paolametro

Members
  • Posts

    1,089
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by paolametro

  1. però se parliamo di aperture come visualizzatore di immagini, cosa che io per ora non concepisco, bisogna ammettere la sua più grossa lacuna, almeno per me: non può gestire archivi fotografici offline come ad esempio cd e dvd. Iview in questo è il meglio
  2. Mi piace, come discorso... In pratica basterebbe aggiungere un altro step al workflow di aperture, diciamo uno step finale, che funzioni da visualizzatore di immagini tipo iview. Insomma, prima si editano le foto nella libreria, poi si passa ad un secondo "luogo" dove le foto vengono soltanto visualizzate. Mi piace! Speriamo che il team di sviluppo di aperture bazzichi da queste parti e sappia l'italiano!
  3. mi interessa come discorso, ma sinceramente non conosco plugin per Aperture... Vediamo se qualcun altro ci sa dire di più
  4. Orologio alla mano, noto con piacere un incremento notevole nella creazione delle preview una volta che si importano nuove immagini in aperture. L'upgrade alla 1.5.3 ha fatto guadagnare un buon 20%. Testato su MBP C2D 2,16 Ghz, 2GB RAM.
  5. raziel, anche aperture, se glielo indichi durante l'import, non ti cambia nè sposta le immagini. Ma il discorso è un'altro: ne' lightroomne' aperture sono visualizzatori di immagini, quindi non pensati per gruppi di folders e subfolders. tutto qui.
  6. sul discorso dei plugin in effetti anche secondo me manca un bel po' di sana competizione. Ma forse gli sviluppatori attendevano di vedere se l'applicaizone apple decollava o meno. Oppure c'è una sorta di pericolo di finire in campi dedicati a photoshop, che per molti versi aperture volutamente nonha affrontato. Per quel che riguarda la correzione selettiva di porzioni di immagini (penso tu ti riferisca agli U-point di Capture NX), c'è da dire che nell'opzione "color" di aperture esiste una cosa simile. La uso sovente per ritoccare gli incarnati o i cieli poco saturi. Certo non è possibile agire selettivamente su determinate porzioni di immagine. Per quello in effetti ci vuole photoshop, e quindi bisogna creare un tiff ad hoc. Proprio quella dei TIFF è una cosa che non mi piace! Occupano un'enormità di spazio. Però è anche vero che per salvare in altri formati bisognerebbe avere accordi con le altre case (adobe per i psd e Nikon per i Nef), e si sa che ad apple non piace utilizzare formati proprietari esterni....
  7. Come no?! Basta creare le cartelle in fase di export. A me è capitato di creare anche tre o quattro livelli di subfolders. si, appunto, non mi è molto chiaro..... allega, allega!!!
  8. Mi spiace, non so aiutarti perchè è un'azione che non ho mai utilizzato... Provato a leggere il discussion forum della apple dedicato ad Aperture? Questo qui, per indenterci
  9. in che cosa lascia un po' a desiderare? sii più preciso, così dicendo non si può certo iniziare un dialogo...
  10. Beppe io ho provato la beta e sinceramente se puoi permettertelo ti consiglio di prenderlo al volo. non c'è paragone... Prova a scaricare la beta anche tu, sempre che funzioni ancora, così ti fai un'idea della differenza.
  11. no, aperture non permette di monitorare dischi e cartelle. E' un software "pesante", come pensanti sono le modifiche che permette di fare. Ci deve essere intenzionailtà nel creare un progetto con aperture. Non è un visualizzatore di immagini! Per quello c'è iview, l'hai detto pure tu! (ha fatto anche la rima!) Paolo
  12. Purtroppo credo che la convergenza tra aperture e bridge non ci sarà mai... Io ho provato la versione beta di Bridge CS3 ed era una scheggia da far paura. Cmq io ritengo sempre che sia meglio utilizzare due applicazioni che fanno egregiamente il loro lavoro, anzichè una sola che lo fa in modo mediocre. Aperture è un software di photoediting, che permette un workflow completo al fotografo professionista o all'appassionato, dall'importazione alla pubblicazione. Ma non è un visualizzatore di immagini. Per quello ci sono altri sofware, come il Bridge che hai citato tu. Io personalmente uso Iview media pro. Molto veloce (è uscita la versione macintel) e permette la catalogazione di archivi offline come cd e dvd di foto, di cui rimane l'aneprima in databse. Prova a scaricare la beta, magari ti piace... Per quanto riguarda il discorso del lavoro sui master files ritengo che sia solamente un cambio di prospettiva, il tuo... sono certo che quando ti sarai abituato al nuovo flusso di lavoro ti chiederai come facevi a farti queste domande...
  13. Nell'universo dei programmi per fotoediting profesisonale, la tendenza comune è quella di non andare mai a toccare il file master. Tuttalpiù è possibile crearne delle copie, come hai fatto nota (lo fa anche Lightroom). Questa, crediimi, non è una lacuna di queste applicazioni, ma il loro punto di forza. Perchè bisognerebbe intervenire su un master se si può fare lo stesso con una copia, salvando oltretutto un sacco di spazio su disco? Per quanto riguarda la doppia finestra, non ho capito bene a cosa ti riferisci. Parli della visualizzazione multimmagine?
  14. ciao beppe, in effetti come opzioni diciamo che aperture non è proprio il massimo della configurabilità . Per le tue preview sinceramente non so che dirti, se non di provare a cancellare il progetto che le contiene e importarle di nuovo...
  15. La libreria non la puoi cancellare! Quello rappresenta soltanto l'ordinamente per data di tutte le tue foto. So che in effetti in molti casi è inutile, ma rimane lì e non dà fastidio... Compatta l'elenco cliccando sulla freccina a sinistra dell'icona "all images", almeno occupa il minor spazio. Paolo
  16. hai provato ad andare sul progettoe selezionare col tasto destro "delete project"?
  17. beh, quelle organizzate secondo l'anno in teoria non dovrebbero essere delle cartelle vere e proprie, ma solo un'organizzazione logica fatta dal programma. Strana come cosa... Senti, cerco di capire meglio: in pratica tu avevi un progetto con delle foto. 1° Domanda: Queste foto erano sul tuo hard disk in una cartella oppure erano nella libreria di aperture? 2°: Poi, le hai cancellate dalla loro posizione, giusto? 3°: Successivamente ti sono apparse delle preview grigie che non puoi più cancellare, giuso? 4°: Ora le preview grigie non ti appaiono nell'elenco dei progetti ma solo nella catalogazione "all images"? Rispondimi a queste domande e vediamo se riusciamo a venirne a capo...
  18. giubio: cioè, tu non riesci a cancellare le preview grigie? Hai provato con "mela+backspace"? Neanche scegliendo l'opzione col tasto destro?
  19. Riguardo alle preview io la penso così: come tu ben saprai, aperture ti permette due metodi di importazione: il primo è di copiare le foto nella sua libreria, il secondo invece consiste nel riferimento ai file originali posizionati in una cartella all'interno dell'hard (management of referenced files). Col primo metodo (che è quello che utilizzo io, e che mi sembra più sicuro), è impossibile cancellare il file master e rimanere solo con la preview, perchè dovresti fare una ricerca nella gerarchia delle cartelle di aperture. Col secondo metodo in effetti qualche possibilità di perdere i file originali c'è, ovvero se li hai spostati ne cestino. Se non l'ha ancora svuotato, puoi sempre andare sulla preview (che diventa grigia) e, attraverso il menù contestuale, linkare di nuovo la preview all'originale. Se invece hai già svuotato il cestino, ahimè, non ti rimane altro da fare che cancellare la preview grigia. Una cosa non ho capito del tuo post. Tu scrivi: "La mia critica riguardo i progettisti di questo software e' che sono piuttosto poco previdenti. Se un link viene perduto dovrebbero permettere di cancellarlo". Ma guarda che si può fare! Basta cancellare la preview. Nulla di più semplice. Fammi sapere, Paolo
  20. Bene, mi fa piacere! Attendo le tue impressioni! Paolo
  21. Impressioni a caldo: - aggiornamento concluso senza intoppi. Insieme all'aggiornamento ho installato anche quello della sicurezza. Il sistema ci ha messo un paio di minuti in totale. - Velocità di apertura dell'applicazione identica. - notevole incremento nella generazione delle preview quando si usa un programma esterno tipo PS. Prima in effetti non era il massimo, e spesso faceva cilecca - Il fullscreen è diventato una scheggia!!! Già prima era abbastanza fluido, ma penso che ne abbia guadagnato davvero molto in velocità Ora vado a nanna. domani lo metto alla frusta...
  22. Quasi 20.000 foto editate con Aperture, e MAI avuto un crash... Neppure quando ho importo e aggiorno preview e masters. Ma usi una trial version? non si capisce bene il tuo problema. Se hai cancellato le foto dalla libreria, non dovresti più avere le preview disponibili. Suppongo quindi, anche se non lo hai detto esplicitamente, che tu abbia cancellato le foto esternamente al programma (cosa da non fare mai, secondo la logica dell'applicaizone). In questo caso ti posso indicare due soluzioni: 1) se non hai ancora svuotato il cestino, dai un'occhiata là perchè quando vengono eliminati dei master files, viene creata una cartella "aperture" nel cestino,che contiene proprio le foto eliminate. 2) se hai già svuotato il cestino, allora prova ad aggiornare le preview. Clikka con il tasto destro (crtl+click) sulla preview e fai "update preview". Resto in attesa di tue notizie.
  23. Guarda, io utilizzo aperture da quando uscì, e sinceramente penso che tu abbia frainteso il workflow ideale su cui è stato progettato il programma (che tra l'altro è lo stesso di lightroom). Aperture non è un gestore di immagini. O almeno non è studiato per quello. Aperture serve principalmente per tutto ciò che riguarda la gestione degli scatti dalla ripresa alla stampa. Le foto vengono organizzate in album e progetti (ti assicuro che è un workflow molto intuitivo), poi vengono editate e successivamente stampate o altro. Per quello che ho potuto constatare utilizzandolo, il programma non si addice ad essere usato come viewer (tipo acdsee o picasa, per intenderci). Proprio per questo motivo io, appena finisco di lavorare con un progetto, compio due azioni: - esporto tutte le immagini in jpg in una cartella, che poi utilizzerò con programmi di viewing (io ho scelto iview media pro) - esporto il progetto in un hard disk esterno, nel caso dovessi fare delle modifiche successive ai file originali in RAW. Il fatto che aperture non sia studiato per un workflow come lo intendi tu lo si evince anche dal fatto che se ci dovessi mettere dentro tutte le foto che scatti normalmente, la libreria diventerebbe enorme! Io ritengo che il flusso di lavoro ideale stia nell'editing delle foto e nella loro gestione, ma non nella visualizzazione dei files finiti. Per quello ci si può anche affidare ad iphoto. Comunque riguardo alle tue lamentele sull'organizzazione degli album, delle cartelle e dei progetti, ti farà piacere sapere che nell'aggiornamento uscito oggi (1.5.3) questo problema è stato risolto. Leggi nell'altro 3D che ho aperto, sempre in questa sezione. Spero di non essere stato troppo incasinato. Ciao, Paolo
  24. non mi sembra sia già stato reso noto dalla redazione di macity, quindi vediamo di aprire un bel thread di discussione. E' stato rilasciato un aggiornamento, precisamente l'1.5.3. Io lo installo tra poco, appena finisco di mandare in stampa un libro fotografico. Ecco l'elenco degli aggiornamenti: ------------------------------------------------------- Aperture 1.5.3 addresses issues related to overall reliability and performance in a number of areas, including: Generation of thumbnails for adjusted images Entering and exiting Full Screen mode Working with large sets of keywords in the Keywords HUD Restoring from a vault Among the specific issues that have been addressed: Previews now update properly when images are sent to an external editor. Leaf Aptus 22 and Aptus 75 images are now imported with the correct orientation. When folders are imported as projects, the folder structure is now correctly preserved when identically named subfolders are included in the hierarchy. Reconnecting referenced images that have been externally edited now works more reliably. Setting the ColorSync profile in the Aperture Print dialog now correctly suppresses color management settings in the Mac OS X Print dialog.