darioc

Members
  • Content Count

    97
  • Joined

  • Last visited

About darioc

  • Rank
    Assiduo

core_pfieldgroups_99

  • Città
    , ,

Contact Methods

  • Website URL
    0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=;0=
  1. Prova con OR anzichè AND
  2. Moolto volentieri. Se estrai l'HD dal case e lo guardi dal retro, vedrai che a sinistra del connettore ATA (quello piatto a 80 fili) ci sono 4 jumper [ : : : : ] di cui normalmente almeno uno chiuso (di solito verticalmente, raro ma capita che ve ne siano anche di chiusi orizzontalmente), jumper che definiscono la posizione del HD nella catena ATA. Sull'etichetta nella parte superiore dell'HD e spesso anche serigrafati sulla piastra con i circuiti, vi sono le indicazioni su come impostare i jumper per definire se l'HD lo si vuole Master (MA), CableSelect (CS) oppure slave (SL). Spero di essere stato sufficientemente esauriente
  3. Da OS X 10.4 il protocollo AFP è supportato solo "over TCP/IP" e non "over AppleTalk" come previsto fino alla release precedente. Occorre quindi che il vecchio Mac abbia almeno OS9 installato, infatti da questa versione, nel pannello di controllo "condivisione" è prevista l'opzione per instradare i pacchetti AFP su TCP/IP. Solo in questo caso sarà possibile vedere con il G5 il vecchio Mac. Se il vecchio è vecchio anche nel sistema operativo rassegnati, non c'è modo di farli comunicare. (a meno che tu non utilizzi il G5 come server e ti colleghi dal "vecchio mac" che so, in FTP, ma questa è un'altra storia)
  4. Io non la vedo così complicata. Ho quattro HD esterni, due 120 Maxtor, un 160 Western Digital ed un 250 IBM/Hitachi, tutti montati dentro box firewire da discount (marca Digitus, circa 30 Euro cad.), che vengono a rotazione collegati a un G3 b&w, un G4 Digital Audio ed un iBook penultima generazione. Ebbene, in due anni di funzionamento, nessun tipo di problema, nonostante vengano utilizzati principalmente per il montaggio video, e quindi decisamente sotto stress. Quando, con il passaggio al 10.3 prima ed al 10.4, leggendo di gente che ha perso tutto a causa del firmware inadeguato presente sui loro box esterni (di marca e ben più costosi), ho capito che la famosa frase "chi più spende, meno spende" è più adeguata per il prosciutto che per l'hardware. Unico accorgimento con l'economico box, l'HD deve avere il jumper su Master, la posizione CableSelect è fonte di grossi malfunzionamenti e mancati riconoscimenti della periferica. E poi scusate, se i tool di riparazione trovano blocchi difettosi, o è l'HD, ed allora i problemi li avreste avuti anche montandolo internamente, oppure è l'interfaccia esterna che li corrompe, nel qual caso avete un bel da riparare, prima o poi il guasto si ripresenterà . P.S. ma la vogliamo smettere con sta storia che i maxtor sono scadenti? Bella roba i toshiba (o fujitsu non ricordo) degli iBook che si bruciano come lampadine! (sgrat sgrat)
  5. Togli il superdrive interno e monta il 109 al suo posto, oltretutto questo dovrebbe essere riconosciuto dal sistema come DVD writer supportato senza necessità di Patchburn. Ti dico questo perchè nel mio G4 533 ho sempre avuto problemi nella gestione di due dischi ottici interni, e magari il problema è presente anche nelle versioni successive del PowerMac, tipo la tua.
  6. darioc

    Iwork oppure Office

    Ho idea che come al solito si dia addosso a Microsoft solo per il fatto che è...Microsoft. Non mi dirai, caro faxus, che il tuo XPress, specialmente nelle ultime versioni, sia questo pezzo eccezionale di software. E questo senza considerare il patrimonio che costa.
  7. Con router Belkin (mediaworld) o Roper (expert) entrambi a 89 Euro ivati, dal mio iBook con scheda Airport stando nel portico sotto casa con due piani di mezzo, in rete locale si trasferiscono file a circa 4MB/sec.
  8. Non conosco la XM-1, ma io ho acquisito del girato con la mia Panasonic NV-GS400 in modalità "pro-cinema" (praticamente un 25p in 16:9) e la qualità ha stupito me ed anche quelli che hanno potuto visionare il video, in ogni caso una qualità che non è neanche lontanamente immaginabile usando un filtro deinterlace. Il ralenti non l'ho mai utilizzato, però mi avete messo curiosità , appena ne ho l'occasione proverò. Riguardo a Compressor, in effetti un preset che converta in MPEG progressivo una sorgente 25p non esiste. Io me lo sono creato ad hoc e l'ho posizionato nella cartella ~Library/Application Support/Compressor Si tratta di un semplice file XML che contiene vari parametri, il significato dei quali si può facilmente desumere per confronto con i preset forniti di default. A titolo esplicativo allego il settaggio per creare un MPEG progressivo in 16:9 qualità alta partendo da un sorgente PAL 25p: <?xml version="1.0" encoding="UTF-8" standalone="yes"?> <setting name="MPEG-2%252060min%2520High%2520Anamorphic%252025p"> <description>6.8Mbps,2-Pass%20VBR,16:9</description> <encoder name="M2V"> <audio-encode isEnabled="no"></audio-encode> <audio-video-encode isEnabled="no"></audio-video-encode> <file-extension>m2v</file-extension> <video-encode name="M2V" isEnabled="yes"> <frame-rate>25</frame-rate> <bounds width="720" height="576" pixelAspect="0.703125"></bounds> <crop left="0" top="0" right="0" bottom="0"></crop> <anamorphic>yes</anamorphic> <field-dominance>3</field-dominance> <avg-data-rate>6.8</avg-data-rate> <max-data-rate>7.5</max-data-rate> <two-pass>yes</two-pass> <best-quality>yes</best-quality> <motion-estimation>2</motion-estimation> <gop-size>12</gop-size> <gop-structure>IBBP</gop-structure> <open-gop>no</open-gop> <dsp-metadata>yes</dsp-metadata> <chapter-markers-only>no</chapter-markers-only> </video-encode> </encoder> <filter-set></filter-set> </setting>
  9. Prenditi una NV GS400, ce l'ho da un anno ed una cosa che tutti notano è l'ottima qualità d'immagine. Dovuta sì anche ai 3 CCD ma principalmente all'ottica Leica.
  10. http://www.exporete.net/speedtest Per essere sicuri che il test abbia un senso, bisogna che lo stesso venga effettuato verso un server SICURAMENTE veloce a sufficienza. Ed il link indicato sopra, per collegamenti fino a 4 Mbit lo è.
  11. Con il senno di poi era la cosa più ovvia, però a nessuno di noi è venuta in mente
  12. Anche se la possibilità è veramente remota, questa procedura di condivisione dei documenti su IP pubblico, espone il tuo computer al rischio di intrusione.
  13. Beh, allora avrai un modem ADSL semplice... quindi ti devi collegare ogni volta con connessione internet immagino. In questo caso le porte sono tutte aperte, quindi: sul G5 vai in preferenze di sistema/condivisione e attivi la "condivisione documenti" dal G3 (avrà OSX spero) dal finder, menù vai/collegamento al server ed inserisci nella riga in alto il comando: afp://ip.del.g5 a questo punto ti apparirà un requester per inserire l'utente e la password che utilizzi normalmente per fare login sul g5, il sistema ti chiederà quindi quali volumi remoti vuoi montare sul desktop del g3. Fatto questo puoi accedere ai volumi remoti come se fossero sul computer in locale, fatte le debite considerazioni sulla velocità , che sarà molto scarsa, questo perchè tutte le risposte che il g5 ti darà saranno per l'ADSL di casa in upload, la cui velocità non viene mai pubblicizzata (perchè appunto mooolto bassa).
  14. Se ti servono dei semplici file, potresti attivare (sul G5) la condivisione documenti e senza installare nulla, da remoto collegarti all'IP che il G5 ha in quel momento. Ah, se hai un router non dimenticare di fargli dirottare il traffico che arriverà sulla porta del servizio che utilizzerai (427 e 548 per AFP, 3031 per VNC), sull'IP privato del G5, che dovrà essere anch'esso fisso, e quindi niente DHCP.