mommsen

Members
  • Content Count

    49
  • Joined

  • Last visited

About mommsen

  • Rank
    divide et impera

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Alberto Dalla Rosa
  1. Mi discosto leggermente dalla discussione, però in questi giorni mi sono chiesto perché i MacBook Pro hanno avuto già due speedbump dei processori e una sostanziale riduzione di prezzo, mentre gli iMac sono rimasti fermi? Eppure sappiamo tutti che i Intel ha abbassato i prezzi dei processori e che lo farà ancora in futuro. Ovviamente lo speedbump è servito a fare spazio ai MacBook, ma è solo una ragione commerciale? o c'è qualche motivo tecnico per cui sugli iMac non lo hanno fatto?
  2. Anche se alcuni siti (Macosrumors) pensano che ci sarà un "MacBook Thin" non sono sicuro che lo produrranno veramente. Da quando Jobs è tornato la Apple ha inaugurato una politica di semplicità nella linea dei prodotti con desktop e notebook divisi semplicemente in due categorie: pro e consumer. Il MacMini è un caso a parte e non credo che ci sarà un equivalente nei portatili.
  3. 512 Ram e scheda grafica intel 950 con memoria condivisa! Vi do ancora 10 minuti per riprendervi e poi si attacca con le ingiurie contro la Apple
  4. C'è un'attesa febbrile... anche troppo... e questo vuol dire che alla fine saremo tutti scontenti di quello che effettivamente presenteranno (o scontenti a metà )
  5. Il supporto mi sembra naturale, anche se penso che i benefici ci saranno solamente per i PowerMac con multiprocessore, in quanto ancora indispensabili per i professionisti. Più che altro mi immagino che gli aggiornamenti minori (10.5.1 ecc...) porteranno migliiorie praticamente solo per i processori Intel. Penso che già MacOs X 10.6 sarà solo per Intel, ma uscirà non prima del 2010, almeno credo.
  6. Sicuramente nella strategia di Apple c'è la speranza che questa mossa possa servire da cavallo di *****. Ti compri un Mac che fa girare anche alcune delle tue applicazioni win preferite, ma in questo modo comunque conosci MacOS X e i suoi indiscutibili pregi. Da questo si spera che la gente quindi prema per avere software nativo e di non essere più costretta a fare il boot in Windows, dove non ci sono Safari, Apple Mail, iChat, le iApps e l'eleganza di OS X. Il vero problema sarà per i giochi. Quando ti fai una partita a Halo 2 non fai nient'altro e non importa che sistema operativo stai usando. Questo inciderà sicuramente tantissimo e in negativo sullo sviluppo dei giochi mac. Quanto all'effetto cavallo di *****.... chissà , alla fine funzionerà per alcuni settori e magari per altri no. Staremo a vedere
  7. Cari amici del forum di Macity, oggi Apple ha rilasciato la sua soluzione per permettere il dualboot MacOS/Win sui nuovi Mac con Intel. Molti di voi magari lo hanno già provato o sono in procinto di installare. A me sembra una buona cosa e anche la maggior parte dei pareri su questo forum sono positivi. Per un momento però proviamo a frenare l'entusiasmo (anche se giustificato) e pensare se veramente ci potrebbe servire per l'uso del Mac che facciamo nel nostro lavoro e nel resto del giorno. La mia domanda è questa: qual'è il programma o i programmi disponibili solo in versione Windows che vi giustificherebbero a utilizzare Boot Camp e a fare uso regolarmente della possibilità di boot da Windows XP? Io sono un dottorando in storia antica e tutto il software che mi serve esiste sul Mac (una piccola mancanza è l'ultima versione di SNSGreek&Latin, ma dovrebbe arrivare presto) e quindi un eventuale boot su win sarebbe giustificato solo per i videogames (anche se non sono un grande fan e potrei largamente farne a meno). Aspetto le vostre risposte
  8. Infatti, e per una delle prime volte non parlano male. Mossa buona o non buona? Come al solito a dirlo è il mercato (dove sei finita, buona vecchia etica?) e per ora dice 'buono!': azioni AAPL +6%
  9. Attenzione. Come sempre al centro di tutto sono le applicazioni. È ovvio che se uno compra un mac lo fa per usare Mac OS e non per usare Windows, ma ci sono alcuni programmi, e non parlo di Photoshop e Word, ma di particolari software professionali, anche di nicchia, che girano solo su Windows. Quindi avere la possibilità di usare Win per uno scopo mirato è una cosa utilissima, perché certe volte è proprio la disponibilità o no di un certo software per una piattaforma a pesare come un macigno sulla scelta del computer che si vuole comprare. Secondo me è anche giusta la scelta di Apple di permettere il dual boot e non la virtualizzazione, per ora. Riavviare sotto un altro sistema operativo è pur sempre scomodo e quindi la cosa migliore è usare applicazioni Mac e incentivare il rilascio di versioni per Mac di programmi per ora solo Win. Credo che per questo sia bene non promuovere da parte di Apple stessa un sistema di virtualizzazione, che toglierebbe l'incentivo allo sviluppo di applicazioni mac, con la scusa che tanto girano lo stesso. Ovviamente sarebbe compito di terze parti provvedere a soluzioni del genere, come è stato finora con i vari VirtualPC e affini.
  10. Accidenti! se si spicciavano prima potevano vincerlo loro il contest di onmac.net per la pubblicazione della prima patch per l'installazione di Windows sui MacIntel Ottima scelta da parte di Apple. Non siamo ancora alla virtualizzazione, ma forse per ora è meglio lasciare questo campo ai software di terze parti, visto che poi sono di imminente arrivo. Ora tutti i geeks del mondo si compreranno un Mac.
  11. la cosa migliore è farvi un account su skype e usare quello. È un programma nativo multipiattaforma ed è molto semplice da usare.
  12. Vuoi dire che se mi installo una copia di iTunes universal su un Mac PPC con Panther questa non gira?non credo proprio.....
  13. Ciao, ti rispondo da appassionato Mac e non da specialista. Mi sembra che tu abbia chiaro il vantaggio che deriva dalla minore manutenzione che necessita il Mac e questo ti farà risparmiare sicuramente tempo e denaro. Per quanto riguarda le prestazioni, dipende dai programmi che usi. Penso che tu abbia a che fare con Flash, Dreamweaver, Photoshop. Per ora queste applicazioni non sono Universal e quindi ti consiglio di aspettare quando lo saranno e dare un'occhiata ai benchmark che verranno subito pubblicati. Non so se usi programmi di modellazione 3D, ma credo che comunque ti faccia piacere sapere che Cinema4D (unico programma professionale di grafica 3D in versione Universal per il momento) va circa 3 volte più veloce sui nuovi CoreDuo (rispetto ai G5). Per Apple è un po' un momento di transizione, soprattutto per il settore professionale. Ad agosto dovrebbero probabilmente uscire i nuovi PowerMac con processore dual core 64 bit. Nel tuo caso potrebbe bastarti anche un iMac: il prezzo finale sarà sicuramente superiore ai 1000€ (c'è anche lo schermo 20", non solo il tower!) ma penso che, una volta rilasciate le applicazioni universal, avrai ottime prestazioni e il piacere di utilizzo di MacOS, e questo lo puoi scoprire solamente dopo che lo hai acquistato e provato per un po'. Per giudizi più tecnici ti consiglio di fare qualche domanda nella sezione MacProf.
  14. Mi piacerebbe sapere la posizione di Microsoft su questo. La possibilità di un dual boot sui Mac aiuterà sicuramente Apple a erodere una fetta di mercato dagli altri produttori PC e Microsoft a conquistare una (larga) parte di utenti Mac: finalmente una copia di Windows su OGNI computer desktop, anche sui Mac In potenza potrebbero essere tutti felici..... chissà .....
  15. Sicuramente sarà supportato, ma penso che girerà come gira Tiger sul mio TiBook 800Mhz....