eldino

Members
  • Content Count

    340
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by eldino

  1. Esiste anche Q-Emu, che è pure open source. Ho il tuo stesso iBook con lo stesso quantitativo di RAM e sto installando windows 98se per far girare un software che su mac non ci sta (non mi serve un equivalente, mi serve quel software spedifico). Potresti provare anche tu a usare il software che ti serve su 98 invece che su XP, se ci gira..
  2. No il discorso è che se il backup lo fai su Verbatim o Sony o su altri supporti di prima classe, hai un 1% che i dati si sputtanino nel tempo. Mentre se usi un Princo o un Tuff Disc o altre *****te simili, hai una percentuale ben + alta. Chiaramente, in entrambi i casi dipende da come tieni i supporti: se li butti in macchina senza custodia, li sfrici o ci fai giocare il gatto, i dati diventeranno illegibili più in fretta in entrambi i casi (vedi il famoso errore "di ridondanza ciclica" di windows o "Impossibile copiare. Errore -qualcosa" del Finder), ma in misura minore su un supporto di ottima qualità . Parafrasando il tuo paragone automobilistico, è come se compri un copertone della Bridgestone e uno della Tatsukawa (marca inventata): entrambi si consumano nel tempo, ma il Bridgestone ti dura di più e resiste maggiormente alle sollecitazioni. Io personalmente uso Verbatim DVD+R e Verbatim CD-R per il backup e verifico l'integrità dei dati ogni 2-3 anni, e spesso rimasterizzo quelli più importanti o il cui supporto si sta deteriorando. Ad esempio, di recente ho verificato un po' di vecchi cd, tutti ok x quelli di marca (erano Sony, TDK e Verbatim), a putt4n3 qualcuno di sottomarca.. ho dovuto attuare una procedura di lettura byte per byte con IsoBuster per recuperare il recuperabile, e ho rimasterizzato il tutto su dvd. Inoltre, custodisco i miei numerosi supporti in bustine di plastica e all'interno di contenitori appositi (i meravigliosi porta cd di stoffa dell'Ikea, per intenderci), che a loro volta sono conservati in un luogo asciutto e al riparo da qualsiasi fonte d i luce, perchè come saprai i media ottici sono altamente fotosensibili... In più, ogni media è dotato di codice identificativo numerico ed è indicizzato usando GWhere (www.gwhere.org), in modo che quando mi serve qualcosa, non devo smadonnare e togliere e mettere i 400 cd dove -potrebbe- trovarsi quello che cerco, ma effettuo una semplice ricerca in gwhere ed estraggo dall'archivio il supporto che mi serve, in modo da evitare usure inutili. Quando masterizzo, infine, faccio sempre la verifica, sia tramite Toast o Nero, che (a volte) a mano (= controllo, per esempio, se dei filmati si vedono), ed eventualmente provo il media su più unità ottiche diverse, onde fugare qualsiasi dubbio prima di cancellare i dati dagli hd. Esperienza annuale personale. Comunque, ci tengo a precisare che non è un dato assoluto, ma una media. In più, non ho provato tutte le sottomarche esistenti, ma solo quelle più comuni, tipo Princo, Datarex, Tuff Disc, Majestic, svariate senza nome etc. Infatti, mi è capitato spesso di dover copiare dati da supporti non di marca datemi da amici che li tenevano in condizioni sacrosante, e tutto è filato liscio, almeno con una delle unità ottiche in mio possesso. A volte ho verificato che gli errori di lettura su alcuni tipi di supporti, dipendevano da un incopatibilità unità -supporto, o dal fatto che chi aveva masterizzato il supporto, aveva masterizzato usando un lead-in veloce.. il che ha danneggiato la parte iniziale del dvd (i primi settori risultavano danneggiati in Iso Buster) ma i dati erano intatti. Scusa il papiro :-D
  3. Ho visto il link che citi... è molto generico e non tiene conto dei media code.. in base al media code, un codice specifico di ogni produttore di supporti ottici, che puoi tranquillamente reperire usando alcuni programmini specifici (per windows ce ne sn parecchi, per mac nn saprei) viene stilata di anno in anno una classificazione dei supporti in 4 categorie.. La prima categoria, che è quella migliore, comprende Verbatim e altri nomi famosi, ed è caratterizzata dal fatto che su ogni campana il 99% dei supporti è esente da errori fisici e difetti di fabbricazione. In più, presentano uno strato di protezione superiore molto valido, che ti permette di salvaguardare i dati nel tempo con molta sicurezza. Daltronde, se i Verbatim sono garantiti a vita, ci sarà un motivo... Le altre 3 categorie hanno percentuali sempre più basse di supporti per campana non difettosi, il che vuol dire che se ne masterizzi 100, solo 60/30/10 (o giù di lì) saranno masterizzati senza errori. In più, dal momento che costano poco e sono prodotti da produttori di poco conto, che sicuramente non investono un centesimo in ricerca, hanno un strato protettivo penoso o del tutto assente, il che li porta per forza di cose a deteriorarsi nel tempo. Al netto dell'equo compenso (= comprando su internet), un dvd vergine o un cd vergine di marca costerà un 30% in più di un dvd/cd vergine di marche ignobili... ora la domanda è: vale la pena risparmiare 2-3 euro su ogni campana e rischiare di rendere i propri dati masterizzati illegibili dopo 2-4 mesi, specialmente se li si masterizza e li si cancella dall'hd? Secondo me no. Ad ogni modo, se non dovessi dare importanza ai miei 7anni di esperienza nel campo della masterizzazione, ti rimando ad un interessante guida in inglese sull'argomento, dove sono elencate le 4 categorie che ti dicevo e tutte le info del caso. Blank media quality guide & FAQ http://www.digitalfaq.com/media/dvdmedia.htm Mi pare sia aggiornata al 2006, però per farti un'idea è ottima! Se hai altre domande, non esitare a chiedere :-) Ciao ciao
  4. Hai provato di recente a copiarne tutti i dati su hard disk? :-) O a verificarne in qualche modo l'integrità ? :-)
  5. se il supporto su cui masterizzi è marca biodegradabile (ovvero tutte eccetto le più note tipo verbatim, tdk, sony etc), dopo due mesi ci puoi giocare a frisbee...
  6. no putroppo ti ritocca ordinarle e rinominarle a mano...
  7. Io non lo farei se fossi in te: a) i dischi esterni LaCie sono difficili da aprire.. non si tratta di girare due viti e spesso si graffia il case; b) invalidi la garanzia.
  8. Sul Mac installa VINE, che è un server compatibile col protocollo vnc per il desktop remoto multipiattaforma.. -> http://www.redstonesoftware.com/products/vine/server/vineosx/index.html Su XP installa l'ottimo RealVNC come client. http://www.realvnc.com/ Crea una lan, se già non la hai, tra mac e pc (tramite router, cavetto di rete cross, etc), inserisci in RealVNC l'ip del mac e la password che hai settato in VINE e vedrai il tuo bel Dock sul tuo pc XP :-)
  9. quando le fotocamere funzionano con le AA è sempre meglio perchè: a) ci compri 4 AA ricaricabili da 2500maH e scatti una settimana di seguito per mesi e mesi (1000 ricariche) con un costo irrisorio (19euri caricatore fast + 4 stilo di marca, in media), e nel caso in cui ti trovi a corto di batterie, puoi sempre comprare 4 duracell nel primo tabacchino e continuare a scattare; b) le batterie al litio a volte durano di più, ma se puoi usare solo quelle (-> vedi fotocamere ultracompatte), una volta finita la carica, devi perforza di cose ricaricarla.. il che significa che se sei in giro o in vacanza, e la batteria ti finisce in giornata, te lo prendi in quel posto xkè devi aspettare di ritornare a casa/hotel, aspettare 3 ore per ricaricare la batteria etc.. scomodissimo. In più dopo un annetto la batteria al litio perde molto d'efficienza, quindi ti durerà molto meno fino a costringerti a cambiarla.. e ammesso che tu sia talmente fortunato da ritrovare il modello di ricambio, dovrai sborsare i tuoi bei 30-40 euro. La soluzione ideale sarebbe acquistare una fotocamera che supporti entrambe.. ovvero che ti dia nella confezione una batteria al litio ma che supporti due AA classiche. Alcune Lumix hanno tale magia.. questo ti succede perchè usi AA non ricaricabili (Durecell, Superpila etc), o ricaricabili di marche scandalose o semi-famose o di milliamperaggio inadeguato (come le Beghelli brrr). Per avere un autonomia soddisfacente, ti consiglio di non prendere niente al di sotto di 2100maH e di rivolgerti a ditte serie come la Uniross (grandissima!) o la Energizer, che fanno solo batterie da secoli quindi qualcosa ne capiranno... :-) Evita come un'orda di api assassine le batterie Brondi.. fanno buoni i walkie talkie ma le loro batterie sono diuretiche. Se hai uno schermo grosso sulla tua fotocamera, tipo un 2.5' o un 3.0' (come quello montato da molte Sony recenti), non prendere niente al di sotto dei 2500maH. Ah un'utlima cosa.. nell'acquisto considera il tempo di scatto molto di più del numero di megapixel.. magari ti compri una 10megapixel, fico, ma se scatta dopo 3 minuti che premi il bottone, ti creerà solo frustrazione.. tra le tante marche che ho provato, le Casio e le Sony scattano più velocemente.. Le Olympus non le ho mai provate, ma considera che molti modelli usano solo le XD card, che costicchiano parecchio a parità di dimensione (1gb,2gb etc) rispetto alle più comuni SD usate dalle altre marche.. Quindi se risparmi 20-30 euro sulla macchina, li rispendi poi per la memory card Spero di esser stato esauriente! :-)
  10. Buh Olaf non saprei.. il Pleades lo uso sempre via FW400 col Mac e va in stop tranquillamente.. si sente una sorta di "clack" quando ci va.. e ci mette una 20ina di secondi per uscirne... via USB sinceramente lo uso solo con Mandriva e XP , ma prossimamente faccio un test col Mac xkè mi hai fatto venire il dubbio...
  11. è proprio come dici tu :-) lo attacchi al router, lo monti da entrambi i mac (Finder ->Vai ->connessione al server) e via.. soltanto che a seconda della marca hai più o meno funzioni (ftp, samba, gestione utenti, interfaccia web decente etc)... non ho idea di come sia questo della hamlet.. però le funzioni base dovrebbero esserci
  12. beh quello apple avrà la mela sopra.. molto più trendy di uno cinese :-D
  13. Buh non saprei.. se non lo usi come disco di boot, non credo sia conveniente comprare un SSD.. col prezzo di un SSD da 64GB ci compri un 250Gb da 2'5 standard e ti avanzano anche i soldi per una cena di pesce :-)
  14. Seguo con particolare interesse la LaCie e ho notato che sono apparsi da circa un mese sul mercato italiano dei nuovi hard disk dal design semplice e nero che non sono riportati sul sito ufficiale, nè su quello italiano nè su quello americano! E' possibile che mettano sul mercato dei prodotti di cui non fanno cenno sul sito? I prodotti a cui mi riferisco sono: il LACIE Desktop Hard Disk 500 Gb USB 2.0 (si trova anche da 320 GB) Bellino ma senza lo switch on/off (una nuova moda introdotta dal Maxtor One Touch 4). e il Lacie Desktop Disk 1.000 Gb Usb2.0: Molto bello ed economico (199€ su Chl), peccato sia solo USB 2.0 (1 disco da 1 Tera non puoi farlo solo USB e checcacchio!) :-( Qualcuno hai idea del perchè? La LaCie di vergogna di metterli sul sito, perché sfigurano rispetto al design del d2 Quadra o del Porsche? :-D :-D Pura, semplice, curiosità :-) Oddio, quello da 1 Tera, se avesse anche FW400 lo comprere al volo a 200 carte! :-) Magari lo fanno pure ma se non lo mettono sul sito, come fa un cliente a saperlo? Buh!
  15. portati una traduttrice invece :-) almeno mentre adium trasferisce il file, passi il tempo con lei eh eh eh :-)
  16. eldino

    Irc

    Voto per Colloquy. semplicemente fantastico! http://www.colloquy.info
  17. aspetta qualche tempo e prenditi un macbookpro nuovo
  18. Non mi pare, Olaf. Ho un Coolermaster XCraft con un Hitachi da 250Gb all'interno (questo) e dopo 15 minuti di inutilizzo va tranquillamente in sleep, sia su Tiger che con XP. Basta riaccederci per sentire le testine ripartire! Stessa cosa il Macpower che mi consigliasti tu illo tempore (stupendo! un capolavoro dell'arte dei box esterni!). In più, alcuni dischi esterni Maxtor o LaCie (entrambi tutti neri) appena usciti, che sono solo USB 2.0 e che sono privi di switch on/off (una m3rda!), vanno altresì in sleep dopo 15 minuti (e se ne vantano!). Se tieni ai tuoi dischi e ai tuoi dati, e se i dischi sono grossi (> 250 GB), ti conviente spenderli i soldi e comprarti un box Coolermaster (al momento, solo eSATA+USB2.0 a 67 euri) oppure un box Macpower, che li fa anche per doppio hard disk (ovvero ci metti 2 hard disk dentro) -> googla per Macpower Taurus. Altrimenti rivenditi i dischi su eBay e ti compri un d2 Quadra della LaCie con tutte le interfaccie dell'universo!
  19. infatti. formattalo FAt32 (da utility disco) e passa la paura. ah.. mai sentito! si chiama esattamente così? perché su google non mi dà niente! mi puoi dare qualche link che faccia vedere questo disco? grazie!
  20. Io ho un iBook G4 1.33.. adoro l'autonomia di 5 ore e mezza e il fatto che scalda pochissimo => niente rumore di ventole... prossimamente (= fra 10 anni, non avendo un lavoro) vorrei comprarmi un iMac alluminium da 20' pimpatissimo di ram crucial.. quel mac mi fa veramente impazzire...
  21. quello che ti posso dire è che le casio exilim scattano immediatamente (al contrario di molte altre) e le foto sono fantastiche, ma la batteria al litio dura pochissimo.. una mattinata di foto.... evita pentax come la peste...
  22. sulla maggior parte delle immagini disco, se ci doppio clicchi, si montano... i .bin necessitano di toast, mentre i .mds (alcohol) vanno rinominati in .iso prima..
  23. Beh penso proprio di sì.. c'è scritto che sarà disponibile da gennaio A velocizzare le prestazioni del tuo portatile e aumentare la durata della batteria... se non ti spaventa il prezzo (che sarà sui 300euro se va bene) e tu pensi che ti possa servire, magari pensaci Io apsetterei comunque, perché gli SSD hanno vantaggi ma anche svantaggi... uno per tutti: un limitato numero di cicli di scrittura/lettura... non sono come gli hard disk normali che ci puoi scrivere e leggere anche per 20 anni...
  24. interessante.. sarebbe carino poter creare un frontend modellabile su uno script bash, ma per il momento CocoaDialog è soddisfacente e non necessita di XCode installato..
  25. Puoi anche attendere che esca sul mercato l'adattatore brevettato di recente da apple! Maggiori info qui -> http://www.macrumors.com/2007/11/29/apple-patents-mini-cd-dvd-rom-adapter-for-slot-loading-drives/