guglielmo

Members
  • Posts

    28
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by guglielmo

  1. Che dire di piu'? Posseggo un Powerbook 15 Alluminum da fine Ottobre 2003. Unico problema, risolto in modo esemplare da Apple, la sostituzione del monitor Samsung con le macchie bianche... per il resto tutto ok. All'Università di Architettura di VE, dove sono collaboratore alla docenza, il Prof possiede un G5 ed usa un G4 nel suo studiolo; gli studenti, quasi tutti dotati di portatile!!! possiedono per almeno il 95% dei casi un PC Notebook... Che soddisfazione vederli ansimare davanti al Powerbook! Esistono PC portatili, recenti, che hanno uno spessore da volume di enciclopedia Britannica (6-7cm!) per un peso di oltre 5 kg... e attendono un bel po' di minuti per avviare "Vindovs"!?! Il mio e' praticamente istantaneo perche' utilizzo quotidianamente la modalita' sleep! Splendida funzione anche quando viaggio in treno. Un giorno un bimbo di circa 4 anni, americano, seduto nel mio stesso scompartimento, ha iniziato a sorridere e ha richiamato l'attenzione dei giovani genitori...indicando la mela illuminata "Dad, look! An Apple Computer..."

    Che soddisfazione

    Ci si sente particolarmente fortunati a possederne uno...

    Guglielmo

  2. Ciao Fabio,

    ho acquistato il 15" su Applestore. E' un gioiello. Oltre alla scheda video tieni presente la possibilita' di espansione della RAM che puo' raggiungere i 2 GB in questo modello. La differenza di prezzo ci sta tutta. Anch'io pensavo inizialmente al 12" soprattutto per la portabilità, tuttavia ora non mi pento affatto dell'acquisto fatto.

    Ciao e buon acquisto, comunque tu decida

    Guglielmo

  3. Ciao Zann,

    acquistato Powerbook 15'' scorso ottobre, il 12 precisamente: per un pelo sono entrato nei papabili all'aggiornamento gratuito di Panther (attivo dal 12 ottobre appunto!). Anche il sottoscritto ha avuto problemi con macchie bianche, ben 5... Chiamato Applecare; la signorina di turno risponde: "Non ci risultano problemi del genere..." Come? Ho scaricato decine di files da internet provenienti da forum italiani e americani... "Scusi, e' vero... risulta anche a noi..." Che dire? Che se non ti informi ti "inchiappettano..." A parte questo lo scorso 13 gennaio e' passato il corriere con un bel scatolone di cartone dentro il quale ho inserito lo sfortunato Powerbook. Il 16 trovo un avviso sulla porta dello studio... e' gia' tornato, dall'Irlanda? Il 17 mattina e' ripassato il corriere... tutto a posto! Devo dire che il servizio e' funzionato perfettamente. Altra esperienza, questa volta meno positiva. Ho acquistato un convertitore A/D della Dazzle, Hollywood DV Bridge su Applestore. Tre giorni dopo il bonifico bancario era gia' a casa mia! Tuttavia non sono riuscito mai a farlo funzionare. In poche parole era impostato sul formato NTSC e non erano presenti istruzioni per l'uso con PAL. Ho chiamato l'Applestore e questi mi rispondono che e' vero che esiste un problema, impossibile risolverlo, rispedisca indietro il Dazzle e le faremo un bonifico per lo stesso importo escluse le spese bancarie (circa 30 Euro !).

    Sul forum di discussione sono pero' riuscito a mettermi in contatto con altri utenti molto gentili e preparati che in un paio di scambi d opinione sono riusciti a risolvermi il problema. Ora tutto funziona... Questa volta la Apple ha toppato! Con tutto quello che costa il servizio potrebbero prendersi la briga di leggere qualche forum anche loro e dare quindi le soluzioni ai loro clienti!

    Detto questo rimango sostanzialmente soddisfatto dei miei Macs (una bella famiglia, dal 4400 al 6500, dal 9500 al 9600, dal G4 Dual 500 all'ultimo, il mitico Powerbook Alluminum 15'' che e' sempre incollato al sottoscritto.

    Penso che rinnovero' l'Applecare Protection Plan anche se lo trovo assai costoso.

    Saluti

    Guglielmo

  4. Mi inserisco nella dialettica su ACAD aggiungendo che non mi risulta che tale programma (non conosco pero' l'ultima versione) ti permetta di realizzare un rendering decente rimanendo all'interno dell'applicazione, cosas che invece fa egregiamente VectorWorks. Io per altro uso ancora la versione 9.0 di quest'ultimo software e riesco a gestire tutto solamente con questo per mezzo del proprio modulo di rendering RenderWorks. Parliamo poi di prezzi... Del resto alla maggior parte degli utenti (parlo degli Architetti) dovrebbe interessare soprattutto la semplicita' ed immediatezza d'uso di un CAD. E' inutile possedere Autocad 3d, 3d studio Max e poi ricorrere al sottoscritto - cosa accaduta spesso - per realizzare velocemente tavole d'effetto da presentare in tempi proibitivi a committenti e commissioni... Naturalmente se tutti sapessero utilizzare Autocad al massimo la qualita' crescerebbe di sicuro. Io credo di saper sfruttare VectorWorks al 40-50% delle sue potenzialita' essendo autodidatta ma ottengo risultati di gran lunga superiori alla quasi totalita' degli utenti AUTOCAD. Ultimo: il prezzo ragionevole mi permette di essere un fortunato utente registrato - tanto per dormire tranquilli - a differenza della quasi totalita' degli utenti ACAD. Lo standard non significa necessariamente qualità superiore... Steve Jobs, intervistato dalla stampa circa l'esigua penetrazione della Apple nel mercato dei computer ( circa 4%) risponde: "Nessuno ha mai pensato di considerare il 4% di penetrazione della Porsche a livello mondiale un insuccesso..."

    E comunque quando chiedo ad utenti ACAD il motivo della loro scelta, la maggior parte risponde: "Perche' ce l'hanno tutti...e' lo standard" Nessuno ha mai preteso di difendere le sue qualita'.

    Per concludere sarebbe bene che solamente i veri esperti continuassero ad usarlo perche' cosi' verrebbero maggiormente a galla le sue qualita'.

    Gli altri farebbero meglio ad orientarsi verso programmi piu' intuitivi e semplici da imparare svincolandosi da uno strumento per loro troppo ostico.

    guglielmo

  5. Ciao Matteo,

    sei grande: le tue istruzioni mi hanno permesso di far finalmente funzionare il Dazzle. Ora ho poco tempo per testare tutte le funzioni, export compreso, tuttavia sono gia' riuscito ad importare il video analogici in iMovie e in Premier 6.5 Devo provare Final Cut Express domani...almeno spero.

    A questo punto se tutto dovesse essere ok mi sentirei obbligato di chiamare il servizio tecnico della Apple per notificare loro circa la soluzione, che poi risulta essere cosi' elementare quando la conosci. Ma perche' la Dazzle non ha scritto nulla nel manuale? Mi viene in mente che possa essere stata una scelta commerciale in modo da vendere il prodotto su due mercati a prezzi molto diversi. Cosi' e' piu' facile scoraggiare l'importazione in Europa di prodotti acquistati negli States...

    Grazie a te per la dritta...

    A presto per altri fruttuosi scambi di opinioni

    Guglielmo

  6. Ciao Matteo ed Enrico,

    rinnovo il mio ringraziamento. Domani provo nuovamente con questa ultima procedura! Ho contattato oggi l'Apple Store spiegando il problema e facendo capire che avevo raccolto dati in internet, pur non avendo ancora trovato la soluzione. Il tecnico ha ammesso l'esistenza del problema e mi ha riferito che non esiste modo di convertire il Dazzle al sistema PAL!?! Possibile che la Apple non sia a conoscenza di tale procedura? Mi e' stato detto di restituire lo scatolotto e che la Apple mi rifondera' gli Euro spesi. Nobile da parte loro, tuttavia apprezzerei anche un qualche tentativo di risolvere i problemi. Qualche settimana fa avevo richiesto la sostituzione del monitor del mio nuovo PowerBook Alluminum 1,25 Ghz (presenza di macchie bianche luminose) e solo dopo una certa insistenza e con dati alla mano (forum negli States ecc...) mi e' stato riconosciuto il difetto d'origine. La sostituzione e' avvenuta in soli tre giorni compresi viaggi di andata e ritorno in Irlanda! Spero che la procedura proposta da Matteo funzioni sul mio Dazzle... cosi' eviterei di dover cercare altri digitalizzatori...

    Vi faro' sapere se funziona. Grazie intanto e a domani.

    Guglielmo

  7. Ciao matteo, ciao Enrico,

    grazie per la pronta risposta...

    La scatola esterna, tutta in lingua inglese, recita come risoluzione max NTSC 720 X ... Macintosh Version

    Nel libretto istruzioni presente all'interno non si fa mai riferimento alla possibilita' di modificare il sistema PAL o NTSC. Questi i requisiti richiesti:

    Apple iMovie o Final Cut Pro

    Mac OS 9 o superiore (per utenti iMovie)

    Mac OS X (per utenti Final Cut Pro)

    PowerPC G3 o G4

    2 Gb di spazio disco liberi

    Risoluzione video di 1024 x 768

    Installazione hardware:

    L'installazione del nuovo prodotto e' un processo semplice, che si articola in due passaggi.

    1 - Collegare il cavo 1394/Fireware/iLINK dal pannello frontale di Hollywood DV Bridge a una porta 1394 disponibile su Mac.

    2 - Collegare un'estremita' del cavo di alimentazione AC al pannello posteriore di Hollywood DV Bridge e l'altra ad una presa elettrica.

    Hollywood DV Bridge utilizza driver DV integrati nel sistema operativo. Dopo aver collegato l'unita' alla macchina e dopo averla accesa, Mac la riconosce e carica automaticamente i driver idonei.

    Tutto qui... ma se devo attaccare solo l'Hollywood DV Bridge e accendere il computer, come fa a riconoscere PAL o NTSC? Appare evidente che allora in questo caso l'Hollywood parte con NTSC di default!

    In seguito per collegare la videocamera dovrei fare cosi':

    Uscite OUT da videocamera in composito o S-Video + audio RCA

    Video in e audio in sul frontale dell'Hollywood.

    Non si fa piu' cenno al cavo fireware: questo deve continuare a rimanere nel fronte o deve essere spostato dietro?

    Praticamente le istruzioni sono parziali e non esaustive. Fosse cosi' semplice come recitano credo che anch'io ci sarei riuscito agevolmete. In questi casi si prova di tutto, tutte le combinazioni possibili, senza pero' ottenere un risultato positivo. Vorrei tentare la carta PAL ma non ho capito come fare... devo collegare il Dazzle al computer con la fireware (ma dal frontale o dal retro dell'Hollywood?), quindi l'alimentazione e poi la videocamera... accendo prima questa in modo che il Dazzle possa riconoscere che e' una PAL, poi accendo il computer ed infine, ovviamente, i programmi? Procedura corretta?

    Sempre nei vostri forum ho potuto leggere che e' possibile che questi scatolotti escano di fabbrica inutilizzabili... potrebbe essere il mio caso...

    Comunque tentero' l'ultima carta...

    Grazie ed attendo vostre preziose istruzioni

    Guglielmo}

  8. Ciao

    ho acquistato da un paio di giorni un Dazzle Hollywood DV Bridge presso il sito della Apple. Anch'io ho grossi problemi! Non sono riuscito ad importare alcunche' per mezzo dello scatolotto. Ho provato con OS 9.2.7 su PowerMac G4 Dual 500 Mhz, sullo stesso computer con OS X Panther, su PowerBook G4 1,25 Ghz con Jaguar. Ho utilizzato iMovie, Premier 5 e 6.5, Final Cut Express 1.0, VideoShop 4.5DV. Nulla da fare. Se collego la videocamera Hi8 per mezzo del Dazzle al televisore, riesco a vedere e sentire tutto. Strano... Pare che non sia in grado di digitalizzare il segnale analogico. In Final Cut vedo muoversi i picchi dell'audio, pur non sentendo nulla. Partendo con la registrazione - non si vedono segnali video nel computer - vengo avvisato che il programma non riesce a leggere il segnale e non lo riconoosce. Tuttavia pare che l'hardware venga riconosciuto. In iMovie leggo telecamera collegata ma non succede nulla...

    Infine ho provato in OS 9 il programma Edit DV Unplagged che mi ha avvisato di eliminare l'estensione QuickTime DV Fireware enabler. Al riavvio Edit DV riesce a riconoscere e ad importare il segnale video e audio. E' tuttavia instabile ed importa ad una risoluzione non soddisfacente. Che fare?

    Ho letto nel forum della possibilita' di impostare il sistema PAL o NTSC. Come si fa? Sulla scatola del Dazzle si legge "Sistema universale di trasferimento segnale A/D e D/A" Max risoluzione NTSC 720X... Che non sia possibile importare il segnale PAL? Su

    http://macreviewzone.com/archive/hardcider/Reviews/dv-bridge.shtml

    si legge il caso contrario accaduto negli Stati Uniti, dove all'apertura di iMovie il segnale di decodifica si impostava automaticamente su PAL. La Dazzle rispondeva che nella nuova versione dell'Hollywood avrebbe impostato per default il segnale su NTSC. Ironizzando l'autore dell'articolo rimandava ad un futuro problema per gli utenti Europei che avrebbero avuto problemi con NTSC...

    Potrebbe essere questo il problema? Che faccio, rispedisco alla Apple il Dazzle che non funziona o tento qualche altro escamotage? Spiegatemi come impostere su PAL per favore. Sara' l'ultimo tentativo!

    Grazie

    Guglielmo

  9. Ciao Manuel,

    per installare OS 10.2.7 Jaguar e quindi OS X Panther come aggiornamento, ho dovuto togliere la scheda UW SCSI 2940 dal mio PowerMac G4 Dual 500 Mhz. Il computer non ne voleva sapere di aprire il disco di installazione di OS X. Lavoro usualmente con OS 9.2.7 ma su un secondo disco ATA ho deciso di installare Panther, tanto per farci l'abitudine...

    Non ho trovato altra soluzione che spostare la scheda SCSI su un 'vecchio' PowerMac 9600 con processore Sonnet G3 450 Mhz.

    Ciao

    Guglielmo

  10. Ciao,

    stessa cosa accade al mio PowerMac G4 Dual 500 Mhz. Ho da poco installato OS X 10.3 Panther, cosi' tanto per provarlo, dopo infiniti tentativi! Ho scoperto che il problema per la mancata installazione era la scheda PCI SCSI UW2940 che ho dovuto disinstallare! In realta' utilizzo OS 9.2.7 su altro disco per continuita' con lavori precedenti e per compatibilita' software. Oggi sono uscito un attimo per un caffe' e al ritorno trovo il Power addormentato... Non si risveglia neanche a dargli mazzate in testa, altro che bacio... Seconda prova per controllare il ripetersi del problema...puntuale! Almeno in OS 9 la funzione sleep non funzionava allorquando si inseriva anche solo una scheda PCI... Infatti non ho mai potuto utilizzare tale funzione... nei tempi passati. Ora ho disattivato lo sleep... L'aggiornamento a OSX 10.3 a questo punto non lo faccio nel mio PowerBook 1,25 che con Jaguar e' una meraviglia. Lo tengo perennemente in sleep e si risveglia in un secondo con estrema ammirazione dei Pcisti...

    Saluti a tutti

    Guglielmo

  11. Ciao a tutti,

    la settimana scorsa, preso da un ribasso di prezzo assai allettante, ho acquistato lo Dazzlz Hollywood DV Bridge direttamente all'Apple Store. In tre giorni e' arrivato ma per altri tre giorni non sono riuscito a farlo funzionare! Provato su PowerMac G4 dual 500 Mhz, sia OS 9 che OS X, con Premier, iMovie e Final Cut Express 1,0: nulla da fare. Ho cercato sui forum. Negli Stati Uniti gli utenti hanno avuto grossi problemi perche' il prodotto era impostato per default su PAL; quella volta la Dazzle aveva promesso di risolvere il problema impostanto la futura serie degli Hollywood su NTSC. Qualcuno ironizzava dicendo che allora i problemi si sarebbero spostati in Europa. Possibile che sia questo l'inghippo? Non c'e' possibilita' di impostare diversamente lo strumento. Sulla scatola si parle, in inglese, di convertitore universale A/D e D/A con formato max NTSC 720 X ... non ricordo. Non si fa cenno al PAL. Quando apro iMovie, questo si imposta su NTSC... e non importa nulla. In Final Cut c'e' il segnale "non connesso". In Premier non accade nulla. In OS 9, usando un programma shareware Edit DV Unplagged, all'apertura vi veniva segnalato di eliminare l'estensione QuickTime Fireware DV enabler: fatto cio' sono riuscito ad importare il filmato dalla videocamera analogica. Tuttavia il programma appariva particolarmente lento e l'immagine sgranata, inutilizzabile per il montaggio.

    Provato nuovamente tutti i passaggi sul nuovo PowerBook 1,25 Ghz con OS 10.2.7... stessi risultati!

    C'e' qualcuno che e' riuscito a far funzionare il Dazzle? In quasi tutte le recensioni, su riviste specializzate e su gran parte dei siti di vendita e di prova se ne parla egregiamente...

    Nel sito Apple non c'e' possibilita' di aiuto. La Dazzle e' stata acquisita dalla Pinnacle che ora non produce piu' lo scatolotto ne' tantomeno prodotti per Mac...

    Grazie per l'aiuto

    Guglielmo Botter

  12. Ciao Matteo, molte grazie per la tua sollecita risposta... Sul disco OS X 10.3 non c'e' affatto la scritta upgrade, bensì solamente disco1; nel manuale allegato si spiega come effettuare la prima installazione da zero...(opzione 1) Per quanto riguarda il firmware, ho già controllato, mi era stato già aggiornato all'ultima versione da un centro assistenza Apple. La scheda video Radeon è chiaramente supportata da quanto si evince dalle specifiche scritte sulla scatola di OS X 10.2; per quanto riguarda la memoria l'ho acquistata tramite un rivenditore Apple. Ho solamente una scheda PCI con due porte USB ed una scsi. Forse potrebbe essere proprio questa a creare il fastidioso problema. Per la verità avevo già scollegato il cavetto di alimentazione dal disco interno SCSI, lasciando in funzione solamente i due IDE. Che dici disinstallo la scheda SCSI? Ho anche provato a verificare il disco 1 dell'OS X 10.2 con disk first aid (ovviamente non si può riparare!). L'esito ha dato un 'piccolo' errore... Che sia danneggiato il disco? Non dovrebbe potersi utilizzare anche la coppia di dischi OS X 10.2 del PowerBook? Grazie per l'aiuto Guglielmo

  13. Ho tentato di installare OS X 10.2 Jaguar sul mio PowerMac G4 Dual 500 (gigabit ethernet). Il computer e' dotato di due hard disks, l'originale da 40 GB master ed il secondo, un Maxtor 120 Gb 8 mb buffer come slave. Vengono riconosciuti entrambi. Scheda grafica ATI Radeon 32 Mb, 1024 Mb di memoria. L'OS X l'ho acquistato da qualche mese ma solo ultimamente ho deciso di installarlo dopo averlo visto funzionare sul mio nuovo PowerBook 1,25 Ghz Aluminum. Fatto sta che inseriti il disco 1 e riavviata la macchina, compare solamente la schermata grigia con la Mela. Null'altro... Devo allora riavviare e togliere il disco attendendo il riavvio di OS 9.2.2. Ho pensato si trattasse del disco, ho tentato quindi di inserire quello del PowerBook... Stesso risultato. Ho ricevuto dalla Apple i dischi di OS X 10.3 avendo acquistato il Power dopo l'8 ottobre: tento anche con questa versione del system; questa volta il disco si avvia e carica l'installer. Arrivo alla scelta del disco e qui tutti e due gli hard disks con le rispettive due partizioni non accettano l'installazione. Messaggio: su tutti i dischi non c'e' traccia di un OS X precedente. Presumo che la Apple, in questo caso, mi abbia spedito solo i dischi di aggiornamento anche se sulla confezione ed il manuale di installazione si fa riferimento a diverse modalita' di installazione compresa quella della prima volta... Non so come risolvere il problema... Chi sa darmi gentilmente una "dritta"? Grazie a tutti Guglielmo Botter Architetto

  14. Altro problema, chi sa come risolverlo? Ho provato ad installare OS X 10.2 Jaguar sul mio PowerMac G4 Dual 500 ( ho inserito un secondo hard disk Maxtor da 120 Gb come slave). Inserito il disco 1 clicco avvio installazione (naturalmente tenendo premuto C) ed attendo. Vedo la bella schermata grigia, la mela e poi nulla di nuovo. Il disco sembra non girare. Ho provato ad avviare l'aggiornamento firmware ma ricevo la risposta che il mio Mac è già aggiornato all'ultima versione... Possedendo un PowerBook alluminum 1,25 Ghz, ho provato ad installare OS X 10.2 utilizzando i dischi del portatile... Stessa facenda!

    Ultimo tentativo: installare direttamente OS X 10.3 Panther (originale anche quello naturalmente). Questa volta l'avvio è felice. Sembra funzionare tutto finchè si apre la pagina di scelta hard disk dove installare il system. Mi vengono negati entrambi i dischi con le loro due partizioni. Un messaggio avvisa che non posso installare Panther perchè nessun disco ha una precedente versione di OS X! Che fare? In realtà i dischi di installazione dovrebbero funzionare ugualmente perchè non si tratta di un aggiornamento ma del Panther completo come dice il manuale di istruzione. Non saprei cosa provare ancora, che mi dite? Nel caso di Jaguar non si può trattare di dischi sporchi perchè ho ten,tato con due serie di CD, una delle quali appena sballate dalla scatola. Con Panther ci capisco ancora meno... Help!

    Sul portatile utilizzo Jaguar per ora e sono alquanto soddisfatto... vorrei upgradare anche il Dual 500...

    Attendo suggerimenti

    Guglielmo Botter

  15. Saluti a tutti,

    mi inserisco per la prima volta quest'oggi!

    Sono un utente VectorWorks dal 1997.Allo IUAV di Venezia, presso il quale sono assistente di un corso di progettazione, il problema del dilagare dei PC é incombente. L'Università ha stipulato una convenzione con Autodesk per la fornitura di Autocad a prezzi stracciati rimanendo padrona incontrastata della scena. Molti docenti ovviamente utilizzano Mac, gran parte degli assistenti, gli studenti no... Si profila un bel futuro. La Apple dovrebbe intervenire massicciamente nelle Università... per ribaltare la situazione. Stessa cosa dicasi per i distributori di VectorWorks e Archicad...

    Ho letto con interesse l'accordo tra la Videocom e l'Ordine degli Architetti della Provincia di Milano per la fornitura, a tempo determinato, di VectorWorks con uno sconto del 10% (miserello a dire il vero, pero'...) a tutti gli iscritti interessati. Ben vengano queste iniziative!

    Un saluto a tutti

    Guglielmo Botter Arch.

  16. Bha, io ho un cubetto da circa due settimane e non ho ancora avuto nessun tipo di problema (grazie al cielo): accensione, spegnimento, sleep tutto a posto.

    Devo presumere di essere stato fortunato.

    A proposito, ho notato con piacere che finalmente i rospi di cupertino hanno capito che le tastiere della serie imac fino ai g4 facevano schifo e sul cubo finalmente ho una bella qwerty estesa...

    anche il fatto di adottare finalmente la tecnologia ottica nei mouse e' stata una scelta furba: i mouse imac sono impossibili da tenere in mano, i vecchi mouse ogni 2/3 ore hanno bisogno del bagnetto perche' si incrostano i rulli. Cosa ci mettevano al posto delle palline? Carta moschicida?

  17. uhm.... quando ho iniziato per forza di cose a lavorare su un mac (quadra) mi dissero che non si poteva fare diversamente, per l'editoria e la grafica esiste solo il mac.....

    sono passati 10 anni e ancora trovo gente che mi dice queste cose.....

    io sono un pignolo rompiballe.... e non mi fido.... e sono un lurido win user....

    intanto tutte le suite di applicativi macromedia o adobe ormai escono prima su piattaforma x86 che per ppc.... intanto con il costo di un cubo o un g4 professionale compro due ibm compatibili ultra professionali.... intanto non vedo per quale motivo la apple abbia deciso di togliere la scsi nativa e passare all'ide.... intanto non capisco perche' le ram devono essere certificate dalla apple senno' non ti assicurano che funzionino... intanto un monitor lg flatron se ne fuma 3 di monitor apple (e costa la meta').... l'imac e' il computer (esageriamo) piu' inutile che abbia mai visto: vabbe' e' facile da usare, e' bellino, non devi toccare nulla pero'.... monitor a bolla minuscolo, scheda video oscena, lettore cd (o dvd) pessimo, nessuna espandibilita', tastiera tipo grilloparlante (ricordate?), mouse innominabile....

    mi sembra la fiat dei computer, tanto fumo e poco arrosto....

    io intanto continuo a lavorare indifferentemente sui due sistemi... e senza nessun problema di compatibilita'.

  18. bene, bene...

    sono contento e soddisfatto del polverone che ho sollevato: ho raggiunto lo scopo prefissato, avere delle risposte sensate sull'esistenza del frutto bacato nel mondo informatico.

    ho avuto le risposte che volevo e vi ringrazio :)

    pero' vi invito a continuare ad avere anche un'occhio critico nei confronti delle cose a cui tenete di piu' (non solo informatica), la passione pura non basta

    ciao e grazie

  19. uhmm...

    gianni ti rispondo subito:

    - io nasco a livello informatico con il basic del commodore (dal mitico 64 al mai compreso 128), e correva l'anno 1984 (o 85, non ricordo)

    - nel 1986 ho avuto il mio primo x86 (olivetti m24b che rimpiango ancora, 8086 intel, 4 mb di ram, 20 mb di hd, un mostro per l'epoca)

    - nel 1989 ho preso un 80386 dx

    - nel 1990 un 80486 dx2

    - nel 1992 un p75

    - nel 1995 un p166

    - nel 1998 un celeron 300A (poi overcloccato naturalmente)

    - ora ho un bel [email protected] che pompa proprio bene :)

    come vedi non sono certo uno che e' nato sul mac, anzi, io ho avuto modo di notare le insormontabili difficolta' incontra un macuser puro davanti allo strumento del diavolo: assoluta incapacita' della gestione del sistema, diffidenza manco trasmettesse qualche malattia venerea (basta non infilare oggetti impropri in strane porte :-)).

    ah, una nota, io non compro nessun mac perche' tanto, lavorando in agenzie, me li comprano loro e devo constatare che effettivamente mi trovavo molto meglio con il [email protected] che non con sto giocattolino di cube....

    sul fatto che un mac user sia in grado di utilizzare indifferentemente svariati os senzza problemi ho dei seri dubbi: gia' solo la gestione dei registri di winzoz credo che metta in crisi chiunque, non parliamo poi del kernel unix....

    io sono un appassionato di informatica e ci vivo da 15 anni ormai con queste macchine (quale che sia l'os installato) e ti assicuro che e' molto piu' facile che uno nato con il dos riesca a gestirsi i vari os senza problemi: il macos e' sempre stato un sistema chiuso che da' pochissimo spazio alle ottimizzazioni, tutto quello che quel diavolo di sys si installa e' intoccabile (prima o poi ti servira', non puoi snellire il sys senza creare dei problemi anche gravi).

    in ultimo, considera che ormai ogni volta che cambi una macchina mac la devi cambiare tutta, io ogni 6/8 mesi aggiorno un pezzo del mio piccolino e ho sempre un computer performante e stabile (la stabilita' in winzoz e' relativa, ma un poweruser sa benissimo cosa fare o non fare per evitare di mettere in crisi il sysop).

    saluti, senza polemiche sia chiaro, e' tutta teoria pura: io continuero' sempre a lavorare su mac, ma vi assicuro che questa sorta di elite che voi macuser puri cercate di creare non necessariamente vi impedisce di apprezzare anche le cose buone delle altre architetture. :-)