emanuele

Members
  • Content Count

    253
  • Joined

  • Last visited

    Never

Posts posted by emanuele


  1. Ciao Chest,

    concordo perfettamente con Te che non é certo un terno al lotto se parliamo di Mac Mini e di tutto l'hardware che, giustamente, non é consentito importare/acquistare se non tramite il rivenditore locale. Ma, tanto per amore della discussione, Ti devo purtroppo dire che non sono molto d'accordo per quanto riguarda tutti gli altri componenti hardware di libero mercato e ai quali mi riferivo quando accennavo al paradosso di un possibile risparmio medio del 25% se acquistati in USA.

    Ti riporto qui di seguito i dati di due tra gli ultimi acquisti che ho fatto direttamente presso OWC (macsales.com) in USA paragonati con Silene.it (del quale tra l'altro sono da anni ottimo cliente):

    NOVEMBRE 2004

    - Scheda Sonnet Crescendo 7200 +

    - n.2 RAM 128 MB per Mac 9600+

    - HiHub USB Macally+

    - Scheda PCI 2 porte USB-3 porte Firewire

    OWC = $USA 242,10 (compresa spedizione) pari ad Euro 192,54 + Euro 45,27 per Iva e Oneri Doganali per una spesa complessiva di Euro 237,81

    SILENE = Totale complessivo Euro 491,58 (spedizione gratuita)

    RISPARMIO= Euro 253,77 che corrisponde ad oltre il 50% a parità di marche e garanzie internazionali.

    SETTEMBRE 2004

    - Superdrive DVD-R 108 Piooner interno bulk+

    - n. 1 RAM 128 Mb per Mac 9500+

    - n. 1 RAM 256 Mb per iMac 233 G3+

    - Cavo Firewire 6-6 pin

    OWC= $USA 236,81 (compresa spedizione) pari ad Euro 200,61 + Euro 49,12 per Iva ed Oneri Doganali per una spesa complessiva di Euro 249,73

    SILENE = Euro 360,79 (spedizione gratuita)

    RISPARMIO= Euro 111,06 che corrisponde ad oltre il 30% sempre a parità di marche e garanzie internazionali.

    Tutto ciò premesso, Ti assicuro che mi accontenterei comunque volentieri se almeno qualche volta potessi usufruire di quel famoso 10% di differenza senza dover scavalcare l'oceano!

    Cordialmente.


  2. Ciao Settimio,

    Ti ringrazio della velocissima e circostanziata risposta di cui prendo atto e faccio tesoro. Senza, però, voler innescare aride polemiche (non era questa la mia intenzione)ritengo che in questo particolare momento siamo sempre molto distanti da ciò che (compreso il rischio di cambio) si può oggettivamente considerare una giusta remunerazione per produttori, distributori ed importatori. Mi riferisco al fatto che tale variabile purtroppo funziona spesso a senso unico e raramente a favore dell'utente finale. Ad ogni buon conto e come senz'altro avrai rilevato, mi permetto di evidenziare che allo stato attuale siamo arrivati al paradosso che ordinare direttamente in USA componenti hardware(quelli consentiti ovviamente) può essere più conveniente, rispetto ai distributori italiani, di almeno il 25% (compresa IVA, spese di spedizione e sdoganamento). Ciò che auspicherei, pertanto, è solo una maggiore attinenza dei ns.importatori e distributori alle comuni logiche di mercato (alle quali peraltro Tu fai riferimento)che se applicate correttamente e non cavalcando la tigre, forse, possono agevolare anche il povero cliente (che non ha su chi ribaltare il rischio di cambio!)

    Cordialmente.


  3. Ciao a Tutti,

    premesso che sono un Macmaniaco come pochi (di Mac ne ho 6) e pertanto vorrei fugare qualsiasi dubbio sulle mie preferenze in fatto d'informatica. Quello che sinceramente non riesco a capire è perchè in questo momento in cui l'Europa sta facendo ingrassare l'export USA con un Euro così "forte"(oggi sta 1,30 sul Dollaro), noi da quest'altra parte dell'oceano dobbiamo pagare i prodotti USA come se l'Euro fosse a parità di cambio. Perchè devo pagare un Mac mini 499 Euro quando il suo prezzo reale per me (e ugualmente remunerativo per Apple) sarebbe 381,17 Euro? A chi va in tasca la differenza di cambio? Non trovo giusto che, come utenti finali, non si possa trarre profitto del danno che stiamo subendo da parte di un amministrazione USA che è ben felice di avere un Dollaro così debole a scapito del resto del mondo. Inoltre credo che, così come stanno facendo molte altre aziende USA in questo momento, anche ad Apple converrebbe essere più aggressiva e competitiva nel nostro continente!


  4. Ciao a Tutti,

    premesso che sono un Macmaniaco come pochi (di Mac ne ho 6) e pertanto vorrei fugare qualsiasi dubbio sulle mie preferenze in fatto d'informatica. Quello che sinceramente non riesco a capire è perchè in questo momento in cui l'Europa sta facendo ingrassare l'export USA con un Euro così "forte"(oggi sta 1,30 sul Dollaro), noi da quest'altra parte dell'oceano dobbiamo pagare i prodotti USA come se l'Euro fosse a parità di cambio. Perchè devo pagare un Mac mini 499 Euro quando il suo prezzo reale per me (e ugualmente remunerativo per Apple) sarebbe 381,17 Euro? A chi va in tasca la differenza di cambio? Non trovo giusto che, come utenti finali, non si possa trarre profitto del danno che stiamo subendo da parte di un amministrazione USA che è ben felice di avere un Dollaro così debole a scapito del resto del mondo. Inoltre credo che, così come stanno facendo molte altre aziende USA in questo momento, anche ad Apple converrebbe essere più aggressiva e competitiva nel nostro continente!


  5. Ciao a Tutti,

    premesso che sono un Macmaniaco come pochi (di Mac ne ho 6) e pertanto vorrei fugare qualsiasi dubbio sulle mie preferenze in fatto d'informatica. Quello che sinceramente non riesco a capire è perchè in questo momento in cui l'Europa sta facendo ingrassare l'export USA con un Euro così "forte"(oggi sta 1,30 sul Dollaro), noi da quest'altra parte dell'oceano dobbiamo pagare i prodotti USA come se l'Euro fosse a parità di cambio. Perchè devo pagare un Mac mini 499 Euro quando il suo prezzo reale per me (e ugualmente remunerativo per Apple) sarebbe 381,17 Euro? A chi va in tasca la differenza di cambio? Non trovo giusto che, come utenti finali, non si possa trarre profitto del danno che stiamo subendo da parte di un amministrazione USA che è ben felice di avere un Dollaro così debole a scapito del resto del mondo. Inoltre credo che, così come stanno facendo molte altre aziende USA in questo momento, anche ad Apple converrebbe essere più aggressiva e competitiva nel nostro continente!


  6. Ciao a Tutti,

    premesso che sono un Macmaniaco come pochi (di Mac ne ho 6) e pertanto vorrei fugare qualsiasi dubbio sulle mie preferenze in fatto d'informatica. Quello che sinceramente non riesco a capire è perchè in questo momento in cui l'Europa sta facendo ingrassare l'export USA con un Euro così "forte"(oggi sta 1,30 sul Dollaro), noi da quest'altra parte dell'oceano dobbiamo pagare i prodotti USA come se l'Euro fosse a parità di cambio. Perchè devo pagare un Mac mini 499 Euro quando il suo prezzo reale per me (e ugualmente remunerativo per Apple) sarebbe 381,17 Euro? A chi va in tasca la differenza di cambio? Non trovo giusto che, come utenti finali, non si possa trarre profitto del danno che stiamo subendo da parte di un amministrazione USA che è ben felice di avere un Dollaro così debole a scapito del resto del mondo. Inoltre credo che, così come stanno facendo molte altre aziende USA in questo momento, anche ad Apple converrebbe essere più aggressiva e competitiva nel nostro continente!


  7. Ciao a Tutti,

    premesso che sono un Macmaniaco come pochi (di Mac ne ho 6) e pertanto vorrei fugare qualsiasi dubbio sulle mie preferenze in fatto d'informatica. Quello che sinceramente non riesco a capire è perchè in questo momento in cui l'Europa sta facendo ingrassare l'export USA con un Euro così "forte"(oggi sta 1,30 sul Dollaro), noi da quest'altra parte dell'oceano dobbiamo pagare i prodotti USA come se l'Euro fosse a parità di cambio. Perchè devo pagare un Mac mini 499 Euro quando il suo prezzo reale per me (e ugualmente remunerativo per Apple) sarebbe 381,17 Euro? A chi va in tasca la differenza di cambio? Non trovo giusto che, come utenti finali, non si possa trarre profitto del danno che stiamo subendo da parte di un amministrazione USA che è ben felice di avere un Dollaro così debole a scapito del resto del mondo. Inoltre credo che, così come stanno facendo molte altre aziende USA in questo momento, anche ad Apple converrebbe essere più aggressiva e competitiva nel nostro continente!


  8. Se volete una versione di OO maggiormente integrata in mabinete OSX e con la GUI Aqua , provate NeofficeJ , versione compilata e ottimizzata per Mac , fino a poco tempo fa era solo versione alpha adesso è già in beta e io la uso sin dall'inizio , mai problemi e fonts un pò più carini di Ooffice , inoltre gira anche senza avere X che gira.

    La trovate qui http://www.neooffice.org/

    Ciaouzz Posted Image


  9. Usando Snapz Prox ho bisogno di manipolare i filamtiprodott sotto quicktime con iMovie , il mio problem a è che non li visualizza correttamente , ovvero cambia la definizione e si vedano come sfocati , invece aprendoli con Qtime vanno che è una bellezza.

    Poi ho provato a salvare i filmati aperti con imovie e il risultato è che si ottine una uqalità sfocata come nella finestra di preview dell'applicazione stessa.

    Ho provato a cambiare tutti i settaggi di imovie ma niente..avete un'idea di perchè funzioni così??

    Ciao e grazie.


  10. Se è così, girerò come un calzino l'agenda, fornendo un rapporto dettagliato su pregi e difetti. Se potessi farlo io, mi lancerei nella programmazione e nella grafica, ma ora come ora posso solo limitarmi ad esprimere pareri personali. Il mio ideale grafico sarebbe prossimo a quello di timenet-law, credo infatti che la texture brush-metal sia veramente intrigante. Non è eslcuso che col sodalizio da lei (o da te?) innescato si possa arrivare ad un risultato eccellente.


  11. Esimio avv. Guerrini,

    ho avuto modo di valutare la sua "Agenda Legale". Purtroppo devo confessare di averla trovata tuttaltro che elegante, in particolare considerando la grafica classic. La stessa necessità di avviare classic per il suo funzionamento la rende decisamente unfriendly e retrò. Più interessanti le funzionalità di per sè. Il mio consiglio è di stringere sodalizio con un bravo codificatore Cocoa, e implementare il programma per MacosX con grafica aqua. Ad ogni modo, l'interesse mostrato verso la questione Mac-avvocaura è encomiabile, stante l'assenza di proposte convincenti e abbordabili realizzate da società professioniste.

    Qui di seguito un mio specchietto critico delle prime proposte uscite:

    Advocatus: carino ma incompleto e a tratti macchinoso (fatturazione);

    Easylex: elegante e completo, ma molto caro e complesso;

    Cliens: completo ma inelegante e con ambiente Classic.


  12. PB "ALU" 1,5 , ram 1GB osx 10.3.7

    il programma parte, visualizza la schermata di base ma si blocca su "org.scube.deagostini.omnia.launcher" dove dovrebbe creare la cartella di lavoro... a nessuno è capitato? ciao a tutti, grazie.


  13. Caro Giulio, Advocatus è concepito con Filemaker pro. Pregi: la versione demo è completa ad eccezione della stampa; l'interfaccia è semplice ed intuitiva. Difetti: il tariffario non è stato aggiornato al 2004, e nella versione tuttora disponibile mancano alcune voci di menù; la fatturazione è macchinosa; altri programmi presentano più funzioni (ad es. reminder).

    Io lo uso solo perchè altri programmi simili hanno un costo eccessivo.

    Ad ogni modo, scarica dal sito della Kindvision una versione: non è pesante e ti consentirà di vagliare meglio quanto da me detto.


  14. Salve a tutti,

    purtroppo mi pagano per lavorare su piattaforma Win e non so come aiutare al meglio la mia signora che è grafico ed utilizza ovviamente il Mac. E' un G4 con OS 9.0.2. Dopo innumerevoli lamentele (si blocca spesso), navigo in internet e trovo il bug dei file temporanei non cancellati, risolto con la 9.1.

    Scarico il file dal sito dell Apple ma non saprei ora cosa e come farlo. Il cd deve essere "bootabile"? Se si come? E' meglio passare a OS superiori?

    Ogni suggerimento il merito è ovviamente il benvenuto.

    Ringrazio anticipatamente

    Emanuele