Harbour

Members
  • Content Count

    147
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Harbour

  1. Fin dalla sua prima uscita questo software per la fotografia ed il trattamento delle immagini ha ottenuto alti riconoscimenti ed ora che raggiunge la versione 2.5 implementa altri miglioramenti e bug fix, dopo essere stato riscritto in Universal Binary ancora con una precedente versione. Già in occasione della prima localizzazione, realizzata esattamente un anno fa, ebbi l’opportunità di ricordare come MacWorld lo avesse premiato per la sua capacità di sfruttare al meglio le possibilità nascoste di Tiger rappresentate dai filtri Core Image, queste caratteristiche consentono di utilizzare iMaginator come una vera e propria “camera dei divertimentiâ€. Ancora con l’uscita della versione 2 erano state, infatti, implementato nuove caratteristiche come: velocizzazione della generazione di immagini con OpenGL, nuove possibilità di disegnare infiniti numeri di layers con oltre 20 stili diversi, nuovi plugin personalizzabili e nuovi filtri. Se avete solo un pò di interesse per una facile, ma nello stesso tempo potente possibilitè di modificare immagini digitalii, e se provate ad utilizzare iMaginator che vi mette a disposizione oltre 108 filtri ed effetti con verifica in tempo reale di quello che state facendo, difficilmente potrete farne a meno. Stone Design (lo sviluppatore), se acquistate il programma, per 49 dollari vi darà tutti gli aggiornamenti successivi gratis e dopo averlo provato vi renderete conto che non sono sicuramente molti per quello che vi consentirà di fare. Per la localizzazione in italiano, che potete sempre trovare (come quelle di diversi altri software che hanno già l’italiano preinstallato) a partire dal solito link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html va detto che è stata implementata ancora a partire dalla versione 2 e che non è stata di facile realizzazione, vista la complessità del programma, ci sono state infatti alcune parti che è stato proprio impossibile tradurre. Sono comunque molto soddisfatto per aver collaborato a far (spero) meglio conoscere ed apprezzare un software fantastico. Le novità nella 2.5 sono così descrivibili: - i layers di disegno ora si aprono correttamente anche con OS X 10.4.7 - interoperabilità con Videator, - correzione di un crash sotto Intel, - è stato migliorato l’uso della memoria, - sono stati accelerati i tempi di caricamento delle biblioteche. Potete scaricare direttamente iMaginator 2.5 (completo ed in italiano) a questo link: http://homepage.mac.com/stone_design/.Public/iMaginator.dmg Cordiali saluti. Pierino Donati
  2. Cocktail è una utility storica per Mac OS X le cui caratteristiche sono descritte dallo sviluppatore così come segue: “L’applicazione facilità e semplifica le funzioni avanzate di UNIX e da accesso alle regolazioni nascoste di OS X ottimizzando facilmente il vostro sistema. E’ un software di utilità semplice e nello stesso tempo potente con tutte le più importanti caratteristiche, organizzate in cinque categorie di base e un pilota che consente di pulire, riparare e ottimizzare il vostro sistema con un semplice click su un bottone.†Questa nuova versione ha come unico scopo quello di rendere compatibili i richiami degli indirizzi nella nuova versione di Mac OS X 10.4.7 per cui se ne caldeggia l’aggiornamento per tutti coloro che hanno l’ultima versione di Tiger. La cartella della localizzazione è liberamente scaricabile a partire dal seguente link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  3. Altro aggiornamento per AppZapper, software di utilità che consente di disintallare ogni software con la stessa semplicità con cui è stato installato, proprio con il drag & drop. Il software, che richiede Tiger è acquistabile per 12,95 $ e garantisce aggiornamenti gratuiti per tutta la vita. Le novità comprese nella 1.6.0 sono diverse e così riassumibili: - con l’integrazione di Sparkle è ora possibile trasferire gli aggiornamenti del software dal server ed installarli all’interno di AppZapper, - nelle preferenze è ora possibile stabilire il controllo degli aggiornamenti allo startup, - QuickZap è stato inserito anche nel menu e non solo come popup, - ora la ricerca è in grado di trovare anche i plugin associati alle applicazioni, - ora la ricerca è in grado di trovare i widgets associati alle applicazioni. Come per la versione precedente si rende necessario sostituire la localizzazione preinstallata perché sono state introdotte nuove voci nei menu, è inoltre necessario sostituire anche il file di ZapGenie in quanto esterno alla cartella della localizzazione e la cartella dell’Help (anch’essa tradotta in italiano) per lo stesso motivo. La cartella comprensiva del file leggimi è liberamente scaricabile a partire dal seguente link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  4. Aggiornamenti a getto continuo per AppZapper applicazione di utilità che dalla 1.5 implementa due grosse novità , la prima è la capacità di ricerca automatica nelle preferenze di sistema, nei widgets, nei plugin e negli screensaver. La seconda riguarda l’introduzione di ZapGenie un comando che consente di ricercare tutte le applicazioni installate sul disco e di scegliere quelle da proteggere o da zappare. Queste nuove caratteristiche risultano raggiungibili tramite due menu a tendina dalla finestra principale. Ricordo che il motto di AppZapper viene descritto dagli sviluppatori come segue: “AppZapper vi permette di disintallare ogni software con la stessa semplicità con cui è stato installato, proprio con il drag & drop. Basta trascinare una o più applicazioni che si desiderano disintallare su AppZapper per vedere immediatamente trovati ed apparire tutti i file extra o correlati all’applicazione e poterli eliminare con un solo click. Il sistema può ricordare e rende sicure tutte quelle applicazioni, con tutte le tracce log, che non volete che siano ‘zapped’. AppZapper è l’unistaller che Apple si è dimenticata di fare.†Fra le novità relative alla 1.5.2 anche la correzione di un bug potenzialmente distruttivo relativo alla rimozione di elementi relativi allo startup ed altre correzioni ed aggiustamenti vari. Il software richiede Tiger ed è possibile provarlo per 5 ‘zapped’ ed è successivamente acquistabile per 12,95 $. Siccome la 1.5.2 è stata modificata profondamente si rende opportuno sostituire la localizzazione preinstallata (con quella presente sul mio sito) si dovrà poi sostituire anche un secondo file (quello relativo allo ZapGenie) esterno alla cartella. La cartella comprensiva del file di istruzioni è liberamente scaricabile a partire dal seguente link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html che comprende inoltre anche l’Help che è stato tradotto anch’esso in italiano (ed aggiornato alla 1.5.2) per cui andrà anch’esso a sostituire quello originale. Cordiali saluti. Pierino Donati
  5. A quasi un anno di distanza dalla precedente 1.6.2 e dopo una serie di test preventivi su ben 6 beta, esce oggi la seconda versione di questo interessante software che lo sviluppatore descrive così come segue: “DoubleTake e dedicato a tutti quei Mac User che usano macchine fotografiche compatte e che in molte occasioni vorrebbero poter estrarre magicamente dalla loro tasca un obiettivo grandangolare o inserire un sensore con alcuni megapixels supplementari per ottenere immagini larghe (panoramiche). DoubleTake consente tutto questo, tramite un controllo sia automatico che manuale permette di ottenere immagini dalla fusione perfetta e tutto con la semplicità del drag & drop.†I miglioramenti rispetto alla prima precedente sono notevoli e sfruttano le caratteristiche di Tiger, è infatti richiesta la 10.4.2: - I tools manuali per la perfetta fusione di immagini sono stati notevolmente migliorati, - è stata introdotta la possibilità di salvare in formato QuickTime VR, - la 2.0 è stata riscritta in Universal Binary, - rispetto alla precedente versione sono state inserite le nuove funzioni di Aggiusta, Geometria e Allinea che sfruttano le capacità grafiche di Tiger. - sono stati aumentati i formati di registrazione supportati. Nella nuova versione è stata però preinstallata la localizzazione di una delle molte beta rilasciate in precedenza per cui è caldamente consigliato di sostituirla con quella che ho predisposto per la 2.0, il tutto per sfruttarne pienamente le nuove caratteristiche. Molti uffici tecnici troveranno molto utile questo software che consente di realizzare foto panoramiche trascinando semplicemente con un drag & drop le diverse foto fatte con una compatta. In questa versione è rimasto un piccolo bug (che verrà corretto con al prossima versione) che segnale l’esistenza di un nuovo aggiornamento se si prova a verificarne l’esistenza. In ogni caso credo proprio che questo software valga i 16 € richiesti per la registrazione. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile a partire dal link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  6. Salto di versione per Gizmo Project che arriva alla 2.0 con numerosi miglioramenti per questo interessante software VOIP apprezzato dagli utilizzatori per la sua stabilità anche con linee a bassa velocità . Fra le principali novità contenute in questa nuova versione, c’è la localizzazione in italiano preinstallata (e la cosa non può che farmi molto piacere) ma ecco qui di seguito un riassunto di quanto riportato dallo sviluppatore: - è stato aggiunto il supporto per il dual-login in modo da consentire di aprire un secondo account alternativo al SIP normalmente utilizzato (Asterisk) - è stata aggiunta il supporto per le notifiche di growl, selezionabile nel pannello delle preferenze avanzate, - è stata aggiunta la localizzazione italiana (ooookey!) e portoghese, - sono stati apportati miglioramenti alla visualizzazione della lista delle chiamate da e per SIP, - sono state cambiate le modalità di funzionamento della macchina per evitare sia l’idle che lo sleep durante le chiamate, - è stato migliorato il supporto al comando di ‘pulizia chat’, - e altre diverse correzioni minori per migliorare il funzionamento del software. Come sopra riportato nella v.150 di Gizmo è stata riutilizzata la precedente localizzazione in italiano, avendo però notato diverse incongruenze con le molte modifiche apportate con questa nuova versione, ho preferito aggiornare immediatamente la ventina di stringhe che sono state modificate. E’ pertanto consigliata a tutti gli utenti la sostituzione della localizzazione in italiano preinstallata con quella specifica per la v.150 liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  7. Il precedente aggiornamento alla v.35 era risultato interessante soprattutto per una maggiore stabilità del software e per le numerose correzioni di errori o sviste contenuti nella localizzazione grazie alla segnalazione di diversi utenti. Le novità contenute nella v.49, così come sono riportate nel sito dello sviluppatore, non sono moltissime e riguardano più che altro la compilazione in Universal Binary e non l’implementazione della chat video come molti si aspettavano. Fra le modifiche apportate da ricordare che se si apre un account con un Mac Intel con quest’ultima versione le precedenti versioni non sono più utilizzabili dopo aver installato la v.49, c’è poi una nuova caratteristica che mostra lo stato di Skype sia sul web che nella firma delle email spedite. La precedente localizzazione funzionerebbe anche sulla v.49 , ho però preferito aggiornarla apportando con l’occasione alcune correzioni ed aggiornamenti precedentemente sfuggiti. Sentendo i commenti di diversi utenti è sperabile che in futuro vengano compiuti maggiori sforzi per aumentata la stabilità del software visto che si lamentano cadute di collegamento con linee a bassa velocità . Rimane poi il rammarico per il ritardo ormai consistente per il rilascio della 2.0 La localizzazione è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  8. A questo software freeware sono particolarmente affezionato perché è stato il mio primo lavoro di localizzazione risalente ormai a quasi un anno fa. Per cui quanto Alwin Troost l’ha preinstallata, in quella che è attualmente l’ultima versione la cosa, non ha potuto che farmi piacere. Come sappiamo le previsioni del tempo raccolte da WeatherDock sono visualizzate in tre modi: nel dock, nel menù o sul desktop a nostra scelta. Le informazioni sono basate su xml forniti da weather.com e possono riguardare la località più vicina a noi (o altre località a piacere) che dobbiamo inserire preventivamente nella lista dei preferiti di cui weather.com aggiornerà continuamente le previsioni con una rappresentazione visuale che arriva fino a 10 giorni. In particolare le novità della 2.4.1 sono: - è stato corretto un bug relativo alle performance della prima pagina che si verificava con Panther, - sono stati corretti alcune impostazioni iniziali contenute nelle preferenze, - è stata corretta l’icona di editing sui mac intel, - sono state poi aggiunte le localizzazioni in francese ed in italiano. Da una più attenta verifica mi sono però accorto che erano state modificate diverse stringhe relative ai linguaggi di localizzazione per cui si è reso necessario apportare diverse correzioni anche alla localizzazione in italiano che ho postato sul mio sito e che consiglio di sostituire a quella preinstallata non perché ci siano malfunzionamenti ma per un più corretto utilizzo dei termini e per la traduzione di diverse parole precedentemente sfuggite. La localizzazione in italiano della 2.4.1 è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  9. Sono veramente lieto di poter mettere a disposizione di tutti gli utenti mac che operano nel campo del trattamento delle immagini medicali di tipo DICOM la localizzazione italiana per questo eccezionale software open-source. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il prezioso aiuto di Francesco Riolo, medico radiologo di Catania, attualmente in pensione, che avendo lavorato sia sulle workstations che con OsiriX ha messo le proprie conoscenze e l’esperienza acquisita nel testare e nel verificare la correttezza dei termini utilizzati nella localizzazione. I test sulla localizzazione sono infatti durati oltre due mesi, con moltissime modifiche, correzioni ed adattamenti ad una terminologia medica che non è certamente di facile comprensione e traduzione per i non addetti ai lavori. Arrivati alla decima versione della localizzazione possiamo dire di essere soddisfatti del lavoro svolto e di poter mettere a disposizione il pacchetto localizzato che ci auguriamo possa contribuire a migliorare la qualità del lavoro non solo dei radiologi ma anche dei medici curanti e del personale di cura vista la facilità e l’economicità di utilizzo consentita utilizzando OsiriX specialmente se abbinato ad un iPod con video. Le grandi potenzialità di questo software sviluppato in Svizzera, a Ginevra, grazie all’equipe di Antoine Rosset e Osman Ratib sono apparse subito evidenti dopo che al WWDC dell’anno scorso OsiriX è stato premiato con un Apple Design Awards quale migliore software open-source. La qualità del software e la capacità di sfruttare le migliori caratteristiche tecnologiche offerte da Tiger sono testimoniate anche dal fatto che la stessa Apple dedica, sul proprio sito, uno spazio di rilievo a OsiriX. Ritenendo di fare cosa gradita, sia per gli utenti normali, sia per coloro che vogliono semplicemente conoscerne le caratteristiche peculiari abbiamo pertanto tradotto anche la relazione-recensione di Osirix che potete trovare a questo link: http://www.pierinodonati.it/page9.html Considerando poi utile per coloro che usano o che intendono usare OsiriX, avere anche uno spazio di incontro dove poter discutere, scambiare opinioni, consigli, esperienze ecc. rivolte a migliorare o mantenere la migliore fruibilità di questo software riteniamo altrettanto interessante mettere a disposizione un apposito spazio sul forum al seguente link: http://www.pierinodonati.it/bbforum/viewforum.php?f=6&sid=cbf2bc88baa521607a175a8f53b58c75 Aggiunto che Osirix è arrivato attualmente alla versione 3.2.1, che risulta già compilato in Universal Binary e che è sfruttabile pienamente con computer Apple che utilizzano i multiprocessori ed infine che al mondo ci sono già ora oltre 8.000 postazioni che lo utilizzano, non rimane che ricordare il link dove è possibile scaricare liberamente la localizzazione: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html La localizzazione va utilizzata con il software originale che deve essere, preventivamente, scaricato. Sul sito dello sviluppatore (si possono trovare oltre ai plugin ed al manuale in inglese) troviamo anche molti esempi di immagini DICOM utili per provare il software, il tutto a partire da questo link: http://homepage.mac.com/rossetantoine/osirix/ Cordiali Saluti Pierino Donati
  10. Continuano incessanti gli aggiornamenti di Gizmo Project, che con la v.132 (scaricabile solo dal sito dello sviluppatore) comprende nuove caratteristiche, miglioramenti è correzioni di bugs riscontrati dagli utenti nell’uso quotidiano. Visto che sono uscite ben quattro versioni dall’ultima localizzazione in italiano si è reso necessario aggiornare la traduzione per alcuni sostanziali cambiamenti che sono stati introdotti dagli sviluppatori del software. Ricordo che Gizmo è un software VOIP che appartiene ad una categoria in forte espansione seguita con molta attenzione anche dalle grandi compagnie telefoniche. La caratteristica principale, a differenza di altri software, di Gizmo è l’uso di un protocollo non proprietario come il SIP che garantisce pertanto minori condizionamenti nell’uso. Gizmo consente infatti di telefonare gratuitamente fra computer che utilizzano un collegamento internet, ed è come al solito rilasciato gratuitamente e contemporaneamente per tutte le tre principali piattaforme. Funziona perfettamente con dispositivi tipo Gold USB Phone, con l’unica limitazione che non interagisce direttamente con il comandi del software come avviene invece per Skype. Le principali novità introdotte con le ultime versioni, in base a quanto dichiarato dallo sviluppatore si possono riassumere come segue: - è stato aggiunto un nuovo pannello nelle preferente per l’uso della chat, - è stata aggiunta l’opzione per visualizzare le icone grandi o piccole dei contatti, - è stata aggiunta l’opzione di controllo dei contatti fuori linea. - è stato aggiunto il supporto per inviare messaggi utilizzando lo schema URL di Gizmo, - è stata riprogettata la finestra dei contatti per renderne più facile l’uso. - è stato cambiato il menu degli emoticons, - è stata cambiata l’icona che segnala la presenta di messaggi in arrivo, - è stato riparato un bug che poteva causare l’arresto quando si metteva una chiamata in hangup, - è stato riparato un bug che bloccava l’applicazione quando si cambiava il dispositivo audio, - è stato corretto un bug che cancellava il testo quando si inseriva un emoticon, - è stato riparato un bug che non aggiungeva correttamente i contatti di Google Talk/Jabbar - l’applicazione è ora compilata in Universal Binary - è stato riparato un bug che poteva causare l’arresto del software utilizzando alcuni dispositivi audio. Sono statti introdotti poi moltissime altre correzioni minori che potete trovare descritte sul sito dello sviluppatore. La localizzazione in italiano della v.132 è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  11. AppZapper rilasciato all’inizio di quest’anno è già arrivato all’ottavo aggiornamento con l’introduzione di numerosi miglioramenti sia per la ricerca dei file correlati che per l’eliminazione di bug presenti nella prima versione. Sul sito dello sviluppatore AppZapper viene così descritto: “AppZapper vi permette di disintallare ogni software con la stessa semplicità con cui è stato installato, proprio con il drag & drop. Basta trascinare una o più applicazioni che si desiderano disintallare su AppZapper per vedere immediatamente trovati ed apparire tutti i file extra o correlati all’applicazione e poterli eliminare con un solo click. Il sistema ricorda e rende sicure tutte quelle applicazioni, con tutte le tracce log, che non volete che siano ‘zapped’. AppZapper è l’unistaller che Apple si è dimenticata di fare.†Premesso che (grazie anche ai continui contatti personali con lo sviluppatore) ancora dalla 1.1 è stato eliminato il fastidioso bug relativo al drag and drop che con l’installazione della localizzazione in italiano non funzionava, le novità contenute nella 1.2 sono così riassumibili: - ora è possibile lo zapping di preferenze di sistema, - ora è possibile lo zapping di widget, - ora è possibile lo zapping di plugin di sistema, Sono state inoltre apportate correzioni ad aggiustamenti vari. Ricordo che il software richiede Tiger ed è possibile provarlo per 5 ‘zapped’ ed è successivamente acquistabile per 12,95 $. Con il presente post consiglio la sostituzione della localizzazione preinstallata (con quella specifica presente sul mio sito) per la presenza di un paio di imperfezioni sfuggite in precedenza ma soprattutto per l’Help che è stato tradotto anch’esso in italiano per cui andrà a sostituire quello originale. La localizzazione è liberamente scaricabile al seguente link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  12. Ho localizzato Podner fin dalla versione 1.1.1 poi con la 1.3 ed infine (con la localizzazione già preinstallata nel software) con l’uscita della 1.5 si è reso necessario aggiornare di nuovo la traduzione vista la presenza di alcuni miglioramenti sostanziali introdotti dagli sviluppatori. Podner che attualmente è arrivato alla 1.5.1 presenta infatti nuove interessanti implementazioni. Faccio memoria per coloro che ancora non conoscono Podner ricordando che è stato rilasciato come utile complemento per i possessori di iPod video nel senso che ha un solo compito, ma lo fa molto bene: quello di elaborare i nostri filmati in modo da renderli compatibili e leggibili sull’ultimo gioiello di Apple. L’ultimo iPod infatti è in grado di leggere direttamente solo i filmati codificati con formato Mpeg4 e H.264. Per chi ancora non conosce le caratteristiche essenziali d Podner rimando comunque al sito dello sviluppatore. Per quanto riguarda invece le novità introdotte dalla 1.5 si possono così riassumere: - ritaglio del video automatico, obbligato e manuale con rapporto di 4:3 - prestazioni per il DV significativamente migliorate, - possibilità , nelle preferenze di abilitare/disabilitare il DV deinterlacciato, - ora le preferenze richiedono la posizione dell’output prima di iniziare il processo di elaborazione, - supporto diretto per iMovie HD basta trascinare il file direttamente su Podner, - fra le correzioni da segnalare il bug fix per il 340x240 e l’H.264 per la qualità migliore e massima in cui è stato ristabilito il livello di funzionamento, Nella 1.5.1 sono stati introdotti i seguenti miglioramenti: - corretto un bug che impediva la corretta apertura utilizzando Mac OS X 10.3.9 - ora viene visualizzato il messaggio “protetto†per le video clip di iTunes Music Store Il presente post per consigliare la sostituzione della localizzazione preinstallata (con quella specifica per la 1.5.1 presente sul mio sito) per la presenza di alcune imperfezioni sfuggite nella 1.5. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  13. Sul sito dello sviluppatore sono riassunte le principali caratteristiche di Pod2Go così come segue: Pod2Go può sincronizzare sul vostro iPod una varietà di informazioni come: news, previsioni del tempo, orari degli spettacoli e cinema, trasferire itinerari in macchina o a piedi, trasferire e sincronizzare pezzi musicali, si possono trasferire testi con il supporto di una buona varietà di formati, è possibile usare l’iPod per fare il backup e molto altro. Come si può vedere, pur con diverse funzioni utilizzabili solamente negli Stati Uniti, Pod2Go consente di ampliare l’utilizzo dell’iPod rendendolo QUASI un palmare. Pod2Go funziona pienamente per 15 giorni dopo di chè, se farà al caso vostro, potrete decidere di acquistarlo per 15 $†Con l’ultimo aggiornamento sono stati introdotte le seguenti novità : - gli articoli completi editati in giapponese e cinese ora sono correttamente trasferibili su iPod, - Pod2Go ora può usare una nuova icona colorata di iPod nel menu bar con l’opzione per utilizzare il bianco e nero nelle preferenze, - la capienza degli articoli delle news è stata aumentata fino a 100. Tutti quei possessori di iPod che vogliono sfruttarlo oltre il suo normale uso non potranno, in sostanza, fare a meno di provare Pod2Go. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  14. Panic , la software hause che ha sviluppato Unison descrive il proprio prodotto così come segue: “Unison è un newsreader rivoluzionario creato per Mac OS X e per reti usenet. Offre tutte le funzionalità tipiche di un newsreader come: facile navigazione per argomenti di discussione, capacità di ignorare post non desiderati, gestione di firme multiple, invio di post con controllo ortografico e con aspetto similare a mail. Unison ha tutto quello che può servire per comunicare con un altro client usenet, cominciando con un'unica interfaccia a quattro viste per visionare e lavorare con gruppi di discussione usenet distinti, con quattro stili: messaggi, files, immagini e musica. E’ possibile avere un anteprima dei file MP3 direttamente dal server usenet, visione delle immagini con vista delle thumbnails simile a quella di iPhoto, trasferimenti con una gestione flessibile del download, veloce ricerca dei favoriti con un’interfaccia per categorie con visione a colonne, raggruppamento intelligente dei files nei meta-gruppi (come le canzoni negli album) eccellente visione dello stato di trasferimento dei file nel dock e molto altro ancora.†In questa ultima versione le principali novità sono così riassumibili: - è stato corretto un potenziale crash quando di usava il comando “contrassegna come letti†- è stato corretto un bug che si manifestava con il download di file BinHex e MacBinary su mac dotati di intel, - la selezione maiusc-freccia nella vista immagine ora funziona, - sono stati corretti alcuni bug che provocavano cattivo funzionamento di alcuni comandi, - è stato riparato un potenziale crash che poteva verificarsi quando si ridimensionava la colonna della data, - è stato migliorata la funzionalità di disconnessione del server. Unison è pienamente utilizzabile per 15 giorni, dopo di chè i favoriti saranno disabilitati e potrete utilizzare il software per un massimo di 10 minuti. Anche con questo aggiornamento della localizzazione non è stato possibile tradurre completamente il software per quanto concerne l’help in linea e la finestra della preferenze. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  15. Dopo oltre un mese di forzata inattività a causa del router che ormai totalmente “cotto†ha messo completamente in crisi la mia piccola rete wireless, posso finalmente riprendere a pieno regime con una serie di aggiornamenti di localizzazioni in italiano. La prima si riferisce a Cocktail che è una utilità storica per Mac OS X visto che accompagna il nuovo OS di Apple fin dalla prima uscita. Le caratteristiche di questo software sono descritte dallo sviluppatore così come segue: “L’applicazione facilità e semplifica le funzioni avanzate di UNIX e da accesso alle regolazioni nascoste di OS X ottimizzando facilmente il vostro sistema. E’ un software di utilità semplice e nello stesso tempo potente con tutte le più importanti caratteristiche, organizzate in cinque categorie di base e un pilota che consente di pulire, riparare e ottimizzare il vostro sistema con un semplice click su un bottone.†In questa nuova versione, essenzialmente di mantenimento, le principali novità sono riassumibili così come segue: - è stato corretto un bug che sui mac dotati di processori Intel segnalava un errore di tipo -1762 quando si avviava il pilota, - è stato corretto un bug di compatibilità con VersionTracker Pro, - sono stati apportati miglioramenti secondari al pilota. La localizzazione aggiornata della versione per Tiger è liberamente scaricabile al seguente link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  16. Da quando sono iniziate le vendite dell’iPod video sono aumentate notevolmente anche le vendite di filmati video con i formati adatti per essere visualizzati sui nuovi gioielli di Apple. Sono di pari passo stati rilasciati anche diversi software che consentono di convertire i filmati già in nostro possesso. Nello scorso mese di novembre ho avuto modo di recensire e di localizzare, ad esempio, Podner che ha puntato tutto sulla semplicità , immediatezza e velocità di utilizzo basta un drag & drop ed il software è già pronto alla conversione. iSquint ha invece intrapreso una strada leggermente diversa, che assomiglia a quanto fatto anche da HandBrake, un maggiore supporto di formati di importazione e maggiore possibilità di settaggio nella conversione, il tutto con un software freeware. iSquint è stato creato pressoché in concomitanza con l’uscita di iPod video ed è stato sottoposto a più di una dozzina di aggiornamenti che ne hanno notevolmente migliorato la stabilità e la velocità che inizialmente lasciavano a desiderare. Sul sito dello sviluppatore le caratteristiche del software, arrivato da pochi giorni alla 1.1.2, sono così descritte: “iSquint è un’applicazione per Mac OS X per conversione di video per iPod. E’ molto più veloce di QuickTime pro e funziona con quasi tutti i formati video più popolari ed è attualmente gratuito. Usarlo è veramente facile, basta trascinare il file da convertire con un drag & drop e cliccare su avvia. Potete scegliere il formato di conversione: per i Pod o per TV, regolarne la qualità a vostro piacimento e persino utilizzare le funzioni di settaggio avanzato. Su un G4 da 1,5 GHz iSquint può convertire la maggior parte dei filmati in tempo reale. Pur dipendendo da alcuni fattori, 20 minuti di video occupano normalmente 50-150 mb di spazio su disco. Caratteristiche: - conversione veloce in Mpeg-4 o H.264 di quasi tutti i video attualmente usati, dall’3GP al XviD, - non è richiesto nessun codec divx per QuickTime, - sono supportati formati come Divx/XviD, avi, tutti i vari tipi di MPEG e molti altri formati di QuickTime, - il software processa in batch file multipli. Salva in un singolo posto o in cartelle differenti. - è dotato di un cursore di qualità , - ha un cassetto per le regolazioni avanzate, - usa il multithread per computer con multi-processore, - ecco alcuni dei formati supportati: mov, mp4, avi, dv, mpg, vob, 3gp, asf, wmv, fiv, m4v†Nell’ultima versione sono stati implementati i seguenti miglioramenti: - la qualità audio di certi clip è ora molto migliorata, - è stato riparato un possibile problema che poteva verificarsi con formati mp4 con il 10.3.9 Il software richiede Mac OS X 10.3.9 o superiore ed è già stato compilato in Universal Binary La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  17. Questa piccola applicazione rilasciata all’inizio di quest’anno è già arrivata al secondo aggiornamento e si avvia a diventare particolarmente utile per tutti gli abituè che si divertono a ‘provare’ o a ‘testare’ software di vario genere sul proprio computer. Sappiamo infatti che ogni software, a partire anche da quello che basta trascinare nella cartella applications, genera poi con il semplice avvio una serie di file che per essere disintallati ci obbligano a ricerche certosine nelle varie cartelle di sistema. Sul sito dello sviluppatore AppZapper viene così descritto: “AppZapper vi permette di disintallare ogni software con la stessa semplicità con cui è stato installato, proprio con il drag & drop. Basta trascinare una o più applicazioni che si desiderano disintallare su AppZapper per vedere immediatamente trovati ed apparire tutti i file extra o correlati all’applicazione e poterli eliminare con un solo click. Il sistema ricorda e rende sicure tutte quelle applicazioni, con tutte le tracce log, che non volete che siano ‘zapped’. AppZapper è l’unistaller che Apple si è dimenticata di fare.†Con la versione 1.0.2 sono stati introdotti alcuni miglioramenti così riassumibili: - AppZapper ora comprende la capacità di ricercare (e quindi di eliminare) anche i package correlati che certe applicazioni creano nella cartella receipts, - è stato corretto un bug che poteva provocare un crash quando non si completava il drag & drop su AppZapper, - sono state migliorate le capacità di ricerca dei file, - sono stati corretti alcuni bugs minori. Il software richiede Tiger ed è possibile provarlo per 5 ‘zapped’ ed è successivamente acquistabile per 12,95 $. Installando normalmente la localizzazione, curiosamente, non funziona più il drag & drop, per poter continuare ad utilizzare questa caratteristica essenziale bisogna installare la localizzazione secondo le istruzioni contenute nel file leggimi! La localizzazione è liberamente scaricabile al seguente link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  18. Anche in questo caso ritengo interessante richiamare gran parte delle premesse inserite nella descrizione che accompagnava la precedente localizzazione del software nello scorso novembre. Dopo che nell’ultimo trimestre sono stati venduti più di 14 milioni di iPod (fra i quali molti video) quanto espresso in quell’occasione diventa ancora più attuale e valido. “Un software in particolare mi ha però colpito per quella sua capacità peculiare di sfruttare l’iPod QUASI fosse un palmare, sì perché Pod2Go fa proprio questo e potrà farlo ancora meglio in futuro per la possibilità di implementare nuove caratteristiche grazie ad una struttura basata su plug-in. Il compito di Pod2Go è quello di raccogliere tutta una serie di variegate informazioni e di fare da ponte per iPod passando i dati con il solito sistema della sincronizzazione. Sul sito dello sviluppatore sono riassunte le principali caratteristiche già attualmente implementate che possiamo così riassumere: - News: Pod2Go può raccogliere una enorme quantità di notizie da un indirizzario di più di 1.000 Url o feed, con la possibilità di inserirne di propri anche con il supporto per RSS e Atom. - Tempo: E’ possibile avere le previsioni del tempo fornite da Weather Underground o rssWeather.com semplicemente inserendo i dati della propria città , purchè siano compresi nel database dei due fornitori sopra citati, Pod2Go penserà al resto. - Movies: Pod2Go consente di conoscere tutti gli spettacoli e/o films con informazioni, valutazioni ed orari di proiezione o rappresentazione, attualmente però funziona solo per gli Usa ed il Canada. - Azioni: E’ possibile essere informati in tempo reale sul valore delle nostre azioni preferite, con dati di apertura, cambiamento o chiusura della borsa anche in questo caso però solo per Wall Street. - Lyrics: Pod2Go rende ancora più semplice e facile ascoltare la nostra musica preferita su iPod grazie alla possibilità di scegliere e scaricare brani dalla nostra libreria di iTunes, per portarla su iPod, grazie anche al supporto di un veloce sistema di ricerca. - Testo: Portare i vostri testi preferiti su iPod. Pod2Go supporta diversi formati: testo, rtf, html, word e pdf. Pod2Go consente anche di creare direttamente all’interno dell’applicazione delle note di testo poi trasportabili su iPod. - Oroscopo: Basterà selezionare il vostro segno zodiacale e potrete avere in automatico il vostro oroscopo tutti i giorni. In inglese. - Navigatore: Questa è una delle funzioni più belle, basterà scegliere lo stato di appartenenza, indicare il luogo di partenza, il luogo di arrivo e quello di eventuali soste e grazie a Mappy potrete avere un navigatore che trasportato su iPod sarà utile per percorsi guidati in motocicletta, automobile, pulmino o camion. E tutto in italiano. - Prezzo del gas: Servizio in funzione solo negli Stati Uniti consente di conoscere nome, prezzo e posizione della più vicina stazione del gas. - Applicazioni: Trasforma il vostro iPod in un Pda. E’ possibile sincronizzare i contatti della vostra rubrica indirizzi su iPod. La stessa cosa con i calendari di iCal, potete trasferire i messaggi di posta da Mail a iPod. Potrete sincronizzare anche i bookmarks di Safari su iPod e così pure per gli appunti di Stickies. - Backup: Con Pod2Go fare backup o sincronizzare i vostri files su iPod sarà semplicissimo. - Lancio applicazioni: Pod2go fornisce la possibilità di lanciare tutte le applicazioni, workflow di Automator, grazie al supporto di AppleScript sarà poi possibile eseguire programmi di utilità . - Utilities: sono infine compresi due programmi di utilità che consentono a Pod2Go di: importare da iPod musica che è stata erroneamente cancellata nella libreria sul computer. La stessa cosa è possibile per delle semplici note o promemoria che da iPod possono essere trasferite sul computer. Come potete vedere, pur con alcune funzioni utilizzabili solo negli Stati Uniti, Pod2Go consente di ampliare l’utilizzo dell’iPod rendendolo veramente QUASI un palmare. Pod2Go funzionerà pienamente per 15 giorni dopo di chè, se farà al caso vostro, potrete decidere di acquistarlo per 15 $†Quanto sopra era stato riportato nella premessa alla localizzazione della versione 1.5, da allora sono usciti tre aggiornamenti contenenti diverse novità principalmente così riassumibili: - il software è stato riscritto in Universal Binary, - è stata migliorata la sincronizzazione delle News e delle Applicazioni e corretti alcuni bugs, - con l’ultima versione è stata introdotta la compatibilità con Mac OS X 10.2.8 (Jaguar) Resto pertanto convinto che tutti quei possessori di iPod che vogliono sfruttarlo oltre il suo normale uso non potranno fare a meno di Pod2Go, come non potranno fare a meno della localizzazione che aiuta a rendere più comprensibili e complete nell’utilizzo le molte funzioni contenute nel software. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  19. Anche in questo caso trovo utile richiamare alla memoria quanto premesso in occasione della precedente localizzazione (1.6.3) nello scorso novembre. “Sono ormai molti i siti ed i forum dedicati al mac, che crescono di pari passo all’uso di internet, per comunicare esperienze e/o richieste di aiuto nell’uso quotidiano del computer. Fra le diverse possibilità che abbiamo a disposizione un posto di rilievo è certamente rappresentato dalla possibile partecipazione ai newsgroups normalmente destinati ai più variegati argomenti di discussione. Di cosa abbiamo bisogno? Di poche cose: prima di tutto di un newsreader che consenta di leggere ed usare le notizie scambiate con o tra altri utenti, nel caso specifico l’esempio è riferito a Unison perché pur essendo uno shareware, a mio personale giudizio è più completo di altri software freeware anche particolarmente diffusi; per seconda cosa abbiamo bisogno di un server per collegarci alla rete usenet usata da questi newsreader, ad esempio nel mio caso: news.tin.it, (tutti i provider ne offrono comunque uno) per terza ed ultima cosa basta collegarsi ad un gruppo di discussione ed il più famoso, per mac, in Italia è it.comp.macintosh Ho voluto, come al solito, fare un esempio concreto per segnalare un pratico utilizzo di questo software e di quello che dobbiamo fare per entrare in uno dei gruppo di discussione per mac, ma le possibilità sono tantissime, basti dire che nel mio caso Unison carica oltre 34.000 gruppi. Potremo così fare ricerche per vedere se l’argomento che ci interessa è stato già trattato e quindi trovare magari subito la risposta, oppure spedire un post al gruppo ad attendere un riscontro che potrà essere depositato sul server consentendoci di ritornare, successivamente, per leggerlo. E’ inoltre possibile spedire messaggi diretti o mail. Questo per quello che concerne i messaggi, un’utilizzo similare, con ovvie possibilità di download, può essere fatto per files, immagini e musica.†Ricordo ora per quanto riguarda Unison la descrizione del software riportata sul sito dello sviluppatore: “Unison è un newsreader rivoluzionario creato per Mac OS X e per reti usenet. Offre tutte le funzionalità tipiche di un newsreader come: facile navigazione per argomenti di discussione, capacità di ignorare post non desiderati, gestione di firme multiple, invio di post con controllo ortografico e con aspetto similare a mail. Unison ha tutto quello che può servire per comunicare con un altro client usenet, cominciando con un'unica interfaccia a quattro viste per visionare e lavorare con gruppi di discussione usenet distinti, con quattro stili: messaggi, files, immagini e musica. E’ possibile avere un anteprima dei file MP3 direttamente dal server usenet, visione delle immagini con vista delle thumbnails simile a quella di iPhoto, trasferimenti con una gestione flessibile del download, veloce ricerca dei favoriti con un’interfaccia per categorie con visione a colonne, raggruppamento intelligente dei files nei meta-gruppi (come le canzoni negli album) eccellente visione dello stato di trasferimento dei file nel dock e molto altro ancora.†Essendo ormai quattro le versioni uscite dalla precedente localizzazione ci sarebbero decine di novità per cui riassumo solo le principali: - si è lavorato molto all’aumento della velocizzazione delle varie funzionalità del software, - si è migliorato e velocizzato il trasferimento di files dal server, - sono stati apportate numerose correzioni ai bugs presenti o potenziali, - l’ultimissima versione è ora scritta in Universal Binary In conclusione vale sicuramente la pena di aggiornare. Ricordo che Unison è pienamente utilizzabile per 15 giorni, dopo di chè i favoriti saranno disabilitati e potrete utilizzare il software per un massimo di 10 minuti. Anche con questo aggiornamento della localizzazione ho trovato alcune difficoltà perché il programma pur essendo scritto in Cocoa non mi ha consentito la completa traduzione dall’help in linea e della finestra della preferenze, il risultato è comunque molto soddisfacente. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  20. Come premessa ricordo quanto già specificato in occasione della prima localizzazione di questo interessante software ancora nel giugno dello scorso anno: “Con Mac OS X abbiamo dovuto cambiare le nostre vecchie abitudini (vedi Mac OS 9 e le Norton Utilities) per quanto riguarda la manutenzione e l'ottimizzazione del sistema operativo e del disco rigido. Mac OS X essendo Unix ha già implementata la capacità di manutentare ed ottimizzare il sistema e coloro che lo hanno sempre acceso non se ne accorgono nemmeno visto che la cosa avviene normalmente in orario notturno. Per coloro che non hanno sempre in funzione il mac può essere utile fare la manutenzione e l'ottimizzazione del proprio sistema usando appositi programmi. Ne abbiamo a disposizione diversi, a partire da Onyx (Freeware) Cocktail (shareware da 15 $) però accompagna Mac OS X fin dall'inizio, per cui si può dire che sia cresciuto assieme all’OS ed attualmente è disponibile con versioni destinate a Jaguar, a Panther e nella versione 3.7 a Tiger con supporto per Automator. Il programma è sicuramente valido ed utile perché non è vero che Mac OS X non ha bisogno di manutenzione e Cocktail racchiude molte opzioni e funzionalità interessanti (che vanno usate ed utilizzate ovviamente con la dovuta attenzione)†In questa nuova versione le principali novità possono essere così riassunte: - compatibilità degli indirizzi di Mac OS X 10.4.4 e con nuovi Mac dotati di Intel, - sono state aggiornate e migliorate le azioni di Automator - sono stati corretti alcuni bugs ed apportati altri miglioramenti secondari. La localizzazione aggiornata della versione per Tiger è liberamente scaricabile al seguente link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  21. Ho localizzato Podner ancora con la versione 1.1.1 e successivamente la localizzazione è stata inserita nei diversi aggiornamenti postati dagli sviluppatori, ora Podner arrivato alla 1.3 presenta alcune interessanti novità . Ricordo che Podner è stato rilasciato come complemento per i possessori di iPod video nel senso che ha un solo compito, ma lo fa molto bene: quello di elaborare i nostri filmati in modo da renderli compatibili e leggibili sull’ultimo gioiello di Apple. L’ultimo iPod infatti è in grado di leggere direttamente solo i filmati codificati con formato Mpeg4 e H.264. Riporto le principali caratteristiche presenti sul sito di Splasm relative a questo piccolo ma interessante software, con la premessa che Podner: “intende dare una risposta di qualità a tutti i nuovi utilizzatori di iPod video che hanno bisogno di processare i filmati o i video musicali, rendendoli iTunes compatibili, e non sono sicuri di riuscire a farlo usando QuickTime Proâ€. - esportazione verso iPod video di filmati Mpeg-4 e H. 264 senza l’utilizzo di QuicTime pro. - elaborazione in batch, - supporto singlepasse e multipass H.264 - elaborazione in batch, - supporto audio muxed MPEG, - tre facili regolazioni di qualità , - supporto per poster durante l’elaborazione del filmato, - integrazione con iTunes, i file elaborati sono trasmessi ad iTunes I requisiti minimi di sistema prevedono: - Mac OS X 10.3.9 - iTunes 6 - QuickTime 7.0.3 - uno spazio temporaneo minimo su disco pari a tre volte la dimensione del file da processare. In versione dimostrativa Podner consente di processare 2,5 minuti di filmato che sarà possibile osservare su iPod e in iTunes. Caratteristiche di questo ultimo aggiornamento: - il software è riscritto in Universal Binary (funzia sui nuovi Mac Intel in modo nativo) - nel Dock è stato inserito un indicatore del processo di elaborazione, - processo di elaborazione ulteriormente incrementato, del 10% rispetto alla versione precedente, - sono stati inseriti alcuni miglioramenti di interfaccia. Sono state poi apportate diverse correzioni ai bugs segnalati dagli utilizzatori. In definitiva un software che sta migliorando rapidamente e velocemente e che vale interamente i $ 9,90 che richiede per l’utilizzo. La localizzazione è stata aggiornata in conseguenza ad alcune piccole modifiche di interfaccia apportate con questa ultima versione, per cui la localizzazione dovrà sostituire quella già presente nel software. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  22. Pensate che le funzioni offerte dall’orologio di Mac OS X sono troppo scarse e scarne, vi serve un orologio più completo con allarmi, contatori, timer con orari di varie località del mondo? Se la vostra risposta è sì allora dovete provare Meridan Alarm Clock. Sul sito dello sviluppatore Meridian Alarm Clock viene così descritto: "Meridian è un super orologio per il vostro mac. Meridian installa le proprie funzioni migliorate nella barra del menù (sostituendo se volete quelle di sistema) aggiungendo gli allarmi, gli orari delle varie zone del mondo, i timers, i contatori; il tutto completo di suoni come campane, carrillon ecc. Meridian infatti può usare numerosi suoni d’allarme incorporati nel software ma anche le playlist di iTunes. Meridian può mostrarvi l’orario locale di una data città , vi ricorda quanto tempo manca ad una riunione importante, tiene traccia del tempo di un parchimetro, oppure cronometra il tempo di un test che fate a scuola." Nell’ultima versione uscita all’inizio di questo mese sono incluse nuove caratteristiche così riassumibili: - Meridian può aumentare il volume sonoro di sistema in modo da assicurarsi che non vi sfugga l’allarme, - la nuova funzione Snooze pospone gli allarmi di alcuni minuti per poi ricordarveli ancora, - sono stati inseriti nuovi menu e dialoghi in modo da poter generare rapidamente nuovi orari di località senza passare per le preferenze, - una nuova finestra di notifica offre una migliore vista di allarmi e temporizzatori mettendovi a conoscenza del tempo rimanente, - l’orologio del menu bar è stato reso più personalizzabile e responsivo. Potete scaricare il software dal sito dello sviluppatore e provarlo completamente e liberamente per 31 giorni; al termine potrete decidere se acquistarlo. Meridian è uno shareware di $ 19,95 (forse un po’ caro) che richiede Panther o superiore ed è giudicato dagli utilizzatori molto positivamente per la sua completezza. La localizzazione è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  23. La prima localizzazione in italiano per Skype realizzata per la v.27 si è dimostrata, in alcuni casi, motivo di chiusura inaspettata del software, poi le cose sono migliorate con la v.33 od ora, con l’uscita della v.35, considerata dagli sviluppatori versione stabile (e non più una beta) i problemi di chiusura inaspettata risultano finalmente superati. L’aggiornamento della localizzazione alla v.35 risulta pertanto interessante per le numerose correzioni di errori o sviste effettuate grazie alla segnalazione di diversi utenti, per cui si può dire che anche la localizzazione (molto pesante e complessa da realizzare) in definitiva, era anch’essa una beta. Le novità contenute nella v.35, sul sito dello sviluppatore, sono infatti riassunte in un paio di righe destinate soprattutto alla aliminazione di diversi bug-fix, a piccole correzioni dell’interfaccia (per la verità ancora brutta) ed all’eliminazione di un errore che si poteva verificare in caso di utilizzo del voicemail direttamente dal cassetto. Questa in sostanza dovrebbe essere l’ultima release in attesa della versione 2.0 comprendente la videoconferenza. E’ auspicabile che in futuro venga comunque aumentata la stabilità del software visto che alcuni utenti lamentano cadute di collegamento con linee a bassa velocità . Non sono ancora arrivato a testare il software con un nuovo dispositivo che consente di usare anche telefoni cordless per cui riferirò ain una prossima occasione. La localizzazione (piuttosto corposa) è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  24. Si, più o meno, fa le stesse cose di Growl, essendo in Cocoa iAlert è stato però più facilmente localizzabile, e poi mi è sembrato (a giudizio personale) un pochino più simpatico.
  25. Il suggerimento di un utente mac che utilizza un programma che consente di essere avvisati all’arrivo di una mail mi ha stuzzicato l’idea di cercare l’esistenza di un software (meglio se freeware) che consentisse, possibilmente, di fare anche qualcosa in più o di avere anche altri avvisi di sistema. Fra i diversi che ho trovato iAlert mi è sembrato molto duttile, completo ed utilizzabile secondo le preferenze di ognuno di noi. Ma in sostanza a cosa serve iAlert? Dal sito degli sviluppatori troviamo le principali caratteristiche così riassunte: “iAlert è un preferente pane che consente di visualizzare avvisi (o allarmi) tramite una piccola finestra galleggiante trasparente ogni volta che accade un particolare evento legato ad una applicazione alla quale abbiamo ‘collegato’ il software†I plug-in incorporati consentono di mostrare allarmi quando: - un sito web viene aggiornato, - al completamento di un download di Safari o Firefox, - quando Safari riceve un nuovo articolo RSS - quando si ricevono nuovi messaggi da Mail, Entourage o Thunderbird, - quando si ricevono nuovi messaggi o si collega un amico ad iChat, - quando si avvia una nuova canzone in iTunes, Si possono inoltre settare allarmi e temporizzatori. Gli allarmi sono completamente personalizzabili, ed è possibile controllarne la dimensione, la posizione sullo schermo, la loro opacità , il colore e l’immagine in background. iAlert supporta i plug-in, si può usare con AppleScript, si possono poi realizzare script ed utilizzare iAlertBridge per collegare gli avvisi ad applicazioni realizzate in Cocoa. L’applicazione, freeware, richiede Tiger o superiore e la preventiva installazione di SIMBL. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html ed è piuttosto pesante perché ha richiesto la traduzione anche per i plug-in utilizzati dal software. Cordiali Saluti Pierino Donati