Harbour

Members
  • Content Count

    147
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Harbour

  1. Ormai molti dei radiologi utilizzatori di OsiriX (grandissimo software open-source per la manipolazione delle immagini DICOM) sanno della nostra 'simpatia' e ammirazione nei confronti di questo software che si è concretizzata con quasi una decina di localizzazioni e traduzioni in italiano di OsiriX. Ci è pertanto sembrato utile ed interessante informare anche gli amici di Macity dell’appena avvenuto rilascio della versione 3.8.1 di OsiriX completamente localizzata in italiano. E' trascorso ormai più di un anno dal rilascio della precedente versione in italiano e si sentiva sicuramente il bisogno di un importante aggiornamento e la 3.8.1 lo rappresenta sicuramente. Con l’occasione esprimiamo un grande ringraziamento al dott. Domenico Di Girolamo, grazie al suo certosino lavoro di test e controllo abbiamo potuto sistemare e correggere alcuni bug che si manifestavano nel posizionamento di diverse stringhe e/o nell’apertura di alcune finestre e ora siamo in grado di rilasciare la versione definitiva di OsiriX 3.8.1 pienamente e totalmente funzionante. Per gli interessati e/o utilizzatori di OsiriX ricordiamo che su questo post del Forum di Italian Local Mac sono indicate le principali novità introdotte con la versione 3.8.1. OsiriX 3.8.1 localizzato in italiano è invece disponibile nella sezione download, a partire da questo link, non dovrete fare altro che sostituirlo alla versione originale. Concludiamo ricordando che l’accesso alla sezione download è consentito solo agli utenti registrati, ed augurando buon utilizzo a tutti. Cordiali saluti. Pierino Donati
  2. Ecco ora sono ritronato in linea, dopo la sostituzione e l'attivazione della nuova scheda ho completato il ripristino dall'ultimo bakcup (con qualche timore) e tutto è ok. Resta una grande perplessità nei confronti di quanto è successo... Spero che questa sera Apple annunci di aver risolto DEFINITIVAMENTE il problema della caduca di linea del nuovo iPhone, perchè altrimenti CADE l'immagine dell'azienda...
  3. Allora vi aggiorno, le ho provate tutte ma niente da fare da sempre 'Nessun servizio' Questa mattina ho provato anche il ripristino, risultato non si completa neanche perchè non risulta presnte una Sim. Allora sono andato dal rivenditore a controllare la schedina che è risultata 'bruciacchiata'! L'ho ovviamente sostituita ed ora sto aspettando l'attivazione per 'verificare' se posso complerare il processo d ripristino...
  4. Dopo aver visto il vostro post ho aggiornato alla 4.0.1 il mio iPhone 3G, ed ora dopo alcuni minuti di Cerca mi da Nessun servizio... Ed il telefono non funziona più... Forse è un nuovo modo per riparare il bug di ricezione?
  5. Amici di Macity, sono ormai molti mesi che non posto su questo sito per portarvi a conoscenza delle novità riguardanti la mia passione per le localizzazioni in italiano di software per Mac. A questo proposito approfitto per informarvi che ho dedicato l'intero mese di agosto per la realizzazione ed il rilascio di una nutrita serie di localizzazioni di software commerciale in italiano, per i dettagli basta partire da questo link Ma non è su questo che voglio intrattenervi con questo post, oggi voglio annunciare che da alcuni giorni su Italian Local Mac è disponibile un DVD dedicato a Steve Jobs in occasione della sua nomina a CEO del decennio. In fondo tutto è cominciato alla luce del grande successo riscontrato su You Tube del celebre discorso di Steve Jobs all'Università di Stanford. Qualche mese fa avevo poi trovato un DVD (sottotitolato in spagnolo) relativo a questo evento, per cui mi sono chiesto perchè non fare qualcosa di simile in italiano? Ed allora ho per prima cosa recuperato un filmato con qualità superiore del discorso di Stanford al quale ho rifatto i sottotitoli in italiano, poi ho pensato di arricchire il DVD con alcuni filmati che hanno fatto la storia di Apple e di Jobs. Ho allora aggiunto lo spot che ha accompagnato il rilascio del primo Mac: '1984', l'altrettanto celebre spot 'Think Different' ed un ultimo filmato comprendente alcune rare foto di Jobs apparse su Fortune in occasione della sua nomina a CEO del millennio. Il DVD è stato naturalmente realizzato rigorosamente con software Apple, ed è liberamente scaricabile, dalla sezione Download, a partire da questo link Nella parte bassa della home page troverete il post che descrive tutto sul DVD. Siccome, recentemente siamo finalmente riusciti a trasferire tutto il portale di Italian Local Mac su un nuovo CMS, il rilascio del DVD è anche la nostra occasione per festeggiare la migrazione avvenuta con successo. Personalmente ammiro Jobs prima di tutto perchè è un grandissimo uomo, ed il suo discorso all'università di Stanford riassume dettagliatamente una vita eccezionale, che ogni mac user (ma non solo) dovrebbe conoscere. Buona visione a tutti. Pierino Donati N.B.: il download può essere effettuato solo previa registrazione.
  6. Ciao Domenico,sono molto felice di trovare un nuovo competente utilizzatore di OsiriX, la tua disponibilità a collaborare al porting in italiano di questo straordinario software è il modo migliore per onorare Francesco e la passione con la quale aveva 'testato' le precedenti versioni. Adesso che spero finalmente di aver in gran parte superato una serie di vicissitudini personali e familiari che mi avevano tolto la voglia di dedicarmi alle localizzazioni, posso riprendere nuovamente (localizzare software professionali impegnativi come OsiriX richiede molto tempo ed attenzione all'utilizzo dei termini) a lavorare su molti lavori in gran parte già realizzati ma non completati, fra i quali c'è l'aggiornamento di OsiriX Nel frattempo ti chiedo la cortesia di iscriverti (se non l'hai già fatto) a: http://www.pierinodonati.it/index.php e poi di mandarmi una mail in modo che possa contattarti direttamente. Grazie e cordiali saluti Pierino Donati
  7. Alexander Clauss è uno degli ormai molti sviluppatori tedeschi emergenti che programmano su piattaforma Mac, ha iniziato a sviluppare iCab quasi 10 anni fa, ed i progressi di questo browser alternativo per Mac sono stati tali da poterlo ormai considerare una vera e propria alternativa ai classici Firefox e Safari. Infatti come scrive lo sviluppatore questo 'taxi per navigare su internet fornisce numerose utili funzioni che non si trovano in altri browser" iCab, che è utilizzabile a partire da Panther, è un software shareware che costa 20 euro, ma che può essere utilizzato liberamente e pienamente con una piccola limitazione rappresentata da una finestra di promemoria che appare all'apertura del browser che si può chiudere immediatamente. L'ultima versione rappresentata dalla 4.2.5 fornisce una barra degli strumenti dalle tantissime possibilità di personalizzazione, una pratica ed efficiente gestione delle schede, un interessante modulo per l'autocompletamento, una fornitissima finestra di dialogo delle preferenze dotata di una enorme possibilità di personalizzazione, una innovativa modalità chiosco, assieme ad efficienti gestori per i cookie, filtri, segnalibri, download e resoconto errori; sono alcune delle principali carattersitiche che vale pena di provare.... iCab diventa così un browser particolarmente interessante per tutti coloro chi cercano un'alternativa agli attuali mattatori rappresentata da Firefox e Safari. Che il Mac stia ampliando in modo consistente la sua diffusione è ormai un dato di fatto incontestabile ed il primo beneficio che porta l'allargamento dell'installato è un aumento del software disponibile con una maggiore e migliore scelta per l'utente finale. iCab vuole ritagliarsi un suo spazio fornendoci interessanti novità e caratteristiche uniche, per cui l'invito a provarlo diventa quantomeno opportuno. Quanto alla velocità di caricamento delle pagine (a cui fanno riferimento molti dei test di confronto fra browser) non vi resta che confrontarla direttamente sul vostro computer. Il software è stato realizzato nel pieno rispetto delle direttive di Apple al riguardo dei criteri di programmazione per cui è risultato totalmente localizzabile ed ora è tradotto in italiano colmando il gap che aveva nei confronti dei suoi concorrenti che da sempre 'parlano' nel nostro idioma. Nella fase di test finale sono state corrette numerose imperfezioni e riposizionate la maggior parte delle finestre che subivano (ovvie) modifiche con la localizzazione. Alexander Clauss, che si è detto molto felice per il rilascio di iCab in italiano, concede (molto gentilmente) in omaggio, ai primi 5 che ne faranno richiesta, la licenza con un uso completo del software. Non vi resta che provarlo, ed eventualmente, inviarmi una mail con il vostro nome e cognome per ottenere una licenza completa gratuita. Le prime cinque che perverranno la ritrasmetterò ad Alexander che a sua volta vi invierà il serial number. Grazie Alexander per la tua grande disponibilità !. Viste le diverse componenti che è stato necessario localizzare e tradurre ho preferito mettere a disposizione il software già localizzato, il file completo è liberamente scaricabile (nella sezione download) a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Naturalmente l’accesso alla sezione download è consentito, per evidenti motivi di sicurezza solo agli utenti registrati, precauzione ormai necessaria ed adottata dalla totalità dei siti dinamici. Cordiali saluti. Pierino Donati
  8. Amici di Macity, ho voluto aprire un nuovo topic, e non aggiornare uno dei precedenti già esistenti, per dare il giusto risalto ai contenuti del post che potete leggere qui di seguito. Era salito fin dalla sua Catania, ed era venuto a trovarmi assieme alla moglie in una bella giornata autunnale, è se n’era andato felice di aver finalmente direttamente conosciuto un’altra persona che condivideva con lui la passione per OsiriX e, mentre si apprestava a ritornare nella sua amata isola con un piccolo omaggio (castagne) della terra trentina, mi sono chiesto da dove venisse questa sua grande disponibilità e passione per la localizzazione in italiano di OsiriX. Solo poche settimane fa ho saputo, dalla moglie, che Francesco Riolo aveva intrapreso il suo ultimo viaggio ancora all’inizio di giugno, la solita terribile malattia, nonostante la sua voglia di vivere, è riuscita a stroncarlo definitivamente. L’avevo sentito verso la fine dell’inverno quando lo avevo informato che su Applicando stava per uscire un articolo che recensiva OsiriX e che parlava anche della ‘nostra’ localizzazione in italiano, si perchè Francesco aveva entusiasticamente collaborato fin dall’inizio mettendo a disposizione tutta la sua esperienza di radiologo per contribuire a migliorare e/o correggere i termini medici utilizzati da questo grande software. Seppur felice per questo eccellente risultato, l’avevo però sentito molto affaticato, ma nel mentre mi informava che non avrebbe più potuto collaborare per future traduzioni perché (essendo in pensione) non aveva ancora aggiornato il suo Mac a Leopard, non potevo certo immaginare che quella sarebbe stata l’ultima volta che si saremmo sentiti. Credevo e speravo che sarebbe riuscito a vincere la sua battaglia per continuare a vivere. Quello in corso per me è stato un anno particolarmente tormentato e pieno di continue preoccupazioni e complicate problematiche collegate all’attività lavorativa e, purtroppo, ho saputo molto in ritardo della sua scomparsa, ma voglio comunque dedicare la nuova localizzazione di OsiriX a Francesco a quella sua genuina disponibilità e voglia nel voler contribuire a far conoscere anche in Italia un software che può aiutare molto a curare e/o prevenire malattie come la sua. Nel mentre metto a disposizione questo nuovo aggiornamento (che purtroppo non è stato testato e analizzato dettagliatamente, anche se ha usufruito dell’esperienza accumulata in precedenza) mi auguro di trovare qualcuno che sia disposto a raccogliere il testimone che ci lascia Francesco, servono nuovi collaboratori, che già utilizzano OsiriX, disposti a contribuire a migliorare ed ottimizzare la localizzazione italiana. Non dovete fare altro che contattarmi. Aggungo solo le principali caratteristiche con cui viene descritta l’ultima versione di OsiriX, la 3.2.1, sul sito degli sviluppatori: “OsiriX è un software di elaborazione delle immagini dedicato alle immagini DICOM ("con estensione .DCM") prodotto da immagini (MRI, CT, PET, PET-CT, ...) e per la microscopia confocale (LSM e formato BioRAD-PIC). Si possono anche leggere molti altri formati di file: TIFF (8,16, 32 bit), JPEG, PDF, AVI, MPEG e QuickTime. È pienamente compatibile con lo standard DICOM per la comunicazione di immagine e formati di file immagine. OsiriX è in grado di ricevere immagini trasferite dal protocollo di comunicazione DICOM da qualsiasi PACS o modalità di immagini (Store SCP - Service Class Provider, Store SCU - Service Class User, e Query/ Retrieve). OsiriX è stato specificamente progettato per la navigazione e la visualizzazione di immagini multimodali e multidimensionali: Visore 2D, Visore 3D, Visore 4D (serie 3D con dimensione temporale, per esempio: Cardiopatie-CT) e Visore 5D (3D con serie temporali e dimensioni funzionali, per esempio: Cardiopatie-PET-CT). Il visualizzatore 3D offre tutti i moderni modi di rendering: ricostruzione multiplanare (MPR), riproduzione del suono in superficie, volume e riproduzione del suono di intensità massima di proiezione (MIP). Tutte queste modalità di supporto dati 4D sono in grado di produrre immagini di fusione tra due diverse serie (per esempio: PET-CT). OsiriX è allo stesso tempo una workstation DICOM PACS per l'imaging e un software di elaborazione delle immagini per la ricerca medica (radiologia e di imaging nucleare), l'imaging funzionale, di imaging 3D, la microscopia confocale e imaging molecolare. OsiriX supporta una completa architettura a plug-in che permette di espandere le capacità di OsiriX per le tue esigenze personali! Questa architettura a plug-in consente di accedere ai potenti framework di Cocoa con la facilità dell’ object-oriented e del linguaggio dinamico: Objective-C.†Il software richiede Mac OS X 10.5 o superiore ed è open-source.. Scritto in Cocoa, essendo rispettoso delle indicazioni suggerite da Apple, è risultato localizzabile pressoché completamente. Viste le diverse componenti che è stato necessario localizzare e tradurre ho preferito mettere a disposizione il software già localizzato per cui il download ‘pesa’ circa 35 Mega, il file completo è liberamente scaricabile (nella sezione download) a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Naturalmente l’accesso alla sezione download è consentito, per evidenti motivi di sicurezza solo agli utenti registrati, precauzione ormai necessaria ed adottata dalla quasi totalità dei siti dinamici. Cordiali saluti. Pierino Donati
  9. A poco più di un mese dal rilascio del software originale è già disponibile (ormai da un paio di settimane) anche l'atteso aggiornamento della localizzazione italiana per Adobe Photoshop Lightroom 2. Va detto subito che le molte novità introdotte da Adobe nella versione 2.0 hanno reso necessario il completo rifacimento della localizzazione che presenta un numero di stringhe superiore di oltre il 20% rispetto alle versioni precedenti per cui sono state necessari dei veri e propri tour de force rappresentati da molte giornate pienamente e totalmente dedicate alla localizzazione della nuova versione che contiene interessanti novità riassunte nel proseguo del post. Al link seguente si trovano informazioni di Adobe sulla nuova versione di Lightroom: http://www.adobe.com/products/photoshoplightroom/ che viene descritta come segue: Fotografia semplificata dalla scatto al completamento Adobe® Photoshop® Lightroom® 2 è un software essenziale per l'odierno flusso di lavoro della fotografia digitale. Ora è possibile importare, elaborare, gestire e presentare le tue immagini - a partire da un solo scatto ad un intero servizio fotografico. Con Lightroom 2, si spenderà meno tempo davanti al computer e più tempo dietro all'obiettivo. Le nuove caratteristiche della versione 2.0 vengono così riassunte: - Pennello per aggiustamenti locali - Tools organizzativi migliorati - Gestione di volumi - Architettura estensibile - Supporto per monitor multipli - Flexible print package functionality - Maggior flessibilità e funzionalità del pacchetto di stampa - Migliore razionalizzazione e integrazione con Photoshop CS3 - Miglioramento ed affinamento dell'output - Supporto 64-bit per Windows® and Mac OS... Anche se naturalmente si è potuto fare tesoro dell'esperienza acquisita con la localizzazione per le precedenti versioni, esprimo un grande ringraziamento a Nicola Cocco, per il prezioso aiuto nel testare e verificare la localizzazione alla ricerca di errori e/o correzione dei termini utilizzati nella traduzione.<br> Ricordo che proprio sul sito di Lightroom Italia: http://www.lightroomitalia.it/ si trova un importante e qualificato aiuto riguardante: risorse, guide, tutorial e tips & tricks destinate agli utilizzatori ed estimatori di Lightroom.<br> Siccome la gestione dei plug-ins in Lightroom 2 è stata ulteriormente potenziata fornisco poi anche il link: http://regex.info/blog/lightroom-goodies/ del Jeffrey Friedl's Blog da dove si possono scaricare alcuni plug-ins particolarmente interessanti ed utili, ma altri se ne trovano sia sul sito di Adobe che in rete. Concludo ricordando che l’accesso allo Store di Italian Local Mac dove si possono trovare anche altre localizzazioni di software commerciale, può avvenire (tramite un server virtuale che comporta costi superiori rispetto ad un hosting normale ma che offre un servizio più efficiente) tramite uno dei quattro blocchi (accessibili solo per utenti registrati) dislocati nella spalla di destra del portale. Trattandosi di software di carattere commerciale è naturalmente richiesta una donazione il cui importo dipende dalla maggiore o minore complessità del lavoro necessario per la localizzazione. Per coloro (e sono molti) che hanno già ordinato la localizzazione per una delle versioni precedenti è sempre riservato lo sconto del 50%, inviando una email (completata con i dati richiesti) utilizzando il form già predisposto nel modulo d'ordine entro breve tempo si otterrà il rimborso per l'importo dello sconto sopra indicato. Le stesse condizioni sono naturalmente riservate anche per gli utenti Windows, visto che la localizzazione è ed era utilizzabile anche su questo sistema operativo, con l'unica avvertenza che nell'eseguire l'ordine sono pregati di selezionare l'opzione Download Win - Italian, per ottenere il file zippato. Naturalmente per tutte le altre categorie di software considerato non commerciale, Italian Local Mac continua e continuerà a mettere a disposizione nella solita sezione di Download nuove localizzazioni, sempre liberamente scaricabili a partire dal solito link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  10. La passione per le localizzazioni, che mi appassiona da oltre tre anni mi ha portato a rilasciare più di una cinquantina di localizzazioni, con molte di queste ormai aggiornate diverse volte, ma il salto di qualità credo di averlo fatto lo scorso novembre con il rilascio della localizzazione italiana per Adobe Photoshop Lightroom 1.1 poi regolarmente aggiornata per le versioni successive. A proposito ho appena completato anche il totale rifacimento della localizzazione per Lightroom 2, attualmente in fase di test da parte degli amici di Lightroom Italia, per cui il rilascio definitivo è previsto a breve... Ed è stato proprio Lightroom che mi ha fatto scoprire le grandi potenzialità offerte da software dedicati all'elaborazione di immagini digitali, e così ultimamente, grazie alla segnalazione di Cristiano (che fa il fotografo in quel di Piacenza) ho 'scoperto' l'esistenza delle immagini in HDR e la 'magia' dell'elaborazione digitale di immagini prese con diverse esposizioni che consente di ottenere risultati sorprendenti per la qualità delle immagini 'pittoriche' così processate che sono in grado di evidenziale le highlights e le ombre che in una immagine normale non riusciamo a visualizzare o a vedere completamente. Ecco che allora ho 'riscoperto' l'esistenza di Photomatix Pro, software realizzato da HDRsoft, sia per Windows che per Mac che ha il compito di consentire di effettuare tutta una serie di elaborazioni su moltissimi parametri della fotografia digitale. Qui di seguito riassumo solo la presentazione che HDRsoft fa del suo software: Photomatix aumenta la gamma dinamica delle tue fotografie. Hai sicuramente fatto fotografie con un elevato contrasto di scena, per cui saprai che anche con la migliore esposizione verranno evidenziate le highlights e le ombre piatte. Photomatix offre due modi per risolvere questo problema: - Miscelazione esposizioni: Fusione di differenti esposizioni di fotografie in una immagine con una gamma dinamica incrementata. - Mappatura tono: Rivela le highight e i dettagli delle ombra in una immagine HDR creata da più esposizioni. L'immagine risultante con tono mappato sarà pronta per la stampa mostrando la gamma dinamica completa catturata. Ho, per la verità , tradotto anche la descrizione dettagliata di tutte le caratteristiche di Photomatix Pro, che trovate nella recensione allegata alla presentazione della localizzazione nello Store di Italian Local Mac. Sul sito dello sviluppatore trovate anche degli esempi da scaricare ed provare per prendere confidenza con il software che peraltro presenta una interfaccia essenziale e di facile ed intuitivo utilizzo. Il software infatti è pienamente utilizzabile con l'unico 'inconveniente' della presenza di un watermark nelle foto processate. Il software originale è acquistabile sul sito di HDRsoft http://www.hdrsoft.com per 99 $ Cristiano mi ha anche fornito alcuni link interessanti dove si parla di immagini in HDR ed in particolare di Photomatix Pro eccoli: http://www.nital.it/experience/hdr.php http://www.psdrevolution.it/forum/index.php?showtopic=89 Concludo segnalando che la traduzione del software è stata eseguita pressochè completamente (solo utilizzando l'Annulla vengono ancora richiamati i termini dei comandi in inglese) ridisegnando ed adeguando gran parte delle finestre. Unico neo il software seppur arrivato alla versione 3.0.3 presenta ancora qualche chiusura inaspettata che si spera possa venire corretta con una prossima versione. La localizzazione (visto che il software non è stato compilato e realizzato in versione multipiattaforma) è utilizzabile solo su Mac. Ricordo che l’accesso alla sezione relativa alla localizzazione di software commerciale (come Photomatix Pro) dopo che Italian Local Mac è stato trasferito su un server virtuale lo scorso dicembre può avvenire (solo per gli utenti registrati) tramite uno dei quattro nuovi blocchi dislocati nella spalla di destra del portale. Il blocco per l'accesso principale allo Store è rappresentato dal Catalogo Store dal quale si può iniziare il procedimento per poter scaricare la localizzazione. Come precisato in occasione del rilascio della 'vecchia' localizzazione di Lightroom trattandosi, anche in questo caso, di software di carattere commerciale è richiesta, obbligatoriamente, una donazione il cui importo dipende dalla maggiore o minore complessità del lavoro richiesto per la localizzazione. Naturalmente per tutte le altre categorie di software considerato non commerciale, Italian Local Mac continua e continuerà a mettere a disposizione nella solita sezione di Download nuove localizzazioni, sempre liberamente scaricabili a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  11. A poco più di un mese dal rilascio della prima localizzazione di Lightroom realizzata per la 1.2, ecco l’aggiornamento per la 1.3 che Adobe aveva rilasciato a metà del mese scorso. Non è stato un lavoro semplice perché molte sono le novità ed i cambiamenti introdotti e la conseguenza è stata quella di dover controllare la localizzazione stringa per stringa. Adobe che ha reso disponibile dall’inizio dell’anno Adobe Photoshop Lightroom, che risulta raggiungibile a questo link: http://www.adobe.com/it/products/photoshoplightroom/ lo ha definito così come segue: - Strumento essenziale per i fotografi professionisti che fornisce una semplice applicazione per gestire, modificare e presentare grandi quantità di foto digitali, consentendovi di trascorrere meno tempo davanti al computer e di dedicarvi di più alla fotografia. Lo slogan poi: - Semplificate la fotografia dallo scatto alla stampa, ben si addice a questo formidabile software che gli appassionati di fotografia digitale non possono non avere nei loro computer... Ecco il riassunto delle novita, comunicate da Adobe, che la 1.3 porta con se assieme alla correzione del bug che con Leopard non consentiva la stampa: - La scrittura delle metadata XMP è stato corretta per migliorarne le prestazioni, - La stampa con l'opzione a risoluzione nativa abilitata non è più impostata con dimensione sbagliata per le immagini orientate a ritratto. - Con Camera Raw 4,3 c'era la possibilità che artefatti venissero introdotti attraverso l'uso di transizione Bayer demosaic e con l'algoritmo di riduzione del rumore di luminanza. Questo bug è stato corretto. - Il formato Canon sRAW e il formato Fuji RAF compresso sono ora supportati. Lightroom 1.3 include inoltre i seguenti miglioramenti: - Il dialogo d'importazione offre ora la possibilità di anteprime 1:1 come parte del processo di importazione. - Il layout della finestra di esportazione è stato potenziato. - Un anteprima di Export SDK Lightroom è ora disponibile per gli sviluppatori per creare e distribuire Export Plug-in. L’accesso alla nuova sezione relativa alla localizzazione di software commerciale (come Lightroom) è ora finalmente pienamente funzionante dopo il ‘trasloco’ su un server virtuale e può avvenire (solo per utenti registrati) tramite uno dei quattro nuovi blocchi dislocati nella spalla di destra del portale. Come ricordavo in occasione del rilascio per la versione 1.2 trattandosi di software di carattere commerciale è richiesta, obbligatoriamente, una donazione il cui importo dipenderà dalla maggiore o minore complessità del lavoro richiesto per la localizzazione. Per tutti coloro che avevano recentemente ordinato ed ottenuto la localizzazione per la 1.2 è offerto gratuitamente l’aggiornamento alla 1.3 previa semplice richiesta da inoltrare per email a Italian Local Mac con l’indicazione della versione utilizzata. (Mac o Win) Ripeto e ricordo anche in questa occasione che per tutte le altre categorie di software Italian Local Mac continua e continuerà a mettere a disposizione nella solita sezione di Download sempre nuove localizzazioni, come al solito liberamente scaricabili a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  12. Ho personalmente festeggiato in modo ‘particolare’ il rilascio di Leopard, già avviato a confermare la supremazia di Apple nel campo dei sistemi operativi, lavorando duramente alla localizzazione di un software di grandissima qualità nel mondo della fotografia digitale. Adobe ha reso disponibile da pochi mesi Adobe Photoshop Lightroom, che risulta raggiungibile a questo link: http://www.adobe.com/it/products/photoshoplightroom/ e definito dalla stessa Adobe così come segue: - Strumento essenziale per i fotografi professionisti che fornisce una semplice applicazione per gestire, modificare e presentare grandi quantità di foto digitali, consentendovi di trascorrere meno tempo davanti al computer e di dedicarvi di più alla fotografia. Lo slogan poi: - Semplificate la fotografia dallo scatto alla stampa, ben si addice a questo formidabile software che gli appassionati di fotografia digitale non possono non avere nei loro computer... Ho infatti scelto questa applicazione di facile ed intuitivo utilizzo per inaugurare lo Store di Italian Local Mac. Ecco che allora, dopo quasi due anni e mezzo di localizzazioni di software: freeware, shareware open source e/o professionale, Italian Local Mac si arrichisce di una nuova sezione (Store) dedicata alla localizzazione di software commerciale. Ho scoperto a mie spese dovendo dedicare un mare di ore, in questi due ultimi mesi, cosa possa significare localizzare un software commerciale di grande qualità come risulta essere nel caso specifico Lightroom. Per realizzare la traduzione ho dovuto "sfruttare" l'esperienza accumulata con la localizzazione di più di un centinaio di applicazioni, ma anche molte altre conoscenze acquisite in un ventennio di utilizzo (sia per lavoro che per diletto) di hardware e software della mela. Alla fine di questo complesso e laborioso lavoro posso, con grande soddisfazione, affermare che (avendolo personalmente sperimentato) utilizzare Lightroom completamente localizzato in italiano (compreso quindi le centinaia di aiuti case sensitive!) sarà come "partecipare ad una sorta di corso di auto apprendimento che aumenterà notevolmente le vostre conoscenze e l'usufruibilità immediata e futura del software.†Per questo motivo, visto che questo, ed anche altri futuri software inseriti nello Store di Italian Local Mac, sono e/o saranno di carattere commerciale è richiesta, obbligatoriamente, una donazione il cui importo dipenderà dalla maggiore o minore complessità del lavoro richiesto per la localizzazione. L 'accesso allo Store può avvenire (per gli soli utenti registrati) tramite i quattro nuovi blocchi dislocati nella spalla di destra del portale. Naturalmente per tutte le altre categorie di software Italian Local Mac continua e continuerà a mettere a disposizione nella solita sezione di Download sempre nuove localizzazioni, come al solito liberamente scaricabili a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  13. Dalla fine del maggio scorso, periodo in cui avevo appena aggiornato la localizzazione in italiano anche di questa interessante applicazione sono usciti ben 11 aggiornamenti, per cui diventa impossibile mantenere il passo con lo sviluppatore. Bisogna anche dire che il rilascio ravvicinato di nuove versioni avviene anche per piccole modifiche per cui non sempre ne deriva la necessità di apportare cambiamenti anche sulla localizzazione, ecco perchè la vecchia localizzazione, risalente alla 1.6.0.2, ha mantenuto la sua validità ed utilità per molte versioni successive. Come al solito visto che è trascorso ormai molto tempo, per opportuno richiamo di memoria riporto la descrizione accompagnatoria fatta dallo sviluppatore che illustra Pando come un software capace di “inviare file di qualsiasi dimensione a chiunque†Dopo aver illustrato Pando come una “piccola applicazione dai grandi muscoli†ne riassume le caratteristiche principali come segue: “consente di trasmettere i tuoi home video, mega-presentazioni e intere cartelle o foto di qualità originale a chiunque abbia un indirizzo email. E tutto questo senza spyware, adware e/o virus†Pando che ha raggiunto la release finale ancora nello scorso novembre, sta ottenendo lusinghieri giudizi da parte degli utilizzatori per la sua capacità di condividere file di grandi dimensioni attraverso i propri contatti, siano essi collaboratori, colleghi e/o amici. L’idea sulla quale si basa il software è sicuramente interessante ed innovativa, il programma è in grado di consentire la trasmissione di file “pesanti†senza la necessità di riempire la casella elettronica del destinatario. Il materiale si invia semplicemente specificando l’indirizzo email della persona che dovrà riceverlo. Questa si vedrà recapitare un allegato di dimensioni contenute con estensione “.pando†(il sistema usa infatti il protocollo BitTorrent) Tale file permetterà il download diretto del materiale d’interesse dai server di Pando dove i file vengono inviati e conservati per un periodo di 7 giorni. I file trasmessi vengono crittografati per impedirne l’utilizzo da parte di persone non autorizzate. Con le ultime versioni Pando inoltre offre, tramite plug-in, l’integrazione con svariati client di messaggistica istantanea come Yahoo Messenger e/o client VoIP ecc. Pando, che è freeware, è sviluppato sia per Windows che per Mac e l’unico requisito richiesto è che anche il destinatario del file abbia installato l’applicazione, richiesta che viene segnalata quando al destinatario arriva un messaggio che lo informa della presenza di un file a lui riservato. Il software è in continuo miglioramento sempre con nuove caratteristiche e con le ultime versioni, ad esempio, consente il download di file anche da siti web. E’ infatti sufficiente caricare un file all’interno di Pando e ci verrà subito fornito un link o un codice da inserire all’interno della pagina web, per segnalare la disponibilità a scaricare il file con Pando Il programma inoltre supporta anche i feed RSS e si accorge se all’interno di essi è presente il collegamento ad un file pando e si occupa automaticamente del download. Ecco infine alcune informazioni sulla dimensione dei file che si possono trasmettere: Gratuito: 1 GB disponibile sul server per 7 gg. per email e 30 gg. dall’ultimo download per sito web Sono poi disponibili opzioni a pagamento per necessità superiori. Come dicevo inizialmente nelle ultime 11 versioni, uscite dall’ultima localizzazione, ci sono moltissime modifiche realizzate sull’applicazione (illustrate sul sito dello sviluppatore) per cui l’aggiornamento dell’applicazione è stato piuttosto contenuto. La localizzazione in italiano (che non è stato possibile realizzare nella sua totalità per come è configurato il software) andrà come al solito installata in base alle indicazioni contenute nel file leggimi, ed è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati.
  14. Aggiornamento pure per questo software freeware che rappresenta la mia prima localizzazione risalente ormai a più di due anni fa, per cui quando Alwin Troost, a partire dalla penultima versione l’ha preinstallata, ne sono stato onorato. Come al solito faccio memoria, per coloro che ancora non lo conoscono, di ciò che fa questo software. WeatherDock serve per le previsioni del tempo, le raccoglie e le visualizza in tre modi: nel dock, nel menù o sul desktop a nostra scelta. Le informazioni sono basate su xml forniti da weather.com e possono riguardare la località più vicina a noi (o altre località a piacere) che dobbiamo inserire preventivamente nella lista dei preferiti di cui weather.com aggiornerà continuamente le previsioni con una rappresentazione visuale che arriva fino a 10 giorni. In particolare le principali novità introdotte con le due ultime versioni, uscite nel frattempo, sono: - correzione di un bug relativo al simbolo dei gradi, - già migliorata la compatibilità con Leopard, - diversi altri bug fix, - correzione di un bug relativo al punto di condensazione. In attesa che venga preinstallata in una prossima versione, consiglio pertanto di sostituire la localizzazione già precaricata con questa appena aggiornata alla 2.4.4 La sostituzione della localizzazione in italiano, andrà eseguita in base alle indicazioni contenute nel file leggimi (allegato alla localizzazione) liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati.
  15. Aggiornamento della localizzazione per Unison, software della Panic descritto sul suo sito così come segue: “Unison è un newsreader rivoluzionario creato per Mac OS X e per reti usenet. Offre tutte le funzionalità tipiche di un newsreader come: facile navigazione per argomenti di discussione, capacità di ignorare post non desiderati, gestione di firme multiple, invio di post con controllo ortografico e con aspetto similare a mail. Unison ha tutto quello che può servire per comunicare con un altro client usenet, cominciando con un'unica interfaccia a quattro viste per visionare e lavorare con gruppi di discussione usenet distinti, con quattro stili: messaggi, files, immagini e musica. E’ possibile avere un anteprima dei file MP3 direttamente dal server usenet, visione delle immagini con vista delle thumbnails simile a quella di iPhoto, trasferimenti con una gestione flessibile del download, veloce ricerca dei favoriti con un’interfaccia per categorie con visione a colonne, raggruppamento intelligente dei files nei meta-gruppi (come le canzoni negli album) eccellente visione dello stato di trasferimento dei file nel dock e molto altro ancora.†Nelle quattro versioni uscite dopo l’ultima localizzazione che risale ormai alla 1.7.5 ci sono molte novità di cui riassumo le principali: - ora si possono generare file in NZB appena selezionata una lista di file, - il ‘registra allegati’ è ora molto più veloce ed efficiente, - è ora possibile allegare immagini con qualsiasi estensione, - i colori delle regole ora sono corretti, - già introdotte correzioni ed adattamenti per Leopard, - gli articoli visti nella finestra trasferimenti ora sono rimossi automaticamente se abbiamo selezionato questa opzione nelle preferenze, - ora si ricollega automaticamente se si verifica un timeout durante il caricamento degli headers, - è stato corretto un bug che comportava il conteggio inesatto dei messaggi, - aggiunti Trasferimenti e Trascrizioni nel menu Dock, - il ‘Registra allegati’ è ora abilitato in una finestra separata dei messaggi, - il ‘Registra allegati’ ora funziona nei messaggi aperti, - è stato riparato un bug che causava trasferimenti più lenti sui Mac Intel, Unison è pienamente utilizzabile per 15 giorni, dopo di chè i favoriti saranno disabilitati e potrete utilizzare il software per un massimo di 10 minuti. Anche con questo aggiornamento della localizzazione non è stato possibile tradurre completamente il software per quanto concerne l’help in linea e la finestra della preferenze. La localizzazione in italiano, andrà naturalmente installata in base alle indicazioni contenute nel file leggimi, ed è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati.
  16. Non c’è due senza tre, ed allora parliamo di Data Backup altro importante software della Prosoft. Data Backup che è arrivata alla versione 3.0.1 viene descritto dai suoi sviluppatori come un’applicazione destinata a realizzare: “Facili, potenti e flessibili backups†Sono ormai diverse le applicazioni che consentono di realizzare backup per Mac OS X (alcune anche freeware) ma in attesa di poter utilizzare la ‘macchina del tempo’ che sarà implementata da Apple in Leopard vi invito a valutare e a provare questa applicazione che comprende caratteristiche insolite e superiori rispetto a quelle normalmente inserite in programmi analoghi, quanto sopra visto anche il buon nome che la Prosoft si è conquistata nel campo del trattamento e/o archiviazione di dati. In particolare il software viene descritto come segue: “Data Backup è una potente utility che consente di fare il vostro backup e di archiviare e sincronizzare i vostri importanti dati con il minimo sforzo. Sia che siate un nuovo utente di computer o che siate uno smaliziato professionista, Data Backup 3 vi offre la giusta quantità di potenza, facilità e flessibilità d’uso, aiutandovi a proteggere velocemente i vostri dati. Con un facile e per niente complicato settaggio potrete impostare veloci backup per i vostri files di iTunes e iPhoto e di altri importanti dati del vostro intero sistema. Potrete creare impostazioni personalizzate per i vostri backup. Utilizzando il drag and drop. La caratteristica di ‘Avvio veloce’ consente di preselezionare i files di cui volete fare il backup, registrando il tempo impiegato (richiede Mac OS X 10.4) Con la potente ‘Indietro nel tempo’ potrete vedere com’erano i vostri files e le directory prima dell’esecuzione del backup. Potrete programmare i vostri backup da avviare automaticamente ad un’orario specifico, o al verificarsi di una condizione o quando si connette un drive. Avrete così il vostro mac che uscirà dallo sleep per eseguire i backups programmati. I Backups si avviano sia che siate loggato oppure no. Potrete inoltre creare cloni bootable del vostro hard drive. Scegliere la compressione e/o la password per proteggere i vostri backups. Eì compreso un flessibile supporto per ogni drive montato, incluso Firewire, USB. ATN, o drive che lavorano in rete. E possibile il backup automatico su dischi CV/DVD anche multipli. La creazione di copie perfette di cartelle o di drive, incluso backups di OS bootable. E’supportata anche una perfetta sincronizzazione di cartelle se utilizzate più di un computer.†Il software richiede Mac OS X 10.4 o superiore (UB) è già pronto per Leopard e costa $59,00. Secondo le abitudini di Prosoft è dotato di un completo manuale (eng) di aiuto. Nella localizzazione solo alcune parti, fortunatamente abbastanza marginali, non sono risultate traducibili per cui l’utilizzo del software risulta ora maggiormente facilitato e comprensibile; cosa assai importante visto che parliamo di archiviazione di dati. La localizzazione in italiano, andrà (come di consueto) installata secondo le indicazioni contenute nel file leggimi, ed è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  17. Circa due anni fa avevamo avuto modo di parlare di Data Rescue e delle grandi qualità nel recupero di dati da HD corrotti o crashati (e non solo) di questo software della Prosoft. Ma i ragazzi di questa ormai famosa software hause non producono ‘solo’ questo software, hanno infatti realizzato altre applicazioni particolarmente interessanti perchè destinate o al trattamento ed alla manutenzione dell’OS o alla conservazione ed archiviazione di dati. E’ il caso di Drive Genius che la Prosoft dichiara destinato alla: “Amministrazione, manutenzione, controllo e ottimizzazione di dati conservati su drive.†La software hause definisce Drive Genius come “Una insuperabile utility progettata per l’amministrazione di dati già immagazzinati su drive. Drive Genius, che presenta una interfaccia di facile utilizzo, comprende potenti tools per l’ottimizzazione dei drive, con funzioni complete per l’analisi, riparazione e ricostruzione di volumi, una eccellente possibilità di scansionare la superficie dei media e la possibilità di controllare l’integrità dei dati e le loro prestazioni tramite benchmark. Inoltre può essere usato per inizializzare driver, creare o eliminare partizioni e per la cancellazione sicura secondo gli standard del dipartimento della difesa. Drive Genius può anche nascondere partizioni e duplicare velocemente volumi o drive. Infine. ma non è finita, Drive Genius ha implementati tools avanzati per il ridimensionamento e spostamento di volumi senza dover riformattare, e comprende inoltre tool di editing per modificare dati su ogni settore del drive, queste caratteristiche sono così potenti che soddisferanno anche utenti esperti e più ‘stagionatiì del mac.†Il software richiede Mac OS X 10.4 o superiore (UB), dalla versione 1.5.3 può anche essere usato con un Boot CD e costa (viste le molte caratteristiche implementate) $99, Il software è dotato di una corposa guida di aiuto in linea in pdf, che (purtroppo) non sono riuscito, a causa della solita cronica mancanza di tempo, a tradurre. Nella localizzazione solo le parti relative alla Toolbar non sono risultate traducibili, ma in ogni caso l’utilizzo del software acquista ora in facilità ed immediatezza d’uso, cosa molto utile visto che parliamo dei nostri ‘preziosi’ dati. La localizzazione in italiano, andrà naturalmente installata in base alle indicazioni contenute nel file leggimi, ed è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati.
  18. Se lavorate nel campo della progettazione edilizia (come il sottoscritto) avrete sicuramente valutato l’opportunità di affiancare al vostro CAD anche un software per la progettazione dell’arredamento interno delle abitazioni. I CAD architettonici, nel tempo, sono stati sicuramente molto migliorati anche per quanto riguarda questo tipo di opportunità utile per fare più che altro bella figura nei confronti del cliente (visto che a livello di tariffe non ci viene riconosciuto niente) se vogliamo però qualcosa di specifico rivolta all’arredamento d’interni (o se facciamo l’arredatore) che abbia una grande qualità visiva unita ad una semplice e veloce possibilità di modifica delle proposte valutative non possiamo fare a meno di provare Liive Interior 3D. Questo software sviluppato recentemente dalla BeLight software (quella di Art Text per intenderci) è uscito da poco dalla fase di test ed è ora commercializzato con sempre nuove implementazioni e interessanti miglioramenti che specialmente con la versione 1.2 (uscita da pochi giorni) consentono un livello di potenza unita ad una estrema semplicità d’uso molto elevata, grazie anche alla possibilità di importare le piante elaborate con il nostro normale CAD, utilizzando per l’importazione il ‘ponte’ offerto da Sketchup (la cui versione base è offerta gratuitamente da Google) ma soprattutto grazie proprio allo stretto interfacciamento con questo software che ci è permesso di importare in Live Interior 3D una enorme galleria di oggetti offerta sempre da Google tramite, uno dei suoi apprezzati servizi, Google 3D Warehouse. Tornando alle caratteristiche di Live Interior 3D sul sito degli sviluppatori possiamo leggere che l’applicazione è destinata alla: ‘Progettazione di interni per abitazioni ed uffici’ ed in particolare è così descrivibile: ‘Live Interior 3D è una potente e tuttavia molto intuitiva applicazione per la progettazione di interni. Se siete arredatori, ristrutturatori o costruttori di nuove costruzioni, Live Interior vi assisterà nella visualizzazione dell'arredamento dell'appartamento prima di iniziare realmente il lavoro. Il software è già dotato di oltre 50 interni e planimetrie. Potete selezionarne uno e modificarlo come più vi aggrada, oppure potete cominciare da zero disegnando una planimetria 2D ed aggiungere e/o modificare gli oggetti al vostro gusto. Il software consente una facile commutazione fra le anteprime delle modalità 2D e 3D. Gli oggetti possono essere aggiunti ed editati in entrambe le viste.’ In particolare il software è già dotato di: - una libreria di più di 1000 oggetti, - 50 interni e planimetrie editabili, - integrazione con Google 3D Warehouse, - importazione da Google Sketchup, Ogre XML e oggetti 3ds, - visione ed editazione di disegni in 2D e 3D, - varie unità di misura, - visione oggetti in una finestra di anteprima 3D, - drag & drop di oggetti da una finestra 2D/3D, - avvio in modalità nativa sia da Mac PPC che Intel. E molte altre possibilità di manipolazione ed editazione che lascio alla vostra fantasia (confidando di aver stuzzicato il vostro interesse) che potrete testare provando il software (che pesa peraltro alcune centinaia di mega) che è perfettamente funzionate anche in modalità demo a meno della possibilità di registrazione del lavoro fatto. Il software richiede Mac OS X 10.3.9 o superiore ed è uno shareware da $79,95. Scritto in Cocoa, essendo rispettoso delle indicazioni suggerite da Apple, è risultato localizzabile pressoché completamente. La localizzazione in italiano, che andrà (come di consueto) installata secondo le indicazioni contenute nel file leggimi, è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  19. Siete un vecchio ammiratore ed utilizzatore di TypeStyler magnifica applicazione che girava su Mac OS 9 ma mai aggiornata per Mac OS X, smettete di disperarvi perché gli sviluppatori di BeLight software hanno pensato a voi ed hanno realizzato una eccezionale applicazione per la creazione di grafici testuali di alta qualità : Art Text! Art Text che è arrivata alla versione 1.2.1 viene descritta dai suoi sviluppatori come segue: “Art Text è un’applicazione per creare grafici, intestazioni, loghi, icone, banners e pulsanti (n.d.r. bellissimi quelli in stile iPhone) Il software che implementa le ultime tecnologie di Mac OS X permette di modificare facilmente tutti i testi e le figure vettoriali in un qualsiasi grafico. Gli stili pre-installati, le figure, icone di immagini artistiche, materiali ombreggiati ed altri effetti visuali avanzati rendono Art Text un programma potente ed intuitivo. Non solo i professionisti, ma chiunque desideri dare al proprio testo un look più attraente, ha trovato il software adatto allo scopo. Potrete usarne i risultati ottenuti con iWork.con Microsoft Office, con le applicazioni di BeLight ed altri programmi. Art Text si trasformerà in una parte indispensabile delle vostre presentazioni, brochures, postcards, businnes card e persino siti web.’ BeLight software ricorda inoltre che Art Text contiene già : - 80 stili pre-installati, - circa 370 testi ed artwork utilizzabili come risorse, - che è possibile applicare effetti d’ombra e di luce, - che è possibile esportare file in pdf, tiff, jpeg, gif, png - e molto altro… Il software richiede Mac OS X 10.4 o superiore (UB) ed è uno shareware da $39,95. Scritto in Cocoa, essendo rispettoso delle indicazioni suggerite da Apple, è risultato localizzabile pressoché completamente. La localizzazione in italiano, andrà (come di consueto) installata secondo le indicazioni contenute nel file leggimi, ed è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  20. Al recente WWDC come consuetudine Apple ha premiato quelle che ha giudicato essere le migliori applicazioni realizzate per Mac OS X nel 2007 nei vari settori di utilizzo dei macs, come Tool di sviluppo CSSEdit è stato giudicato il vincitore. Già questo riconoscimento è ampiamente sufficiente a farci capire che questa può essere un’applicazione molto interessante. CSSEdit, che è arrivato alla versione 2.5.2 viene descritto dai suoi sviluppatori come un’applicazione in grado di consentire una ‘Rapida editazione di fogli di stile (CSS)’ La descrizione continua come segue: “Mentre internet si espande sempre di più, avere uno stile distinto per il vostro sito diventa sempre più importante. CSSEdit consente una rapida editazione dei fogli di stile e trasforma la progettazione del vostro sito in un piacere. Una potente anteprima consente di vedere l’evoluzione del vostro sito senza doverlo aprire in un browser. Un intuitivo editor visivo permette di cambiate facilmente tutti gli stili attribuiti. Un potente ambiente di sviluppo con un intelligente auto-completamento seduce chiunque codifichi a mano il suo CSS. Le superiori possibilità d'organizzazione offerte da CSSEdit renderanno molto più facile controllare i vostri fogli di stile. L’uso dei gruppi, il filtro degli stili e molto, molto altro… E siccome c’è molto di più la cosa migliore da fare per scoprire tutto questo è, provarlo!‘ Il software richiede Mac OS X 10.4 o superiore (UB) ed è uno shareware da $29,95. Ovviamente è stato scritto in Cocoa, ma nella localizzazione alcune parti non è risultato possibile tradurle (vedere ad esempio diversi comandi della Toolbar e alcune voci del menu), in ogni caso l’utilizzo del software (in italiano) non ne risulta particolarmente penalizzato visto che acquista facilità ed immediatezza d’uso con la localizzazione. La localizzazione in italiano, andrà (come di consueto) installata secondo le indicazioni contenute nel file leggimi, ed è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati.
  21. Di questa interessante nuova applicazione abbiamo avuto modo di parlare il mese scorso in occasione del primo rilascio della localizzazione italiana avvenuto per la versione 1.5.5.3. Richiamo pertanto nuovamente la descrizione accompagnatoria fatta dallo sviluppatore che illustra Pando come un software capace di “inviare file di qualsiasi dimensione a chiunque†Dopo aver illustrato Pando come una “piccola applicazione dai grandi muscoli†ne riassume le caratteristiche principali come segue: “consente di trasmettere i tuoi home video, mega-presentazioni e intere cartelle o foto di qualità originale a chiunque abbia un indirizzo email. E tutto questo senza spyware, adware e/o virus†Pando che ha raggiunto la release finale ancora nello scorso novembre, sta ottenendo lusinghieri giudizi da parte degli utilizzatori per la sua capacità di condividere file di grandi dimensioni attraverso i propri contatti, siano essi collaboratori, colleghi e/o amici. L’idea sulla quale si basa il software è sicuramente interessante ed innovativa, il programma è in grado di consentire la trasmissione di file “pesanti†senza la necessità di riempire la casella elettronica del destinatario. Il materiale si invia semplicemente specificando l’indirizzo email della persona che dovrà riceverlo. Questa si vedrà recapitare un allegato di dimensioni contenute con estensione “.pando†(il sistema usa infatti il protocollo BitTorrent) Tale file permetterà il download diretto del materiale d’interesse dai server di Pando dove i file vengono inviati e conservati per un periodo di 7 giorni. I file trasmessi vengono crittografati per impedirne l’utilizzo da parte di persone non autorizzate. Con le ultime versioni Pando inoltre offre, tramite plug-in, l’integrazione con svariati client di messaggistica istantanea come Yahoo Messenger e/o client VoIP ecc. Pando, che è freeware, è sviluppato sia per Windows che per Mac e l’unico requisito richiesto è che anche il destinatario del file abbia installato l’applicazione, richiesta che viene segnalata quando al destinatario arriva un messaggio che lo informa della presenza di un file a lui riservato. Il software è in continuo miglioramento sempre con nuove caratteristiche e con le ultime versioni, ad esempio, consente il download di file anche da siti web. E’ infatti sufficiente caricare un file all’interno di Pando e ci verrà subito fornito un link o un codice da inserire all’interno della pagina web, per segnalare la disponibilità a scaricare il file con Pando Il programma inoltre supporta anche i feed RSS e si accorge se all’interno di essi è presente il collegamento ad un file pando e si occupa automaticamente del download. Ecco infine alcune informazioni sulla dimensione dei file che si possono trasmettere: Gratuito: 1 GB disponibile sul server per 7 gg. per email e 30 gg. dall’ultimo download per sito web Sono poi disponibili opzioni a pagamento per necessità superiori. Ho voluto riassumere nuovamente ciò che può fare il software perché il tutto non è certamente di uso comune rispetto ad altre applicazioni. Anche la nuova 1.6.0.2 richiede come minimo Mac OS X 10.3.9 (però è già compilata in UB) specifico che per quanto riguarda la localizzazione ha dovuto essere aggiornata a causa di una settantina di nuove stringhe ma che, purtroppo, presenta ancora alcune finestre in inglese che non è stato possibile tradurre. In ogni caso l’uso è ora ancora più facile ed intuitivo. Le novità introdotte con le (cinque) versioni rilasciate nel frattempo sono essenzialmente riassumibili come segue: - Pando ora supporta anche i file .torrent, - è stata aumentata e migliorata la condivisione dei file, - è stata migliorata l’amministrazione dei canali, - è stato introdotta la possibilità di inviare file a forum che supportano il BBCode La localizzazione è liberamente scaricabile, nella sezione download, a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  22. Come anticipavo nel post relativo a TrailRunner, LoadMyTracks si sta rivelando particolarmente utile per la possibilità introdotta da questo nuovo software di importare da dispositivi GPS, per cui dopo averlo localizzato per la prima volta nello scorso mese di gennaio diventa ora utile aggiornarne la traduzione italiana viste le nuove implementazioni introdotte con le nuove versioni (due) nel frattempo rilasciate. Riporto nuovamente la descrizione di questo software, fatta dallo sviluppatore che ci ricorda che LoadMyTracks è ancora in fase beta, ma sta procedendo rapidamente verso il rilascio della release finale. “LoadMyTracks trasferisce percorsi, itinerari e waypoints da dispositivi GPS (comprendendo Garmin, Magellan, Lowrance, TomTom e Timex) al vostro Macintosh. Da queste informazioni può generare fles GPX (utilizzabili con software che supporta l’output GPS) o files KML (per l’uso con Google Earth e Google Maps) LoadMyTracks può ora inviare files in GPX al vostro dispositivo Magellan o Garmin GPS, includendo estensioni Geocaching e files LOC per Geocaching (il supporto per KML e altri dispositivi GPS è ormai prossimo) Il software può anche transcodificare files da GPX a KML (anche se non viceversa) e caricare files archiviati in determinati dispositivi Magellan e Lowrance che hanno formati conosciuti (per questi dettagli vedi file Help, compreso le estensioni richieste) Su alcuni dispositivi che hanno il supporto per il monitoraggio di altre variabili (quali la frequenza e la cadenza di determinati dispositivi Garmin) ora forniamo informazioni di supporto addizionale nei files GPX che mostrano questi dati. Questo software è ancora in fase beta, per cui è gradita una visita alla nostra pagina per i rapporti sui bug per qualunque problema o suggerimento.†In particolare con la v045 è stato introdotto il supporto per il Garmin Traning Center. Con la v047 sono state invece introdotte le seguenti novità : - supporto per la scrittura con caratteri UTF8 a KML e loro lettura da GPX, - supporto per il Sony GPS CS1 e conversione file con codice NMEA, - corretto l’output GPX per Magellan, - riparata l’importazione con plug-in multipli che utilizzano la stessa estensione, Il software richiede Mac OS X 10.4 o superiore è scritto in UB, è un freeware ma lo sviluppatore non rifiuterà di certo eventuali donazioni, che potrebbero contribuire ad ampliare il supporto per altri dispositivi. Il software comprensivo di localizzazione italiana aggiornata è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  23. Il precedente aggiornamento della localizzazione italiana per TrailRunner risale alla v132 distribuita nello scorso gennaio. Ebbene il soli quattro mesi lo sviluppatore Wolfgang Berbie ha rilasciato qualcosa come 17 aggiornamenti! Per cui, come sottolineavo in occasione del precedente aggiornamento, è impossibile mantenere il passo con il rilascio ‘forsennato’ delle nuove versioni. In ogni caso Wolfgang usa preinstallare le vecchie localizzazioni, per cui rimangono da localizzare solo le nuove stringhe che dopo un così alto numero di versioni sono diventate un centinaio. Moltissime di queste nuove versioni sono rilasciate per dei semplici bug-fix per cui, a maggior ragione, le localizzazioni mantengono una certa rispondenza. In ogni caso visto che sono state sostituite o aggiornati una quarantina di blocchi, si è reso necessario aggiornare anche la localizzazione italiana. TrailRunner è un software ormai molto apprezzato che consente di disegnare e gestire itinerari e percorsi per la corsa a piedi, è pertanto destinato agli appassionati di jogging, di podismo e di discipline sportive del fondo che, se possiedono anche un iPod non potranno farne a meno. In questa occasione mi limito pertanto a riassumere solo le principali novità inserite in questi ultimi 17 aggiornamenti. - con la v133 è stata aggiunta l’integrazione con il Garmin Traning Center, sono state aggiunte migliori risorse per il download dell’altitudine e sono stati eseguiti i soliti bug-fix, - con la v134 sono stati introdotti miglioramenti velocistici nel caricamento di mappe, - con la v135 è stata aggiunta la possibilità di colorare i percorsi, - con la v136 inseriti diari multipli per gruppi, - con la v137 bug-fix e miglioramenti vari, - con la v138 bug-fix e miglioramenti vari, - con la v140 bug-fix e miglioramenti vari, - con la v142 bug-fix e miglioramenti vari, - con la v143 bug-fix e miglioramenti vari, - con la v144 bug-fix e miglioramenti vari, - con la v145 bug-fix e miglioramenti vari e aggiornata la versione taiwanese, - con la v146 aggiunta immagine ad alta definizione satellitare ed altri piccoli miglioramenti, - con la v147 bug-fix e miglioramenti vari, - con la v149 bug-fix e miglioramenti vari, - con la v152 bug-fix e miglioramenti vari, - con la v157 questa e la release finale 1.4 con alcuni cambiamenti maggiori, come: aggiunte altre risorse e miglioramenti per le mappe, con possibilità di scegliere fra tre qualità di layers: Hiking, Satellite e Viarie. Aggiunta anche l’analisi grafica interattiva del workout, inoltre è stato aggiunto un menu contestuale nella area di lavoro principale. - con la v158 (rilasciata ieri) bug-fix e miglioramenti vari, Come si può vedere la versione più significativa è la penultima con l’introduzione di alcune interessanti novità per cui ora vale sicuramente la pena di aggiornare. Essendo stata ampliata la possibilità di importare percorsi ed itinerari da altri dispositivi esterni diventa sempre più interessante l’utilizzo, richiamandolo ed aprendolo direttamente da TrailRunner, di LoadMyTracks. che troverete aggiornato (anche nella localizzazione) in un altro post. La localizzazione in italiano, che andrà ovviamente a sostituire quella preinstallata, che comprende l’aggiornamento di un centinaio di stringhe ed help, è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  24. Nel settembre dello scorso anno ho realizzato la prima localizzazione per myStock 1.9.2 interessante software realizzato per la gestione delle finanze personali. Sappiamo che sul Mac il software dedicato alla gestione del comparto azionario con particolare riferimento all’analisi tecnica ha sempre rappresentato uno dei punti deboli con il tutto aggravato dalla consapevolezza che certe applicazioni storiche sviluppate solo per Windows (tipo Metastock) non vedranno mai il porting sui computer della mela. Ecco che allora la realizzazione di myStock non ha potuto che fare piacere, e l’assicurazione ottenuta dallo sviluppatore in occasione della localizzazione della 1.9.2, circa una maggior attenzione nella realizzazione delle versioni successive che avrebbe consentito una più completa e facile localizzazione era stata accolta con soddisfazione. L’impegno sempre più crescente nella localizzazione di altri software sempre più numerosi ed interessanti mi ha però distolto, nei mesi successivi, dal seguire le nuove versioni di myStock. La richiesta da parte di un utente mi ha però stimolato a riprenderne per mano l’aggiornamento avendo modo di constatare i progressi fatti in questo frattempo da myStock. Per aiutarci a rinfrescare la memoria su ciò che può fare il software riporto quanto dice lo sviluppatore che descrive myStock come uno strumento: “Di utile aiuto per controllare e gestire il vostro portafoglio azionario, con l’automatica visualizzazione di statistiche azionarie aggiornate nei formati convenienti.†Le principali caratteristiche di myStock, arrivato da pochi giorni alla versione 2.4.1, vengono poi descritte così come segue: - capacità di organizzare le vostre azioni per gruppi di convenienza, - con myStock potete registrare e rintracciare tutte le vostre transazioni azionarie, avere la situazione totale corrente sulla base dei costi, dei guadagni e/o delle perdite, - il software è in grado di aggiornare in tempo reale (ad es. ogni 5 minuti) i dati azionari forniti da Yahoo Finance, - potete anche tenere traccia dei movimenti azionari tramite l’RSS di Yahoo, - MyStock consente di ottenere grafici e tabelle sull’andamento azionario a partire da una andamento giornaliero fino ai 5 anni, - finestre multiple consentono di seguire simultaneamente l’andamento di diverse azioni, - il sofware fornisce avvisi e/o allarmi nel caso del raggiungimento dei prezzi limite prefissati, - è possibile seguire l’andamento dei tassi di cambio delle valute, - è possibile osservare l’andamento dei vostri investimenti nella valuta nativa al tasso del cambio giornaliero. Come si vede il software è piuttosto interessante anche per semplici motivi di studio del comparto azionario. My Stock che richiede Tiger è utilizzabile come dimostrativo per un periodo di 30 giorni senza restrinzioni, al termine dei quali potrà essere acquistato, se giudicato interessante ed utile, per $ 24,95 La localizzazione è stata aggiornata alla 2.4.1 (appena rilasciata) con la traduzione di oltre 400 nuove stringhe a dimostrazione dello sforzo fatto dallo sviluppatore per consentire una miglior localizzazione. Nei test ho però riscontrato alcuni problemi, con l’apertura delle finestre interessate, nella localizzazione di alcune voci contenute nella finestra principale e nella finestra preferenze, per cui ho dovuto ripristinare e mantenere i termini nell’originale lingua inglese perché altrimenti non si attivava l’apertura cliccandoci sopra. In ogni caso myStock è ora quasi completamente localizzato rendendone così più facile e comprensibile l’utilizzo, inoltre posso anticipare (perché ne ho scoperto il codice relativo) che lo sviluppatore ha già realizzato diverse nuove funzioni utilizzate per fare l’analisi tecnica dell’andamento azionario, come ad esempio indicatori tipo il ROC, l’RSI, lo Stocastico oltre ad alcuni tipi di medie. Immagino che queste funzionalità (che gli esperti di analisi tecnica avranno certamente riconosciuto) saranno rese disponibili con le prossime versioni. Visto che dalla precedente localizzazione (settembre 2006) sono state rilasciate 5 nuove versioni ne riassumo le principali novità : Con la 2.0: - molte nuove caratteristiche e miglioramenti, Con la 2.1: - aggiunti numeri e date localizzate, supporto alle transazioni a breve e numerosi miglioramenti all’interfaccia, Con la 2.2: - bug fix minori e miglioramenti all’interfaccia, correzione di un bug che causava difficoltà nell’importazione/esportazione con file in formato Microsoft Excel, Con la 2.3: - aggiunte nuove opzioni di visualizzazione, l’aggiornamento automatico con framework sparkle, nuovi resoconti transazioni, stampa migliorata dappertutto e parecchi altri bug fix e miglioramenti, Con la 2.4: - aggiunte nuove localizzazioni, setup con wizard e bug fix per il pannello preferenze news e vista transazioni. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile, nella sezione download, a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati
  25. Gizmo Project ha raggiunto nello scorso marzo la versione 3.0 mentre per quanto riguarda la localizzazione italiana dall’ultimo aggiornamento relativo alla v161 dal luglio dello scorso anno sono state rilasciate quattro versioni. E’ evidente il tentativo e la volontà di volersi mantenere competitivi nei confronti di Skype che ha introdotto e perfezionato a partire dalla 2.0 anche nuove funzionalità video. In seguito alla comparsa di nuove possibilità rappresentate ad esempio da Jajah (che non richiede nessun software per collegarsi, basta infatti un semplice browser senza utilizzare nuovi dispositivi perchè sono sufficienti quelli tradizionalmente in uso) la lotta per cercare di prevalere nel mondo dei software VOiP sembra pertanto restringersi a Skype e Gizmo Project. Gizmo presenta alcune caratteristiche originali molto apprezzate dagli utilizzatori, in particolare la sua stabilità anche con linee a bassa velocità e l’uso del protocollo SIP (formato non proprietario). Qui di seguito riporto le novità più interessanti introdotte con le ultime quattro versioni, così come sono state indicate dagli sviluppatori: Con la v195: - è stato aggiunto il supporto per mostrare l’aiuto e i contatti a chiamata libera, - alcune riparazioni di bug relative a: lista dei contatti, testo intestazione finestra degli amici e correzione immagine avatar nel profilo, Con la v205: - sostegno corretto alla ricezione di messaggi riservati di MUC, - supporto per l’invio di file a persone con cui siete in chat o della vostra lista contatti, - aggiunte nuove funzionalità alla finestra di ricezione/invio di file muc, - aggiunto menu comando per la chiusura di tabs chat, - identificazione migliorata dell’ID Jabber, - alcune correzioni di bugs segnalati, Con la v206: - le tabs delle chat ora si restringono dinamicamente per evitare sovrapposizioni delle voci del menu, - è stata aggiunta una finestra nelle preferenze che avvisa quando si chiudono finestre di chat con tabs multiple, - correzioni e miglioramenti di vario tipo, Con la v218 rilasciata pochi giorni fa: - è stato aggiunto il supporto per indicatori di battitura che potete vedere quando, una persona che sta chattando, sta digitando il messaggio, - è stato aggiunto un resoconto incorporato in caso di crash per la segnalazione di problemi direttamente a SIPphone, - è stata aggiunta una nuova finestra multi-utente dell’invito chat usata per creare/unirsi/invitare, - è stato aggiunto il riconoscimento di AIM, MSN, e contatti Yahoo quando li aggiungete alla vostra lista contatti, - è stato aggiunto il riconoscimento di contatti non-gmail.com GoogleTalk quando li aggiungete alla vostra lista contatti, - è stata aggiunta la stampa e toolbar di cancellazione nella finestra dello storico della chat, - è stato aggiunto un pulsante opzionale di stampa nella finestra dello storico della chat, - è stato aggiunta una voce al menu per invito a gruppo chat per la lista dei partecipanti della finestra chat, - è stato aggiunto una voce nel menu opzioni e tasto comando equivalente per la selezione della tab prossima/precedente nella finestra chat, - è stato aggiunto il supporto per l’aggiornamento della versione con l’uso di framework sparkle, - è stato aggiuntoi il supporto per linefeeds nella finestra chat, - è stato aggiunto il supporto che mostra il nome e la traccia corrente di iTunes, - è stata aggiornata linterfaccia utente con nuove icone, - è stato spostato l’invio messaggio istantaneo in una finestra separata in modo che non sia legato alla finestra principale, - e diverse altri miglioramenti e/o correzioni alle funzionalità già esistenti. Gli sviluppatori di Gizmo Project continuano inoltre a proporre nuove soluzioni di utilizzo con sempre nuove proposte con uso gratuito. Con il rilascio della v218 è stata preinstallata una delle vecchie localizzazioni realizzate in precedenza, per cui visto che l’aggiornamento appena terminato ha richiesto la traduzione di oltre 300 nuove stringhe è naturalmente consigliato di sostituire la localizzazione presente in Gizmo con quella appositamente aggiornata per la v218 liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/index.php Cordiali saluti. Pierino Donati