mommsen

Members
  • Content Count

    49
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by mommsen

  1. Mi discosto leggermente dalla discussione, però in questi giorni mi sono chiesto perché i MacBook Pro hanno avuto già due speedbump dei processori e una sostanziale riduzione di prezzo, mentre gli iMac sono rimasti fermi? Eppure sappiamo tutti che i Intel ha abbassato i prezzi dei processori e che lo farà ancora in futuro. Ovviamente lo speedbump è servito a fare spazio ai MacBook, ma è solo una ragione commerciale? o c'è qualche motivo tecnico per cui sugli iMac non lo hanno fatto?
  2. Anche se alcuni siti (Macosrumors) pensano che ci sarà un "MacBook Thin" non sono sicuro che lo produrranno veramente. Da quando Jobs è tornato la Apple ha inaugurato una politica di semplicità nella linea dei prodotti con desktop e notebook divisi semplicemente in due categorie: pro e consumer. Il MacMini è un caso a parte e non credo che ci sarà un equivalente nei portatili.
  3. 512 Ram e scheda grafica intel 950 con memoria condivisa! Vi do ancora 10 minuti per riprendervi e poi si attacca con le ingiurie contro la Apple
  4. C'è un'attesa febbrile... anche troppo... e questo vuol dire che alla fine saremo tutti scontenti di quello che effettivamente presenteranno (o scontenti a metà )
  5. Il supporto mi sembra naturale, anche se penso che i benefici ci saranno solamente per i PowerMac con multiprocessore, in quanto ancora indispensabili per i professionisti. Più che altro mi immagino che gli aggiornamenti minori (10.5.1 ecc...) porteranno migliiorie praticamente solo per i processori Intel. Penso che già MacOs X 10.6 sarà solo per Intel, ma uscirà non prima del 2010, almeno credo.
  6. Sicuramente nella strategia di Apple c'è la speranza che questa mossa possa servire da cavallo di *****. Ti compri un Mac che fa girare anche alcune delle tue applicazioni win preferite, ma in questo modo comunque conosci MacOS X e i suoi indiscutibili pregi. Da questo si spera che la gente quindi prema per avere software nativo e di non essere più costretta a fare il boot in Windows, dove non ci sono Safari, Apple Mail, iChat, le iApps e l'eleganza di OS X. Il vero problema sarà per i giochi. Quando ti fai una partita a Halo 2 non fai nient'altro e non importa che sistema operativo stai usando. Questo inciderà sicuramente tantissimo e in negativo sullo sviluppo dei giochi mac. Quanto all'effetto cavallo di *****.... chissà , alla fine funzionerà per alcuni settori e magari per altri no. Staremo a vedere
  7. Cari amici del forum di Macity, oggi Apple ha rilasciato la sua soluzione per permettere il dualboot MacOS/Win sui nuovi Mac con Intel. Molti di voi magari lo hanno già provato o sono in procinto di installare. A me sembra una buona cosa e anche la maggior parte dei pareri su questo forum sono positivi. Per un momento però proviamo a frenare l'entusiasmo (anche se giustificato) e pensare se veramente ci potrebbe servire per l'uso del Mac che facciamo nel nostro lavoro e nel resto del giorno. La mia domanda è questa: qual'è il programma o i programmi disponibili solo in versione Windows che vi giustificherebbero a utilizzare Boot Camp e a fare uso regolarmente della possibilità di boot da Windows XP? Io sono un dottorando in storia antica e tutto il software che mi serve esiste sul Mac (una piccola mancanza è l'ultima versione di SNSGreek&Latin, ma dovrebbe arrivare presto) e quindi un eventuale boot su win sarebbe giustificato solo per i videogames (anche se non sono un grande fan e potrei largamente farne a meno). Aspetto le vostre risposte
  8. Infatti, e per una delle prime volte non parlano male. Mossa buona o non buona? Come al solito a dirlo è il mercato (dove sei finita, buona vecchia etica?) e per ora dice 'buono!': azioni AAPL +6%
  9. Attenzione. Come sempre al centro di tutto sono le applicazioni. È ovvio che se uno compra un mac lo fa per usare Mac OS e non per usare Windows, ma ci sono alcuni programmi, e non parlo di Photoshop e Word, ma di particolari software professionali, anche di nicchia, che girano solo su Windows. Quindi avere la possibilità di usare Win per uno scopo mirato è una cosa utilissima, perché certe volte è proprio la disponibilità o no di un certo software per una piattaforma a pesare come un macigno sulla scelta del computer che si vuole comprare. Secondo me è anche giusta la scelta di Apple di permettere il dual boot e non la virtualizzazione, per ora. Riavviare sotto un altro sistema operativo è pur sempre scomodo e quindi la cosa migliore è usare applicazioni Mac e incentivare il rilascio di versioni per Mac di programmi per ora solo Win. Credo che per questo sia bene non promuovere da parte di Apple stessa un sistema di virtualizzazione, che toglierebbe l'incentivo allo sviluppo di applicazioni mac, con la scusa che tanto girano lo stesso. Ovviamente sarebbe compito di terze parti provvedere a soluzioni del genere, come è stato finora con i vari VirtualPC e affini.
  10. Accidenti! se si spicciavano prima potevano vincerlo loro il contest di onmac.net per la pubblicazione della prima patch per l'installazione di Windows sui MacIntel Ottima scelta da parte di Apple. Non siamo ancora alla virtualizzazione, ma forse per ora è meglio lasciare questo campo ai software di terze parti, visto che poi sono di imminente arrivo. Ora tutti i geeks del mondo si compreranno un Mac.
  11. la cosa migliore è farvi un account su skype e usare quello. È un programma nativo multipiattaforma ed è molto semplice da usare.
  12. Vuoi dire che se mi installo una copia di iTunes universal su un Mac PPC con Panther questa non gira?non credo proprio.....
  13. Ciao, ti rispondo da appassionato Mac e non da specialista. Mi sembra che tu abbia chiaro il vantaggio che deriva dalla minore manutenzione che necessita il Mac e questo ti farà risparmiare sicuramente tempo e denaro. Per quanto riguarda le prestazioni, dipende dai programmi che usi. Penso che tu abbia a che fare con Flash, Dreamweaver, Photoshop. Per ora queste applicazioni non sono Universal e quindi ti consiglio di aspettare quando lo saranno e dare un'occhiata ai benchmark che verranno subito pubblicati. Non so se usi programmi di modellazione 3D, ma credo che comunque ti faccia piacere sapere che Cinema4D (unico programma professionale di grafica 3D in versione Universal per il momento) va circa 3 volte più veloce sui nuovi CoreDuo (rispetto ai G5). Per Apple è un po' un momento di transizione, soprattutto per il settore professionale. Ad agosto dovrebbero probabilmente uscire i nuovi PowerMac con processore dual core 64 bit. Nel tuo caso potrebbe bastarti anche un iMac: il prezzo finale sarà sicuramente superiore ai 1000€ (c'è anche lo schermo 20", non solo il tower!) ma penso che, una volta rilasciate le applicazioni universal, avrai ottime prestazioni e il piacere di utilizzo di MacOS, e questo lo puoi scoprire solamente dopo che lo hai acquistato e provato per un po'. Per giudizi più tecnici ti consiglio di fare qualche domanda nella sezione MacProf.
  14. Mi piacerebbe sapere la posizione di Microsoft su questo. La possibilità di un dual boot sui Mac aiuterà sicuramente Apple a erodere una fetta di mercato dagli altri produttori PC e Microsoft a conquistare una (larga) parte di utenti Mac: finalmente una copia di Windows su OGNI computer desktop, anche sui Mac In potenza potrebbero essere tutti felici..... chissà .....
  15. Sicuramente sarà supportato, ma penso che girerà come gira Tiger sul mio TiBook 800Mhz....
  16. L'offerta di lavoro per un grafico di interfaccia non mi sembra il motivo per pensare che si voglia fare un intervento radicale di rinnovamento grafico del sistema. Cambiamenti ci saranno, ma al massimo ci sarà un salto come c'era stato da Jaguar a Panther. Riguardo alla numerazione di MacOS, mi sembra che la X, che starà pure per "dieci", sia semplicemente un marchio per distinguere il nuovo sistema operativo da quello classic. Come abbiamo quindi MacOS X 10.4 ecc... avremo MacOS X 11. La X non è solo un numerale, richiama anche Unix, e credo che rimarrà così anche quando si arriverà alla versione 11. Questo succederà però tra almeno 10 anni, se manterranno il ritmo di 18, magari 24 mesi per ogni aggiornamento. Però chissà .... potrebbero anche riscrivere il sistema e quindi non lo sapremo mai.....
  17. 999€ per un MacBook con Intel? I vecchi iBook per arrivare a questo prezzo avevano visto passare degli anni. Ho il, più che vago, sospetto che nella versione più economica ci sia la GMA950.... Mi sembrerebbe strano però se non ci fosse anche un modello più costoso dotato di una scheda grafica con memoria dedicata. Alla fine non sarà una tragedia.
  18. Sono d'accordo. Un sistema del genere è geniale per molte attività , ma per altre la tastiera è ancora insostituibile. Mi riferisco agli utilizzi più "concettuali" del computer (calcolo, programmazione), rispetto a quelli visuali.Ciò nonostante sono convinto che questa sia la direzione da prendere per introdurre una radicale innovazione nelle interfacce, paragonabile a quella dell'introduzione delle GUI.
  19. Il punto è che siamo stati sempre abituati (dalla retorica di Apple!) a considerare Intel = architettura incasinata e potenza solo con i Mhz, mentre PPC = architettura razionale, potenza derivata da questa ottimizzazione. Le cose però ora sono diverse con i nuovi Intel e devo dire che la roadmap presentata pochi giorni fa dalla casa di Santa Clara fa vedere come stiano lavorando molto e bene, offrendo una vasta gamma di prodotti, tra cui Apple sceglierà sicuramente i migliori. Ora che Apple è passata a Intel non facciamo l'errore inverso, cioè quello di dire Intel = superfigo, PPC = vecchia carretta. Non è così e la scelta di Jobs è stata dettata dalla lentezza di sviluppo che i PPC consumer avevano davanti a sé. La prossima architettura Power6 di IBM sarà eccellente di sicuro, ma l'avrebbero adottata per i processori consumer? se sì, in che tempi? Questi sono problemi grossi per chi, come Apple, si vede crollare il titolo in borsa se ridimensiona di un po' gli utili di un trimestre! I PPC sono e continueranno ad essere degli ottimi processori per server, ma purtroppo con una presenza sporadica nel mondo consumer. Apple ora deve giocare d'attacco e non può permettersi di rimanere indietro, soprattutto nel campo dei portatili, dove almeno può difendere una percentuale maggiore che nei desktop. Ora la mossa di Apple è stata giusta, ma quanta difficoltà a accettarla per chi aveva lo sfizio di "essere differente"
  20. Lunga vita a Intel!!! Questi annunci sono aria fresca per il mondo Mac. Finalmente non ci saranno tremende attese prima di vedere l'aggiornamento dei processori, l'evoluzione sarà continua e costante e la linea abbastanza diversificata da poter adattarsi ai vari modelli Apple. Jobs ha fatto la mossa giusta: aspettiamo che sia finita la transizione e che cresca il software universal...
  21. Io sono in possesso di un PowerBook Titanium 800Mhz, 512MB di Ram con installato Tiger. Per l'installazione scegli pure senza paura l'aggiornamento. Io ho riformattato l'HD perché volevo fare una partizione solamente per lo swap, ma se tu vuoi tenere tutto così fai solamente l'aggiornamento. Per la performance devo ammettere che va più lento di Panther. L'utilizzo di Exposé è più "scattoso" e in generale la fluidità del sistema ne risente. Anche per dashboard occorre aspettare un pochettino perché si carichi, ma dopo è perfettamente usabile. Tutto però gira a velocità decisamente accettabile e i normali task di sistema (tipo la copia dei file) non risentono di rallentamenti. Puoi migliorare le cose rinunciando a effetti grafici (ingrandimento del dock, effetto genio ecc...). La cosa che mi è sembrata però veramente lenta è Spotlight. Forse è causata dalla lentezza dei mio HD, che fa sentire i suoi anni e i suoi miseri 4200 giri, ma cominciare una ricerca in spotlight può costringerti a delle risposte non proprio fulminee. Non so come sia il tuo Powerbook, ma io comunque sono ugualmente soddisfatto, in quanto anche con qualche rallentamento, riesco a godere di tutti i benefici di Tiger.
  22. È un potente programma di modellazione e animazione 3D. Costa una barca di soldi ed è per uso professionale, ma se sei appassionato del genere e magari sei un grafico puoi scaricare una copia di anteprima e giocarci un po'.
  23. Comunque il problema 32/64bit sul PPC è stato per ora risolto con il sistema dei fat binary. Come avviene per le applicazioni universal con le istruzioni PPC/Intel, un programma contiene sia istruzioni a 32bit sia a 64bit e poi il sistema sceglie. Penso la cosa sia possibile anche quando si dovrà passare al 64bit di intel. Ci saranno quindi programmoni con una parte 32/64bit/PPC e una 32/64bit/Intel. La mia però è solo una supposizione, correggetemi se sbaglio.
  24. È sicuramente un'immagine taroccata, visto che poi non sorprende in nulla (forse solo per la scheda video del modello da 1299$). Stranamente esce quando, dopo l'annuncio del Mac Mini, ci si rende conto che ci sarà il Core Duo anche nei computer di fascia bassa. Molte cose sono probabili (soprattutto ragionevoli, da qui lo scarso rilievo della taroccatura) e devo dire che i prezzi sono in linea con quelli passati. Fosse così, quello da 1299 me lo comprerei subito! Io comunque vorrei un modello anche 12" 4:3, tipo classico: magari non piace a tutti, ma devo dire che tra i miei amici ha avuto un grande successo e anche per me è molto comodo.
  25. Se per il 30° anniversario faranno uno special event sarà per forza qualcosa di grosso e quindi intendo qualcosa che avrà sicuramente a che fare con iPod e iTMS: iPod Video con touchscreen (come quello che mostrano le varie foto taroccate o forse no), magari anche con un'edizione 30° anniversario con qualche particolarità incisa (tipo faccia di Steve Jobs) Film interi su iTMS (con abbonamento o senza, o magari in entrambe le versioni) Queste cose penso siano molto probabili, ma confido anche nei MacBook (iBook), questa volta però anche con un completo case ridisegnato. Un mac del 30° anniversario mi piacerebbe un sacco, anche solo per la curiosità di vedere lo stato dell'arte della sezione Hardware di Cupertino, sia in fatto di design sia in fatto di ingegneria. Ovviamente poi nuovi spot e gigioneggiate festose