Harbour

Members
  • Content Count

    147
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Harbour

  1. Proseguono incessantemente gli aggiornamenti di Gizmo Project, che con la v.109 (scaricabile solo dal sito dello sviluppatore) comprende nuovi miglioramenti è correzioni di bugs riscontrati anche nella precedente v.108 La localizzazione relativa alla v.109 comprende infatti anche la penultima versione di GizmoProject rilasciata come 1.2.1 v.108; ricordo che Gizmo, software VOIP, appartiene ad una categoria in forte espansione attualmente seguita con molta attenzione anche dalle grandi compagnie telefoniche. A differenza di altri software Gizmo usa un protocollo, come il SIP, non proprietario, e consente (come tutto ben sappiamo) di telefonare gratuitamente fra computer che utilizzano un collegamento internet, ed è come al solito rilasciato gratuitamente e contemporaneamente per tutte le principali piattaforme. Confermo il perfetto funzionamento con dispositivi tipo Gold USB Phone, con l’unica limitazione che non interagisce direttamente con il comandi del software come avviene invece per Skype. Le novità contenute, ancora nell’aggiornamento della v.108, in base a quanto dichiarato dallo sviluppatore si possono riassumere come segue: - nella finestra principale è stato aggiunto un link nel caso si dimentichi la password, - nelle preferenze avanzate è stata aggiunta la possibilità di usare i toni out-of band DTMF - la criptazione di Gizmo è stata cambiata, ora la criptazione è permessa solo fra client correnti di Gizmo, - sono stati modificati i dialoghi utilizzati dall’Assistente aggiunta contatti, per rendere migliore e più funzionale il suo utilizzo, - sono stati cambiati i suoni di default per i messaggi IM in incoming/outgoing Sono stati inoltre corretti alcuni bugs: - corretto un bug che poteva causare il fallimento del login con collegamento tramite proxy HTTP/HTTPS, - corretto un bug per renderne compatibile il funzionamento con alcune configurazioni di firewall su network. La localizzazione in italiano della v.109 è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  2. La nuova versione (beta) si trova su questa pagina: http://www.skype.com/products/skype/macosx/ La localizzazione funziona anche con questa, per quanto riguarda l'utilizzo di mricrofono incorporato ecc., credo che basti configurare tutto correttamente nelle preferenze di Skype. Ciao
  3. Ho appena avuto conferma che la nuova versione di Skype v.33 apparsa sul sito ieri sera funziona perfettamente utilizzando la localizzazione per la v.27 e sopratutto elimina i crash per quei pochi utenti che gli avevano avuti. http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti
  4. Quasi alla fine della giornata, con qualche centinaio gli utenti che hanno già scaricato la localizzazione di quella che è dichiarata essere una beta, ho avuto solo tre segnalazioni che hanno ricontrato problemi (dopo l'installazione Skype si chiudeva inaspettatamente) di cui una già risolta. Per cui credo si possa dire che, tutto sommato, tutto funziona bene.
  5. Viste le numerose richieste pervenutemi ho preparato anche la localizzazione dell’ultima versione di Skype. Pur avendo sempre usato entrambi, fin’ora avevo privilegiato la localizzazione di Gizmo Project, che usa un protocollo di trasmissione aperto, diventando in pratica l’unica valida e vera alternativa a Skype. A Skype bisogna però riconoscere alcuni dati di fatto: essendo partito prima ha già raccolto il maggior numero di adesioni, più di 50 milioni di account per un client P2P rappresentano una cifra altissima, con oltre 3 milioni di utenti stabilmente in linea; questo però non ha portato gli sviluppatori a cullarsi sugli allori, anzi, i miglioramenti del software (freeware e per tutte le piattaforme come Gizmo) sono sempre stati continui. L’unico difetto di Skype, probabilmente riguarda l’utilizzo di un protocollo proprietario, per il resto il software, come citato in precedenza, è in continuo miglioramento ed evoluzione e nella prossima versione dovrebbe essere implementata, anche per mac, la video chat. Riporto, per i pochi con non le conosceranno, le caratteristiche principali del software così come sono descritte sul sito degli sviluppatori. “Skype è un fenomeno derivato dalle moltissime persone che hanno usato la rete P2P KaZaA. Infatti proprio come KaZaA usa la stessa tecnologia P2P per collegarsi ad altri utenti, in questo caso però non si tratta di condividere i files con altri utenti, ma di comunicare e chattare con i vostri amici. La tecnologia utilizzata e estremamente avanzata, ma semplice da usare, potrete fare telefonate gratuite ai vostri amici senza limiti di tempo!†Fra le moltissime novità contenute nell’ultima versione riporto poi di seguito solamente le principali, riprese sempre dal sito di Skype: - supporto per messaggi di umore, - opzioni chiamata con risposta automatica, - pausa automatica di iTuns durante la chiamata, - memorizzazione delle chat aperte dopo la chiusura, - nuovi suoni per le notifiche di eventi, - la dimensione delle font nelle chat individuali ora è stata corretta, - i pannelli di servizio ed eventi ora si chiudono più velocemente, - nuovi comandi nella finestra di chat, - è stato ridisegnato il pannello preferenze di chiamata, - nuovo schermo di login, - è stato migliorato la qualità dell’audio di chiamata, - nuove icone, pulsanti e grafica, - Skype ora si avvia anche da volumi Unix, - è stato migliorato il supporto per dispositivi fireware, E molti altri miglioramenti e bug fix leggibili sul sito di Skype. In definitiva questo è il software principe per la telefonia P2P anche su mac, ho potuto anch’io utilizzarlo con il Gold USB Phone con il quale funziona perfettamente anche a livello di comandi del software; mi riprometto inoltre di provare anche l’utilizzo di un nuovo dispositivo (del quale sono venuto in possesso ieri sera alla icena con gli amici del Tote’nMac) che consente di usare anche telefoni cordless e di riferire al riguardo in una prossima occasione. Nella corposa localizzazione che è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html saranno, probabilmente, ancora presenti alcune imperfezioni o mancate traduzioni che vi prego di segnalarmi in modo che possano essere corrette ed inserite nella prossima release. Cordiali Saluti Pierino Donati
  6. L’aggiornamento di questo software freeware dedicato alle previsioni del tempo, l’ho realizzato con molto piacere, perché si tratta del mio primo software localizzato ormai risalente al maggio di quest’anno. Espongo qui di seguito le caratteristiche principali, riprese dal sito dello sviluppatore, di questo interessante, utile e completo programma: Le informazioni del tempo raccolte da WeatherDock sono visualizzate in tre modi: nel dock, nel menù o sul desktop a nostra scelta. Le informazioni sono basate su xml forniti da weather.com e saranno relative alla località più vicina a noi che avremmo preventivamente inserito nella lista dei preferiti (od ad altre località ) di cui weather.com aggiornerà continuamente le previsioni con una rappresentazione visuale che arriva fino a 10 giorni. Le informazioni della giornata sono divise in due parti: giorno e notte e contengono tutte una serie di elementi utili per la previsione come: temperatura, stato del cielo, pressione, velocità dal vento, senso del vento, umidità , punto di condensazione, visibilità ecc. In particolare le novità della 2.4 sono: - correzione di un bug nell’aggiornamento automatico dei dati che era visibile nelle voci del menu, - corretti alcuni errori di linguaggio, - le informazioni relative all’alba e al tramonto sono state ora visibili anche nel menù, - il software è stato poi ricompilato in Universal Binary. Questo, in definitiva, è un software che su un mac non può mancare. La localizzazione in italiano della 2.4 è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  7. Proseguono gli aggiornamenti di Gizmo Project, la v.101 è in gran parte dedicata alla correzione di diversi bugs segnalati dagli utilizzatori ed alla introduzione di un paio di interessanti novità come: un wizard per i nuovi utenti e di un ‘assistente’ per l’aggiornamenti dei contatti. Questo software VOIP impiega (e questo lo distingue da altri) l’uso di un protocollo non proprietario come il SIP, e consente (come è ormai risaputo) di telefonare gratuitamente fra computer che utilizzano un collegamento internet, ed è come al solito rilasciato gratuitamente e contemporaneamente per tutte le principali piattaforme. Inoltre, siccome ho pure io acquistato il Gold USB Phone, posso confermare che, avendolo provato, anche con Gizmo funziona perfettamente con l’unica limitazione che non interagisce direttamente con il comandi del software come avviene invece con Skype. Le novità contenute nell’aggiornamento della v.101 in base a quanto dichiarato dallo sviluppatore si possono descrivere come segue: - è stata aggiunto un wizard iniziale che riassume le caratteristiche del software, molto utile per i nuovi utenti, - è stato aggiunto un ‘assistente per l’aggiunta dei contatti’ per una facile ricerca e creazione di una lista di amici che utilizzano Gizmo, - è stata implementata la possibilità di inviare un invito (con le caratteristiche del programma) a provare Gizmo ad una lista di amici che ancora non lo conoscono, - e' stata aggiunta la possibilità di aggiungere contattti alla tua lista tramite URL, - è stato aggiunto il supporto per i sound blast nelle chiamate registrate, - è stata aggiunta una notifica quanto un utente Jabbar si aggiunge alla tua lista contatti, - è stata migliorata significativamente la velocità di caricamento della lista contatti. E fra le correzioni: - è stato corretto un bug che poteva comportare la chiusura inaspettata di Gizmo in alcune situazioni d’uso con network, - è stato corretto un bug che al ricevimento di una chiamata non criptata poteva comportare la disconnessione del collegamento, - è stata corretta una incompatibilità con dispositivi fireware M-Audio che poteva comportare la caduta della chiamata, - è stato corretto un bug che impediva il corretto utilizzo del messaggio istantaneo (chat) con il settaggio su ‘invisibile’, - è stato corretto un bug che non riportava correttamente le indicazioni nella lista delle chiamate oltre i 30 giorni. La localizzazione in italiano della v.101 è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  8. Il mondo del P2P sta vivendo tempi difficili, sottoposti agli attacchi delle major discografiche, molti server sono stati costretti a chiudere e molti sviluppatori di software hanno smesso di aggiornare i loro prodotti. Prima Napster, poi Kazaa, quindi WinMx hanno subito colpi pressochè mortali e la sola paura di una causa, con i costi esorbitanti che una eventuale difesa comporterebbe, hanno fatto dire ai programmatori di eDonkey che ne smetteranno lo sviluppo futuro. Personalmente sono convinto che la strada intrapresa da Apple con il suo iTunes Music Store sià stata l'unica proposta e risposta seria e ragionevole emersa negli ultimi anni di fronte al fenomeno della pirateria ed alla voracità delle compagnie discografiche che hanno continuato a mantenere prezzi 'fuori di testa'. In un periodo i cui (per fare un solo un esempio) il prezzo dei CD si è ridotto a un decimo del prezzo iniziale, il prezzo del prodotto finale (salvo per le promozioni) non ha subito nessuna riduzione. Prodotto finale che ormai è destinato ad un target giovanile con una età sempre più bassa, con l'evidente conseguenza di una minore disponibilità economica degli acquirenti. I vari organismi preposti alla cosidetta 'difesa dei diritti d'autore' hanno poi fatto di tutto per ottenere l'approvazione di leggi che continuassero a mantenere i loro privilegi economici (su ogni CD che si acquista paghiamo una tassa indipendentemente dall'uso che ne facciamo, mi volete spiegare perchè devo pagare la tassa su un CD che serve solo per il backup di dati personali? I diritti d'autore in questo caso dovrebbero appartenere a me, ma chi me li versa? Diritti d'autore che, in realtà , arrivano solo in minima parte a coloro che ne avrebbero il diritto, non si spiega altrimenti il fatto che in più occasioni è dovuto intervenire lo Stato per dare una pensione minima ad artisti finiti in miseria. Ma lasciamo perdere tutte queste considerazioni che, seppur attinenti, non hanno nessuna pretesa di voler sputare sentenze o di proporre soluzioni definitive su un argomento che avrebbe dovuto e dovrebbe comunque essere affrontato con uno spirito diverso da quello usato finora; la mozione contro la brevettabilità del software approvata dal parlamento europeo ha aperto uno spiraglio di luce. Passiamo pertanto a presentare la localizzazione del software in oggetto, che mi è stata sollecitata da diversi utenti, premettendo e ricordando che l'abuso nell'utilizzo di questo categoria di software comporta responsabilità personali sia civili che penali (nel caso che l'utilizzo non sia per uso personale ma per scopo di lucro), per cui cerchiamo di ricordarcelo nell'uso futuro che ne faremo. xDonkey (è un freeware aggiornato dopo più di 6 mesi che arriva ora alla versione 1.5) in pratica è un software con una interfaccia utente grafica (GUI) scritta in cocoa per Mac OS X che permette di controllare il demone 'mlnet' precedentemente installato sul mac o in rete locale. Il software consente ricerche p2p su networks Donkey, BitTorrent, Gnutella, Fasttrack ecc. Dal sito degli sviluppatori riassumo le migliorìe contenute il questa ultima versione. - aggiunta tipologia di ricerca in formato .rar, - eliminato bug dei risultati raddoppiati dopo "Disconnetti/Connetti", - compatibilità con i binaries Mulus 0.17.4, - nuovi binaries MLnet 2.6.7, - possibilità di manipolare i server preferiti, - disponibilità di selezione multipla per i comandi Pausa/Riprendi, Elimina e Registra nei trasferimenti, - nuova colonna 'Cliente' nella lista risorse, - nella ricerca è stata aggiunta una colonna con il numero delle fonti disponibili, - nella ricerca è stata aggiunto il filtro dei risultati (molto utile!) - nei trasferimenti nuovo calcolo del tempo rimanente, - nelle preferenze è stata introdotta la possibilità di settare la banda del download//upload, - nel globale: settaggio cartella condivisa, - nei trasferimenti, è stato eliminato un bug che mandava il programma in freeze in caso di cancellazione del trasferimento. La localizzazione in italiano è liberamente scaricare al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Ovviamente, come già ricordato, va usato nel rispetto delle disposizioni di legge per la tutela dei diritti d'autore. Cordiali saluti. Pierino Donati
  9. Lo localizzazione di Sound Studio che avevo predisposto ancora nello scorso luglio è stata direttamente inserita, in accordo con lo sviluppatore, anche nelle versioni successive. Con l'uscita della 3.0 nel software sono però state introdotte delle modifiche che non consentono un corretto utilizzo della vecchia localizzazione. Si è reso allora necessario aggiornare anche la localizzazione, che dalla prossima release sarà reinserita nel software. Ricordo che le principali caratteristiche del prodotto indicate sul sito dello sviluppatore sono così riassumibili: "Sound Studio oltre che ad essere destinato alla registrazione ed al trattamento dei file audio, è un software che consente di trarre il massimo vantaggio dalle possibilità incorporate per la registrazione ed il playback già presenti nei mac. I vostri dischi in vinile o le vostre cassette potranno essere così registrati e trattati in modo da tornare a nuova vita." Dalla versione 3, grazie ad un lavoro di reingegnerizzazione sono sfruttate ed utilizzate le ultime tecnologie introdotte in Mac OS X come Core Audio, Automator e le Audio Units (inserite nel software), queste nuove interessanti caratteristiche, possono essere riassunte così come segue. - supporto multi-traccia per il suono stereo, - supporto per gli effetti Audio Units, - salvataggio in MPEG-4 AAC, - salvataggio in MP3 quando il framework LAME è installato, - supporto per Automator, Nella 3.0.1 in particolare sono state apportate le seguenti modifiche: - l'applicazione è ora scritta in Universal Binary, quindi già pronta per i futuri computer basati su Intel, - è stato corretto un bug nei filtri Audio Units, - corretto bug nel filtro backwards, - corretto bug che provocava il crash nel settaggio di alcuni filtri, - ridotto la latenza nei filtri di anteprima, - è stato aggiornato l'help dell'applicazione alla versione 3, - la voce relativa alla registrazione del software è ora disabilitata in caso di registrazione La cartella contenente la localizzazione in italiano (che sostituirà quella attualmente contenuta nel software) è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti Pierino Donati
  10. Qualcuno mi ha segnalato, ma l'avevo già notato in fase di localizzazione, un fastidioso bug proprio nel plug-in degli itinerari, la descrizione che appare nella finestra che poi viene sincronizzata su iPod non corrisponde a quello generato da Mappy. Un rimedio parziale consiste nel fare copia-incolla dalla prima finestra e poi esportare su iPod. In ogni caso segnalero il bug agli sviluppatori in modo che possano porvi rimedio con la prossima release.
  11. Nel mio quotidiano girovagare sui vari siti di news dedicati al mac mi sono imbattuto recentemente in alcune positive recensioni di Podner che pur essendo stato rilasciato solamente verso la fine del mese scorso ha già all’attivo due piccoli aggiornamenti che lo hanno migliorato rendendolo stabile e veloce. Podner è stato rilasciato recentemente come complemento per i fortunati possessori di iPod video nel senso che ha un solo compito: quello di elaborare i nostri filmati in modo da renderli compatibili e leggibili sull’ultimo gioiello di Apple. L’ultimo iPod infatti è in grado di leggere direttamente solo i filmati codificati con formato Mpeg4 e H.264. Dopo averlo provato (ed acquistato) posso dire che il software mantiene le promesse e conferma meritatamente l’alto rating ottenuto nei commenti dei primi utilizzatori. Sul sito dello sviluppatore (Splasm) possiamo leggere le caratteristiche implementate nell’ultima versione di Podner che come si legge nella premessa: “intende dare una risposta di qualità a tutti i nuovi utilizzatori di iPod video che hanno bisogno di processare i filmati o i video musicali, rendendoli iTunes compatibili, e non sono sicuri di riuscire a farlo usando QuickTime Proâ€. Le principali caratteristiche sono poi così descritte: - tutto quello che dovete fare per riformattare la vostra collezione di filmati è di trascinarli all’interno della finestra di Podner, modificare se necessario i settaggi di codifica, ed avviare l’elaborazione, al resto penserà Podner. - al completamento dell’elaborazione i filmati saranno mostrati in una speciale playlist di iTunes e collocati nella cartella musicale di iTunes. Non resterà che sincronizzare iTunes con il vostro iPod e sarete pronti per la visione. - siete in attesa del vostro nuovo iPod e desiderate utilizzare iTunes per visionare i vostri filmati in formato Avi o Divx? Podner vi consentirà di riformattarli velocemente rendendoli così compatibili e mantenendo la loro qualità originaria. I requisiti minimi di sistema prevedono: - Mac OS X 10.4 - iTunes 6 -QuickTime 7.0.3 - uno spazio temporaneo minimo su disco pari a tre volte la dimensione del file da processare. In versione dimostrativa Podner consente di processare 2,5 minuti di filmato che sarà possibile osservare su iPod e in iTunes. Splasm garantisce il supporto con risposte veloci alle mail spedite al suo indirizzo. Ho anche testato altri software freeware che sono stati rilasciati recentemente ma non mi sono ancora sembrati così stabili e veloci come Podner e sopratutto così semplici nell’uso (d’altra parte alcuni non sono ancora arrivati alla release finale) per cui mi sento di poter dire che i 9,90 $ sono veramente una spesa contenuta rispetto ad esempio ai 30 $ che richiede QuickTime Pro per fare la stessa codifica. Per quanto riguarda la traduzione in italiano, è stata molto semplice perché il programma è semplice, essenziale e di facle utilizzo. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  12. L’intuizione che Apple ha avuto nel 2001 quando ha lanciato l’iPod comincia solo ora, dopo che ne sono state vendute a milionate, ad essere compresa nella sua pienezza. Anche i più scettici si stanno convincendo che grazie a questo prodotto l’azienda di Cupertino potrebbe aver iniziato una seconda vita, dai risvolti ancora difficilmente prevedibili, ma che potrebbero (se Apple saprà sfruttare l’occasione) farla uscire prepotentemente da un mercato che, per quanto riguarda i computer, è sempre stato considerato di nicchia. Tornando ad iPod in prevalenza è nato ed è usato per musica, immagini, base dati, ai quali si è poi aggiunta la funzionalità dei podcast e da poco anche il supporto per i video. Il successo è stato tale da fornire, a molte altre aziende, l’opportunità di mettere sul mercato anche centinaia di periferiche che ne ampliano di molto le possibilità di utilizzo, e la stessa cosa si può dire anche per decine e decine di software che facilitano, ampliano ed integrano le funzioni principali offerte dal classico abbinamento con iTunes Music Store Un software in particolare mi ha però colpito per quella sua capacità peculiare di sfruttare l’iPod quasi fosse un palmare, sì perché Pod2Go fa proprio questo e potrà farlo ancora meglio in futuro per alla possibilità di implementare nuove caratteristiche grazie ad una struttura basata su plug-in. Il compito di Pod2Go è quello di raccogliere tutta una serie di variegate informazioni e di fare da ponte per iPod passando i dati con il solito sistema della sincronizzazione. Sul sito dello sviluppatore sono riassunte le principali caratteristiche già attualmente implementate che possiamo così riassumere: - News: Pod2Go può raccogliere una enorme quantità di notizie da un indirizzario di più di 1.000 Url o feed, con la possibilità di inserirne di propri anche con il supporto per RSS e Atom. - Tempo: E’ possibile avere le previsioni del tempo fornite da Weather Underground o rssWeather.com semplicemente inserendo i dati della propria città , purchè siano compresi nel database dei due fornitori sopra citati, Pod2Go penserà al resto. - Movies: Pod2Go consente di conoscere tutti gli spettacoli e/o films con informazioni, valutazioni ed orari di proiezione o rappresentazione, attualmente però funziona solo per gli Usa ed il Canada. - Azioni: E’ possibile essere informati in tempo reale sul valore delle nostre azioni preferite, con dati di apertura, cambiamento o chiusura della borsa anche in questo caso però solo per Wall Street. - Lyrics: Pod2Go rende ancora più semplice e facile ascoltare la nostra musica preferita su iPod grazie alla possibilità di scegliere e scaricare brani dalla nostra libreria di iTunes, per portarla su iPod, grazie anche al supporto di un veloce sistema di ricerca. - Testo: Portare i vostri testi preferiti su iPod. Pod2Go supporta diversi formati: testo, rtf, html, word e pdf. Pod2Go consente anche di creare direttamente all’interno dell’applicazione delle note di testo poi trasportabili su iPod. - Oroscopo: Basterà selezionare il vostro segno zodiacale e potrete avere in automatico il vostro oroscopo tutti i giorni. In inglese. - Navigatore: Questa è una delle funzioni più belle, basterà scegliere lo stato di appartenenza, indicare il luogo di partenza, il luogo di arrivo e quello di eventuali soste e grazie a Mappy potrete avere un navigatore che trasportato su iPod sarà utile per percorsi guidati in motocicletta, automobile, pulmino o camion. E tutto in italiano. - Prezzo del gas: Servizio in funzione solo negli Stati Uniti consente di conoscere nome, prezzo e posizione della più vicina stazione del gas. - Applicazioni: Trasforma il vostro iPod in un Pda. E’ possibile sincronizzare i contatti della vostra rubrica indirizzi su iPod. La stessa cosa con i calendari di iCal, potete trasferire i messaggi di posta da Mail a iPod. Potrete sincronizzare anche i bookmarks di Safari su iPod e così pure per gli appunti di Stickies. - Backup: Con Pod2Go fare backup o sincronizzare i vostri files su iPod sarà semplicissimo. - Lancio applicazioni: Pod2go fornisce la possibilità di lanciare tutte le applicazioni, workflow di Automator, grazie al supporto di AppleScript sarà poi possibile eseguire programmi di utilità . - Utilities: sono infine compresi due programmi di utilità che consentono a Pod2Go di: importare da iPod musica che è stata erroneamente cancellata nella libreria sul computer. La stessa cosa è possibile per delle semplici note o promemoria che da iPod possono essere trasferite sul computer. Come potete vedere, pur con alcune funzioni utilizzabili solo negli Stati Uniti, Pod2Go consente di ampliare l’utilizzo dell’iPod rendendolo veramente quasi un palmare. Pod2Go funzionerà pienamente per 15 giorni dopo di chè, se farà al caso vostro, potrete decidere di acquistarlo per soli 12 $ Per quanto riguarda la traduzione in italiano, aiuta a rendere più comprensibili e complete nell’utilizzo le molte funzioni contenute nel software. Concludendo tutti quei possessori di iPod che vogliono sfruttarlo oltre il suo normale uso non potranno fare a meno di Pod2Go. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  13. Per il salvataggio dati sia FileSalvage che DataRescue II consentono il recupero di certe categorie di file non per tutti. Se li provi anche come demo puoi vedere quali.
  14. E’ ormai diventata una consuetudine consolidata per i settimanali italiani che vanno per la maggiore allegare alle riviste anche un film, che in qualche caso viene offerto su cassetta VHS, ma per gran parte deile volte su DVD. In molti altri casi poi sono uscite pubblicazioni tematiche o raccolte di film sulle quali ci siamo un po’ tutti impegnati nel cercare di portarle a termine senza perderne neanche un numero. Non occorre comunque essere appassionati maniacali di cinema, o della grande qualità offerta dal DVD al punto da aver acquistato una TV con mega schermo, per trovarci ad avere per casa un numero sempre più consistente di DVD. Per non parlare del fenomeno dei Divx che all’inizio si è diffuso in modo poco legale grazie anche alle connessioni veloci ma che in ogni caso è stato successivamente tacitamente accettato visto che pressoché tutti i lettori di ultima generazione (che ormai costano pochissimo) offrono la possibilità di visionarne il contenuto anche con questa codifica. Visto che ormai sono in molti quelli che si trovano DVD o Divx un po’ dappertutto, potrebbe diventare utile pensare seriamente di catalogarli usufruendo del nostro fido computer e di qualche software predisposto allo scopo. Per Mac OS X l’offerta è ormai buona, alcuni programmi sono anche freeware, qualcuno un po’ troppo scarno altri di discreta qualità . Fra i diversi che ho potuto provare c’è un software che mi pare superiore agli altri per alcune caratteristiche che mi sono sembrate particolarmente interessanti. DVDpedia, perché di questo software si tratta, ha puntato prima di tutto su una interfaccia pressoché uguale a quella di iTunes (e questo è ovviamente un elemento che ne facilità l’immediatezza d’uso) e poi su una reale possibilità di effettuare ricerche su internet, del film che ci interessa, su un numero veramente molto elevato di siti con la possibilità di scaricarne oltre alle informazioni anche le cover e/o eventualmente anche di acquistarli direttamente. Sul sito di Bruji.com (che produce anche altri software simili a quello in oggetto destinati alla catalogazione di CD e libri) troviamo la descrizione delle caratteristiche di DVDpedia che cerco di riassumere qui di seguito: “DVDpedia è un software per la catalogazione di DVD su Mac OS X che utilizza tutte le informazioni del DVD scaricandole da internet in modo da lasciare a voi il solo compito di fare l’elenco dei DVD nel modo che più vi aggrada. L’uso di DVDpedia è facilitato dall’interfaccia in stile iTunes. DVDpedia richiama tutte le informazioni sui vostri films (siano essi in VHS o DVD) scaricandoli da vari siti disponibili tramite internet. Le informazioni principali sono presenti generalmente sui siti di Amazon di vari paesi (Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Canada, Francia, Giappone) DVDpedia fornisce inoltre l’accesso alla principale base dati per films su internet (IMDB) (in analogia a quanto possiamo fare, per esempio, per le canzoni). DVDpedia fornisce inoltre anche informazioni addizionali spagnole, francesi, italiane, australiane e tedesche. Diverse sono le combinazioni di ricerca su internet che avviene per parole chiave: il regista, il titolo del film, il nome dell’attore ecc. Le ricerche possono essere fatte sia singolarmente che in combinazione. Quando avrete raccolto le informazioni sul vostro DVD, esse potranno essere organizzate come meglio desiderate. Potrete fare una collezione, ad esempio, per il vostro registra preferito, una per le commedie ed una per Cameron Diaz. Una volta che avrete creato una nuova collezione non dovrete fare altro che trascinarci sopra le vostre informazioni del DVD per cominciarne la raccolta. E’ possibile creare anche collezioni ‘intelligenti’ che si aggiornano automaticamente quando scaricate da internet le informazioni del DVD. E’ possibile predisporre anche una ‘lista dei desideri’ cioè di quei DVD che ancora non possedete, così come è possibile fare una lista dei DVD presi in prestito, per ricordarsi da chi si è preso in prestito il filmato ed a che data deve essere riconsegnato. E’ possibile esportare la vostra biblioteca o anche solo una singola collezione usando i templates HTML offerti dal programma, oppure potete scriverne di vostri più adatti allo scopo. L’esportazione può avvenire anche in formato tab delimitato, comma delimitato o nel formato .dvdpedia. Quest’ultimo è molto utile per fare il backup o per spedire l’elenco della propria collezione agli amici che potranno visionarlo anche utilizzando una versione in prova di DVDpedia. Queste sono alcune delle molte caratteristiche di DVDpedia, e la cosa migliore che potrete fare per scoprirle è quella di scaricare, dal sito di Bruji.com, e provare direttamente il software. DVDpedia sarà pienamente utilizzabile con un unico limite di immissioni per un massimo di 10 DVD registrabili.†Aggiungo che dopo averlo provato, se farà al caso vostro, potrete decidere di acquistarlo direttamente sul sito della Bruji per 18 $ Per quanto riguarda la traduzione in italiano del software posso dire che la pressoché completa localizzazione lo rende ancora più semplice nell’utilizzo peraltro già molto intuitivo. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  15. Sono personalmente convinto che il passaggio ad Intel per Apple sia stata una mossa dettata dalla necessità , (specialmente per quanto riguarda la fascia dei notebook) ma che nel medio periodo possa diventare decisiva sfruttando ancora meglio il traino pubblicitario rappresentato da iPod, ed aumentando così in modo esponenziale il numero degli switcher. Il passaggio sulla nostra piattaforma di un numero ancora maggiore di utenti “finestrati†potrà probabilmente trovare ulteriore motivo per abbandonare MS se sarà supportata (come pare ormai certo) la possibilità di montare sui computer della mela, oltre a Mac OS X, anche del loro vecchio OS. Già ora, grazie al continuo sviluppo di internet, possiamo comunque assistere ad un consistente aumento di nuovi partecipanti ai gruppi di discussione, che si interessano di mac, provenienti da windows. Come accennavo pochi giorni fa, in un altro post, troviamo ormai molti siti e forum dedicati al mac ma parallelamente sta crescendo l’uso di internet, per comunicare esperienze e/o richieste di aiuto nell’uso quotidiano del computer, utilizzando altri sistemi. Fra le diverse possibilità che abbiamo a disposizione un posto di rilievo è certamente rappresentato dalla possibile partecipazione ai newsgroups normalmente destinati ai più variegati argomenti di discussione. Di cosa abbiamo bisogno? Di poche cose: prima di tutto di un newsreader che consenta di leggere ed usare le notizie scambiate con o tra altri utenti, nel caso specifico l’esempio è riferito a Unison perché pur essendo uno shareware, (a mio personale giudizio) è più completo di altri software freeware anche particolarmente diffusi, per seconda cosa di un server per collegarci alla rete usenet usata da questi newsreader, ad esempio nel mio caso: news.tin.it, (tutti i provider ne offrono comunque uno) per terza ed ultima cosa di collegarci a un gruppo di discussione ed il più famoso, per mac, in Italia è it.comp.macintosh Ho voluto, come al solito, fare un esempio concreto per segnalare un pratico utilizzo di questo software e di quello che dobbiamo fare per entrare in uno dei gruppo di discussione per mac, ma le possibilità sono tantissime basti dire che nel mio caso Unison carica oltre 34.000 gruppi. Potremo così fare ricerche per vedere se l’argomento che ci interessa è stato già trattato e quindi trovare magari subito la risposta, oppure spedire un post al gruppo ad attendere un riscontro che potrà essere depositato sul server consentendoci di ritornare, successivamente, per leggerlo. E’ inoltre possibile spedire messaggi diretti o mail. Questo per quello che concerne i messaggi, un’utilizzo similare, con ovvie possibilità di download, può essere fatto per files, immagini e musica. Credo comunque di aver impiegato più tempo in spiegazioni di quello che sarà necessario per imparare ad utilizzare il software nella pratica. E’ evidente che questo post si riferisce comunque a coloro che sono nelle fase iniziali nell’utilizzo del computer o che hanno switchato da poco, i vecchi marpioni potranno eventualmente, se non lo conoscono, provare il software, ma non avranno certo bisogno di imparare l’uso di un newsreader! Passando a parlare invece specificatamente di Unison, che stò utilizzando da qualche mese con soddisfazione, devo dire prima di tutto che è stato sviluppato dalla Panic (famosa soprattutto per Transmit ma anche per CandyBar) e che sul sito il prodotto viene così descritto: “Unison è un newsreader rivoluzionario creato per Mac OS X e per reti usenet. Offre tutte le funzionalità tipiche di un newsreader come: facile navigazione per argomenti di discussione, capacità di ignorare post non desiderati, gestione di firme multiple, invio di post con controllo ortografico e con aspetto similare a mail. Unison ha tutto quello che può servire per comunicare con un altro client usenet, cominciando con un'unica interfaccia a quattro viste per visionare e lavorare con gruppi di discussione usenet distinti, con quattro stili: messaggi, files, immagini e musica. E’ possibile avere un anteprima dei file MP3 direttamente dal server usenet, visione delle immagini con vista delle thumbnails simile a quella di iPhoto, trasferimenti con una gestione flessibile del download, veloce ricerca dei favoriti con un’interfaccia per categorie con visione a colonne, raggruppamento intelligente dei files nei meta-gruppi (come le canzoni negli album) eccellente visione dello stato di trasferimento dei file nel dock e molto altro ancora.†Le principali novità dell’ultima versione sono poi così esplicitate: - aggiunta nuova regole per il filtraggio avanzato della corrispondenza, - aggiunte regole d’azione come “contrassegna se letti†e “aggiungi al download†- aggiunto supporto per iPv6 - migliorato il mantenimento della selezione dopo il caricamento del messaggio, - miglioramento nella corrispondenza dei file utilizzando il comando di caricamento degli ultimi posts, - le immagini non sono più ricomprese nel testo della risposta, - migliore velocità di caricamento dal server con visione a lista larga, - è stata migliorata la gestione della memoria nella visione delle immagini, - a molti altri miglioramenti e bugfixes Unison è pienamente utilizzabile per 15 giorni, dopo di chè i favoriti saranno disabilitati e potrete utilizzare il software per un massimo di 10 minuti. Anche in questo caso nel fare la localizzazione ho trovato qualche difficoltà perché il programma pur essendo scritto in Cocoa non mi ha consentito la completa traduzione dall’help in linea e della finestra della preferenze, il risultato credo comunque che possa essere molto soddisfacente; in ogni caso è sempre gradito ogni suggerimento. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  16. Stiamo sicuramente vivendo un periodo positivo per la piattaforma mac con molti switcher che lasciano le finestre per passare ad un nuovo OS, gli esperti concordano nel prevedere che già quest’anno supereranno abbondantemente il milione. C’è pertanto sicuramente bisogno per molti di conoscere e scambiare esperienze sull’uso quotidiano del nostro amato computer. Per fare questo possiamo naturalmente fare riferimento ai molti validissimi siti che sono via via diventati sempre più numerosi e qualificati ma anche ai canali IRC che sono, ormai da molto tempo, fonte di scambio di esperienze di vario tipo, fra le quali anche quelle relative all’uso dei computer. Di cosa abbiamo bisogno? Di poche cose: prima di tutto un client IRC, ad esempio Colloquy (freeware), per seconda cosa di un server a cui connetterci, ad esempio: irc.azzurra.org, per terza ed ultima cosa di collegarci a una stanza di discussione (chat room) ad esempio #mela Ho voluto fare un esempio pratico per segnalare un concreto ed immediato utilizzo di questo software e di quello che dobbiamo fare per entrare in una stanza di discussione per mac e trovare in qualsiasi momento della giornata persone gentili e cortesi disposte a parlare di mac e non solo. Kome, nickname di quello che è stato il fondatore ed è tuttora il deux ex machina di #mela, ha più volte espresso la sua soddisfazione per il raggiungimento di traguardi molto positivi; ed ora #mela è ormai giunto a quasi due anni dall’inizio di questa interessante esperienza.Spero pertanto di aver fatto una cosa gradita ed utile nell’aver localizzato questo software molto semplice ed intuitivo nell’uso, non solo per gli switcher ma anche per coloro che vogliono semplicemente chattare su qualsiasi argomento che possa avere un qualche motivo di interesse. Riporto qui di seguito quanto possiamo trovare sul sito dello sviluppatore a proposito di Colloquy “Tradizionalmente i client IRC su mac sono sempre stati qualcosa di poco gradevole. Colloquy è un client IRC avanzato che mira a riempire questo vuoto. Aderendo alle convenzioni d’uso dell’interfaccia di mac OS X, Colloquy ha un look and feel di una applicazione di qualità †Fra le caratteristiche principali riporto quanto indicato sempre sul sito dello sviluppatore: - Applescript: uso di un potente dizionario per un facile scripting, - uso di F-Script per coloro che desiderano fare script rapidi in Cocoa senza compilare in hassle, - uso di un nucleo IRC veloce e solido, - estensibile in modo illimitato grazie all’uso di plug-in, - uso di trascrizioni speciali con controlli e filtri per messaggi da spedire a raggruppamenti logici, - completamente compatibile con i colori mIRC, - interfaccia poco intrusiva, è normalmente aperta una singola finestra con un cassetto, - trasferimento file: supporto di trasferimento completo DCC, con possibilità di resume e DCC passivo, - buddy list: possibilità di inserire i vostri amici in un’apposita lista IRC, - molteplicità : liberta di chattare su più server, - il software è open source così come dovrebbero essere questi programmi, - e molto, molto altro che scoprirete nell’utilizzo del software per un’esperienza sempre migliore e completa. Nel fare la localizzazione ho trovato qualche problemino perché il programma pur essendo scritto in Cocoa non mi ha consentito la completa traduzione dalla lingua originale (vedi ad esempio la finestra di chiusura). E' comunque sempre gradito (dopo averlo sperimentato) qualsiasi suggerimento per migliorarne la fruibilità .La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali saluti. Pierino Donati
  17. Comic Life, che consente con pochi click di trasformare le vostre foto in un fumetto, rappresenta indubbiamente una delle applicazioni più innovative per Mac OSX apparse nel 2005, ed infatti è stata premiata all’ultimo WWDC con un Apple Design Awards quale migliore nuovo prodotto per Mac OS X. La 1.2.2 rappresenta una release di mantenimento, essendo rilasciata a poca distanza di tempo dalla precedente 1.2.1, per cui contiene solo un paio di bug fixes, che riporto qui di seguito riprendendoli dal sito dello sviluppatore: - è stata corretta la rappresentazione dei dettagli di registrazione, - è stata corretta la rappresentazione delle immagini con bassa risoluzione quando sono stampate. Per memoria ricordo che Comic Life richiede Mac OSX 10.3 o successivo, mentre per l’utilizzo dei filtri Coreimage è richiesto 10.4 o successivo. Faccio inoltre presente (e questa è una considerazione di carattere generale ma anche specifica per il software in oggetto) che anche con l’utilizzo della localizzazione in italiano alcuni elementi del software potranno risultare sempre in inglese in quanto non sempre è possibile localizzare completamente ed in ogni loro parte certi programmi, vuoi perché alcune parti non sono state realizzate in modo da poterlo effettivamente consentire oppure perché, come nel caso di Comic Life, costituite da elementi in png (immagini) che sarebbe troppo complicato provare a tradurre. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Pierino Donati
  18. Continua il miglioramento di Gizmo Project con un nuovo aggiornamento di mantenimento comprendente diversi bug fixes dovuti alle segnalazioni degli utilizzatori. Questo software VOIP, che ha come principale caratteristica l’uso di un protocollo non proprietario come il SIP, consente di telefonare gratuitamente fra computer che utilizzano un collegamento internet, ed è come al solito rilasciato gratuitamente e contemporaneamente per tutte le principali piattaforme. Le novità contenute nell’aggiornamento della v.90 sono riassunte dallo sviluppatore come segue: - è stata migliorata l’analisi degli urls di Gizmo Project, - è stato migliorato il comportamento della finestra di inizio attività se un problema di rete impedisce il caricamento di immagini in sicurezza, - e' stata cambiata, nelle preferenze, la cancellazione dell’eco da sempre in automatico, - se il bilancio per le chiamate risulta non disponibile sarà indicato come ‘n/a’ anzichè con ammontare zero, - è stato corretto un bug che in MacOSX poteva causare il non corretto disegno dell’icona nel dock, - è stato riparato un bug che su MacOSX 10.3.9 impediva la corretta selezione dei dispositivi audio, - è stato riparato un bug che poteva causare il non corretto funzionamento della chiamata in attesa, - è stato corretto un bug che, a volte, poteva indurre l’indicatore della qualità del segnale della rete a non mostrare il segnale. La localizzazione in italiano della v.90 è liberamente scaricabile al seguente link, http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  19. Nelle ultime settimane sono uscite addirittura tre nuovi aggiornamenti di Gizmo Project comprendenti molti bug fixes, segnalati dagli utenti, con diversi miglioramenti inseriti per la gran parte nella v.80. Questo software VOIP, che ha come principale caratteristica l’uso di protocolli non proprietari, consente di telefonare gratuitamente fra computer che utilizzano un collegamento internet, ed è rilasciato gratuitamente e contemporaneamente per tutte le principali piattaforme. I principali miglioramenti contenuti nell’aggiornamento v.80 sono riassunti dallo sviluppatore come segue: - e' stato aggiunto un indicatore visivo quando una chiamata usa il protocollo SIP, - nel pannello preferenze è stata aggiunta la possibilità di regolarne l’utilizzo, in caso di doppio click su un contatto, - sempre nel pannello preferenze è stata aggiunta la possibilità di abilitare le annotazioni di debug, - nella finestra di login è stato aggiunto un checkbox per il settaggio delle preferenze di lancio dell’applicazione, - è stato aggiunto il supporto per la ricezione del crash report, se lo stesso è stato installato, - è stata migliorata la qualità dell’audio nelle chiamate registrate, - nella configurazione di rete è stata migliorata la compatibilità delle interfacce multiple, - selezione migliorata del dispositivo audio registrato, - il tab selezionato nella finestra principale ora si conserva attraverso le diverse sessioni di utilizzo, - molti altri bug fixes La localizzazione in italiano della v.82 è scaricabile al seguente link, http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  20. Ho già avuto modo di parlare di quella che, probabilmente, rappresenta una delle applicazioni più innovative per Mac OSX apparse negli ultimi tempi, ancora agli inizi dello scorso luglio in occasione della prima localizzazione in italiano. Infatti Comic Life è stato premiato da Steve Jobs all’ultimo WWDC con un Apple Design Awards quale migliore nuovo prodotto per Mac OS X. Con la 1.2.1 (rilasciata da pochi giorni) vengono introdotti ulteriori miglioramenti e bug fixes, che riporto qui di seguito riprendendoli dal sito dello sviluppatore: Nuove caratteristiche: Aggiornamenti ai templates ed agli stili, - introduzione di una nuova funzione ‘curly talls’ utilizzabile per la nuvoletta del parlato, - auto-sincronizzazione con gli albums di iPhoto e le cartelle del finder, - disponibilità dell’allineamento del testo sinistro/destro nei ballons, - è ora consentito in cambiamento degli attributi (numerosi) di stile del ‘lettering’, Fra i numerosi bugfixes abbiamo: - il salvataggio in pdf ora rispetta la dimensione del formato della pagina di Comic Life, - le immagini con lo stesso nome ora vengono utilizzate correttamente, - le immagini vengono salvate non appena aggiunte al comic, - il DPI dell’esportazione degli immagini è ora regolato correttamente, - lo snap grid è ora centrato sulla pagina, - i nomi comic .Mac possono ora contenere la punteggiatura, - le immagini ora contengono il filtro Wysiwig quando esportano ad alta risoluzione, - le immagini dei tumbnalls sono ora regolate correttamente, - le estensioni dei ballon ora ereditano lo stile del ballon sul quale stiamo lavorando, - ed altre correzioni minori. Comic Life richiede Mac OSX 10.3 o successivo, mentre per l’utilizzo dei filtri Coreimage è richiesto 10.4 o successivo. Insomma ora più che mai potete trasformate le vostre foto in un fumetto! Per i possessori di Comic Life l’aggiornamento è gratuito. La localizzazione in italiano è liberamente scaricabile al link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Buon divertimento. Pierino Donati
  21. Scusa se posso risponderti solo ora, spero che tu non abbia ancora sovrascritto file sull'HD altrimenti rischi di perderli per sempre. Un tempo c'erano le Norton Utilities su System 9 che funzionavano dignitosamente, su OS X le Norton, come ho avuto modo di provar sulla mia pelle, è meglio lasciarle perdere. Ho recentemente scaricato e provato FileSalvage, che per una certa categoria di file, (che vedrai nella finestra dei file recuperabili) è molto valido. La nuova versione di DataRescue II, alla quale sto lavorando per la localizzazione in italiano, comprende ora finalmente, la possibilità di recuperare i file cestinati per sbaglio. A prima vista mi sembra migliore di FileSalvage anche riguardo a questa funzione. Spero di esserti stato utile. Ciao Pierino
  22. Ad un mese dall’uscita della precedente versione esce la nuova versione di Gizmo Project con molti miglioramenti e nuove caratteristiche derivate dall’utilizzo e dai feedback degli utilizzatori. Questo software VOIP, che consente di telefonare gratuitamente fra computer che utilizzano il collegamento internet, riconferma di voler rappresentare una valida alternativa a Skype. I diversi miglioramenti contenuti nell’aggiornamento 1.1 (beta!?) v.73 sono riassunti dallo sviluppatore come segue: - E' stato aggiunto il supporto per la messaggeria istantanea con le persone inserite nella vostra lista dei contatti. Fra le caratteristiche della nuova Chat l'utilizzo del protocollo Jabber - Nella nuova versione è stato cambiata la funzionalità dello situazione online con l'uso di Jabber anziche del protocollo SIP come in precedenza. Tutto questo consente maggiore velocità e una gestione più accurata dei contatti. - La lunghezza dell'input nel campo soggetto viene limitata a 64 caratteri. - Alcune illustrazioni sono state aggiornate. - E' stato aggiornato il suono di default dello sgancio della chiamata. - E' stato aggiunto il supporto per determinati tipi di router che bloccavano selettivamente il traffico SIP. - E' stata cambiata l'implementazione del 'muto' in modo da trasmettere audio silenzioso invece di fermare la trasmissione, questo evita al server di conferenza di pensare che il collegamento è in fase di stallo. - E' stato riparato un bug che in qualche caso causava la sconnessione della chiamata quando veniva messa in attesa. - E' stato riparato un bug che causava il fallimento della registrazione in qualche raro caso in cui l'interfaccia Ethernet inattiva veniva segnalata come 'up' - E' stato riparato un bug che poteva causare un crash in caso di chiamata usando il protocollo di trasporto UDP. - E' stato riparato un bug che poteva causare lo sgancio dell'applicazione quando si disconnetteva una chiamata. - E' stato riparato un bug che in caso di collegamento del numero SIP dalla finestra di profilo non visualizzava le proprietà quando si utilizzava la tastiera completa sulla macchina. In sostanza il processo di miglioramento di questo software rilasciato per mac in contemporanea alla versione per windows fa un ulteriore balzo in avanti. La localizzazione in italiano di questo aggiornamento è scaricabile al solito link, http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Cordiali Saluti Pierino Donati
  23. A proposito di lettori RSS proprio pochi giorni fa sul sito di “Ars Technica†è stata pubblicata una interessante prova comparata in cui si testavano otto prodotti di Reader RSS per Mac. Mi ha fatto piacere poter riscontrare che NetNewsWire ha ottenuto un punteggio particolarmente elevato, e così mi sono ricordato di aver già localizzato la versione 2 Lite (freeware) nello scorso mese di giugno. E’ stato pertanto normale tornare al sito dello sviluppatore per riesaminare anche l’ultima versione e richiamarne di seguito alcune delle principali caratteristiche che nell’utilizzo di NetNewsWire consentono di: - Passare meno tempo per fare surfing. NetNewsWire fa il lavoro per te, raccoglie le notizie e ti dice quali sono gli articoli nuovi. Non devi fare altro che sottoscrivere il feed (ormai ne trovi dappertutto nel web) si aggiungeranno alla lista in un apposito cassetto dei siti che potrà arrivare a comprenderne anche migliaia. - Potrai aprire le pagine web direttamente nel browser di NetNewsWire e vedere le stesse in Safari, ma con il vantaggio di rimanere nella stessa finestra. NNW ricorderà i lanci che hai fatto tramite i tabs, pertanto per tornare indietro basterà cliccare sul tab che ti interessa. - I podcast, che avrete sottoscritto nelle liste di iTunes, verranno automaticamente scaricati. - Potrete stabilire delle liste di ricerca di notizie, all'interno dei vostri feeds, basate su un criterio personale. -NNW manterrà le vostre sottoscrizioni, lo stato delle notizie e perfino i tabs sincronizzati fra due o più computer. -Potrai fare delle sottoscrizioni speciali che visualizzeranno o risultati provenienti da motori di ricerca come Yahoo, Feedster e Daypop. - Potrai sfruttare un monitor widescreen per visualizzare al meglio le tre colonne principali di NNW. - Potrai stabilire per quanto tempo NNW dovrà mantenere le notizie, in modo da poterle tranquillamente leggere anche quando saranno sparite dal feed. - Potrai controllare NNW con gli AppleScript e anche con Automator se sei in possesso di OS X 10.4 o superiore. - Potrai generare RSS e Atom personalizzati tramite AppleScript, Perl, Python, Ruby ed altri linguaggi di scripting. - Un'apposita finestra di attività ti consentirà di seguire esattamente i download dai servers. - L'esposizione tramite titoli e sommario della notizia ti consentirà di scremare velocemente ciò che ti interessa di più. - I titoli delle notizie con l'aggiunta di colonne comprendenti data, oggetto e provenienza sono molto versatili nell'uso. - Il cambio del carattere nelle sottoscrizioni e nei titoli (quando letti) rendendo più leggibili le liste, il conteggio degli articoli non letti nel dock, i files in fase di trasferimento sono altre caratteristiche implementate in NNW. A questo link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html trovate la localizzazione in italiano della v. 2.0.1 (questa versione è stata rilasciata verso la fine dello scorso mese di luglio ed è compatibile con Mac OS X a partire da Jaguar e questo potrà far felici coloro che ancora non possiedono Safari 2 che ha già implementato l’RSS) Cordiali saluti Pierino Donati
  24. In uno dei post precedenti ho già raccontato del rischio terribile di perdere tutti i dati di un Hard Disk improvvisamente sparito dalla scrivania a causa del cattivo funzionamento di un software. http://www.macitynet.it/forum/showthread.php?t=11113 Visto che non avevo spazio sufficiente per il recupero di una cinquantina di Giga ancora la scorsa settimana ho ordinato, sul sito di un grosso fornitore nazionale di materiale per computer, un nuovo Hard Disk serialATA da installare nel PowerMac che mi è arrivato puntualmente lunedì scorso. In cinque minuti l’ho installato (a proposito sui G5 rispetto ai vecchi G3 è diventato un gioco da ragazzi installare un Hard Disk) ed ho cominciato il lavoro di recupero. Per prima cosa ho dovuto copiare l’intero contenuto di un HD fireware (che sarebbe servito per le operazioni di ‘trasporto’) sul nuovo HD del G5. Ho cominciato con il buon vecchio Carbon Copy Cloner che già avevo usato precedentemente con soddisfazione. Al termine ho dato un’occhiata alle cartelle del nuovo disco ed ho subito notato, stranamente, che diverse applicazioni non erano state copiate, durante il funzionamento CCC aveva evidenziato qualche problema di rallentamento nell’uso contemporaneo con altri programmi. Ho provato nuovamente a copiare il disco rifacendo l’intero processo. Alla fine ho controllato le dimensioni dei due dischi ed ho notato delle differenza. Mancava completamente la cartella di condivisione nella cartella utente ed altri files sparsi. (anche questa volta avevo notato dei rallentamenti nell’applicazione aprendo, usando e chiudendone altre, ad esempio Firefox. Ho dedotto che CCC probabilmente ha qualche problema con Tiger. Per cui ho cercato qualche altra applicazione, mi sono subito tornate alla memoria le segnalazioni di SuperDuper! fatte su Tevac. In un’oretta mi ha copiato perfettamente il contenuto dell’HD firewire sul nuovo HD del G5 in modo da consentirmi di scansionare l’HD crashato sul G3 con Data Rescue e di scaricarne il contenuto sul HD firewire che ora potevo riutilizzare per questo scopo. Ho poi riinizializzato il disco crashato (ricordo che il danno era stato provocato dalle Norton) e poi nuovamente con SuperDuper ho ritravasato il contenuto temporaneamente ospitato sul firewire nella sua posizione originaria. C’è voluta quasi un’intera giornata ma tutti i miei preziosi files sono tornati tutti al loro posto perfettamente funzionanti. L’avventura si è pertanto conclusa felicemente (fortunatamente) Mi sono però sentito in dovere di tentare la localizzazione anche di SuperDuper! dopo quella di Data Rescue, visto che devo a questi due software la positiva conclusione della vicenda Hard Disk ‘scomparso’ dal desktop. Ci sono volute diverse serate di lavoro ma alla fine quello che era possibile localizzare è stato localizzato. Alcuni dialoghi o comandi non sono purtroppo localizzabili perché l’applicazione non è stata realizzata con la possibilità di poterlo fare sul 100% del codice del programma. Quello che è rimasto da tradurre è però in un inglese facilmente comprensibile. Il software comunque è di grande qualità e di estrema facilità d’uso (e quindi dovrebbe aiutarci anche a fare questi benedetti backup più frequentemente vero?) le principali caratteristiche che riporto dal sito dello sviluppatore sono descrivibili come segue: “SuperDuper! è il più avanzato, e nel contempo facile programma di copiatura disponibile per OS X. Potete, naturalmente, fare copie identiche, o cloni, è utile quando si desidera spostare tutti i vostri dati da una macchina all’altra, o quando volete fare semplicemente il backup. In un attimo, voi potete duplicare completamente il vostro drive di boot, su un altro drive, partizione o file immagine. Clona, benchè con funzionalità non proprio ottimali, anche quando avete bisogno di recuperare dati dopo un disastro di sistema, o da un drive difettoso o da un OS aggiornato. Avendo fatto i passi specifici potrete ripristinare completamente l’immagine di un drive sovrascrivendo sia i files dell’utente che i files di sistema. Se tutto questo è quello che desiderate fare, SuperDuper! lo farà alla grande. Ma non solo questo, perché con le funzioni di backup, eviterete che tutto il vostro lavoro vada perso. Non è solo la sicurezza di poter tornare indietro in caso di eventi inaspettati. SuperDuper! può fare di più. Con pochi click, voi potrete tramite facili ‘checkpoint’ al vostro sistema, conservare le applicazioni critiche e i files del vostro computer, su copia bootable, anche in pieno funzionamento e durante il normale lavoro. Se qualche cosa va male, potrete fare il reboot dall’originale. I vostri normali documenti, la musica, le immagini, persino i dati iSync, torneranno disponibili, E voi potrete tornare immediatamente al lavoro. SuperDuper! ha anche caratteristiche per soddisfare l’utente avanzato. L’implementazione semplice ma potente del Copy Script permette l’esatto e completo controllo sui files, che potranno essere copiati, ignorati e persino aliased (con quello che Unix chiama ‘collegamento morbido’) da un drive all’altro. SuperDuper! è perfetto per gli sviluppatori di software, per i tester di QA e perfino per gli amministratori di sistema.†Senza registrare il programma non è possibile fare cloni di sicurezza ed utilizzare script personali con neanche 20 $ si potrà acquistare il pieno utilizzo del programma. La localizzazione in italiano è postata al mio solito link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Sono sempre a disposizione per eventuali segnalazioni o suggerimenti per migliorare la fruibilità di un software che potrebbe essere quasi indispensabile per un mac user. Cordiali Saluti. Pierino Donati
  25. Aggiornamento anche per la localizzazione in italiano per questa utility di personalizzazione, manutenzione ed ottimizzazione di Mac Os X; ricordo che la 3.6.5 è utiilizzabile solo con Tiger. Le novità di questo versione è costituita dal supporto per l'Universal Binary, per cui anche questa applicazione è pronta per i futuri processori targati Intel. La localizzazione si può scaricare al solito link: http://www.pierinodonati.it/indexsw.html Saluti. Pierino Donati