Nàn Rén

Members
  • Posts

    415
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Nàn Rén

  1. Beh, il fatto che ci siano persone che si sentano migliori di altre perchè hanno un determinato tipo di macchina, vestito, computer, casa, orologio è un fatto clinicamente possibile e ben documentato. NanRen, Asta la Vittoria Siempre!
  2. Per far che? palesare la differenza tra Ricchi e Poveri?
  3. Anche tu appena tornato dalla Disco? nanRen, che non si vive di soli elettrodomestici!
  4. "Originale inviato da ziodiavle: Nel RESTO (il maiuscolo è mio per sottolineare e evidenziare ndr) del mondo informatico, tali spese sono delegate al 90% a società come Intel, AMD, Nvidia, Ati, Asus ecc. ecc." Io ti ho dimostrato il contario. (non che ci voglia la scala...), descrivendo scheda per scheda, connettore per connettore, interfaccia per interfaccia. Apple disegna e progetta (MOOOOLTO bene) l'ASPETTO ESTERIORE di suoi PC, e BENISSIMO il suo Sistema Operativo, che non mi stancherò MAI di dirlo, è FANTASTICO, sopratutto per certe funzioni (Multimedia, Impaginazione, musica). Ricordo BENISSIMO lo spunto del mio discorso = far pagare un Personal Molto più del dovuto a pari condizioni (o quasi) E SICURAMENTE sono io che non ho capito un fava, ma consentimi di dire che se vuoi stravolgere certe tue affermazioni, impara almeno a NON lasciare prove scritte (Andreotti Docet) Il fatto è che la paura di disamorarsi di qualcosa a cui siamo attaccati per un bisogno di sicurezza personale e' di gran lunga superiore al bisogno di essere oggettivi. Non elencheremmo mai con analitica oggettivita' pregi edifetti di un nostro bimbo rispetto ad un altro. Core de mamma. E allora ci rifugiamo nella fede* Ti saluto anch'io (e chiudo la discussione) NanRen, anarchico! * Fede= adesione incondizionata ad un idea o ad un concetto NON comprovato da prove materiali o dalla ragione o dal buon senso- Vocabolario "Piccolo Zingarelli"
  5. Contenuto di un Power Mac G5, modello base: Power PC G5: IBM Scheda Video NVIDIA GeForce FX HD SATA IBM o WD 7200 Rpm Masterizzatore SuperDrive 8x (DVD-R/CD-RW) della Pioneer (ti ammazzavi a metterci un DVD RW DL a quel prezzo, vero? Costano 70 euri gli LG e vanno benissimo!) Tre slot PCI aperti, di dimensioni regolari, a 33MHz e 64 bit, Brevetto INTEL Una porta FireWire 800, due porte FireWire 400 (una anteriore); tre porte USB 2.0 (una anteriore), due porte USB 1.1 (sulla tastiera); slot AGP 8X Pro con scheda grafica installata = Scheda firewire a parte, è tutta tecnologia NON Apple Predisposizione per AirPort Extreme (secondo la specifica 802.11g; certificazione Wi-Fi IEEE 802.11b) (2); Bluetooth in opzione (opzione BTO; disponibile anche come kit di aggiornamento Apple Authorised Service Provider sui sistemi a doppio processore)=Il Bluethoot è sicuramente di Apple ngresso audio digitale ottico (Brevetto SONY lanciato sui minidisk)), uscita audio digitale ottico (Brevetto SONY lanciato sui Minidisk), ingresso audio analogico, uscita audio analogico, minijack anteriore per cuffie e altoparlante. = anche questa roba Apple.... ce li ha persino la mia radiolina- registratore... O qui qualcuno fà delle affermazioni un tantino grottesche, oppure Apple in effetti Disegna, progetta e produce tutto questo, ma è costretta, sotto terribili minacce, a spacciarle per tecnologia fatta da altri. Questo è vero, sopratutto riguardo al design delle macchine. nanRen, topo di laboratorio
  6. Costa, ovviamente. Di solito sono programmini che dicono al computer: alla pressione di questo tasto deve succedere questo ecc. Ce lo hanno ormai tutti, perfino gli schifosissimi Acer! Perchè, come ho detto, son tutti della stessa razza Disegna e progetta l'aspetto dei Mac, che sono belli e composti bene, a mio avviso secondi solo ai Sony, che costano di più... sono tra i pochissimi che lo fanno, come ho detto! Certo Perchè le schede grafiche Notoriamente della ATI o della NVIDIA, gli Hard Disk IBM o Western Digital, I controller SATA, il processore, le prese USB (notoriamente brevetto Intel) e tutta la paccottiglai montata sui mac invece l fà Apple, Come no!!! Glieli fa Jonatan! Se sei convinto che ASUS lavora peggio di Apple.. abbiamo già finito di parlare. No, praticamente E' TUTTO !!! Chi comprerebbe un Mac se il suo OS fosse come quello di Casa Redmond??? Altro ragionamento se uno usa Linux No, affatto. Puntualizzazione: Mac OS X è basato su UNIX. Anzi è una versione di UNIX Che è quello che ho detto Mai visti assemblati fai da tè versione "Compatti". Ma non ho visto tutto il mondo Apple INNOVAVA. Apple usa semplicemente quello che usano gli altri. Non farmi fare il Taglia e incolla delle frattaglie che trovi dentroi un G5, o i precedenti G4 Per favore, per poi compararle con un qualsiasi Wintel. Lo può constatare CHIUNQUE legga qui facendo un giretto in rete. anzi, oggigiorno arriva anche in ritardo rispetto a certi PC. Stò guidando una macchina e, al pari dei nostri politici, stai cercando di convincermi che tra le mani non ho un volante... per piacere! Mi chiedo quanto tempo fa... NanRen
  7. Si, chiedo scusa: è un errore di battitura. Sul fatto dell'integrazione circuitale lo avevo già detto io (tra un pò usciranno sui portatili PC la tecnologia per mettere le schede video su slot nei Laptop). Per risparmiare, in passato, i PC facevano sozzerie incredibili. Difficilmente oggi trovi un PC Desk o Lap che debba essere "sventrato", anche se non arriva ai livelli di comodità ed eleganza dei prodotti Apple (tutti quegli euri li dobbiamo pur giustificare no?!? ). Devi al massimo far scivolare uno sportellino o svitare 4 vitine. Per l'assitenza: se ti si Rompe un CDC, nei negozi di tale marca, hanno quasi sempre il laboratorio. Se trovano il guasto te lo riparano sul posto. se sei in garanzia non paghi NIENTE. Spesso te la cavi in un'oretta se no hanno da fare! Il mio vecchio Pavillon lo ho dovuto inviare alla HP e aspettare quasi un mese. Stessa cosa per alcuni iBook che ho mandato a riparare in garanzia. nel tal caso ho atteso una settimana. E' stato bello chiacchierare, ora vado ad allenarmi ciao NanRen
  8. E' l'unico modo per avere una differenzazione di prezzo e scelta, se no tanto vale farli fare ad un produttore solo e buonanotte! Ne anch'io compro al Mediaworld, ma hanno il pregio di esporre un sacco di prodotti. Facci un giro e vedrai Ho chiarificato aggiungendo al mio precedente post ThinkPad da 800 euro li ho visti solo su Ebay. Ormai IBM, come ricordava appunto Ziodiavle. Faceva dei Laptop costosissimi, ma con molta meno roba e spesso di potenza inferiore agli altri. ecco perchè sta scomparendo. IBM aveva inoltre una rete di assistenza spaventosa che doveva mantenere per le grosse aziende. Ormai però è fottuta, perlomeno per quanto riguarda Laptop e Personal nanRen, in lutto
  9. Non mi avvicino a NIENTE che costa 2000 euro. Acer Fà cose economiche e cose più professionali. Attenzione a ciò che dico: un computer può montare robaccia come parti eccelse, ma ciò non cambia le moderne strategie di costruzione che sono pari per TUTTI i computer E ci mancherebbe! Anche Acer però in certe fascie di prodotti fà delle cose molto buone... e si fà pagare! Poi che ci sono produttori che fanno linee diversificate per certi usi questo è lapallisiano! Certe differenze nell'assemblagio e nella cura dei particolari ci sono (non lo ho scritto perchè mi sembrava assolutamente ovvio), ma io parlavo, e mi ripeto, di strategia industriale. Se un Laptop monta una scheda madre della ATI e una scheda video della Creative o Korg, sicuramente si troverà con un prodotto di migliore qualità piuttosto che mettere dentro componenti di una sottomarca della Simmenthal! A questo punto sento di specificare una cosa: Si guardino i componenti di ciò che si compra! Se un PC dice di montare le stesse cose di un altro e costa il doppio (o la metà ) c'è qualcosa che puzza! Ecco a cosa serve capire ciò che si compra! Un Vobis che monta schede di ottima qualità (e ci sono!) non ha differenze di prezzo molto apprezzabili rispetto a un HP o Sony. Mi spiego ancora meglio: se un CDC dice di montare Una sounblaster Audigy, Una Nvidia 6800, Hard Disk SATA, e un pentium 4 3GHz e un Sony Vaio dice di avere le stesse componenti, LETTERALMENTE hanno le stesse componenti: ossia hanno la stessa scheda, lo stesso HD eccetera, tanto che li puoi interscambiare e il PC non rileva niente; è come non fosse successo nulla (e in effetti così è)! Non ho bazzicato molti Dell. ne ho vito in azione qualcuno e fanno il loro sporco lavoro... come gli altri. Dipende da COSA contiene Nanren, che *CENSURA*
  10. E' solo un modo di dire "scendere dall'albero". Significa mettere i piedi per terra! Inoltre si discute di PRODUZIONE INDUSTRIALE, quindi non c'entrano scelte di questa o diquell'altra cosa. E questa dovrebbe essere la sezione adatta per discutere di queste cose... no. A meno che non si offendano perchè faccio vacillare certi dogmi e certezze personali. NanRen Niente frase, Cuntènt?
  11. Economici? DIPENDE!!! Infilati in un Mediaworld, in un centro Comet o Unieuro: esistono si degli Acer asus e HP economici, ma ci sono delle sberle che si aggirano attorno ai 2000 euro che sembrano rubati dal set Di Star Trek: Voyager, con tanta di quella roba e funzionalità che c'è da mettersi le mani nei capelli. Confronta anche un Desktop di pari Fascia CDC o Vobis con Un Dell o Un HP e vedrai che i przzi si somigliano oltraggiosamente! NanRen, che il negozio dove và ad arrotondare ha tutte queste marche
  12. Ma fanno le cose come se lo fossero... mah! Hanno le stesse componenti, stesso programma di ripristino, stesse funzionalità ... Chiedo venia e grazie alla precisazione Oddio!!! E questo cos'è???? L'invasione degli ultracorpi??? http://www.computerdiscount.it/common/p_elenco.asp?cod=U220&PRODUTTORE=CDC%20COLUMBUS E io che ho detto?!? E io che ho detto? Qui: http://welcome.hp.com/country/it/it/prodserv.html Ci sono le specifiche tecniche di moderni HP. Puoi andare a cercare anche nei siti della Dell, Toshiba ecc. Fai una ricerca sui modlli di qualche anno fa (che IO ho aperto e riparato o aggiunto schede e memorie) poi fai 2+2 e ti accorgerai che quello che non sà di cosa sta parlando non sono io ciao ciao NanRen, che l'albero è sempre più affollato
  13. "Il mondo che esiste nella nostra mente non esiste La realtà è il nostro corpo fisico e l'ambiente che ci circonda La presenza mentale nel mondo della realtà E' il segreto per godersi la vita" Giulio Cesare Giacobbe Laureato in filosofia all'università di Genova e in Psicologia Negli USA. Titolare dell'isegnamento delle discipline psicologiche orientali Presso la facoltà di lettere e Filosofia dell'Università di Genova Per inciso, è un assioma fondamentale dello Zen Definizione di Computer di "Marca" secondo la REALTA', oggi, nel duemilacinque, pianeta terra: HP. Dell, Sony, Compaq, CDC, Vobis ecc. ecc. : Desktop: Prendo le frattaglie dai vari produttori con prodotti pronti e finiti e decido cosa voglio inserire dentro il mio modello. (stessa cosa che fanno gli assemblatori) Scelgo il sistema operativo (stessa cosa che fanno gli assemblatori) Contatto i vari produttori di software per il corredo di programmi. In qualche rarissimo caso, creo programmi multimediali (come SONY nei modelli VAIO) e qualche cazzatina. (stessa cosa che fanno gli assemblatori, a parte la creazione di programmi ovviamente) Contatto i produttori di Cabinet e scelgo, tra un catalogo praticamente infinito di prodotti prevalentemente Taiwanesi, il grezzo, poi ci faccio appiccicare il marchio e colorarlo. Se ho le palle compro l'esclusiva del modello per un tot di tempo. In casi RARISSIMI, nel mondo AMDWintel, posso anche fare un cabinet su misura, ma sono come le losche bianche perchè farebbe lievitare i prezzi. Apple lo fa per il G5 (lo fanno anche gli assemblatori) Fatto questo metto al lavoro i miei programmatori, che creino la partizione (o i dischi) di ripristino, e che lavorino sul BIOS affinchè presenti all'accensione il marchio della mia ditta e che contenga le istruzioni per accedere alla partinzione di ripristino guidata. (questo lo fanno in parte anche gli assemblatori, o perlomeno ti consegnano la macchina funzionante e testata. L'immagine del BIOS è quella della ditta della Scheda Madre) Portatili oppure ALL IN ONE: Il discorso è ovviamente diverso: Contatto i produttori di hardware, chiedo quali pezzi posso inserire in una scheda madre per portatili, se no chiedo il permesso di utilizzare la tecnologia e la faccio ridisegnare su una scheda madre che includa il circuito del pezzo che mi serve. Come fà Apple del resto e tutti gli altri; nel senso che una ASUS che supparta i Processori INTEL ha una circuiteria diversa dalle schede che montano AMD. Apple, ovvio, usa una scheda con circuiteria adatta ai Power PC (che comunque Cambia al G4 al G5, o perlomeno viene riadattata) Scelgo il sistema oprativo Nel caso di Apple, se lo fà da se Contatto i Vari produttori di Software, oppure in casi come Apple, ho una divisione di sviluppo software e faccio fare alcune cose o le commissiono, e commissiono il boundle software. A seconda delle esigenze o uso cabinet standard da un vastissimo catalogo, oppure a seconda del disegno della scheda madre, lo faccio fare su misura, a seconda delle scelte di marketing e alla fascia di utenza a cui mi voglio rivolgere. Come fa Apple per i suoi iMac o gli stupendi VAIO della Sony. Assemblo, creo la partizione e modifico il BIOS all'uopo. Faccio fare la scatola e vendo Non esistono assemblatori "negoziettosottocasa" che fanno all in one e portatili. Non ci sarebbero differenze apprezzabili di prezzo, ma li fanno VOBIS, COMPAQ, CDC, OLIDATA, ACER e tutta quella costellazione di "marche minori", e li fanno come tutti gli altri. Sono ANNI e ANNI che Compaq, HP, Dell non fanno anche solo la scheda madre disegnata dai suoi ingenieri. Il resto è frattaglie da assemblatore da magazzino a parte, come ho detto, leggere modifice al BIOS e la partizione di ripristino. IBM sta semplicemente abbandonando i prodotti come personal per dedicarsi ai Server aziendali, di rete e supercomputer. non c'era nessuna differenza, infatti, tra un IBM e un HP che costava di meno ed era ugualmente affidabile. NanRen, che rinnova l'invito di scendere dall'albero (o perlomeno guardare le specifiche dei vari PC. Oppure fare una boutade nell'Hard-Core ed aprirne qualcuno!)
  14. E infatti! Usano manodopera Cinese, con componeti assemblati da altri asiatici. Solo il Design proviene da Cupertino. Leggere sulla confezione (o sul retro del prodotto) per credere! La cosa angosciante è che Apple è da anni che non ne fà mistero, eppure c'è ancora chi è rimasto psicologicamente al Macintosh Plus, quando ancora veniva fatto materialmente in america e in europa. NanRen, che rimane perplesso da certe affermaziioni.
  15. In effetti: chi sà di meno, vive sereno NanRen, che al contadino non far sapere, quanto sia buono il formaggio con le pere!
  16. E' quello che succede anche al normale utente PC. Tieni presente che sapere qualcosa su ciò che si compra è assolutamente utile, fosse altro per non pagare il più del dovuto NanRen, che fà fatica a guadagnare i soldi e non vuoe buttarli al vento
  17. Dove credi che Apple faccia assemblare i suoi PC scusa? Leggo or ora le Chiappe del mio Imac: Designed in Cupertino, California, Assembled in China. Stessa cosa sul sederino di un Ipod Photo 30 Gb che ho sotto il naso: Designed in Cupertino, California, assembled in China. Non è esattamente da ieri che lo fanno. sono anni e anni! Io ho aperto inoltre i PC della CDC: Stesse componenti che trovi nei Sony, Nei Compaq, negli HP, tanto che puoi fare tra l'uno e l'altro la donazione organi. Puoi addirittura trasferirli su un Power Mac G5, alcune cose su schede PCI, purchè ci siano i driver, e anche i dischi rigidi. Anch'essi Designed da qualche parte, Europa o America, assembled in Taiwan, o China o altro paese manodoperaabassosalariosfruttataeconpochionientediritti per risparmiare. Di "marca" si intende un PC venduto al pubblico con una sigla di modello prodotto da una determinata Ditta., non un PC fatto: "Mi dia due etti di scheda video, 4 etti di RAM e due fette belle grosse di HD" come il mio. Non credo, in ogni caso, che esistano oggi molti PC di marca che abbiano componenti che possono competere come qualità e potenza con le budella ferruginose del mio "fatto in casa" Saluti Nanren, che pensa che sia ora che si scenda dall'albero!!!
  18. Ciao! Bella risposta! Io NON sono nè un costruttore, nè un ingeniere elettronico, ma uno smanettone che interessandosi a quello che usa cerca di capire cosa sta succedendo. Sono stati però ingenieri elettronici con cui ho lavorato alla riparazione di PC/Mac che mi hanno spiegato e fatto capire certe cose (oltre che forum e altre fonti di informazione). Posso solo dirti che a livello anche di MATERIALE (quidi cavi, cavetti, viti) non ci sono differenze qualitatitive tra un Mac ed un PC. Ciascuno poi, fà le sue scelte, ovvio. Puoi provare tu stesso facendo un trapianto d'organi tra una macchina e l'altra. La Ram io magari me la monto da solo, perchè portare ingiro dei boiler come possono essere un G5 Power Mac o un PC Desktop è scocciate. Apro, installo, chiudo. Sono in grado di farlo, lo faccio. Anzi, apple è pioniere dell'accessibilità alle frattaglie dei propri prodotti. Il GAP reale tra il Mac è un PC è il sistema operativo, se questo è windows. La cosa viene drammaticamente ridotta con altri OS. E' vero che non tutti hanno voglia di sbattesi a sapere ciò che usano, ma non è questo il discorso: assemblatori e ditte SERIE non appartengono solo alla Apple. Persone che tengono al proprio lavoro possono montarti economicamente una macchina affidabile, di buona qualità , e con quello che ti serve per lavorare BENE esistono. Fanno lo stesso lavoro degli Ingenieri Apple, se ci pensi. Ho assemblato PC con Win e Linux ad un sacco di gente che li usa per lavoro anche da parecchi anni: sò cosa usare e spendendo poco hanno macchine che svolgono egregiamente il loro compito. HP, Dell, Sony ed altri fanno ottimi prodotti. E dato che hai tirato in ballo Gli HI Fi: conosci audiofili che comprano quegli stereo "all in one?"? O cercano il lettore giusto, i cavi giusti, le casse giuste, i supporti giusti per il genere che preferiscono? (quando non si montano le cose loro stessi nei casi più estremi!) Io ho Un Ampli della Unison research a valvole, lettore della Lynn, casse B&W, Cablaggi artigianali con rame ad alta conducibilità . Non ho preso un Sony compatto, per quanto sia buona la marca Sony. Fare queste cose però costa TEMPO, in ricerca e confronti. La soddisfazione però, ripaga ampliamente. Non voglio imporre il mio punto di vista o il mio modus operandi, per carità , ma se dico che, sopratutto in passato, apple ha ABUSATO del proprio marchio, lo faccio con cognizione di causa. Aggiungo che sono piacevolmente soddisfatto del mio iMac G5. Appena riuscirò a masterizzare i Film in maniera funzionale, ne sarò addirittura ENTUSIASTA. ciao NanRen, che sembra cattivo verso il mac, ma che in fondo gli vuole un gran bene!
  19. Direi che le cose vanno di pari accordo per funzionare. Prova a fare una buona meringa mettendoci dentro del rognone Questa è una MIA scelta: qualsiasi computer di "marca" oggigiorno (Apple, IBM, Compaq, CDC, VOBIS, Packard Bell, ecc. ecc. ecc) ti evita di pistolare tra Jumper driver e cose varie (e per le mani me ne passano PARECCHI) Io lo faccio per risparmiare. Per inciso: una volta fatto non ho più nessun bisogno di rifare il chirurgo, se non per necessità personali di aggiornamento. Piuttosto che impiegare il tempo a guardare la De Filippi... Uno può comprarsi un PC già fatto, se è quello che cerca. Sapere COME è fatto non è affatto un delitto, credimi... E vero! Ma credo anche che, al di fuori di certi campi di applicazione, non abbia vantaggi incrementali rispetto ad altre macchine già pronte all'uso! Ma in certi casi te li fanno pagare come se sffettivamente lo fossero. Penso si chiami disonestà persino in Italia... Riguardo al fatto che "fanno onestamente il loro lavoro" si può dire lo stesso di altre macchine. Vero che mac fà questo. Vero che non è l'unico, anzi... comprese quelle che assemblo io! Piuttosto di quei manovali che si interessano a capire come funzionano le cose. Quei manovali che guardano un rubinetto e sanno come ripararlo. Se per te "più furbo" vuol dire pagare 100 euro un idraulico che ti stringe un raccordo mettendoci un pò di teflon allora si: mi spacco la schiena. E ne sono felice. Socialmente la tua affermazione non potrebbe essere più "standardizzata": al giorno d'oggi chi si dà da fare, si "sporca" barcamena, lavora sulle cose, cerca di capirle, analizzarle, viene in effetti bollato di una certa "militanza machiavellica" (nel settore informaticano assumono l'inquietante denominazione di hacker). Meglio pagare e che si sporchino gli altri. Io Ho, per esempio Photoshop 7 sia sul mio iMac che sul PC. L'avvio e il modo di lavorare col programma è identico. A parità di programmi non vi è differenza sensibile lavorare su Una Shell XP. Gnome, Mac OS o KDE. Intendo dire se uno deve LAVORARE, almeno da quello che ho visto maneggiandoli. E sul PC con WIN non ho avuto problemi di sorta. Anzi: non riesco ancora a far funzionare i DVD Video che masterizzo con l'iMac e devo continuare col mio troccolo Wintel... spero che qualcuno mi aiuti a risolvere! Avvii, lavori, salvi. Possono esserci più o meno problemi, per carità , il Mac (su WIN) ha il vantaggio di una maggiore stabilità , sicurezza e in molti casi è più user friendly ma conti alla mano ti fà pagare molto il marchio. La prova inconfutabile e imprescindibile di ciò la troviamo proprio nella storia di Apple: cloni che (overcloccati) costavano di meno e andavano di più stavano affossando i Mac Apple. Prima perciò di essere assolutisti con le nostre convinzioni, mettiamo le persone di fronte ad una scelta. E' sintomo di intelligenza e moralità ! Una lancia la spezzo poi a favore della produttività : un PC con meno problemi è più produttivo e può mitigare il Gap di prezzo, che rimane comunque spesso INGIUSTIFICATO Sono sicuro che in rete troverai siti dedicati ai masochisti in abbondanza ciao ciao anche a te Nanren, che ha fatto anche il manovale e il pescatore
  20. E' giusto anche così. Io che i PC me li assemblo da solo per risparmiare, in effetti scelgo i pezzi e il guscio. A fianco del mio iMac ho un assemblato con un P4 HT da 3400 MHz, 1 GB RAM DDR 400, Scheda ATI RADEON 850 XT da 256 MB Ram, Hd Western SATA da 200 GB 7600 Rpm, Soundblaster Audigy ZX 24 bit, Masterizzatore DVD DL Lightscribe TDK. Il fatto è che molti PC di marca vengono ASSEMBLATI con queste componenti. Esempio: salvo la 850 XT i modelli di punta Pavillon HP hanno le stesse cose del mio PC, anzi! con qualcosa in più, tipo lettore multischede, scheda radio TV ed altri ammenicoli. L'"interpretazione" della parola quindi è alquanto "mutaforma". L'unica vera differenza stà che il Pavillon monta una scheda madre di altra marca (io ho una ASUS) e la Ati Radeon 600X. Avrà speso qualche soldo per fare la partizione di ripristino, questi si NanRen, mutante per necessitÃ
  21. Vero. Mentre nel "magico mondo dei PC" gli smanettoni sono sicuramente estremamente più diffusi. E' gente che conosce l'Hardware, i prezzi, le caratteristiche ecc. Spesso dovute all'assemblaggio fai da te e ai 1000 problemi che si riscontravano sopratutto nelle vecchie versioni Di Winsozz. E devo ammettere che quando dicevano che un Mac costa troppo, lo dicevano con assoluta cognizione di causa. Persino la versione Retail dell'ottimo Mac OS X costa 3 volte in meno di una Retail WIN XP Home, che si aggira attorno ai 450 Euro , contro i 129 di Tiger!!!, più afflitto da Bug e con poco e niente per lavorare, anche se la cosa è mitigata egregiamente dalla volenterosa (e generosa) dotazione software dei produttori di Personal IBM compatibili. Ma a parità di Hardware, avere un PC con la mela era un vero furto a mano armata (chi si ricorda le tastiere da 200 mila lire, ma che ad essere *****, le si potevano vendere a 20.000 delle defunte lirette??) Oggi, su certi modelli almeno, la cosa si è drasticamente ridotta. Abbiamo un iMac e sopratutto iBook con un rapporto Qualità /prezzo/prestazioni più che accettabili. Mi lasciano perplesso (e amareggiato) Power Mac e PowerBook (sopratutto i portatili) a livello di prezzi, ma qui stiamo dentro la politica aziendale della casa di cupertino, che punta molto anche sull'"ignoranza" del tipico Appleista che si vanta sì di "non avere bisogno di sapere cosa c'è dentro il computer", ma non si rende conto che si porta a casa (a livello di ferraglia) un Clone PC che dovrebbe costare quasi la metà . E visto che il prezzo dell'OS è addirittura inferiore a quello dei farbutti di Redmond... Non starò a disquisire sulle "leve psicologiche" che ci inducono a comprare una cosa piuttosto che un'altra; esiste una bibliografia immensa e disponibile a tutti. Abbiamo a che fare con una Multinazionale. E le multinazionali di qualsasi razza, non sono mai stati degli esempi di coerenza umanitaria. Apple, inoltre, ha fatto molta pressione sul consumatore con il disegno e la guardabilità dei suoi prodotti, cosa portata al limite con il re-inserimento del grande Jobs nella casa della Mela, che aveva capito che l'unico modo per salvare la baracca era di punzecchiare "l'istinto della gazza" intrinseco nell'Omo Sapiens (l'attrazzione verso le cose luccicanti e colorate ). Non sarebbe stato altrimenti possibile lanciare un Computer come iMac Blue Bondy, dotato di un Hardware vergognoso persino per i suoi tempi e che costringeva (vista la mancanza di periferiche specifiche) a svenarsi ulteriormente in adattatori SCSI/ADB - USB che costavano un sacco di soldi,e che, nel caso di periferiche SCSI, rallentavano addirittura il prodotto. Ricordo gli occhi sgranati di fronte ai prezzi di tali aggeggilli gli sventurati che a testa bassa avevano comprato il Mac Caramella e dovevano collegarci il costoso scanner SCSI della UMAX che avevano a casa... ma questa è storia. Il genio stà anche nel pilotare la tecnologia e addirittura guadagnarci (doppia razione di medaglie a Steve!). Devo ammettere che anche nel mondo Linux le cose sono cambiate: le distro si istallano molto facilmente, il istema è stabile e sicuro, gratuito e ricchissimo di programmi e spesso localizzato nella nostra lingua. Forse varrebbe la pena sbattersi un pò per capire come si può assemblare un personal in maniera economica. Se ci sono riuscito io, ci possono riuscire tutti!! NanRen, che all'ultimo test di intelligenza di Focus come punteggio è risultato: "clinicamente morto" PS: non è necessario conoscere a puntino l'anatomia di un Computer per molte distro Linux. Mandrake lo ho istallato con successo su Molti HP Pavillon, Compaq e Dell, riconoscendo automaticamete scanner e stampanti e telecamenre Firewire oltre, ovviamente, tutti gli organi interni del PC
  22. Un PC (Personal Computer, quindi nella categoria casca anche il Macintosh) "assemblato" è una macchina resa "finita" dall'assemblamento di più parti di produttori diversi. Abitudine comune lo si vorrebbe intendere come assegnazione ai PC IBM compatibili (era questa la definizione che intendevo nel contesto), che scelse di produrre al suo tempo una tecnologia che era un Puzzle di componenti di marche e manufatturieri diversi, creando così un Computer non disegnato e progettato ex novo, come lo erano, per esempio un Commodore 64, il Sinclair Specrtrum e l'Apple II, che avevano, processore e pochissimo altro a parte, una tecnologia proprietaria (tipi di interfaccia, slot di espansione, ROM, controller per unità esterne ECC). Il fatto fù determinato dalla scarsa fiducia sulla cosa da parte di IBM. Naturalmente, chi vendeva i pezzi aveva tutto l'interesse a dare la licenza a chiunque la richiedesse, da cui i famosi "cloni IBM" o "assemblati". Nel mio Mac troviamo: CPU della IBM/Motorola HD della Western Digital Scheda video Della ATI RAM DDR 400 Controller, prese e frattaglie varie Schermo (credo) della Sharp L'espansione RAM la ho acquistata in un Mediaworld settore IBM Compatibili. Sono tutte componenti che, nel caso specifico di iMac G5, puoi trovare su qualsiasi Portatile più che PC Desktop visto la scelta tecnologica di "infilare tutto nello schermo". Ma il materiale è lo stesso. Se hai qualche amico o conoscente che li ripara non avrà nessuna difficoltà ad ammetterlo. Affettuosamente Nan Ren, che adora giocare al dottore coi PC
  23. Si, in effetti la scheda madre ha una circuiteria adatta al processore (non il materiale), ma non capisco la faccenda dei drive... intendevi dei DRIVER?!? Perchè se parli degli HD e le unità ottiche sono componenti standard. Non credo che qui qualcuno pensi che queste cose e le varie interfacce, schede video, RAM, connettori USB/FiREWIRE PCI Ethernet ecc. gliele faccia Gucci e/o Armani o siano di una qualche particolare lega come le ossa e gli artigli di Wolverine . Per l'alimentatore... ti dicevo che ho fatto qualche piccola riparazione a qualche Mac. In alcuni G4 (quelli tipo "cuscino della nonna") ho messo un alimentatore ATX da 50.000 delle vecchie Lire Per PC su uno di questi che aveva subito un guasto. Alla Apple, non capisco perchè volevano quasi il triplo! Il G4 è ancora perfettamente funzionante. L'alimentatore rotto era semplicemente... un alimentatore ATX. Per il resto gli HD, le interfacce PCI e le unità ottiche sono interscabiabili con quelle PC, purchè si faccia attenzione che i driver del Mac OS le riconosca. Non ho aperto i Power Mac G5 e non mi pronucio in tal senso.* Ho sentito che ha un interno perfettamente compattato e senza cavi che serpeggiano per l'interno del Case... scherzetto che sicuramente fà lievitare il prezzo di qualche centinaia di euro. Mi chiedo se il gioco vale la candela! QUANTE volte apro il Cabinet per vedere le budella del Mac? Sapere che c'era qualche filo penzolante DENTRO il Chase mi faceva star peggio della conoscenza di quelle centinaia di euro che se ne sono andati per avere un Mac con le interiora ordinate? La cosa lascia ancora più perplessi se consideriamo il fatto che alla fine, abbiamo sempre componentistica standard ridisegnata sì per avere l'effetto meramente ottico di ordinato, ma con le medesime prestazioni. Comunque il marketing viaggia anche su questi particolari. Ho aperto il mio iMac per metterci la Ram. E' comunissima tecnologia da Laptop disposta per il Cabinet Apple design, tra l'altro molto simile ai Vaio della Sony quelli da scrivania. Non credo neppure che in questo caso l'alimentatore stabilizzato sia espressamente creato da Dolce & Gabbana. Come TUTTI i prodotti industriali, per questioni di economicità sfruttano materiali standard e componentistiche che escono da linee produttrici che sono asservite a diversi modelli della stessa branca (tempo fa, gli iBook venivano sfornati dalle linee di montaggio della Acer). Naturalmente, ci sono specifiche che riguadano il design e la disposizione dei pezzi, nonchè dei condensatori, trasformatori et simila. Non sono quelli che "portano su" il prezzo. Sebbene la situazione dei prezzi sia macroscopicamente migliorata, si potrebbe migliorare in maniera estremamente sensibile se un domani Apple desse il consenso per i cloni, avremmo personal basati su Mac ancora più potenti ed economici. Non credo che possa succedere a breve termine: l'ultima volta la gente ha dimostrato che perferiva tenersi un pò di soldi in tasca piuttosto che avere un Cabinet elegante con la mela colorata sopra. Oggi non ci sarebbe neppure quel problema (praticamente nessun PC moderno sfigurerebbe in salotto), quindi... La soluzione ideale, già ventilata (almeno in parte), leggevo quà in giro sarebbe il Porting di OS X su piattaforme Intel standard; ossia Su Pentium e/o Athlon 64. Dubito che anche questo possa accadere a breve termine, se no Apple finirebbe col produrre solo Gadget tipo iPod. * = PowerPC G5 a 1,8GHz Bus frontside a 600MHz 512K di cache L2 256MB di SDRAM DDR400 SDRAM espandibile a 4GB Serial ATA da 80GB SuperDrive 8x Tre slot PCI NVIDIA GeForce FX 5200 Ultra 64MB di memoria video DDR Modem interno a 56K Ho copiato le caratteristiche dal sito del G5 Power Mac di base. Senza il monitor per chi non scarica l'IVA viene 1.449 Euro. Un PC con queste caratteristiche con Athlon 64 XP 2600 e un cabinet presentabile, si aggira attorno (stando abbondanti) ai 600-650 euro. Se ci monti una Distro Mandrake o Debian competi anche con Mac OS X sia a livello di stabilità che di sicurezza. Meno semplice nell'uso, però. W la libera scelta! Un abbraccio affettuoso a tutti Nanren, che la democrazia è anche poter esprimere il dissenso, oltre che libertà di opinione!
  24. Salve! Dopo lunga militanza nell'ambiente Win e Linux due gg fà ho deciso di prendere un iMac G5 17 2GHz. Non avevo mai posseduto un mac, sebbene abbia eseguito qualche riparazione su di essi e ne abbia seguito il percorso tecnologico. La macchina ovviamente è molto bella e sono sicuro che, una volta superate le difficoltà di ambientamento alla Shell nuova, riusciò ad apprezzarla ancora di più, ma veniamo al problema: Ho fatto una prova di decrittazione/estrazione e masterizzazione di un Paio dei miei DVD, usando Mac The Ripper, DVD remaster (tryal)e Toast Titanium 6. Insomma; ho decrittato, selezionato le parti del film interessate poi, seguendo le istruzioni di Toast, ho generato dall'opzione "dati" un DVD ROM UDF, usando dei DVD -R che il Mac vede tranquillamente, inserendo la Cartella VIDEO_TS nella'area dati dopo aver creato "nuovo disco" e la masterizzazione procede fino in fondo, ma quando il disco è terminato, il DVD non è leggibile nè nel DVD player Sony, nè in qullo del Mac, Nè ndella Play 2, nè nel Mac stesso. O meglio: si attiva il DVD player, ma mi dice che è impossibile riprodurre il disco. Ho provato con più dischi di diverse marche, ma fà sempre uguale. Ho tentato su XP con DVD Decryper, DVD2ONE e il nero Reloaded e ha funionato tutto benissimo. E forse un problema di software? Sbaglio qualche settaggio??? Grazie a tutti coloro che mi vorranno rispondere NanRen
  25. Un Mac, se escludi il processore E' un assemblato con componenti che trovi su un CDC, un VOBIS, un HP o un DELL tanto per citarne alcuni. Il Problema è l'OS, anche se l'XP lo ritengo abbastanza rispettabile (con qualche accorgimento) Nanren