kokopelli

Members
  • Content Count

    19
  • Joined

  • Last visited

About kokopelli

  • Rank
    Novizio

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Giorgio
  • Città
    Roma
  • Mac che possiedo
    MacBook Pro, iMac 21", iPad, iPod, iPone 4
  1. Assolutamente no Nel frattempo, tanto per la cronaca, sono passato da un MBPro ad un AIR... il problema è migrato Cmq... è sconfortante See you... non credo tanto soon
  2. Il problema della pw in chiaro non me lo sono proprio posto visto che è già stato complicato così. Il primo metodo che proponi, imho, dovrebbe andare... il secondo, invece, lo avevo provato, ma mi aveva dato buca... probabilmente un errore di sintassi, ma mi sembra uguale a quanto avevo testato. Imho, ai comandi di cui sopra, non sarebbe mare aggiungere un --excluse='.*' affinchè i file e le cartelle nascoste non vengano copiate. See you...
  3. Alla fine ho optato per la board "Software Apple: Tutte le applicazioni di Apple, quelle fornite con il sistema base" dopo tutto Rsync è all'interno di ogni Mac. Trovi la guida QUI See you soon...
  4. direttamente da Wikipedia: RSYNC è un software per Unix, quindi presente in tutti i nostri MAC, che sincronizza file e cartelle da una posizione all'altra minimizzando il trasferimento di dati utilizzando quando possibile la codifica delta. Un'importante caratteristica di rsync che non trova riscontri in programmi/protocolli simili è che il mirroring avviene attraverso una sola trasmissione di dati per ogni direzione di comunicazione. Rsync può copiare o visualizzare il contenuto delle directory e copiare i file, utilizzando opzionalmente la compressione dei dati e la ricorsione. Per default, rsync effettua la copia attraverso una connessione TCP sulla porta 873. Rsync non possiede una propria interfaccia grafica, ma solo quella testuale. Esiste tuttavia il programma Grsync, rilasciato sotto licenza GPL, che implementa una interfaccia grafica per rsync. Una volta lette queste ultime righe, infatti, ho pensato che fosse l'app che faceva per me... mio scopo, infatti, era quello di sincronizzare, senza perdermi in righe e righe di comandi, delle cartelle locali su di una remota posta nel NAS (nel mio caso un Qnap TS-112) utilizzando la sua feature Rsync. Niente di più facile, ci si connette al NAS, si lancia Grsync, si scelgono le cartelle, si clikka sul tasto [Execute] e il gioco è fatto, ma... niente automatismi e decisamente limitante quando, come nel mio caso, si avrebbe la possibilità di sfruttare il server Rsync presente nel Qnap e non lo si fa. Non resta, a questo punto, l'utilizzo "vero" di Rsync... quello tramite la riga di comando. Avendo a che fare con un server Rsync in cui risiede la nostra cartella remota che dovrà ospitare i dati locali, eccoci a dover impostare uno username e una password per accedervi. Fino a quando ci si muove all'interno della shell bastano questi due comandi: rsync --recursive --delete --perms --verbose /Users/utente/cartella_locale \ rsync://[email protected]/cartella_remota in cui: /Users/utente/cartella_locale è il path della cartella locale11.22.33.44/cartella_remota è il path della cartella remotaPIPPO è lo username per accedere al serverE la sincronizzazione avviene un attimo dopo aver inserito la password. Si, ma è, in un certo qual modo, come utilizzare Grsync. Per automatizzare il tutto, però, ho dovuto ravanare in lungo e in largo la rete e, come in un puzzle, trovare gli incastri... ops! i comandi giusti. Di seguito, quindi, la mia soluzione chiedendo a chi ne sa, di apportare le modifiche del caso qualora la procedura che esporrò si possa semplificare e migliorare (me lo auguro) Segnatevi su un foglio i seguenti parametri : l’indirizzo ip del vostro NAS/Server Rsync (es. 11.22.33.44)il nome utente autorizzato all’accesso (es.PIPPO)la password di accesso per l’utente al punto precedente (es. 12345678)il path della cartella locale da copiare (es. /Users/utente/cartella_locale)il path della cartella remota sul NAS in cui copieremo/syncronizzeremo la cartella del punto precedente (es.11.22.33.44/cartella_remota)il path della cartella locale in cui verrano inseriti i log di syncronizzazione (es./Users/utente/log_backup)NB: tutte le cartelle di cui sopra NON devono contenere spazi Praticamente avete quasi finito, aprite "Automator", create una Applicazione e trascinate "Esegui Script Shell". Cancellate ciò che è presente ed incollate: #!/bin/bash RSYNC_PASSWORD=12345678 export RSYNC_PASSWORD rsync --recursive --delete --perms --log-file=/Users/utente/log_backup/$(date +%Y%m%d)_rsync.log --verbose /Users/utente/cartella_locale \ rsync://[email protected]/cartella_remota Quanto incollato, praticamente, sincronizza il contenuto di una cartella e delle sue sotto cartelle (le sotto cartelle possono contenere degli spazi) in una remota, mantenendo i permessi di origine e salvando il lavoro in un log. Salvate, inserite l'app in Elementi Login o dove volete voi e... buona sincronizzazione a tutti. See you... PS: per i possessori di Qnap: nel NAS abilitare in "Amministrazione" --> "Server Applicazioni" il "Server di Backup" Rsync inserendo un "Nome Utente (es.PIPPO)" e una "Password (es.12345678)". Per comodità , la porta tcp/ip di default su cui il demone Rsync è in ascolto, la 873, l'ho lasciata invariata
  5. Infatti, niente chiavi pubbliche e private... il problema era automatizzare la procedura di sincronizzazione di due cartelle, di cui una remota in un server Rsync (NAS). Siccome il server ti chiede, ovviamente, la password, se la procedura deve essere automatica non è che uno si può mettere a digitarla tutte le volte E' assurdo che si debba ricorrere a questi mezzucci... su oltre 400 visite non c'è capitato nemmeno un Admin o un mod? ... evidentemente non lo ritengono importante... facciano come credono.See you...
  6. In effetti è un forum con una struttura abbasatnza rigida e poco chiara... non saprei dove postarla. Aspetto ancora un pò che l'Admin e/o un mod mi diano delle indicazioni più precise... forse, ma ne dubito perchè in italiano ho trovato poco, anzi niente a tal riguardo, l'argomento è già stato trattato. In definitiva si tratterrebbe di fare un Backup/Syncronizzazione Remoto Automatico con Rsync senza dover utilizzare app di terze parti, ma con quello che è già a nostra disposizione in ogni Mac Resto in standby See you...
  7. In che modo scusa?Il problema è la sintassi di rsync che deve prevedere l'inserimento della password automaticamente quando lo script esegue il comando rsync://[email protected]/data_folder Cmq sia ho risolto, mi son dovuto cibare un pò di documentazione di rsync in inglese, ma alla fine ce l'ho fatta... funziona alla grande Se l'Admin e/o i mod mi dicono in quale board sia meglio postarla, butto giù una guida... resto in standby See you...
  8. Probabilmente sono stato poco chiaro... quasi 50 visite e nessun aiuto Nessun problema con AppleScript se non per quella maledetta password da inserire quando si esegue il secondo comando di Rsync: rsync://[email protected]/data_folder... come diavolo posso inserirla automaticamente? See you soon...
  9. Sul NAS, un Qnap 112, ho attivato un Server Rsync a cui ho impostato, ovviamente, uno username e una password. Da shell, inviando i comandi: rsync --recursive --delete -- perms --verbose /Users/kokopelli/Desktop/prova_sync \ rsync://[email protected]/data_folder digito la password e copio/sincronizzo "prova_sync" all'interno di "data_folder". Ora mi chiedo... anzi vi chiedo, perchè sto ravanado la rete in cerca di una soluzione, ma niente ... se fosse possibile "automatizzare" il tutto facendolo partire all'avvio del Mac. C'è qualche anima pia che mi da una mano? See you soon (hope)...
  10. udite, udite... mi viene da ridere... questa mattina il mio collega di cui sopra con il MacMini mi fa: "a Giò... ti vuoi fare due risate?... da dopo la prova che mi hai fatto fare, il MacMini adesso mi si spegne in 2-3 secondi" "CHE?!?!?!... ma Appleeventsd c'è sempre?" "Si, SI... c'è sempre" Ai posteri l'ardua sentenza... e io continuo a ravanare see you soon...
  11. La risposta del mio collega sul suo MacMini di casa, praticamente quasi vergine in fatto di programmi e con ML installato pulito, sono 3 sec. killando prima appleeventsd e 15 in condizioni normali. nel frattempo, a tempo perso, ravano la rete in cerca di ipotetiche soluzioni See you soon...
  12. Ho paura che tu abbia centrato il problema In ufficio siamo in due ad avere mac... e uno di questi lo abbiamo aggiornato con ML (con i successivi aggiornamenti)... ebbene, che appleeventsd venga o meno killato prima dello spegnimento, i tempi non cambiano... sempre i soliti 10 sec. circa. Stasera il mio collega farà una prova a casa sul suo MacMini con ML e mi farà sapere. Imho, non rimane che uno script see you soon...
  13. Assolutamente nulla... non sono certo i 20 sec. di shutdown che mi faranno gridare allo scandalo ... ma essendo sempre stato un fautore della regola "impara l'arte e mettila da parte" ogni tanto mi dedico a cercare di capire e a rispondere a qualche perchè. Ad esempio... nel riprendere l'argomento "Appleeventsd", ravanando qua e là nella rete ho trovato diverse pagine che ne parlano e che lo reputano l'indiziato numero uno, se non il colpevole, dello spegnimento lento. Ne riporto un paio: MailMate — Recipe for Trouble: OS X 10.8.2, MailMate, and SpamSieve TextMate Blog » Apple Events & 10.8.2 alla luce di ciò mi è balenata nella zucca una soluzione... ovvero, non tanto nel cercare di non far partire quel processo... ma di killarlo prima di spegnere il mac utilizzando Automator. Il problema è che ci ho provato, ma senza riuscirci... c'è qualche anima pia che mi darebbe una mano? In breve il comando o meglio un applescript dovrebbe fare: 1- killare appleeventsd 2- spegnere il mac - APPENDICE: mentre rispondevo, mi è caduto l'occhio (blonk) nel Monitoraggio Attività ... ebbene, l'utente "proprietario" del processo non sono io, ne root, ma un certo "_eppc" (senza apici) ... "proprietario" di nessun altro processo, solo di appleeventsd... ma chi diavolo è questo "_ppc"? Ucci, Ucci, Ucci... See you soon...
  14. installazione pulita anche io, ma a differenza di te, almeno all'inizio mi si spegneva in circa 5 secondi... poi ho iniziato ad installar programmi e a settarlo (ma non ricordo in quali sequenze ) e all'improvviso, puff... da 5 a 20 secondi in men che non si dica imho, non credo sia ortodosso... però sull'iMac che ha Lion nativo, quel processo non c'è... e l'iMac mi si spegne in poco più di 5 sec. See you soon...
  15. Ne l'uno, ne l'altro.20 giorni fa ho cambiato il vecchio HD da 256GB con il Samsung 830, sempre da 256GB, che per l'appunto è un Sata III e, imho, molto meglio dei due Crucial... e costa anche meno L'ho acquistato su Amazon... va che è una meraviglia... mi ha fatto resuscitare un 13" Core 2 Duo. Su Crucial, invece, ci ho preso la RAM See you soon...