flask

Members
  • Content Count

    1,371
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by flask

  1. Non ho excel per fare prove. Poi spiegami perché per passare un grafico a torta da excel a pages sei passata per keynote ???? Prova a fare così: apri il foglio excel con dentro il grafico con numbers e da numbers prova a copiarlo in pages !!! Altra cosa perché non crei direttamente i grafici a torta con numbers ? Altra cosa perché non provi ad usare il riquadro di testo in pages ?
  2. Secondo me hai bloccato l'immagine ! Seleziona l'immagine e vai in: Disposizione>Sblocca PS: Hai visto che è sufficiente rendere l'immagine fluttuante per poterla anche ruotare, senza bisogno di inserirla in un frame di testo !!! Conosco meglio inDesign e Pages lo sto scoprendo a poco a poco rispondendo alle tue domande
  3. EugenioSogno ha i perfettamente ragione, l'analisi che fai è impeccabile !!! È l'inerzia del sistema che gioca a favore dei soliti noti, i quali non muovono un dito per migliorare qualche cosa, e penalizza nuovi i attori. Infatti il miglioramento deve venire per forza di cose di big, i piccoli per quanto capaci ed innovativi in certi campi non hanno alcuna speranza di farsi largo.
  4. non c'è solo office e il mucchio di altri programmi che intendi !!! Ad esempio tutta la suite Adobe CS, tutti i CAD, tutti i programmi di editing video ed effetti vari etc. etc. tutte applicazioncine che possono solo trarre vantaggio dai 64bit (soprattutto per indirizzamento RAM) e della programmazione multithread !!! Lo so che vanno riscritti, ma solo in parte, infatti è sufficiente rivedere quelle porzioni di codice che ne trarrebbero reale vantaggio. Questi tizi un lavoro extra per consegnare un prodotto migliore agli utenti manco morti ! ... si guardano bene dal farlo ACCIDENTI !!!! preferiscono introdurre funzionalità nuove, spesso poco utili in quanto dopo anni di sviluppo c'è ben poco da inventarsi ancora, anziché ottimizzare il codice. Paradossalmente sarebbe quasi auspicabile che intel smettesse di migliorare le sue CPU per qualche anno in modo che le varie software house fossero costrette a mettere mano al codice !!!
  5. diciamo che scannato, in una intercettazione telefonica, potrebbe essere mal interpretato... quindi il suo uso è da sconsigliare VIVAMENTE !!!
  6. ... nel ragionamento aggiungo anche il fatto che più un termine è brutto agli occhi dei linguisti e più mi diverto ad usarlo !!! mediamente queste cosa mi aiuta moltissimo a non cadere vittima di mal di testa visto che è molto più facile usare termini scorretti che corretti è una becera furbata che mi aiuta molto a vivere in pace nella mia beata ignoranza !!! faxus sicuramente il mal di testa era provocato dal tuo inteso ragionamento linguistico !
  7. Il processo di rendering interessa la CPU e non la GPU, quindi più è potente la CPU e meglio è. Tieni presente che non tutti i programmi di rendering sfruttano i multiprocessori e/o multicore quindi le performance di elaborazione dipendono anche molto dal programma che usi. Le CPU dei nuovi iMac sono più performanti delle equivalenti versioni "mobile" che trovi sui MacBook Pro (prima erano le stesse). ciao
  8. Permetto che di lingua itaGLIana ne so mooolto poco son di astrazione tecnico scientifica tuttavia secondo me è un po come per verbale e verbalizzare, e il termine scannerizzare non è sbagliato. Diciamo che usando quel verbo si pone il focus dell'attenzione sull'oggetto scanner che compie quell'azione. Mentre con il verbo scansionare/scansire il focus è tutto concentrato sull'azione che compie lo scanner. Tra l'altro forse scansionare/scansire è più generico e potrebbe essere anche sinonimo di scandagliare, passare in rassegna, visionare per controllare etc. e non necessariamente l'atto di acquisire immagini mediante lo strumento scanner. Secondo me è importante restare coerenti all'interno delle frase quindi vanno bene sia : con lo scanner posso scannerizzare per ottenere una scannerizzata che: con lo scanner posso scasionare/scansire per ottenere una scasione sicuramente scannerizzare suona male ed è brutto ma è più preciso ed evocativo in un contesto tecnico secondo me. Ma cosa dicono quelli della Crusca ???
  9. Comunque sia in generale è incredibile l'enorme divario che c'è tra il progresso tecnologico sul lato hardware e quello software. L'hardware permetterebbe meraviglie, da anni ci sono i 64bit i multicore etc. etc. e il software è rimasto ancora alla generazione a cuore singolo a 32bit di 6 anni fa !!! Gli unici che tengono il passo sono i giochi che sfruttano sempre tutta la potenza messa a disposizione dalla GPU, o quelle parti di software che hanno a che fare con la bruta potenza delle GPU. Ma per il resto i sofware (applicazioni e OS) sono **tutti** drammaticamente obsoleti, pochissimo 64bit, pochissimo multithreading etc. etc. Ho sempre nutrito una forte antipatia per i programmatori e le software house perché ritengo le loro politiche scandalosamente conservatrici per nulla inclini ad implementare "nuove" possibilità messa a disposizione delle CPU. NON FAN NULLA !!! FAN PENA !!!
  10. PS: Conoscere UNIX non significa solo conoscere i comandi impartiti da terminale !!!
  11. Lanciarti in installazioni di quel tipo senza avere un minimo di conoscenza base sui sistemi unix è da folli. Studiati prima un bel manuale sullo UNIX meglio se specifico per lo UNIX di Mac OS X. Comunque prima di iniziare ad usare quei comandi da terminale come minimo devi installare XCode Tool che trovi sul DVD di installazione di Mac OS X perché nell'installazione standard quelli non sono compresi. In Mac OS X solo root puoi scrivere in quelle gerarchie, quindi lo devi attivare, in oltre sicuramente ti mancano quei comandi da termnale che come ti dicevo puoi avere previo installazione di XCode Tool. Di più non mi azzardo a dirti in quanto non so cosa sia dc3dd e non è detto che a sua volta non sia vincolato all'installazione di altri pezzetti di sofware... le fantomatiche dipendenze PS: Sono da anni che ho perso lo stimolo e il piacere di pistolare con lo UNIX... è un pozzo senza fine e non si è mai finito di imparare :-/ Tra l'altro le distro Linux e le versioni di Unix non sono mai uguali, path diversi, politica su proprietari e permessi diverse tutte "piccolezze" che fanno si che il seguire passo passo una serie di passaggi/manovre senza capirne il significato vero "profondo" porta il 99% delle volte ad un nulla di fatto !!! Questo perché c'è sempre bisogno di piccoli interventi personalizzati, che solo chi conosce abbastanza bene UNIX è in grado di apportare. Ogni minima variazione o virgola messa male vanifica tutto il lavoro !!! È il "bello" di UNIX In bocca al lupo ciao
  12. Gli NSProButton o NSProxyz non esistono nel framework (libreria C) cocoa. Questo vuol solo poter dire che quelle classi fanno parte di un framework personale. L'unica soluzione è quella di farti dare oltre alla cartella del progetto X Code anche le framework NSProxyz necessarie. ciao
  13. giannilibero tu invece ti puoi permettere di usare linux perché hai il tuo fratello che te lo tiene in ordine !!! noi poveri cristi oltre che lavorare minimo 8h al giorno dovremmo studiare per diventare ingegneri informatici per riuscire ad usare linux con indipendenza... ovviamente per te tutto questo non ha costi in termini di tempo, denaro e risorse da impiegare... lascia perdere va che è meglio !!! ad affrontare certi discorsi, ti stai infilando in un ginepraio senza uscita
  14. giannilibero leggi bene perché il cuore di Mac OS X di chiama darwin ed è open source !!! darwin = mach + bsd + I/O kit Gli starti sovrastanti darwin che sono i framework carbon, cocoa, quicktime, webkit, java, openGL, samba, apache, etc etc. di volta in volta sono proprietari di Apple proprietari di XY o open source Mac OS X è una roba più complessa di quello che scrivi tu giannilibero !!! anziché sparare cavolate, studiati approfonditamente la questione va che è meglio. ciao
  15. C'erto sapere è meglio che resti nelle mani di pochi... vedi tecnologia nucleare ad esempio !!! Come in tutte le cose, l'ideale è poter scegliere tra un mix di soluzioni che poi ognuno di noi si cucisce addosso, e quanto più si è liberi intellettualmente dalle varie pressioni ideologie e meglio è. Li bene non sta ne nel software libero che nel software chiuso. Per grandi progetti c'è bisogno di regole rigide e grande coordinazione questo è quello che la storia ci ha fatto vedere fino ad ora. Un conto è lo sforzo per dar una forma e corpo ad un OS completo (non solo il kernel) un conto è quello per creare un tool o un singolo applicativo.
  16. Ma a quale scopo tutto questo tira e molla ??? Forse perché non sanno bene neanche loro che cosa fare e quindi lanciando messaggi sibillini, che non promettono nulla ma che allo stesso tempo fanno sperare, intendono tastare il feedback del mercato ? per valutare il da farsi ? accelerare o no il porting ? investire più o meno risorse ? temporeggiare ancora un poco per il rilascio ? non si capisce nulla, fatto sta che questo tira e molla, per uno come me che non vede l'ora di vedere SW su Mac, son come delle mazzate sulle pall... sui denti ! tutte le volte.
  17. Concordo al 100!% (fattoriale) con quello che dice faxus. Prima di parlare di libertà in modo generico bisogna definire l'ambito di quello che si vuole comprendere in quel concetto. Per me non è libertà essere in balia delle dipindenze per far funzionare un programma... non è libertà compilare il kernel con il modulo giusto per far funzionare la webcam... non è libertà perdere mesi a personalizzare la propria linux box tanto che quando ti capita di averne a disposizione una diversa non sa più da che parte pigliarla... non è libertà avere la possibilità di mettere mano al codice sorgente, ed essere in balia di versioni 0.3.2.1 che dopo 15 anni non sono ancora promosse ad un bel 1.0 maturo... non è libertà essere costretti a dover scegliere se scaricare le versioni pacchettizate in formato .deb .atp etc. etc. compresse in tutte le versioni possibili .tar .zip .b2z .rar. per non parlare delle versioni alfa, beta, stabili etc. etc. poi ci si può perdere in mille rivoli filosofici, a disquisire cosa è libero e cose è chiuso in informatica, fino a perdere contatto con la realtà concreta di tutti i giorni e senza mai arrivare alla risposta ultima e definitiva. L'unico modo è affrontare serenamente la questione in modo pragmatico, accontentandosi di essere soddisfatti per non più dell'80% di quello che è il nostro concetto di ideale, senza ambire ad arrivare alla perfezione assoluta che non esiste.
  18. Sull'efficacia del multitsking di MAc OS X c'è poco di cui lamentarsi e discutere ! il limite sembra essere solo la quantità di memoria
  19. La tua risposta delos è la migliore di tutte... un concentrato di significati nascosti fra le sole 2 righe !!! peccato che, molto probabilmente, l'utente PC non la possa capire le sue molteplici sfumature
  20. Bene bene Un passo alla volta mooolto lentamente forse ci arriviamo !!! dai ! dai ! dai !!!
  21. Per quanto riguarda lo smanettare il cuore UNIX di Mac OS X sulla rete c'è molta meno documentazione che quella che trovi per LINUX !!! tuttavia se si conosce bene UNIX e non ci si limita solo a papagallare è possibile usare proficuamente la documentazione anche si riferisce a LINUX.
  22. Per quanto riguarda gli smanettamenti : Gli iMac, i MacMini e i portatili non sono adatti per quelli hardware a parte espansione RAM e HD. I MacPro hanno schede grafiche su slot e slot liberi da usarne per tutti i tipi espansioni hardware che si vuole. Mac OS X è un sistema estremamente ben fatto e potente e puoi fare, ma non ce né mai bisogno, tutti gli smanettamenti software che vuoi. Tieni presente che è uno UNIX 100% quindi, a tuo rischio e pericolo, puoi fare **veramente** quello che vuoi, come installare GNOME e/o KDE e tutte quelle applicazione X11 che li usano e vedere tranquillamente coesistere finestre di programmi che usano interfaccie grafiche diverse assieme a quelle aqua (di Mac OS X)... tutti i casini e le complicazioni che ne derivano però sono a carico dell'utente smanettone