guidog

Members
  • Content Count

    186
  • Joined

  • Last visited

About guidog

  • Rank
    Assiduo

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Guido
  • Città
    Alto Adige / Südtirol
  • Mac che possiedo
    PM G5 / MacBook Pro 15'

Contact Methods

  • AIM
    dovev422
  1. La vera novità è che mi ha azzerato gli acquisti. Intendo dire che secondo il nuovo AppStore non ho ancora acquistato alcuna applicazione. Cosa devo, riacquistare tutto per avere gli aggiornamenti? Un'altra domanda, visto che ci sono: prendevo sempre la versione family del sistema operativo, per installarla su tutti i Mac di famiglia. Cosa la sostituirà con Lion? Possibile che la Apple mi lasci installare il sistema operativo su 5 computer comprandone solo una copia sull'AppStore?
  2. Una domanda (mi sembra il posto giusto). Mi par di capire, dopo aver letto sul sito Microsoft, che con Office 2011 non si potrà installare una copia del programma sul computer fisso e una sul portatile. Bisognerà comprare due licenze. Sbaglio?
  3. Aggiungo (scusate, prima mi ero dimenticato) che alla polizia postale mi hanno anche informato del fatto che esistono programmini, anche scaricabili gratuitamente da internet, che servono proprio a questo, a mandare spam a una lista di indirizzi ponendo come mittente lo stesso indirizzo del destinatario. Controllate il sorgente, lì appare il vero mittente (e lì guarda la polizia postale), il mio ultimo, di ieri sera, anche se era il mio indirizzo ad apparire nella casella "da", era: Received: from 79-175-91-36.adsl-a-1.sezampro.yu ([79.175.91.36]) by ... e la mia casella di posta non sta in Jugoslavia (.yu è la Jugoslavia, no?), nè quello è il nome del mio provider. Tenete poi conto che quell'indirizzo è magari l'ultimo, probabilmente inconsapevole, anello di una catena.
  4. Comunque, e qui concludo, questa è la risposta che mi ha dato HP alla domanda se avrebbero aggiornato i driver per il mio modello: Grazie per aver contattato Hewlett-Packard. Questo messaggio è stato inviato in risposta alla e-mail relativa a HP Color LaserJet 2600n Printer. Buongiorno, nopn abbiamo informazioni se verranno creati driver specifici per mac os 10.6; verifchi con il rivenditore se e' il caso di sostituire la stampante con un modello compatibile con il software da Lei in uso. Cordiali saluti, Assistenza tramite e-mail HP
  5. Controlla la posta in uscita sul server, penso che anche Fastweb ti permetta di entrare da un portale internet, e guarda la posta inviata, oppure stampa con mail il sorgente della lettera e controlla se sei tu il mandante. Se non lo sei non ci sono problemi, nè di chiusura dell'IP, nè di tipo legale. Chiunque può usare nell'intestazione "mittente" qualunque nome e poi spedire da un altro server. Succedeva anche a me, ma le lettere partivano dalla Jugoslavia, o dall'Egitto. Io comunque sono anche andato alla polizia postale, tanto per essere sicuro di essere a posto, e mi hanno detto che non possono farci nulla: legalmente non esistono leggi che impediscano ad una persona di chiamarsi come me, o di chiamarsi come il mio indirizzo di posta elettronica. Quello che conta, ai fini legali, è che non sia la tua casella il luogo da cui partono le mail. Ciò che invece mi stupisce è che usassero il nome della mia mail di lavoro, che non uso per altro.
  6. In realtà ci sono degli errori nella documentazione di HP. Per esempio io ho una Color LaserJet 2600n (non supportata). Nel forum Apple ho trovato un intervento che consigliava di scaricare l'ultima versione del driver dal sito HP (per 10.5) e di installare quello. Ho provato e va benissimo, mi pare che non manchi niente. In conclusione: non è vero che tutti i driver per 10.5 non funzionino. Mi pare che HP stia cercando di approfittare del cambio di sistema per svecchiare il parco macchine in circolazione.
  7. Se sono fuori thread chiedo all'amministratore di spostarmi. Qualcuno sa per caso se si possono utilizzare i vecchi driver delle stampanti (intendo di Leopard) in Snow Leopard? Lo chiedo perchè la mia Color LaserJet 2600n non è più supportata (l'ho ancora in garanzia grrrrrr) e dubito che lo sarà . Grazie in anticipo
  8. Però se usi macro e VBA non puoi usare neppure Office 2008. Sinceramente, poi, la formattazione varia comunque, in documenti particolarmente complessi, fra Office Mac e Office Windows: devi sempre risistemare qualcosa. Secondo me i limiti di iWork al momento sono proprio la gestione delle citazioni e l'editor di formule, come detto anche nella recensione di Macity, mi pare.
  9. Direi che o hai il CD di DiskWarrior (o simili) e fai il boot da lì e ripari, o fai un bell'archivia e installa. Ti è partito il filesystem: "To explain sibling links, first you need to understand that most directory information on Macintosh disks is stored in data structures that are technically known as B*-trees. Examples of B*-trees on a Macintosh disk include the Catalog File, the Extents Overflow File, the Desktop Database, the Users & Groups File, and several others. Each tree has a number of data records; for example, each record within the Catalog tree describes one file or one folder. The records are sorted and indexed for fast searching. But for efficiency, the records are also grouped into fixed-length blocks called nodes; because these nodes can be physically scattered around the B*-tree file, they need pointers to indicate their logical ordering. So a given node has a "forward link", which points to the node containing records that are logically immediately after the records in the current node; likewise, a node has a "backward link", pointing to the node containing logically preceding records. If these linkages are pointing to the wrong place, some files or folders might be inaccessible. Or the OS could even hang up trying to find some. This makes the link invalid." Usa DiskWarrior (ma anche TechToolPro credo lo faccia) per ricostruire la struttura, o reinstalla l'OS. Con Archivia e installa non dovresti perdere praticamente nulla. Io non vedo altre soluzioni. Scusate l'edit. Volevo aggiungere: "Se funziona Archivia e Installa". In effetti dubito che possa trovare qualcosa da archiviare. Temo, in assenza di DiskWarrior, che si debba formattare e reinstallare.
  10. Personalmente farei il boot dal disco di installazione (lo inserisci a computer spento, accendi e tieni premuto il tasto C), e farei una verifica con DiskUtility dello stato del sistema, magari lo aggiusta. Potresti poi verificare l'hardware (il programma per farlo è sempre sul DVD di installazione).
  11. guidog

    pannello firme

    Se ho capito bene si è corrotto il file .plist (le preferenze di mail) che si trova in /nomeutente/libreria/preferenze. Cancellalo, è l'unica mi sa.
  12. http://www.neooffice.org/neojava/it/maindownload.php oppure OpenOffice, che però è ancora in ß nella versione Acqua http://download.openoffice.org/3.0beta/ Io comunque preferisco la ß di OpenOffice, però ha qualche bug e forse per una tesi non è il caso. Comunque nella versione studenti Office di Microsoft mi pare che costi sui 150 €
  13. Preferenze/Generale/Stato:Visualizza icona di stato di Adium sulla barra dei Menu. Spunta il quadratino a fianco
  14. Ok, grazie. Scarico anche quello e poi vedo quale mi va più a genio. Ciao
  15. A Stone. Grazie per il suggerimento, però col disco "normale", diciamo così, non funzionava in nessun modo. Ho dovuto ricorrere allo "alternate disk" (scaricato e masterizzato). Con quello l'installazione è andata a buon fine, però qualcosa non funziona ancora nel bootloader, cercherò di sistemare, anche se al momento non ho ben capito che cosa non sia andato a buon fine. Avviene il boot, do il comando per caricare Linux, dopo un attimo mi appare la schermata del bootloader del Mac (quello che appare quando si carica tenendo premuto alt) e il computer si blocca. Idem se parto con "alt" premuto e booto da Linux (che appare fra i dischi da cui bootare). Magari provo a reinstallare. Per Achille: sì, lo so che c'è yellow dog, però, se non erro e anche guardando all'indirizzo da te indicato, è a pagamento, per quanto poco. Linux lo installo così, per diventare un più pratico con quel sistema operativo, non è che ne abbia proprio necessità . Uso ben dei programmi open source per lavoro, c'è Linux dove lavoro io (sia chiaro, non sono io a curare il sistema), però gli stessi ci sono anche per Mac. Avevo Fedora, ma mi dava problemi con i driver, Ubuntu mi sembra quello, fra i Linux del tutto gratuiti, seguito con più attenzione. Sul portatile (MacIntel però) va tranquillo e senza alcun problema nell'interfacciarsi con le periferiche.