gianni

Members
  • Content Count

    1,836
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by gianni

  1. Tieni anche presente che i DVD creati dal Pioneer A 103 sono fuori standard e quindi non leggibili da tutti i DVD Player casalinghi con certezza. Il DVR-R supportato e' infatti il cd. DVD 'for gerneral use' che si differenzia dal DVD 'for authoring' dei modelli Pioneer piu' costosi perche' NON scrive la partizione dove viene registrata la chave di cifratura del CSS: partizione che molti DVD player richiedono per poter funzionare. Questo a prescindere dalle differenze di riflessione fra supporti fotosensibili (DVD-R) chimicamente alterabili (DVD_RW) ed impressi meccanicamente, cioe' i veri e propri DVD video stampati. Non a caso DVD Studio Pro prevede una apposita funzione di esportazione verso un DLT per chi debba realizzare un DVD senza avere il Drive opportuno. G.
  2. La grafica per il DVD puo' essere al massimo pari alla risoluzione dello stesso che - per il PAL - e' di 720*576 pixel: equivalente allo 'shermo pieno' Dico massimo perche' evidentemente i menu' possono anche essere piu' piccoli (oltreche' animati) Fai stampare le immagini su carta Matte per evitare riflessioni della lampada dello scanner che portano a zone bruciate e prive di dettaglio. Poi imposta lo scanner in modo che l'unita' di misura siano i Pixel (non i DPI, per ex) ed imposta solo un lato (ie 720 o 576) lasciando determinare allo scanner il secondo: in questo modo si evita all'apparecchio l'interpolazione da arrotondamento; rifilerai le immagini in un software tipo PhotoShop. Se il risulatato delle scansioni non e' ottimo, per esempio perche' c'e' rumore nelle ombre sottoesposte, scansiona l'immagine al doppio (1440*1152) od al quadruplo e poi ridimensiona - sempre del 50% ogni volta - usando l'interpolazione Bicubica di PhotoShop. G.
  3. Perche' come dice Ken Turkosky 'we're a bit understuffed' E perche' le terze parti sono un po' in ritardo: vedi VR Toolbox. Pensa che il boss aveva promesso gia' a febbraio che al macWorld di quest'estate sarebbe stato pronto VRWorks 3. La politica di Apple nei confronti degli sviluppatori sembra diventata quella del 'bastone e della carota' Da un lato li coscrive in alberghi ameni della california per imporgli veri e propri diktat; dall'altro lascia liberi spazi che prima avrebbe neturalmente occupato. Basta vedere come abbia abbandonato QTVR Authoring Studio per favorire programmi spazzatura come VR Works: che avra' pure un arsenale di effetti speciali pirotecnici ma ha uno stitcher che piu' schifo non potrebbe fare (e questo e' ancora la cosa piu' importante). E le terze parti stanno letteralmente affondando la piattaforma Quick Time. Basta ricordare come QT5 sia uscito senza Sorenson 3. Poi Sorenson 3 e' uscito ma Cleaner 5 non poteva usare il VBR. Media 100 (che aveva gia' reagito alle proteste per i bug di Cleaner cacciando tutto il team di Terran, Ben Waggoneen compreso) ha venduto a Descreet di Autodesk tutti i software compreso Cleaner e nessunon ad aggi, si e' degnato di fare un banale patch che permettesse il codec di competere con Windows media o Real (che ora si e' pure accesciuto del contributo del magnifico VP4)... Ma si potrebbe andare avanti con Adobe che ieri, a SMAU (mai visto uno SMAU cosi' brutto) tesseva le lodi della straordinaria integrazione fra GoLive e QT e dell'editor di quest'ultimo contenuto nel primo. Dimenticandosi di dire che NULLA di tutto cio' puo' essere usato perche' Explorer 6 - con cui ogni sviluppatore web deve fare i conti - non e' piu' compatibile con i plug-ins stile Netscape, di cui Go Live implementava graficamente i parametri. Apple ha sviluppato un ActiveX in 2 settimane ma Adobe non ha mai aggiornato il software: scandaloso, bisogna editare a mano od usare l'oggetto Plug- in generico + correzione a mano (anche se dappoco e' disponibile uno Shareware che converte automaticamente i Tag per 25$) La vedo sempre piu' brutta... G. ps: ho testato il processo sopra descritto per linkare piu' cubi con SceneWorks (con il modulo scene di VRWorks 2.0.1, per la precisione) e tutto funziona perfettamente: non so controlla come hai realizzato i cubi. Fra l'altro il refresh dello schermo di questi e' molto migliore rispetto al vcchio player cilindrico. E' probabile che tu abbia settato la correzine piena anche durante il movimento menntre devi regolarla su 'media'. Puoi fare la correzione anche in VR Scene. Poi due errata corrige: 1) il bellissimo coastal Optical e' di 4.75mm (non 5.75) e la Camera e la Kodak DCS 760 (non 460)
  4. Chiedo veramente scusa per l'off T. ma e' sempre piu' raro che riesca a collegarmi (cosi' ne approfitto). Ma avete vista la Pubblicita' di Acca Software su RAI 1? Prego, signori, avete visto come si e' fatto doppiare? Best regards G.
  5. Luciano entrambi i modi devono funzionare. VrWorks - a differenza di QTVRAS di Apple e' in grado di importare e lincare anche i .mov cubici (con le limitazioni di cui sopra). Mentre con LSP puoi fare tutto: per esempio creare una traccia immagine e caricarci una mappa. Poi aggiungerne una per gli sprite da usare come pulsanti (compreso l'effetto Roll-over) di un indice. Infine importare quanti QTVR cubici vuoi nelle tracce QTVR. Sia il secondo che il terzo tipo di tracce sono 'scriptable'. Percio' puoi collegare i pulsanti alle varie panoramiche e puoi collegare l'ID degli Hot Spots di queste fra loro intercettando un evento quale 'MouseClick'; appunto. LiveStage va studiato, non puoi pretendere di farlo funzionare in una sera. Per SceneWorks la cosa e' piu' semplice; provero' a indicarti la procedura: 1) lancia il programma per trovarti davanti l'interfaccia divisa in cinque pannelli (properties, hot spot, preview) 2) clicca sul pannello background se vuoi importare un mochup con la pianta del tour da realizzare (o se lo vuoi realizzare con gli strumenti stessi del software. 3) clicca sul pannello 'Nodes' e premi il pulsante 'ADD' per caricare la tua prima panoramica; poi, di nuovo, la seconda e cosi' via per tutte. Per comodita' fai corrispondere le icone delle varie panoramiche importate con lo schizzo di riferimento e collegale fra loro con i link uni o bidirezionali: in base alla decisione di impostare la navigazione solo da un nodo allvaltro od anche viceversa. 4) seleziona un nodo e clicca su 'Browse' per aprire l'interfaccia dedicata allo stesso e divisa in tre pannelli: Properties, Hot spot e Preview. 5)seleziona il pannello Hot Spot. Vedrai che SceneWorks ha creato un hot spot di default per ogni link precedentemente tracciato. Naturalmente la posizione e' sbagliata e dunque devi spostare lo Hot Spot ed eventualmente ridimensionarlo. 6)seleziona 'preview' e aggiusta eventualmente lvinquadratura di partenza; poi clicca sul pulsante 'Set' 7)chiudi la finestra, torna all' interfaccia principale (Pannello 'Compose') componi ed esporta il filmato. Guarda che DEVE funzionare... Gianni OT Scusa ma devo lasciare, sono sicuro che Paolo potra' continuare per me. Ti sembrera' strano ma qualche organo dello stato italiano ha deciso di perseguitarmi impedendomi anche le relazioni attraverso Internet. Tutto e' cominciato quando si e' diffusa la notizia della petizione che sto ultimando contro l'Italia presso la Comunita' Europea per violazione dell'articolo della convenzione europea che vieta comportamenti umilianti e degradanti. Non vado oltre; ma, da allora e' successo di tutto: rumori comparsi all'improvviso sulla linea del telefono che mi impedivano quasi il traffico voce ed al terminle ISDN di superare i 2400 bits per sec. Denunce per guasto e solleciti disattesi ma frequenti movimenti di tecnici Telecom nei dintorni: fino alla visita di uno che col pretesto dell'umidita' ha voluto cambiare la presa del telefono. Ora il rumore e' scomparso ma - dopo due giorni di pace - nessuno dei provider con cui ho un contratto mi risolve piu' un DNS. Meglio, mi occorrono anche 10 telefonate prima di riuscire a aprire una pagina: e questo a prescindere anche dal computer (e dal sistema operativo) usato. Arrivederci in tempi migliori.
  6. Non trovo piu' il pulsante per modificare i messaggi. Quindi aggiungo questo al mio penultimo. Photomodeler e' solo per W e si trova a questo indirizzo: http://www.photomodeler.com Se interessa ci sono anche soluzioni hardware agli incubi trigonometrici della fotogrammetria. Uno puo' essere l'uso di scanner 3D come i Minolta Vivid distribuiti da Abacus di Piacenza (che NON e'presente a SMAU) anche per meno di 50 milioni. Un altro metodo potrebbe essere l'utilizzo del nuovo oviettivo 3D per il Camcorder MiniDV Canon XL1s. Certo i risultati non saranno quelli della israeliana zCamera (realizzata modificando il corpo di una camera da studio) e tuttavia piu' che adeguati: ricordiamoci che Von Trier con (101) Canon XL1 ha interamente girato 'Dancer in the dark' con Bjork... G.
  7. LSP = LiveStage Pro = Quick Time authoring environment G.
  8. In effetti fra Cycore, Viewpoint ed Intel(Shockwave)3D quest'ultimo sembra anche a me il migliore. SceneWaver e' in beta ed e' opera di RealViz: una piccola softwareHouse di Antibes (Sophia Antinoris) in costa azzurra. La stessa che produce Stitcher 3.0 per Mac ed Image modeler; che e' un modellatore fotogrammetrico. Cioe' in grado di estrarre modelli 3D da fotografie, di utilizzare queste come texture ed esportare in diversi formati anche per l'immediata distribuzione: per ex Cycore o Shockwave 3D Insieme a Photomodeler ed al primivo e defunto Canoma (che esportava per Metastream) e' l'unico del suo genere. http://www.realviz.com
  9. Dimenticavo di dire che agli ID degli Hot spots puoi collegare divesi tipi di azione. Per ottenere l'effetto di saltare da una panoramica all'altra - ovviamente - devi usare 'MouseClick' o simili Ci sono anche alcuni Behaviors G.
  10. Il tutorial che hai seguito serve a creare Hot spots da collegare ad URL (in pratica a realizzare un tour su internet) non un movie con piu' panoramiche/oggetti incorporate/i. Pero' gli Hot spots ci sono e li puoi collegare con LSP 3: 1)Crea una traccia VR e trascinaci sopra due o piu' samples (panoramiche).Fra gli oggetti contenuti vedrai apparire anche gli Hot spots 2)Collega i rispettivi ID ed esporta il filmato. Una alternativa puo' essere usare SceneWorks di VR ToolBox (od il relativo modulo contenuto nella suite VR Works: va bene anche la versione uno) Pur non essendo ancora un grado di fare lo stitching cubico puo' pero' importare un filmato cubico e collegarlo supportando anche le transizioni. Con l'unica accortezza di non fare Hot spots in corrispondenza dei lati Top & Buttom del cubo. G. PanoWaver e' un clone di iPix; dalla moribonda iPix perseguito (niente di nuovo sotto il sole) ed ora la sola versione disponibile in US e' quella che esporta direttamente nel cubo VRML1 implementato in QT5. Sostanzialmente un giocattolo inadatto per scopi professionali; cosi' come l'aggiuntivo ottico delle CoolPix. Specialmente nel caso si vogliano usare solo due immagini per coprire 360°*180°. E' molto meglio usare tre immagini distanziate di 120° e congiungerle con PT Tools di Helmut Dersch. Oppure usare obiettivi veri come il Fish eye da 5.75mm prodotto da Coastal Optical per le Kodak DCS 460; od, ancora, RealViz stitcher 3.0 per Mac che esporta QTVR cubici utilizzando normali obiettivi rettilineari (ie il 20mm). Quest' ultimo e' un software eccellente che nella sola versione per Windows puo' esportare anche per Shockwave 3D (e che - presto - verra' integrato con ImageModeler in una unica suite da urlo chiamata SceneWaver
  11. dopo aver provato ad usare il primo 10 ora ho caricato il 10.1 e debbo dire che è una bella cosa. Ma mi esalta ancora di più averlo installato su un ibook arancio prima serie con 128 di ram e vedere che il computer va bene e meglio di prima: soprattutto quando lo riprendi dallo sleep, controllo immediato! A questo punto mancano solo i programmi storici: photoshop, office. Mentre i programmi "digital" ci sono: largo al multimedia.
  12. gianni

    Software

    Il problema derivava da un conflitto con Fax stf. Disabilitato quello (installato dal sistem 9.1!) tutto ha funzionato.