flask

Members
  • Content Count

    1,371
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by flask

  1. mac OS X, attraverso la funzione stampa, ti permette di salvare nei formati postScript e .pdf senza dover ricorrere ad alcun plug-in o applicazione aggiuntiva !
  2. Flash fiacca anche un Mac Pro quadriprocessore modernissimo !!!
  3. Non conosco MatLab ma quel messaggio è una semplice warning, nulla di preoccupante quindi, tu stesso affermi che tutto poi funziona regolarmente. Traducendo molto semplicemente: quel messaggio ti suggerisce che ri-salvando il file nella nuova versione avrai un miglioramento in fase di caricamento. Più che altro è sufficiente conoscere un minimo di inglese
  4. TipoDato * miaVaribileCheContieneIndirizzoDiMemoriaDiQuelTipoDiDato; è la base dei puntatori, del C e di obj-c
  5. Se è per imparare il concetto di variabile, i costrutti if then else, il for, il while do e il do while etc. è più che sufficiente il GW-BASIC !!! :-D Il difficile della programmazione non sono quelle cose li, io le ho imparate a 12/13 sul VIC 20, il difficile come dice gennaro sono i concetti della programmazione strutturata che implicano il conoscere l'ambito di valenza delle variabili e l'uso dei puntatori per bypassare quelle frontiere e per gestire la memoria in modo efficace e parsimonioso etc. etc. tra l'altro la programmazione ad oggetti se imparata fin dal primo momento penso sia vantaggiosa in quanto in realtà è la tecnica più naturale e quindi più "facile" da comprendere rispetto a quella procedurale del C nudo e crudo. Il massimo della mia esplosione creativa in programmazione lo ho avuto agli inizi degli anni novanta utilizzando il turbo pascal !!! poi mi sono cimentato con Java, il C ed obj-C ma oramai avevo cominciato a lavorare e non ho avuto più il tempo e soprattutto l'entusiasmo nel tribolare come avevo una volta... ciclicamente mi cimento ancora soprattutto in inverno :-DDD
  6. Io adotterei un approccio misto: imparare le basi utilizzando il C e parallelamente obj-c/cocoa per trarre soddisfazione realizzando semplici applicazioni in X Code con GUI su Mac OS X e iOS. Se parti dalle basi e procedi step by step per approdare solo alla fine a obj-c/cocoa, secondo la logica che ti suggeriscono, secondo me ti demoralizzi subito. Tieni presente però una cosa, imparare a programmare benino in obj-c/cocoa non può prescindere da una buona conoscenza del C, in particolare i puntatori in obj-c sono fondamentali come in C in quanto tra gli altri sono il modo con cui gli oggetti si scambiano i messaggi e se non si afferra bene il meccanismo si rischia di non capirci dentro nulla. Se sei proprio a digiuno di programmazione eviterei i metalinguaggi, tipo javascript & C. perché in realtà non è che sono poi tanto più semplici da imparare e quando poi passi aa C/obj-C devi comunque fare una certa fatica per rimetabolizzare molti aspetti... in realtà si assomigliano solo alla lontana moooolto alla lontana.
  7. Se non hai mai provato Mac OS X io ti consiglio di farlo... sicuramente non ti pentirai, tra l'altro il prezzo dei portatili è decisamente competitivo con quelli di pari segmento: peseo, spessore, prestazioni, batteria... le mattonelle super pompate a buon prezzo hanno l'autonomia di 1h e pesano tanto quanto il trasformatore che ti danno in dotazione. Win 7 a quanto dicono è molto migliorato... ma non dimentichiamoci che la base, anche se migliorata e "stabilizzata", è sempre quella: registro di sistema, e dll sparpagliate da tutte le parti dell'OS... insomma la solita minestra anche se questa volta ben insaporita, speziata e non indigesta, senza salmonella insomma !
  8. ***** ! mi è scappata una "e" anziché una "è" devo tornare in seconda elementare... o te lo insegnano in prima ?
  9. State pontificando teoremi e giudizi su frasi volutamente provocatorie, penso che qui nessuno porti avanti la teoria che più si è ignoranti e più si e felici, cerchiamo di essere seri. Per quel che mi riguarda l'appunto grammaticale di doublemike è completamente fuori luogo ed inopportuno considerato il conteso. Poi la si potrà anche menare fino al "3000 mai" su quanto sia bistrattata la lingua italiana e di quanto sia giusto ed opportuno correggere gli errori altrui in qual si voglia contesto... ma non avete per nulla ragione, soprattutto quando è diventato palese che quella persona non ha preso bene l'appunto, e molti lo hanno preso come pretesto per ridicolizzarlo ulteriormente scatenando un inutile, patetico, poco veritiero, molto televisivo e stereotipato flame di "letterati" contro "ignoranti".
  10. shadoww ti strasquoto L'ignoranza di tipo tecnico, se così si può dire, che un individuo può manifestare sotto qualsiasi forma, non è mai da considerarsi come una mancanza di rispetto... ma ci mancherebbe altro ! comunque non ho parole e per quel che mi riguarda liquido il tutto come tipica crisi isterica di chi magari ha altri problemi per la testa. Se una persona è ignorante socialmente, dal punto di vista comportamentale e civile, ovviamente è tutto un altro discorso.
  11. ho detto tua esperienza ? ... ok dai lasciamo perdere
  12. gennaro_mac continui a menar il can per l'aia, io ho parlato di utenti Mac *avanzati*, che giocoforza conoscono bene anche win. In generale non ho mai parlato di utenti "light" ne in campo Mac ne in quello win, ma di utenti avanzati e competenti. Io ti rispondo, il 99% degli utenti Mac avanzati conosce perfettamente anche la piattaforma win. Ora però mi rispondi senza aggirare il problema furbescamente: Secondo la tua esperienza, in percentuale quanti sono gli utenti esperti win che conoscono i Mac e che quindi hanno i requisiti di esperienza per fare confronti ponderati non viziati da ignoranza, confronti non necessariamente a favore del Mac ovviamente ??? ti ho girato la domanda pari pari, senza aggiustamenti furbeschi.
  13. premetto che con il post precedente non volevo assolutamente offendere gli utenti win. Poi gennaro scusami né hai fatto tanti bei discorsi ma non hai colto il succo della questione ovvero quello che tanti utenti avanzati win (esperti che fanno opinione e diffondono cultura informatica mediante il passa parola tra amici e conoscenti) parlano di Mac senza conoscerlo e anche se magari correttamente alla loro valutazione dichiarano che il Mac non lo hanno mai usato poi comunque si dilungano in osservazioni che non sono altro che una sfilza interminabile di falsi luoghi comuni con il risultato che, magari inconsapevolmente, non fanno altro che fare del FUD, insinuare nella testa dubbi che alla fine li fanno comunque propendere verso la scelta win. In tutto questo raramente c'è malafede da parte dell'espeto win user... ma è un dato di fatto sicuramente condizionante. Se si considera in oltre che le opportunità di ascoltare una campana piuttosto che l'altea sono del 95% contro 3% !!! Gennaro di che quello che dico è di fondo sbagliato ? Secondo la tua esperienza, in percentuale quanti sono gli utenti esperti win che conoscono i Mac e che quindi hanno i requisiti di esperienza per fare confronti ponderati non viziati da ignoranza, confronti non necessariamente a favore del Mac ovviamente ??? La mia dice: si e no il 5%, 1 su 20 !!!! Dimmi la tua ? Negare che questo stato di cose sia grossomodo vero e che non vizia grandemente lo svilupparsi le altre piattaforme è intellettualmente disonesto... e non c'entra nulla se è una storia vecchia, trita e ritrita se è una questione vera rimane sempre vara a prescindere, non è che perde la sua validità come se avesse una data di scadenza. Torno a ripetere non era assolutamente mia intenzione offendere gli utenti win che non conoscono i Mac e ne parlano. Il termine ignoranza va considerato per quello che vuol dire letteralmente e circoscritto all'ambito Mac. Se poi una si offende ugualmente non so cosa dire, se non che a quel punto il problema è solo suo e non mio.
  14. Borg2 dice "il 90% degli utenti usa windows e questo mi porta a pensare che ci siano dei vantaggi nell'usarlo, altrimenti non si spiegherebbe il perche' di questa incolmabile differenza - tu dirai che sia dovuto al fatto che non si puo' scegliere, invece scegliere e' possibile e la gente non e' tutta stupida." Tra gli altri uno dei motivi del persistere della quota a vette del 95% di win, è il fatto che c'è molta gente come te che anche se sono 20'anni che usano e si intendono di computer un Mac non lo hanno mai usato, e basano quasi tutta la conoscenza sulla "questione Mac", sul semplice sentito dire che normalmente è un concentrato allucinante di luoghi comuni, luogni comuni che nel bene o nel mane, in buona fede mi vien da dire, il tuo post è infarcito Faccio solo 2 considerazioni: La prima è che ci sono la stragrande maggioranza gli intenditori di computer di informatica e tecnici, magari figure veramente capaci, come te biorg2, che hanno sempre e solo usato dos/win che hanno sempre e solo avuto a che fare con persone tecnicamente preparate ma con pari esperienze informatiche (solo win) che si sono tramandati con il passa parola luoghi comuni e false credenze sulla "questione Mac" a non finire, basati sempre e solo sul sentito dire. Questo negli anni ha non ha fatto altro che rafforzare la posizione dominante di Microsoft, posizione dominante che si basa moltissimo sull'ignoranza (senza offesa) di tecnici validissimi che però conoscono solo win e non hanno mai, non dico posseduto (so che è quasi un disonore per voi buttare i soldi in un Mac), ma neanche usato un Mac. La seconda considerazione è che la figura tecnicamente equivalente di cui sopra ma del versante Mac sa benissimo usare anche i sistemi dos/win e questo lo pone nei fatti, quindi oggettivamente, un qualche gradino più alto in fatto di conoscenze informatiche rispetto al classico tecnico win. Borg2, bada bene che gli utenti Mac esperti sono i primi a consigliare l'uso di win in determinate situazione ma sono anche i primi a sostenere che un sistema Mac nel 90% dei casi può tranquillamente rimpiazzare un sistema win, questo non perché sono fan talebani scatenati ma perché sanno benissimo che quando esistono le applicazioni di cui si ha bisogno un sistema Mac richiede molta meno manutenzione e cura rispetto ad un sistema win. In oltre se è in vena di outing l'esperto Mac non si farà scappare l'occasione per ribadire che tra le altre cose c'è anche una bellezza, una eleganza ed una particolare armoniosità e feeling positivo che i sistemi Mac hanno e sanno trasmettere all'utente. Win è al 95% (non il 90%) perché ci sono tantissimi come tè Borg2 che non conoscono... anzi peggio conoscono male, per sentito dire e basta. Insomma c'è tanta ignoranza e disinformazione che giocano tutte a sfavore della piattaforma Mac e avvantaggiano alla grande quella Microsoft, questo loop autoalimentato da quelli come te Borg2, è uno dei motori principali che tiene Microsoft a quelle irraggiungibili vette.
  15. Dai quello non è un utente comune, quello è un utente con un forte imprinting microsoftiano !!! In ambiente microsoft effettivamente è spesso molto difficile risalire alla causa del problema che una volta individuato spesso molto risulta essere molto complesso per non dire impossibile porvi rimedio, quindi il formatta tutto per ripartire da zero è una regola non del tutto sbagliata anzi... discorso completamente diverso su sistemi Mac OS X. Chi si prende la briga di rispondere a questi utenti, che sembrano non ascoltare le semplici soluzioni proposte, non può arrabbiarsi e non può esimersi dal fatto di doversi sobbarcare l'onere di una complessa e lunga "deprogrammazione" di usi e abitudini ben inculcate e radicate nelle loro menti. Windows con il suo 98% del mercato e 20'anni di storia un forte e potente condizionamento lo ha sicuramente esercitato nella mante di tutti noi... chi più e chi meno Questi tizi hanno solo bisogno di capire che non è detto che perché 2 sistemi operativi operano grosso modo alla stessa maniera, con finestre, cestino e doppi click, debbano necessariamente essere sfigati e quindi essere considerati nella stessa maniera. Se ad ogni risposta di aiuto tutti iniziassero la frase con un bel: Mac OS X non è Windows per cui potrebbe essere sufficiente blà blà blà son convinto che nel giro di 40'anni riusciremo a deprogrammare buona parte di questa tipologia di utenti, e ad impedire la programmazione sistematica di altri !!! Un sincero augurio a tutti :DDDD
  16. Anche io non la vedo così tragica, perché se da una parte è vero che la crescita di chi usa i computer senza averne le conoscenze base minime è aumentata in modo esponenziale, dall'altra è aumentato enormemente anche chi i computer li sa usare bene e studia approfonditamente la materia in settori ben specifici. Poi non vorremo comparare la complessità dei sistemi operativi e dei suoi mille servizi, la complessità della programmazione e quella delle applicazioni di oggi... rispetto a quella di una volta !!! 15 anni fa in rapporto ad oggi c'erano 3 "cavolate" in croce da apprendere finito le quali ci si poteva senza alcun problema dedicare alla ricerca e allo studio di nuove cose anche pionieristiche. Oggi non è più così per il semplice fatto che è impossibile imparare e saperne su tutto. Oggi l'utente, che sia tecnico, scienziato, casalingo, si lancia in studi e e ricerche senza avere necessariamente le solide basi di una volta. La questione oggi è estremamente più complessa e uno individuo (utente) da solo, il classico smanettone, non ce la può fare a sviluppare anche un progetto banale perché c'è bisogno di un team con figure e con competenze e specializzazioni diverse. Scordiamoci la figura del tecnico appassionato che ne sapeva veramente di hardware, assembler, programmazione. Queste figure con competenze trasversali esistono ancora ma sicuramente non hanno più la vere competenza, soprattutto dal punto di vista pratico e operativo (il saper fare), di una volta. 20' anni fa i computer erano veramente poco più che un lego e un meccano rispetto a quello che sono oggi... vi siete mai chiesti perché dal mondo OSS/GNU & C. sono anni che non viene fuori nulla di nuovo e innovativo che possa interessare direttamente l'utente comune ? vi siete mai chiesti perché in quel mondo caparbiamente insistono nel creare, sviluppare, migliorare componenti che girano a bassi livelli del sistema operativo o robe che son poco più che servizi base e sono incapaci non solo di creare ma anche di immaginare altro ? secondo me perché in loro è forte la falsa convinzione che per andare oltre è assolutamente necessario conoscere nel dettaglio tutto quello che viene prima, quello che c'è sotto. Questo è profondamente falso, per andare avanti nel progresso quando le questioni e i progetti si fanno grandi e complessi per il singolo, o per un gruppo di pari (nelle competenze), è indispensabile basarsi e fidarsi di chi prima di noi ha scoperto, inventato e creato quei presupposti, e di chi ha specializzazioni diverse che noi abbiamo scelto di non seguire e approfondire... ora uno come Stalleman & C. o un suo adepto un ragionamento così è in grado di accettarlo e farlo intimamente suo ? NO, per il loro modo di ragionare ognuno di noi deve avere le conoscenze di tutti i meccanismi che ci sono sotto per non essere gabbanati, guai a fidarsi di qualcuno o di qualche cosa fatto da altri... insomma è un modo di pensare e concepire il progresso la ricerca e l'evoluzione anacronistico, reazionario... anzi di chi ha grossi problemi di tipo paranoide vedi manie di persecuzione. Stalleman quando si mette nelle mani di un dottore che ***** gli passa per la testa ??? :DDD Questo per dire che il romanticismo dei tempi di una volta non potrà mai più ritornare non perché la gente è cambiata (in peggio) ma perché la questione si è drammaticamente complicata per il singolo o per il gruppo di pari.
  17. Basta abbassare il volume del tappeto musicale, la voce dello speaker ( ma è la tua ?? ) va bene, non è un problema se non è come quella di Claudio Capone !!!
  18. È una cosa che ha a che fare con le nuvole o con un faretto al fulmicotone o entrambe le cose.
  19. Non ho parole, la voce si percepisce a malapena, in compenso la pessima musica ciokka nelle orecchie di brutto !!! voto ZERO a chi ha preparato il video ! Fortunatamente c'è iPhone 4 che solleva la disastrosa riuscita del video, vi chiedo cortesemente un poco più di impegno e cura la prossima volta che montate i video... non è difficile, anche utilizzando gli strumenti più scarsi che oggi sono a disposizione !!! ciao
  20. Folklore.org: Macintosh Stories
  21. allora l'unico "problema" è quello di installarci sopra AMP... ad oggi come minimo devi jailbreakkare iPad e vedere se partendo dai sorgenti di AMP riesci ad installarli su iOS, secondo me non è una cosa affatto semplice ed essere appassionati smanettoni non è un requisito sufficiente.
  22. iPad per lavoro è ottimo per: contatti, agenda, todo, wordprocessing, spredasheet, presentazioni e molto altro... non è adatto certo per foto ritocchi, grafica vettoriale se le aspettative sono di un certo livello... impossibile se è per "robe" da web designer, anche se lo jBrecchi di brutto e ci installi su in un qualche modo A+M+P... la tastiera virtuale, il modo di selezione particolare di ipad, il tipo di ergonomia non sono assolutamente adatti per fare pistolamenti su codice.
  23. Basterebbe essere un minimo pragmatici e basarsi sui fatti... Su Mac OS X ad oggi zero virus punto, i perché e i per come è così non dovrebbe interessare più di tanto. Il resto sono solo chiacchere che periodicamente si ripropongono come i peperoni ostici da digerire... per quanto disturbino prima o poi si cacano e si torna a star bene
  24. Fantastico Mi piacerebbe vedere un PC del 1986 alle prese con il web... a parte il DOS cosa ci si riesce a montare su ? win 3.2 ? non credo proprio neanche se è un 286 con 640 KB di ram, il max che supportavano i PC di allora