Sign in to follow this  
jockey1980

Differenze imac u.s.a.

Recommended Posts

jockey, se frequenterai un po' questo forum capirai che qui, di queste cose non è*permesso parlare, se non ti piace ci sono tantissimi altri forum Mac in cui discutere su come gabbare la dogana o scaricare illegalmente software.

Share this post


Link to post
Share on other sites

vero caro massib80. ma io alla fine non ho chiesto come gabbare la dogana o cose di questo genere. ho solo chiesto le differenze tra un mac italiano o americano e voi, da esperti, avete gentilmente soddisfatto le mie richieste. i motivi per cui l'ho fatto potrebbero essere comunque diversi; potrebbe anche essere che un mio amico che vive la me lo voglia regalare....

Il forum mi piace molto, siete molto molto più bravi di me, e non volevo dire che il forum non mi piace perchè non si discute di come gabbare la dogana o come craccare le applicazioni... però non esageriamo con il moralismo perchè qui si sta condannando l'importare un computer per uso personale non pagando la dogana, quando ci sono molte altre cose a cui dovremmo fare molta più attenzione...

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non si comincia a fare attenzione alle piccole cose, non si arriverà mai a fare attenzione alle "molte altre cose" più grandi a cui si dovrebbe fare "molta più attenzione". Se non ci vedo nulla di male nel non dichiarare alla dogana un Mac comprato all'estero, perché dovrei vederci qualcosa di male nel continuare a gabbare lo Stato dichiarando che guadagno 10.000 euro all'anno invece dei 100.000 - o magari un milione - che guadagno realmente? E allora allo stesso modo posso smettere di pagare il biglietto negli autobus e magari, quando vado al bar, mi infilo in tasca un pacchetto di caramelle, tanto "per quel che costano il bar non ci rimette poi molto" e poi lo stesso ragionamento potrei farlo quando il gioielliere distratto dimentica sul bancone una collana d'oro con diamanti, tanto si sa che "I gioiellieri sono ricchi"... e così via. Se si è onesti, lo si è sempre, quando si inizia a comportarsi in maniera disonesta chi è che stabilisce il confine tra quello che si può rubare e il furto che invece non sarebbe da "moralisti o santoni" criticare?

Quanto alle applicazioni craccate, se dici che le ha "ognuno di noi" significa che ci conosci tutti personalmente e che hai visto i computer di tutti noi e controllato le licenze del software di ognuno di noi. Altrimenti ci stai ingiustamente diffamando. Io non mi permetto di parlare per gli altri, ma per me stesso posso dire che ho più di 100 applicazioni sul mio Mac - oltre a quelle già comprese in MacOS X - alcune freeware, altre shareware e altre ancora commerciali ma nemmeno una è piratata, hanno tutte regolare licenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

guarda guass. tanto è un ragionamento che non ha nè capo ne piedi..

hai ragione.. soprattutto adesso che tutti sono i più onesti del mondo e chi si importa un pc per uso personale è un criminale....

comunque.. hai ragione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ti ribadisco che qui, comunque non è stato chiesto come non pagare la dogana! Ma semplicemente che differenze ci sono tra un tipo di pc e un'altro. A tale cosa sono state date risposte professionali e molto utili. Il come, dove e quando non interessano a nessuno. Quindi penso che il forum, data la vera natura della domanda, sia stato usato nel modo più corretto possibile!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,

data la mia poca esperienza nel mondo mac mi affido a voi per avere delle spiegazioni-

Vorrei sapere se ci sono differenze ad acquistare un iMac in America o in Italia. Indipendentemente da fattore prezzo, a livello di utilizzo, programmi ecc ecc. cosa cambia?

La garanzia si sà è internazionale, il dubbio mi viene sulla lingua. C'è la possibiltà di impostare la lingua italiana o bisogna utilizzarlo in inglese?

Questo è il post di apertura di jockey1980.

Domande legittime e assolutamente corrette.

Che bisogno c'era di fargli presente ( come se non lo sapesse) che bisogna pagare la dogana?

Stare in tema avrebbe evitato di arrivare, come fatalmente è successo, a degli scontri.

Un po' di sana autocritica non guasterebbe.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si si… mi riferivo a tutta la discussione che ne è seguita… una delle regole da rispettare e stare OT in effetti :)

Jockey, le differenze sono poche o nulle, però se compri un desktop non hai garanzia internazionale, quindi, al massimo compra un portatile.

(forse se fai l'estensione di garanzia però sei coperto anche all'estero, ma non ne sono certo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non vuoi cambiare il cavo puoi cmq tagliare la parte terminale e sostituirla con con una normale spina tripolare che trovi in qualunque supermercato. Non so come si comporti una macchina comprata in USA con il voltaggio europeo (220V) dato che in USA e 110V. Ma credo si adegui automaticamente.

Una volta c'era uno switch da selezionare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un sistema legale per aggirare le spese doganali consiste nel comprare il Mac al duty-free dell'aeroporto. A Stansted (Londra) ce n'è uno che vende elettronica e ha sempre sia i MacBook che iPhone e iPod.

Io il mio portatile l'ho preso così e non ho dovuto dichiarare nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this