albe77

Members
  • Content Count

    1,582
  • Joined

  • Last visited

About albe77

  • Rank
    Mosconi For President!

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Alberto
  • Città
    Casale Monferrato
  • Mac che possiedo
    PowerBook G4 12"
    iPod Nano 4GB
  1. albe77

    PB e Leopard

    I Mac PPC non supportano (perlomeno ufficialmente) il boot da usb. Con alcuni di essi è possibile comunque praticarlo senza grossi problemi, ma trattasi in generale di modelli più vecchi (tipo iMac G3); per gli altri c'è comunque una piccola possibilità di riuscirci, ma a prezzo di andare a trafficare sul kernel col rischio di combinare grossi casini. Un cavo firewire 6pin-6pin (diciamo adatto a collegare la porta FW400 del tuo PB con l'analoga presente sull'iMac) lo dovresti trovare in un buon negozio di elettronica. Io a suo tempo l'ho pagato circa 4 euro, se non ricordo male. Sull'altro problema non so aiutarti perché non so di cosa si tratti; in questi ultimi mesi il tempo per il forum è praticamente inesistente per me. Mi spiace. Saluti.
  2. albe77

    PB e Leopard

    Alcuni modelli di superdrive dei PB hanno problemi con taluni supporti double layer (parlo per esperienza) e non c'è verso di farglieli leggere. Per poter utilizzare il tuo dvd ed installare Leopard hai perlomeno 3 soluzioni: 1) procurarti un drive esterno firewire che legga correttamente i double layer e fare il boot dal suddetto; 2) procurarti un altro Mac dotato di porta firewire e drive dalle caratteristiche di cui al punto 1), e fare il boot in target disk mode; 3) creare un'immagine disco bootabile del dvd, acquistare iPartition, utilizzare iPartition per 3a) creare un disco di avvio iPartition; 3b) bootare dal suddetto; 3c) tramite l'applicazione iDefrag Lite, contenuta sul cd, deframmentare il tuo hard disk fino a creare un settore contiguo di almeno 6,5 GB circa (o meno se l'immagine disco bootabile di Leopard l'hai creata eliminando un po' di roba inutile); 3d) tramite iPartition creare una partizione di almeno 6,5 GB formattata Mac OS X Journaled; 3e) copiare l'immagine disco bootabile sulla partizione appena creata; 3f) riavviare dalla partizione appena creata e iniziare la procedura di update a Leopard, ovviamente scegliendo come disco di destinazione la partizione su cui era già installato Tiger. Saluti.
  3. Se ti accontenti di cambiare semplicemente colore all'icona "classica", questo dovrebbe fare al caso tuo, è appena uscito: http://www.macupdate.com/info.php/id/25248/iconical
  4. Applications/iCal/Contents/Resources/App-empty.icns Magari conviene fare una copia di backup dell'icona originale, prima di sostituirla. Icone vuote in altri colori le trovi qui: http://www.oxygen-inc.com/kenx/ Le migliori sono comunque (ovviamente) quelle create da Jonas Rask per il suo replacement set di nome Ekisho, che trovi qui: http://jonas.seph.ws/ekisho/Ekisho_mac.zip
  5. Se avete il firmware della AirPort Express aggiornato all'ultima versione (6.3) non c'è verso di far interagire i due apparecchi; dovete fare il downgrade del firmware a 6.1.1. A me col vostro medesimo setup ha funzionato senza problemi per un anno e mezzo.
  6. iChartwork fa sì che i tuoi amici vedano come tuo avatar la copertina dell'album che stai ascoltando (sempre che una copertina ci sia, ovviamente). http://www.yreuxsoftware.com/iChartwork.html
  7. Non ci siam capiti. SafariStand e la sua opzione 'Open _blank link in new tab' evita appunto di dover sempre usare la combinazione da tastiera o il tasto centrale del mouse (per chi lo usa). Poi chiaramente se uno si diverte può continuare a farlo.
  8. Ti può servire una di queste due cose: 1) una ricerca nel forum oppure 2) SafariStand http://hetima.com/safari/stand-e.html
  9. Ho segnato in grassetto alcuni dei pochi errori "di battitura" che hai fatto, limitandomi a questa discussione. Chiedo scusa ma la giornata per me è stata piuttosto impegnativa e di sicuro me ne saranno sfuggiti altri. Potrai notare che il campionario di strafalcioni è estremamente variegato, e coinvolge vaste aree sia della sintassi che della grammatica del nostro idioma. Per tornare in topic, le mie ragioni le ho precedentemente elencate. Spero che chi leggerà questo thread possa rendersi conto di cosa sia meglio fare della propria batteria (fermo restando che ognuno ne fa l'utilizzo che ritiene più consono). Ti lascio ai tuoi litigi con la lingua italiana. Divertiti.
  10. Devi avere dei problemi di comprensione dell'italiano, ragione per la quale vado ad elencarti i motivi per i quali la batteria non va tolta (ultima spiegazione, fattela bastare), più un punto finale che mi sta a cuore esporre. 1) Apple non consiglia da nessuna parte di farlo. Se la cosa fosse di una qualche importanza, o fosse anche solo una possibilità contemplata, non credi che verrebbe menzionata da qualche parte? 2) La batteria previene da eventuali spegnimenti dovuti ad improvvisi black-out, e questa se permetti è una cosa di una qualche importanza direi. Il fatto che i computer fissi, a meno della presenza di un gruppo di continuità , non ne siano prevenuti, non costituisce un argomento a favore del tuo pseudoragionamento. Costituisce buona norma infatti dotarsene, qualora si voglia evitare la perdita improvvisa di dati non salvati, per non parlare di eventuali danni hardware. Privarsi di tale protezione, che nei portatili è insita nella natura stessa di tale tipologia di computer, equivale all'autocastrazione. Pratica sicuramente rispettabile, ma di scarsa o nulla soddisfazione per la stragrande maggioranza della popolazione. 3) Il fatto che il portatile per restare in piano necessiti della batteria suggerisce (perlomeno secondo la mia logica, e credo quella della maggior parte delle persone) che non è contemplata la rimozione della suddetta mentre viene utilizzato il computer. 4) Risulta del tutto ovvio che la batteria si consuma, ma essa è stata progettata proprio per questo. Rientra infatti nel cosiddetto "materiale di consumo". Visto che sei duro di comprendonio, te lo spiegherò in termini più facilmente comprensibili: se anche un utente la utilizza tutti i giorni, come capita al sottoscritto, la batteria mantiene una carica accettabile per un paio di anni almeno. Forse anche tu intuirai che con una sola sostituzione di batteria si arriva (salvo utilizzi impropri o batterie difettose) ad una durata complessiva di quattro anni, periodo di tempo nel quale si ammortizza ampiamente la spesa per un Mac portatile. Risulta del tutto ovvio che le cose, qualora vengano utilizzate, si consumano. 5) Ciò detto, chiaramente ognuno della propria batteria e del proprio Mac fa quel che gli pare, ma sarebbe meglio evitare di consigliare sciocchezze ad altri utenti sui forum. 6) Per comunicare col sottoscritto sei pregato di: 6a) utilizzare un italiano corretto o quantomeno comprensibile (ciò include tra l'altro un adeguato utilizzo di punteggiatura, maiuscole e verbi); 6b) non utilizzare un tono confidenziale-amichevole-canzonatorio, visto che non sono amico tuo, né ti conosco, né sono uno che si altera per le sciocchezze scritte da un utente qualsiasi nel forum (altrimenti passerei le giornate arrabbiato, e non mi pare proprio il caso). Riserva tale tono per chi conosci e mostra di apprezzare il tuo umorismo, grazie. Spero ti sia tutto chiaro.
  11. Apple neanche sconsiglia di scrivere sciocchezze, ma c'è chi continua a farlo. Il fatto che sia presente un piedino sotto la batteria (nel MacBook non ho controllato, ma nel PowerBook è così) per te indica chiaramente che va tolta mentre lo si utilizza con l'alimentatore, vero? Senza contare che, a meno che non sia presente un gruppo di continuità , l'utilizzo in rete senza batteria potrebbe essere leggermente nocivo in caso di improvviso black-out. Questo i tanti libri che hai letto non lo spiegano?
  12. Invece è falso, la batteria non va rimossa, né Apple consiglia di farlo.
  13. Nel dubbio ammazza tutti.
  14. Cerco solo, a differenza di altri, di non scrivere castronerie.
  15. Do per scontato che tu abbia un Mac. Applicazioni, Utility, Utility Amministrazione Airport, Configura. Da lì puoi scegliere il livello si sicurezza che vuoi impostare e settare una password a tuo piacimento.