deerdesign

Members
  • Content Count

    256
  • Joined

  • Last visited

About deerdesign

  • Rank
    Apple Developer

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Fabrizio Deledda
  • Città
    Quando mi fermo ve lo dico...
  • Interessi
    <censura>, <censura>, Programmare, ecc...
  • Lavoro
    Programmatore Software
  • Mac che possiedo
    PowerBook 17" 1.5Ghz
    PowerMac G4 400Mhz
    PowerMac 8600 250MHz

Contact Methods

  • MSN
  • Website URL
    http://www.arcadiadesign.it/deerdesign/
  • Skype
    deerdesign
  1. Vi allego la recensione che ho fatto sull'App Store: Troppe chiusure inaspettate per una applicazione commerciale! Interfaccia non coerente e macchinoso sistema di funzionamento per niente amichevole ed intuitivo, ma sopratutto assenza di un tutorial degno di questo nome o anche solo di un manuale che vada oltre alle cose ovvie e banali! L'applicazione, ci si aspetterebbe che confrontasse tutte le immagini di una o più cartelle e che ti evidenziasse i duplicati, ma purtroppo non é proprio così: pochi riscontri anche in cartelle palesemente uguali (una la copia dell'altra), ma a volte funziona bene, quando ne ha voglia, e trova anche il 100% dei duplicati, funziona meglio nella modalità ricerca duplicati partendo da foto singola, li se non crasha prima, trova le immagini simili senza problemi. Il manuale non spiega che per utilizzarla bisogna prima scegliere la foto campione, tramite il bottone "Load New" o con il trascinamento, poi selezionare, in fondo alla finestra a sinistra, nella sezione "Folder Scanned", dove eseguire la ricerca dei duplicati della foto campione. Questa modalità funziona abbastanza bene, se il programma non si chiude inaspettatamente! (...attualmente sono a quota 45 chiusure inaspettate su 49 avvii, quasi il 100% di crash!!! ASSURDO!!!) Trascinando una cartella sulla finestra, o selezionandone una tramite il bottone "Duplicate Tool", dovrebbe confrontare le immagini in essa contenuta (e nelle sotto cartelle contenute) ed evidenziare i duplicati, ma a quanto pare, se l'applicazione non si chiude inaspettatamente prima, trova solo pochi file anche in presenza di moltissimi duplicati, poi di punto in bianco funziona per una volta, giusto a dimostrarti che il lavoro lo sa fare, e poi le volte successive crassa. Ho provato creando due cartelle identiche con gli stessi file, li ho dati in pasto al programma che mi ha assicurato che non erano presenti duplicati... che dire... forse un "piccolissimo" bug nel programma! Buona la gestione del virtual folder per parcheggiare le immagini scelte durante la visione dei duplicati, manca però la possibilità di visualizzare più dati delle immagini e le colonne per ordinare per nome o "percentuale di uguaglianza/similarità " nella finestra dei "risultati". Insomma se questa fosse una versione beta ci starebbero pure questi continui crash e carenze, va sicuramente migliorata, ma farla pagare (attualmente in offerta a quasi 6 euro) così tanto, proprio non ci siamo! Anche altri hanno riscontrato quanto da me scritto? Grazie!
  2. Scusate, ma chi non ha piacere di essere profilato da "FacciaLibro", dove deve leggere la sorpresa di Settembre? Grazie.
  3. Evviva! Altri soldi per i Casadei, e nemmeno uno spicciolo per gli esordienti... La notizia mi avrebbe fatto davvero piacere se la SIAE fosse stata una vera agenzia per la tutela dei diritti d'autore e non un carrozzone mangia soldi... N.B. Prima che infuriate contro questo post leggetevi o guardatevi questo vecchio servizio di REPORT: Rai.it - Report o quest'altro che ho trovato solo su YouTube: YouTube - SIAE questa sconosciuta - Attenti a quei tre - Parte 1 Oppure informatevi bene con la miriade di articoli presenti sull'argomento in rete, o più semplicemente chiedete ad un vostro amico/conoscente che faccia di mestiere il musicista/autore/paroliere...
  4. Sono arrivato tardi, ve la siete già risolta da soli! Meglio così. Benvenuti nel club Apple
  5. Intanto ora è ufficiale: Apple supporterà Win7 a partire da fine 2009: http://www.macitynet.it/macity/aA40358/apple_supporto_ufficiale_per_windows_7_in_bootcamp_entro_fine_anno.shtml
  6. Inserisci il DVD di snow leopard, quindi selezionalo come disco di avvio e riavvia. Subito dopo la ri-accensione (quando senti il DONG!) premi e tieni premuta la combinazione CMD + V fino a che non compare la prima riga del verbose, nel frattempo l'avvio avverrà da DVD. Una curiosità , ma a che ti serve?
  7. "Inserito Yesterday, 01:41" = la devo smettere di leggere il Forum la notte tardi, leggo sbagliato e rispondo di conseguenza, pensa che ero convinto che fosse collegato via USB. Poco male... grazie per la segnalazione delos, di solito non rileggo i post, e sarei andato avanti con le mie convinzioni... Allora se è collegato via ethernet suppongo che tu abbia un My Book World Edition I o II, quindi non importa se è formattato NTFS, ma devi impostare i permessi di accesso. Se hai installato il software di gestione su uno dei tuoi Windows collegati in rete puoi farlo da li, altrimenti punta il tuo browser all'indirizzo del MyBook e potrai accedere alle stesse impostazioni. La sezione che devi cercare è quella relativa agli accessi chiamata "Users", li potrai impostare chi vede cosa e come (lettura/scrittura). Se non lo hai già disponibile fai riferimento a questo manuale: http://www.wdc.com/WDProducts/Library/UM/ITA/4779-705013.pdf Io ho lavorato con un modello un tantino diverso (lo ShareSpace), ma penso che la cosa sia gestita in maniera uguale. Scusa di nuovo per la mia sbadataggine nel non leggere attentamente il tuo post di richiesta, che ha generato tutta la confuzione di quei post inutili.
  8. Il MacOS 10.5 aveva la capacità di leggere, ma non di scrivere i dischi NTFS, come indicato anche nelle specifiche tecniche. Dal 10.6 è stata introdotta la capacità di leggere e scrivere i dischi NTFS, ma la capacità di scrivere è stata "annichilita", ma è abilitabile tramite il solito Terminal come spiegato qua: http://www.macosxhints.com/article.php?story=20090913140023382. Se tu riesci a scrivere su di un NTFS da un 10.5 o precedente, senza driver di terze parti istallati, sei un miracolato, nel qual caso ti prego di miracolare anche noi. Se ci riesci da 10.6 e non hai abilitato esplicitamente la feature inibita, ti prego di spiegarci come fai perché la cosa meriterebbe un thread apposito, che diventerebbe subito il più letto del Forum... Scherzi a parte, sei sicuro che il disco di cui parli sia NTFS e non FAT32? E che il Mac OS ci legge e scrive collegato direttamente via USB o FireWire? Quando parlo di Driver di terze parti, mi riferisco a questi prodotti: http://www.paragon-software.com/home/ntfs-mac/ (Recensione: http://www.macitynet.it/aggiornamac/aA39843/paragon_ntfs_for_mac_os_x_in_versione_compatibile_con_snow_leopard.shtml) http://macntfs-3g.blogspot.com/ http://code.google.com/p/macfuse/ giusto per citare i più noti...
  9. Da PC non leggeresti niente, a meno che non ci sia stato installato un driver per HFS+ sopra, ma dubito che ciò sia accaduto, quindi come consigliava Orto, collegalo ad un Mac per recuperare i dati.
  10. Prima di installarli sfrutta la capacità del Libro Font per validare le Font che vuoi installare. Usa il comando del Menù Archivio: Convalida documento... Seleziona La o Le Font che vuoi verificare e buon lavoro! Solo dopo la verifica positiva le importerai nel MacOS.
  11. O.T. In questo Forum difficilmente troverai qualcuno che vuole importi le sue idee. Forse i nuovi iscritti, animati dall'ardore, lo fanno, ma mai dai "vecchietti" che san bene che la cosa più importante non è il "costringere", ma è lo "spiegare" e far capire il perché una cosa può essere svantaggioso o viceversa utile.
  12. La mia non voleva essere un rimprovero, ma era solo un'osservazione dettata da quanto da te scritto e dall'esperienza di più di 20 anni con utenti di tutte le piattaforme (compresi Solars, OS2, Xenix, ecc... insomma TUTTI!). Il sentire la necessità di uno "spazio neutrale" dove far risiedere i dati, per poterli sfruttare ed organizzare a piacimento, è sovente sinonimo di non conoscenza delle limitazioni che ciò comporta, però ogni uno è libero di fare come più gli aggrada. La soluzione da te prospettata ti avrebbe portato a dover scegliere un formato per la partizione visibile (ed usabile) da entrambe le piattaforme, ovvero FAT, con l'ovvia conseguenza che non avresti potuto sfruttare nessuna delle caratteristiche di ricerca ed organizzazione avanzate, ne di MacOS, ne di Windows. Non so se il gioco valga la candela... ma questa è una considerazione che devi fare tu. In ogni caso la cosa è realizzabile anche adesso, ti basta chiedere il partizionamento, tramite Disk Utility (Utilità Disco) e creare la partizione "Dati", quindi formattarla e usarla, senza inficiare ciò che hai già installato, se lo spazio sul disco è sufficiente. Per quanto riguarda TimeMachine basta che tu abbia un disco esterno con capacità almeno uguale alla metà del tuo disco interno, l'unica limitazione sulla capacità è che più spazio hai più dettagliata sarà la scala del tempo in cui andare a pescare dal passato storico del tuo HD. Tutto li, poi puoi usare anche un disco esterno collegato con USB 1.0 di soli 40GB, vuol dire che i tuoi BKP di TimeMachine saranno limitati a quanto ci entra li dentro... una settimana, un mese? Dipende da quanto "produci" o "modifichi" giornalmente nel tuo disco.
  13. Ricorda che un Font o una Family Font che contiene un Font corrotto genera problemi di imballaggio all'applicazione che la usa. La cosa migliore è prima fare un controllo dell'integrità delle Font, poi riversarle su FontBook. Questo vale sin dal primo X, che non ho mai capito perché gestisce gli errori nelle Font in maniera così drammatica...
  14. Immagino che intendesse un .PKG e non un .DMG... Ma ora la mia domanda è: come ha fatto J.T.Kirk a capirlo/indovinarlo/supporlo? ??? è un mago?