia il turbocompressore fuso della mia 320d. Infatti era conforme alle specifiche, peccato che non funzionava. loro me lo hanno sostituito senza pagare un €. questa è garanzia. evidentemente Apple non ha questa signorilità ne è interessata a mantenere un buon rapporto con i clienti dopo la vendita. Non capisco cosa vuoi dire No in realtà non è così, ne ho sufficiente esperienza. Allora dovrei ricomprare le licenze Mac per i programmi che ho già come Nikon Capture NX e Photoshop? Non mi sono spiegato bene: non si tratta di programmi, ma di file system. se le foto sono su un disco NTFS con il Mac potrò soltanto leggerle. Poichè invece mi è necessario anche modificarle e salvarle dovrò preventivamente trasferire il tutto su un altro disco formattato per il Mac (interno o esterno non importa). Questo prende tempo e non è il solo problema. E' la stessa cosa che succede quando si cambia la versione di Windows: i programmi precedenti in alcuni casi non sono compatibili. In questo mi pare che OS X non si comporti meglio di Windows. Un buon sistema operativo invece dovrebbe mantenere in pieno la compatibilità con le vecchie versioni, ma questo lo faceva solo IBM MVS.
  6. Si ma se ho già Photoshop o Nikon Capture NX acquistati per Windows dovrei comprare una nuova versione per Mac. Con quel che costa Photoshop non mi pare un buon affare Sarà pure colpa di Nikon (anche se non sono convinto) ma questo è lo stesso discorso che si fa su Windows quando si installano gli aggiornamenti o si passa ad una nuova versione. Cosa cambia allora? In realtà nessun software è esente da problemi ed errori, ne ho esperienza ormai da tanto.
  7. Non ho voluto appositamente dire in quale Per la garanzia il venditore è responsabile, per 2 anni, oltre che della conformità anche del buon funzionamento. D'altra parte se un oggetto acquistato per un determinato scopo non funziona non è conforme alle specifiche L'atteggiamento del commesso o tecnico dell'Apple Store è stato esclusivamente di marketing, voleva vendermi estensione di garanzia e corsi, ma evidentemente non c'è molto portato, rischiando di ottenere l'effetto opposto. Ho vissuto per 20 anni in unafamosa azienda di computer al primo posto per marketing e so di cosa parlo. Il tizio ha detto non che è obbligatoria, ma è MOLTO CONSIGLIABILE, quasi obbligatoria perchè altrimenti, in caso di guasti, che a suo dire si possono verificare con buona probabilità , i costi di riparazione sarebbero elevati- O ciò è vero ed è stato molto onesto a dirmelo o è una strategia di vendita suicida e dovrebbero cacciarlo. Comunque ora mi informerò presso un centro di riparazioni molto serio che conosco e che vende anche Apple. Anche a me hanno insegnato che troppa ram non ha mai fatto male a nessun pc. Windows Vista (quello che ho io) funziona bene con 2 Gb, ma se lo installo in una macchina virtuale, Parallels o VMWare e ci faccio girare ad es. Photoshop, mentre in OS X girano altre applicazioni (posta, web, ecc.) saranno sufficienti i 4 Gb? Non ho avuto una risposta chiara- La migrazione è difficile perchè è necessario individuare, installare ed imparare ad usare nuovi programmi per quello che si faceva fino a quuel momento e poi, se non ho capito male, perchè non potrei usare direttamente i miei dischi esterni che contengono oltre 100.000 foto direttamente col Mac in quanto sono formattati NTFS, ma dovrei quindi copiarli su un nuovo supporto. I problemi di cui ho sentito parlare li ha presentati un famoso fotografo, che usa abitualmente Mac, in relazione ad un software Nikon, che io ho, per il quale raccomandava di non passare a Snow Leopard per il momento. Sto ancora valutando se fare lo switch o meno. Ho alcuni dubbi sulla configurazione più opportuna, ma aprirò un nuovo thread nella apposita sezione. Grazie delle informazioni e dei consigli. Francesco
  8. Mi sono appena registrato a questo interessante forum. Ancora non ho un Mac, ne vorrei avere uno, ma probabilmente non farò mai parte della comunità . Premetto che uso i computer (non pc) da 30 anni e i pc, con OS2 IBM e poi con Windows, da quando sono stati disponibili, negli anni 80. Non sono quindi un principiante. Ieri, dopo aver letto riviste e forum, consultato il sito Apple e sentito qualche amico che già usa il Mac, sono andato all'Apple Store per avere maggiori informazioni e chiarire alcuni dubbi. Ho parlato con una persona, apparentemente esperta, che però ha attuato una specie di marketing al contrario. Ai miei dubbi tecnici, ad esempio la quantità di ram più adatta per usare anche la virtualizzazione e programmi di fotoritocco e montaggio video contemporaneamente senza problemi, ha solo risposto che gli iMac vanno bene con 4 Gb, che ogni sistema usa solo 2 Gb (sic! e i 64 bit?) e che pochissimi chiedevano 8 Gb. Poi ha cercato di vendermi i corsi sul software e in particolare l'estensione di garanzia, sostenendo che i Mac sono molto difficili da riparare, che i ricambi sono molto costosi e che questa estensione era considerata da Apple quasi obbligatoria. A parte il fatto che mi meraviglia che Apple sul suo sito dichiari che la garanzia è un anno, quando per legge il venditore , in questo caso l'Apple Store (non il produttore) è obbligato a darla per 2 anni, ma questa insistenza mi ha fatto pensare a questo problema, a cui in precedenza non avevo dato il giusto peso. Fino ad oggi con pc desktop e notebook non ho avuto quasi mai problemi. Gli unici a guastarsi sono stati 2 alimentatori e un masterizzatore, il tutto riparato con poca spesa. Quindi se Apple insiste per l'estensione o questa è una bieca tecnica di vendita o i suoi prodotti sono delicati e sussiste realmente un problema. Tutto ciò mi ha fatto ripensare alle motivazioni per le quali avevo pensato ai Mac: evitare i problemi! Mi ero focalizzato sull'assenza (o quasi) di virus, anche se in realtà in tanti anni ho avuto pochissimi problemi, e sulla stabilità di OS X, sul quale però ho avuto informazioni discordanti, con numerosi problemi segnalatimi. A ciò si devono aggiungere tutti i problemi e difficoltà che comporta una migrazione. Se in più devo anche preoccuparmi dei guast hardware, degli alti costi di riparazione, dell'estensione della garanzia perchè Apple pretende (fuorilegge) di darla solo per un anno invece di due, quando altri produttori la prolungano a tre, alla fine la conclusione è: no grazie questa soluzione comporta più problemi di quanti ne risolva e a un costo sproporzionato al beneficio. Se devo cambiare preferisco sperimentare Linux. Francesco