Recommended Posts

Io ho usato per anni una distribuzione chiamata teTeX. Credo che però adesso la distribuzione più in voga sia la TeX Live.

Come editor, io utilizzo l'ottimo TextWrangler, che non è specifico per LaTeX, ma che io uso per tutto. Per le presentazioni e altre esigenze, utilizzo la comodissima utility LaTeXit!. Per i grafici, Gnuplot.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho usato per anni una distribuzione chiamata teTeX. Credo che però adesso la distribuzione più in voga sia la TeX Live.

Come editor, io utilizzo l'ottimo TextWrangler, che non è specifico per LaTeX, ma che io uso per tutto.

Grazie per la risposta.

Se non ho capito male, il principio è quello di usare un editor puro per scrivere e poi copia/incolla del testo in LaTex che provvede all'output formattandolo secondo i parametri che si vanno ad impostare.

A me servirebbe sapere quali sono tutti i parametri da poter utilizzare. Esiste un doc a proposito ?

Ho fatto delle prove con dei template che ho scaricato da un sito ma mi sembrava diversa la formattazione nel finale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la risposta.

Se non ho capito male, il principio è quello di usare un editor puro per scrivere e poi copia/incolla del testo in LaTex che provvede all'output formattandolo secondo i parametri che si vanno ad impostare.

A me servirebbe sapere quali sono tutti i parametri da poter utilizzare. Esiste un doc a proposito ?

Ho fatto delle prove con dei template che ho scaricato da un sito ma mi sembrava diversa la formattazione nel finale.

Nessun copia/incolla. Scrivi il testo e qualche semplice comando per la formattazione, fai una compilazione con LaTeX, se tutto va a buon fine ottieni un risultato.

Per quanto riguarda un documento, ne esistono a centinaia, più o meno recenti. Probabilmente, uno dei più aggiornati e ben scritti che mi siano capitati in mano è L'arte di scrivere con LaTeX, di Lorenzo Pantieri, che è tra l'altro scritto in italiano:

http://www.lorenzopantieri.net/LaTeX.html

http://www.lorenzopantieri.net/LaTeX_files/ArteLaTeX.pdf

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessun copia/incolla. Scrivi il testo e qualche semplice comando per la formattazione, fai una compilazione con LaTeX, se tutto va a buon fine ottieni un risultato.

Per quanto riguarda un documento, ne esistono a centinaia, più o meno recenti. Probabilmente, uno dei più aggiornati e ben scritti che mi siano capitati in mano è L'arte di scrivere con LaTeX, di Lorenzo Pantieri, che è tra l'altro scritto in italiano:

http://www.lorenzopantieri.net/LaTeX.html

http://www.lorenzopantieri.net/LaTeX_files/ArteLaTeX.pdf

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche precisazione,

>Io ho usato per anni una distribuzione chiamata teTeX. Credo che però >adesso la distribuzione più in voga sia la TeX Live.

teTeX non è più sviluppata da anni (mi pare dal 2005 ma non ho controllato). Sul mac si possono installare direttamente TeXLive oppure MacTeX che altro non è una versione di TeXLive adattata alle particolarità di MacOs X. MacTeX inoltre inserisce nella cartella Applicazioni una directory denominata TeX in cui inserisce una serie di varie utilità tra cui le principali sono un frontend integrato (TeXShop), un secondo editor "emergente" (TeXWorks), un frontend per il bibtex (BibDesk) ed una applicazione che permette di produrre dei piccoli files pdf contenenti una formula (o poco più) (latexit).

Consiglio fortemente l'installazioen di MacTeX 2009.

>Come editor, io utilizzo l'ottimo TextWrangler, che non è specifico per >LaTeX, ma che io uso per tutto.

TextWrangler è un grande editore di testo, ma per il Latex su mac penso sia meglio usare TeXShop anche perché. per un neofita, semplifica l'approccio all'utilizzo della tipica routine di typeset del LaTeX/TeX.

>Per le presentazioni e altre esigenze, utilizzo la comodissima utility LaTeXit!.

Qui secondo me bisogna intendersi sul significato di presentazione ed in particolare se si ha un file con "poche" formule o con "tante". Nel primo caso l'accoppiata latexit+keynote è ottima.

Se invece si hanno la parte matematica è preponderante, consiglio di utilizzare un particolare stile del LaTeX che si chiama beamer semplicemente

perché si impiega meno tempo a produrre la presentazione. Il pdf ottenuto lo si presenta poi con Acrobat reader o con preview.

>Per i grafici, Gnuplot.

Gnuplot é ottimo. Segnalo anche che i comandi di Gnuplot possono essere integrati nel LateX via il package Tikz e che l'ultima versione di TeXLive (la 2009) e quindi anche di MacTeX, contiene anche la possibilitò di inserire i comandi di asymptote (un sw libero che permette di plottare funzioni e molto altro)

Per quanto riguarda imparare a usare il LaTeX/TeX: raccomando fortemente di iniziare leggendo una guida (quelle suggerite da DARWINE vanno benissimo) per capire qual è la sua filosofia di utilizzo. E' importante sapere un po' come funziona il LaTeX perchè il suo modo di funzionare non è quella di un editore di tipo "Office" ma è molto più vicino alla filosofia di uso di un linguaggio di scripting o di programmazione (testo sorgente -> routine di typesetting -> testo visualizzabile).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche precisazione,

>Io ho usato per anni una distribuzione chiamata teTeX. Credo che però >adesso la distribuzione più in voga sia la TeX Live.

teTeX non è più sviluppata da anni (mi pare dal 2005 ma non ho controllato). Sul mac si possono installare direttamente TeXLive oppure MacTeX che altro non è una versione di TeXLive adattata alle particolarità di MacOs X. MacTeX inoltre inserisce nella cartella Applicazioni una directory denominata TeX in cui inserisce una serie di varie utilità tra cui le principali sono un frontend integrato (TeXShop), un secondo editor "emergente" (TeXWorks), un frontend per il bibtex (BibDesk) ed una applicazione che permette di produrre dei piccoli files pdf contenenti una formula (o poco più) (latexit).

Consiglio fortemente l'installazioen di MacTeX 2009.

>Come editor, io utilizzo l'ottimo TextWrangler, che non è specifico per >LaTeX, ma che io uso per tutto.

TextWrangler è un grande editore di testo, ma per il Latex su mac penso sia meglio usare TeXShop anche perché. per un neofita, semplifica l'approccio all'utilizzo della tipica routine di typeset del LaTeX/TeX.

>Per le presentazioni e altre esigenze, utilizzo la comodissima utility LaTeXit!.

Qui secondo me bisogna intendersi sul significato di presentazione ed in particolare se si ha un file con "poche" formule o con "tante". Nel primo caso l'accoppiata latexit+keynote è ottima.

Se invece si hanno la parte matematica è preponderante, consiglio di utilizzare un particolare stile del LaTeX che si chiama beamer semplicemente

perché si impiega meno tempo a produrre la presentazione. Il pdf ottenuto lo si presenta poi con Acrobat reader o con preview.

>Per i grafici, Gnuplot.

Gnuplot é ottimo. Segnalo anche che i comandi di Gnuplot possono essere integrati nel LateX via il package Tikz e che l'ultima versione di TeXLive (la 2009) e quindi anche di MacTeX, contiene anche la possibilitò di inserire i comandi di asymptote (un sw libero che permette di plottare funzioni e molto altro)

Per quanto riguarda imparare a usare il LaTeX/TeX: raccomando fortemente di iniziare leggendo una guida (quelle suggerite da DARWINE vanno benissimo) per capire qual è la sua filosofia di utilizzo. E' importante sapere un po' come funziona il LaTeX perchè il suo modo di funzionare non è quella di un editore di tipo "Office" ma è molto più vicino alla filosofia di uso di un linguaggio di scripting o di programmazione (testo sorgente -> routine di typesetting -> testo visualizzabile).

Grazie. In realtà a me interessa più la parte editoriale per scrivere articoli, saggi e/o libri. Non credo che utilizzero LaTeXit o altri componenti. Stavo valutando, appunto quale editor poter utilizzare e, poiché TextWrangler è a pagamento stavo testando Smultron che mi sembra valido. Vedrò...

Ciao.

Nicola

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se invece si hanno la parte matematica è preponderante, consiglio di utilizzare un particolare stile del LaTeX che si chiama beamer semplicemente

perché si impiega meno tempo a produrre la presentazione.Il pdf ottenuto lo si presenta con Acrobat reader o con preview.

Sono d'accordo su tutto il tuo intervento, salvo che pur essendo un appassionato di LaTeX, non lo userei mai per una presentazione (salvo per le formule, ovvio). Si tratta di gusti, è vero, ma il modo di funzionare di LaTeX rende facile produrre un documento strutturato, il che è fondamentale in un rapporto tecnico mentre lo è meno in una presentazione. Quest'ultima dovrebbe essere un supporto al discorso (e non viceversa), e l'impatto grafico e la pulizia del lucido dovrebbero essere in primo piano davanti alla struttura ed alla precisione tipografica.

Questo a meno che non si faccia una lezione di elettromagnetismo di due ore a degli studenti... cosa per cui evito assolutamente i lucidi, facendo i calcoli alla lavagna da cima a fondo.

Si tratta di opinioni strettamente personali e di una questione di stile, certo, ma frequento da anni ambienti abbastanza specializzati e mi sono accorto che tutti quelli che usano Beamer... hanno uno stile ed una pedagogia che è abbastanza diversa dal mio modo di ragionare (e mi ritrovo spesso a dormire ad occhi aperti :)). Non tutti ovviamente sono come me e sono più che soddisfatti di questo modo di lavorare che ha i suoi pregi assolutamente innegabili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

poiché TextWrangler è a pagamento stavo testando Smultron che mi sembra valido. Vedrò...

No, TextWrangler non è a pagamento (il suo fratello BBEdit invece lo è). Il consiglio di Turing è però ottimo. Se sei un neofita, usa un editor specifico per LaTeX, ti semplificherà grandemente la vita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devo correggermi perché TextWrangler è free, mentre è a pagamento BBedit.

Pur essendo inesperto e lontano dal mondo matematico devo convenire con DarwinNE per quanto concerne le slide.

Saluti,

Nicola

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pur essendo inesperto e lontano dal mondo matematico devo convenire con DarwinNE per quanto concerne le slide.

Però val la pena comunque di dare un'occhiata a Beamer, intendiamoci...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this