idealreel

Members
  • Content Count

    21
  • Joined

  • Last visited

About idealreel

  • Rank
    Novizio

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Roberto U.
  1. ho appena comprato un mac book pro che ha come OS un high sierra 10.13.6 e non riesce a dialogare con una stampante Xerox Workcenter 7225, o meglio riesce a stampare ma solo una pagina di errore con su scritto "il lavoro non è stato stampato perché l'opzione Post Script non è abilitata. Per abilitare PostScript nel dispositivo, contattare l'amministratore del sistema". Ho anche installato driver indicati e altro, ma anche se risponde subito al comando, non stampa altro se non questa pagina. Sapete cosa posso fare?
  2. @iMaurizio @admin grazie a entrambi per i consigli, li studierò per capire qual è il più adatto a me... ad ora propendo per un unico hub che abbia tutto quello che mi serve: così dovrò tener a mente di portare con me un solo oggetto.
  3. sì, se sono in produzione hub che hanno bisogno di alimentazione si tratta sicuramente di un prodotto che ha mercato, forse però sono più adatti per una situazione da mac fisso (infatti è quella che dici tu se non erro)... faccio solo delle considerazioni a partire dalle mie esigenze e se compro un portatile, avere bisogno di più prese o cavi probabilmente non è il massimo. capisco quello che dici. Anche in questo caso faccio presente le mie necessità, anche se stavolta non so quanto siano soggettive: io voglio un hub che abbia tutte le entrate classiche, ancora tutte abbondantemente in uso al momento (hdmi, card sd e varie usb tradizionali) ed apple non mi sa fornire una risposta univoca rispetto a questa esigenza, anzi credo che addirittura non ha un adattatore di produzione propria per le card SD, il che, se è vero, non riesco a capirlo. Quindi la risposta è che a fronte di una situazione di un cambio così radicale, mi aspetterei una soluzione adeguata per attraversare tale momento. Inoltre da non esperto esprimo qualche dubbio che tutto il mondo inizi ad usare da subito da domani solo porte thunderbolt, almeno ci vorrà qualche tempo.
  4. Comunque, io capisco pure la volontà di puntare al futuro, imponendo al mercato la novità, e forse ci si fa anche l'abitudine a usare un adattatore penzolante, dopo aver compiuto un sforzo rilevante per acquistare un portatile di alto livello (e questa concessione mi costa un po' farla perché non dimentico che, personalmente, quando compro un prodotto, anche se lo userò soprattutto in ambienti tutto sommato ospitali, ipotizzo sempre le peggiori condizioni di utilizzo, come se il giorno dopo mi chiedessero di fare un reportage nella savana). Tuttavia, andando oltre tale aspetto, devo dire che mi ha lasciato un po' perplesso quando un tecnico apple non ha saputo indicarmi un hub ufficiale, originale, che avesse tutte le porte che mancano a questo Mac book pro. Non so se è negligenza del tecnico in questione, ma mi aspetterei quantomeno una risposta univoca e semplice che vada oltre il banale adattatore "usb-c / usb classica".
  5. molto meglio, non vedo che successo possano avere degli hub che hanno bisogno di essere alimentati separatamente. Persino per una postazione fissa sarebbero scomodi, figurarsi per un portatile.
  6. probabilmente ho confuso, mi riferivo all'hub QacQoc GN30H... leggo nella recensione dedicata a questo prodotto che "per cui se lo volete perfettamente funzionante deve essere alimentato".
  7. @iMaurizio @turbomaranza Io credo che ci sia un fraintendimento legato alla scelta di Apple di puntare in maniera esclusiva su Thunderbolt: si tratta di macbook Pro, cioè rivolti a professionisti che, in teoria, non hanno problemi a dotarsi di dock, multi-hub e quant'altro. Nella pratica, almeno per quanto ritengo io, le condizioni di lavoro ti impongono praticità, immediatezza e comodità. Se ti muovi molto (magari monti video nei luoghi stessi dove li giri, magari sei un fotoreporter ad esempio) e in più devi collaborare con chi usa porte USB tradizionali (le ancora comunissime pendrive), il risultato è che devi ricordare sempre di portare con te altri accessori. Quindi ciò che dice imaurizio è condivisibile, non c'è una limitazione di potenza in teoria, ma d'altra parte la pratica del lavoro sul campo, come osserva giustamente turbomaranza, potrebbe presentare alcune piccole scocciature. Ciò che non mi convince molto è che se hai solo 2 porte thunderbolt, potresti perdere l'accesso ad una inserendo un adattatore, il che comporta che è più comodo averne 4 (ma la fascia di prezzo è impegnativa). Inoltre, dal mio punto di vista, avere usare un adattatore che ha bisogno di una alimentazione dedicata, rappresenta una scomodità che limita l'agevolezza degli spostamenti, il che per un computer portatile non è poco.
  8. Grazie, valuterò la soluzione che mi consigli, anche perché i 32 gb sono davvero fuori portata.
  9. @iMaurizio Effettivamente è così, avrebbero già posto rimedio a riguardo. Devo dire che, considerando la molteplicità di supporti esterni usati nella stragrande maggioranza dei casi della dinamica lavorativa (Pendrive, card SD etc. ), la scelta di dotare questi nuovi mac book pro di sole 2 o 4 entrate thunderbolt ad esclusione di tutto il resto (hdmi incluso) la trovo un po' eccessiva. Non so quale sia la tua opinione a riguardo.
  10. @iMaurizio L'unico dubbio che a un inesperto come me poteva venire è: non è che usando adattatore o cose simili, la velocità di trasmissione ne risente in alcun modo? Ma se, come hai spiegato tu, un hard disk o altri dispositivi di archiviazione esterni di qualunque velocità, funzionano nonostante ciò a pieno regime, bene così. L'importante è che non sia in qualche modo depotenziati.
  11. Come anticipato nel titolo, sarebbe bello leggere esperienze in prima persona di chi ha comprato un mac book pro della nuova gamma. Casi concreti in cui vi ha stupito o deluso o episodi istruttivi rivolti soprattutto a chi è indeciso se comprarli o no. Grazie.
  12. la nuova linea di mac book pro non prevede una porta USB classica, né la possibilità di aggiungerla, ma solo entrate thunderbolt 3 (correggetemi se sbaglio) . Fino a quando i più comuni hard disk, usati a lavoro nella maggioranza dei casi, dovremo usare degli adattatori, allora viene legittima una domanda: in base alla vostra esperienza, l'introduzione di questo adattatore rallenta il passaggio di dati o non cambia nulla nella trasmissione? E quegli adattatori sono affidabili?
  13. @admin Grazie leggerò il link con attenzione. Mi piacerebbe avere un processore potente, una ram che non sia quella basilare (magari 32) e un hard disk anche esso più alto del livello minore proposto da Apple. Per il lavoro in questione, come ho detto in altri post precedenti, ho esigenza di visionare video senza problemi di fluidità e potenza dell'elaborazione di ogni tipo codec, di visionare anche immagini di ottima definizione, gestire più processi di lavoro contemporaneamente, ma a questo punto - anche se è solo una ipotesi - potrei approfittare dell'occasione per dotarmi a prescindere (al di là della necessità del momento) di una postazione di montaggio video mobile. Forse con 2.000 euro potrei ottenere entrambe le cose?
  14. Ah bene, perché mi hanno detto che i dischi SSD sono un altro mondo, assolutamente più veloci. In linea di massima qualsiasi computer è in grado di fare play di file video in modo ottimale, per quale ragione vuoi premurarti che sia in grado di farlo in modo particolarmente "perfetto" ? Non mi sono espresso bene. In passato mi è capitato che uno stesso file, a parità di software, su un pc andasse bene e su un altro, meno potente, no. Di qui ho maturato la convinzione che la corretta riproduzione di un video sia legata anche alla potenza del processore, della scheda video, etc. etc. Non so se c'è qualcosa di sbagliato in questa osservazione. Dal momento che dovrò visionare molti video, allora mi voglio cautelare in tal senso e applicare il requisito di riprodurli in maniera perfetta proprio come criterio di acquisto fondamentale. Che consigli senti di darmi sui nuovi mac portatili? P.s. sul prezzo potrei pure spingermi sui 2.000, anche se sarebbe una sforzo notevole.
  15. Salve a tutti, le esigenze lavorative mi portano per la prima volta a dover comprare un mac portatile (sinora ho acquistato anni fa solo un imac fisso) e vorrei dei consigli di massima, altrimenti non so orientarmi. In sintesi, mi serve un prodotto con una ottima capienza, grande velocità di calcolo (il mio sogno è un disco SSD) e un insieme di caratteristiche di alto livello. Gli sforzi più grandi che dovrò richiedere alla macchina saranno di leggere velocemente svariati Video (di tutti i codec e file) e che mi permetta di riprodurli alla perfezione, con la miglior resa di suoni ed immagini. il mio budget sarebbe intorno ai 1.500 più o meno, inoltre propendo per scegliere tra le migliori combinazioni di ram, hard disk... insomma individuato un portatile, non voglio lesinare poi sulle varie opzioni che la Apple offre per "assemblarlo". Quali strade mi consigliate? Nei suggerimenti che condividerete, e di cui vi ringrazio già, vi prego di esprimervi come se stesse parlando a newbie quale sono.