evgalois

Members
  • Posts

    224
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by evgalois

  1. Sono d'accordo. Ho sempre pensato che fosse un problema che si verifica in condizioni particolarmente sfortunate di campo, rete, condizione atmosferica, etc. Come ho sempre pensato che sarà risolto (o molto mitigato) in una revisione del telefono che probabilmente è già in produzione adesso. O magari prima non avevano testato proprio niente ed avevano seguito la corrente, poi però è uscito il problema ed hanno eseguito veramente la prova, riproducendo il fenomeno. Sicuramente in entrambi i casi hanno avuto comportamente deprecabile. Nel campo automobilistico alcune case costruttrici richiamano a tappeto tutte le auto di un certo lotto se rilevano che c'è una pericolosità , ma anche se alcuni pezzi sono difettosi alla nascita (a me è capitato con una manopola). Potremmo chiamarla serietà dell'azienza o comunque rispetto per il cliente. Nel caso dell'iPhone non c'è modo di riparare o sostituire nessun pezzo, per cui capisco che sostituire tutti i telefoni venduti non è economicamente sostenibile. Però, invece di paventare soluzioni software e poi insabbiare tutto cancellando i thread nei forum, sarebbe molto più professionale una spiegazione trasparente del problema e la disponibilità al cambio del telefono qualora i problemi fossero di reale impedimento. Comprendo che dia fastidio tutto questo puntare il dito su Apple per qualcosa che, se fosse capitato ad altre marche, forse non sarebbe nemmeno stata citata. Ma il fatto è che dai primi della classe ci si aspetta sempre la perfezione, e appena compiono una sbavatura, tutti puntano il dito (a scuola forse non accade una cosa del genere?).
  2. Visto che è così da una settimana, l'oscuramento penso sia voluto.
  3. strano non abbiano messo nessun annuncio di chiusura
  4. C'è da dire che non contestano l'esistenza del problema, contestano il fatto che le prove fatte da Consumer Reports non sono scientificamente inattaccabili. Estratti dalla fonte originale: To even reasonably run a scientific test, the iPhone should have been sitting on a non-metallic pedestal inside an anechoic chamber. The base station simulator should have been also sitting outside the chamber and had a calibrated antenna plumbed to it from inside the chamber. I’m not saying that Apple has no h/w problem and they surely have a s/w issue. I also don’t know what part of this problem is Apple’s and what part is related to the AT&T network.And we don’t know how the observed effect is, or is not, similar to other devices. We also don’t know if placing a finger on the antenna bridge is detuning the antenna or detuning the receiver itself. And neither does Consumer Reports.
  5. Tutto marketing!! Il numero di bit (sia esso 32, 64, 128) è sostanzialmente irrilevante: passare da 32 a 64 bit si rendeva necessario quasi esclusivamente per ampliare lo spazio di indirizzamento, dato che per operazioni matematiche e memory datapath le CPU già da tempo lavorano a ben più bit. Prima di esaurire lo spazio di indirizzamento a 64bit ne passerà di tempo.
  6. Io sono dell'idea che quando uno si lamenta di essere copiato, è perchè sente il fiato sul collo. Chi ha fiducia e crede nel proprio lavoro, non ha bisogno di lamentarsi, sa che se farà un buon lavoro, gli utenti lo premieranno. E Apple per lungo tempo ha sempre tenuto questo atteggiamento, per questo fa un po' strano vedere un cambio di rotta.
  7. Come ha detto PASTY non esiste una normativa che stabilisce la corrispondenza tra tacche e inensità del segnale ricevuto (non ultimo perchè ciascuno ha il suo numero di tacche, uno dei miei cell, un Nokia, ne ha sette). Per entrare più in dettaglio e per rispondere ai successivi interventi, la quantità che dovrebbe essere mostrata per fare raffronti decenti (ammesso che tale quantità sia quella veramente rilevata dall'hardware senza ritocchi del software) sono i dB. E per concludere, su anandtech lo hanno fatto: Apple's iPhone 4: Thoroughly Reviewed - AnandTech :: Your Source for Hardware Analysis and News
  8. Voglio essere sincero, ho studiato un po' l'architettura di Android, ho fatto qualche prova di sviluppo applicazioni e le ho pure provate su qualche terminalino avuto in prestito. Devo ammettere che Android è pensato in modo geniale, le applicazioni non sono native, ma girano in una virtual machine Java ridotta, ma pesantemente ottimizzata per dispositivi mobili. Il risultato è che l'applicazione può essere unica e identica su tutti i possibili dispositivi, perchè unica e identica è la virtual machine. Con questo artificio hanno appensantito leggermente il sistema, ma si sono completamente svincolari dagli innumerevoli hardware su cui può girare Android, persino con cpu non ARM. Non è per difendere una aprte e attaccarne un'altra, ma penso sia giusto lasciare i boss a litigare, mentre noi utenti ci godiamo l'uno E l'altro sistema, perchè nessuno mi vieta di avere un iPhone, un iPad e un Android su cui sviluppare app.
  9. Si per gli sviluppatori possono essere soldi facili, perchè per loro non comporta nessuno sforzo se non quello iniziale di introduzione della feature. Comunque, oltre al naturale calo rispetto ai primi numeri dovuti alla novità , c'è anche da considerare quanto effettivamente renderà agli inserzionisti. Voglio dire, anche loro faranno i loro conti e vedranno quanto la pubblicità si tradurrà in vendite.
  10. A dirla tutta, i master originali di star wars diversi anni fa sono stati masterizzati in 4k (per intendersi 4 volte le righe dell'attuale formato HD), perchè ovviamente nella pellicola c'è molta più risoluzione che nella digitalizzazione HD. Ma sto andando OT.
  11. La giustificazione che "non serve" è fasulla, Jobs stesso tempo fa dichiarò che il maggior problema del Blue Ray era il licensing complicato e vincolante.
  12. Non necessariamente. Il fatto è che non ci sono "standard" per convertire la forza del segnale in tacche. Ciascuno si crea la propria scala. Quella attualmente implementata (secondo il comunicato ufficiale) "pare" che privilegi la visualizzazione di molte tacche. Più che altro c'è da dire che cambiare la visualizzazione delle tacche non è propriamente un fix al problema.
  13. Mettendomi nei panni di una multinazionale: il fix sw servirà a nascondere un po' il problema, non facendo più calare le tacche (saranno già basse), così escludo chi non ha problemi veri, ma solo isterie da tacche che calano. Agli utenti che si lamenteranno per effettivi problemi di ricezione, alla fine cambierò il terminale con uno "buono". Così facendo gli utenti sono soddisfatti e non ci perdo la faccia. D'altra parte, se anche ti danno un telefono della partita avariata, ma non noti la differenza, il problema non esiste.
  14. Per me è il tempo il fattore chiave. Apple DOVEVA assolutamente far uscire iPhone4 per quella data, per prendere l'ondata dei milioni di contratti biennali AT&T in scadenza. E non mi stupirebbe se avessero già largamente mitigato il problema nelle forniture dei prossimi mesi.
  15. Anche se come pensavo è un problema molto marginale, prima di comprarlo attenderò qualche mese che si siano calmate le acque e soprattutto che abbiamo apportato qualche piccola correzione al progetto.
  16. Poco male se si graffia il retro, basta non accada con il vetro frontale. E almeno dal mio punto di vista, mai e poi mai metterò una cover, sarebbe come lasciare il cellophane sui sedili dell'auto o sul divano.
  17. Eheh la storia di Shenzen è qualcosa di incredibile. Circa nel 1980 un piccolo villaggio di pescatori di nome Shenzen, situato vicino a Hong Kong, fu scelto per sperimentare "leggi economiche speciali particolarmente vantaggiose". Oggi Shenzen conta circa 9 milioni di abitanti. La Foxxcon occupa un intero quartiere di Shenzen di 12 kmq, dove gli operai vivono e lavorano.
  18. Per un report più dettagliato e configurabile consiglio: http://caniuse.com/#cats=HTML5&statuses=rec,pr,cr,wd,ietf
  19. fmagna, il paragone con pickup e auto da città è abbastanza azzeccato. Quello che Jobs vuol dire è che adesso tantissime persone usano computer e internet e per quasi tutte un PC è largamente sovrabbondante, anzi crea più problemi di quanti ne risolve. Al giorno d'oggi per fare cose basilari (internet, facebook, mail, due righe di documento, due calcoli e lettura spicciola) va benissimo un oggetto tipo iPad, che risulta molto più comodo e fruibile. Poi è chiaro, gli utenti più "avanzati" hanno anche altre esigenze, che soddisfano e continueranno a soddisfare con computer veri e propri (programmazione, sviluppo, grafica, calcolo pesante, etc). Tipicamente gli utenti "avanzati" avranno sia un PC che un tablet, mentre quelli orientati più alla fruizione dei contenuti potranno usare il più comodo tablet (o device simili). Per le rigide regole dell'Appstore ti do' un po' ragione, per quanto sia efficace nei risultati (qualità delle apps), da' fastidio la figura del gatekeeper onnipotente.
  20. Attenzione a non confondere tra formato Flash e Flash Player. Apple critica le attuali implementazioni del Flash Player, che inginocchiano le CPU degli smartphone ed i relativi consumi. Ma contrariamente a quanto si pensi, il formato Flash è un formato completamente aperto (specifiche ufficialmente pubblicate e disponibili a tutti) e tutti hanno il permesso di creare un Flash Player. Apple avrebbe la forza e la capacità di creare legalmente un proprio Flash Player senza i difetti che cita. E' vero che HTML5+JS è una alternativa nel medio termine, però c'è da tenere conto che a parità di applicazione scritta, programmare in HTML5+JS è un vero inferno per lo sviluppatore rispetto al Flash. In più il codice HTML5+JS è visibile in chiaro (è dura giustificare investimenti in denaro per lo sviluppo di una applicazione che poi chiunque può copiare). Diversa questione la riproduzione dei filmati, per i quali sono completamente d'accordo sull'uso di codec nativi nel browser... se solo si mettessero d'accordo su un codec unico.
  21. Il fatto è che, in barba a qualsiasi concetto imprenditoriale, prima vogliono vedere le vendite, poi semmai ci investono e lo migliorano.
  22. Per me Jobs ha ragione al 110% su 5 dei 6 punti da lui citati, Flash non è tecnologicamente adatto ai dispositivi mobili. Però quando parla di standard aperti sono sempre quelli degli altri che devono esserlo.
  23. La fate un po' troppo facile a criticarlo adesso. Se veramente credete in Apple, perchè non avete comprato azioni 1 anno fa (un solo anno fa), visto che in appena 12 mesi sono raddoppiate di valore?
  24. Uno strumento interessante se non invasivo e comunque opzionale. Mi preoccupa un po' se l'utente verrà in qualche modo obbligato a vedere questi ads multimediali pagando pure la banda 3G spesa per riceverli.