Deinterlacciamento


Recommended Posts

Salve a tutti e complimenti per l'utilissimo forum.

Ecco la mia prima domanda: ho una Canon XM-1 e voglio girare delle immagini con effetto “progressivo†(so che non è possibile ottenerlo in maniera “nativa†dalla XM-1).

Cosa mi conviene fare per ottenere la massima qualità? Girare in modalità FRAME (la videocamera stessa si occupa del deinterlacciamento; correggetemi se sbaglio), o girare in modalità NORMAL e deinterlacciare in un secondo momento? Esistono software dal costo non proibitivo che permettono di deinterlacciare senza perdere qualità?

In secondo luogo, non è possibile, con Final Cut, acquisire in “progressivo� Ho provato ad usare Premiere Pro su un vecchio PC che ho in casa e ho visto che già in acquisizione è possibile settare la field dominance su none (progressive).

Ho letto sul forum che affidandosi alla semplice funzione di Deinterlacciamento di Final Cut si perde qualità... E se, invece, una volta importato il file nella timeline di Final Cut 4, vado nelle impostazioni del progetto e imposto la field dominance su NONE che succede? Deinterlaccia da solo? E' un processo corretto?

Scusate la lungaggine e la scrittura confusa ma su questo argomento ho proprio le idee poco chiare...

Vi ringrazio in anticipo se potrete aiutarmi...

A presto.

Link to comment
Share on other sites

Se vuoi un effetto tipo progressive e hai la canon, lasciala in modalita' frame, non ha senso girare in modalita' normale e poi deinterlacciare. In frame-mode la definizione dell' immagine diminuisce , ma in maniera davvero impercettibile e ti risparmi la pena di deinterlacciare, che e' pure una cosa che abbassa la qualita' dell'immagine. La mia canon e' sempre in modalita' frame, secondo me produce un tipo di immagine nettamente piu' bella della mod. normale.

Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo con te: il movimento è molto più "cinematografico" pur non essendo l'immagine realmente progressiva... Ma a questo punto... se io, per ipotesi, acquisisco come interlacciato un filmato girato in "frame" e ho necessità di rallentare l'immagine... poi se faccio una codifica in mpeg2 senza prima deinterlacciare la parte rallentata mi si creeranno li tipiche "righe" di scansione, dovute al fatto che l'immagine è interpretata dall'encoder come interlacciata mentre in realtà è un "progressivo simulato"... come ovviare a questo problema? Non so se mi sono spiegato... comunque è un problema che ho riscontrato... Grazie in anticipo...

Link to comment
Share on other sites

Uh, non ho capito.

Come lo fai il rallenty?

Perchè acquisire come interlacciato se è una clip in frame-mode?

Non hai messo la field dominance su "none"?

In Final Cut se applico un effetto rallentamento a una clip girata in frame mode non mi crea nessuna riga di scansione. Per la codifica mpeg2 non so.

Link to comment
Share on other sites

Scusate se mi intrometto ma non sono molto d'accordo.

Credo che la modalità frame sia adatta solo a certe situazioni. Nel caso di riprese in movimento, ad esempio, la definizione va tutta a farsi benedire. Il risultato che si ottiene con un filtro di deinterlacciamento mi pare ben diverso!

Link to comment
Share on other sites

Uh, non ho capito.

Come lo fai il rallenty?

Perchè acquisire come interlacciato se è una clip in frame-mode?

Non hai messo la field dominance su "none"?

In Final Cut se applico un effetto rallentamento a una clip girata in frame mode non mi crea nessuna riga di scansione. Per la codifica mpeg2 non so.

Il rallenty lo faccio semplicemente con la funzione speed di Final Cut...

Acuisisco come interlacciato perchè con Final Cut, per quanto ne so io (almeno nelle prime 3 versioni, il 4 l'ho usato poco, comunque correggimi se sbaglio) non è possibile acquisire in progressivo...

Ho provato a lavorare con Final Cut 4 e ho messo la field dominance su "none" ma ho l'impressione che non cambi niente...

Mi si creano le righe di scansione se codifico con Compressor lasciano la field dominance su AUTO (L'ho lasciata così in "buona fede", dato che non è possibile, almeno con la versione di Compressor che ho usato, settarla su "None"...)

Link to comment
Share on other sites

Scusate se mi intrometto ma non sono molto d'accordo.

Credo che la modalità frame sia adatta solo a certe situazioni. Nel caso di riprese in movimento, ad esempio, la definizione va tutta a farsi benedire. Il risultato che si ottiene con un filtro di deinterlacciamento mi pare ben diverso!

Cioè tu dici che se giro in NORMAL e poi deinterlaccio via software non perdo qualità?

Se sì, mi potresti consigliare un filtro di deinterlacciamento che mantenga la qualità che non costi milioni di euro? Io ho sempre creduto che il normale filtro incluso in Final Cut, "prendendo" un solo semiquadro, compromettesse parecchio la definizione...

Aggiungo un altro quesito: se invece di deinterlacciare applicassi un filtro STROBE settato su 1? Il movimento sembra "simil-progressivo", ma la qualità secondo voi viene mantenuta?

Grazie infinite a tutti!

Link to comment
Share on other sites

Non conosco la XM-1, ma io ho acquisito del girato con la mia Panasonic NV-GS400 in modalità "pro-cinema" (praticamente un 25p in 16:9) e la qualità ha stupito me ed anche quelli che hanno potuto visionare il video, in ogni caso una qualità che non è neanche lontanamente immaginabile usando un filtro deinterlace. Il ralenti non l'ho mai utilizzato, però mi avete messo curiosità, appena ne ho l'occasione proverò.

Riguardo a Compressor, in effetti un preset che converta in MPEG progressivo una sorgente 25p non esiste. Io me lo sono creato ad hoc e l'ho posizionato nella cartella

~Library/Application Support/Compressor

Si tratta di un semplice file XML che contiene vari parametri, il significato dei quali si può facilmente desumere per confronto con i preset forniti di default. A titolo esplicativo allego il settaggio per creare un MPEG progressivo in 16:9 qualità alta partendo da un sorgente PAL 25p:

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" standalone="yes"?>	<setting name="MPEG-2%252060min%2520High%2520Anamorphic%252025p">			<description>6.8Mbps,2-Pass%20VBR,16:9</description>		<encoder name="M2V">				<audio-encode isEnabled="no"></audio-encode>				<audio-video-encode isEnabled="no"></audio-video-encode>				<file-extension>m2v</file-extension>			<video-encode name="M2V" isEnabled="yes">					<frame-rate>25</frame-rate>					<bounds width="720" height="576" pixelAspect="0.703125"></bounds>					<crop left="0" top="0" right="0" bottom="0"></crop>					<anamorphic>yes</anamorphic>					<field-dominance>3</field-dominance>					<avg-data-rate>6.8</avg-data-rate>					<max-data-rate>7.5</max-data-rate>					<two-pass>yes</two-pass>					<best-quality>yes</best-quality>					<motion-estimation>2</motion-estimation>					<gop-size>12</gop-size>					<gop-structure>IBBP</gop-structure>					<open-gop>no</open-gop>					<dsp-metadata>yes</dsp-metadata>					<chapter-markers-only>no</chapter-markers-only>			</video-encode>		</encoder>		<filter-set></filter-set>	</setting>
Link to comment
Share on other sites

In tutte le videocamere, anche quelle veramente progressive come la Panasonic AG-DVX100, il video viene registrato sul nastro un semicampo alla volta per poter essere visto con la maggiorannza delle televisioni. Di conseguenza l'acquisizione di video progressivo non esiste.

La differenza fra progressive ed interlaced sta nella mancanza di scarto temporale fra i due semicampi e quindi dell'effetto pettine una volta ricongiunti i semicampi nel primo caso. Per questo NON si deve mai usare un sistema di deinterallacciamento classico che divide i semicampi pari da quelli dispari e butta via uno dei due ordini interpolando l'altro del 100% altrimenti il video risulterebbe alto la metà) perché in questo modo si perde il 50% della risoluzione verticale e si ottiene un risultato IDENTICO alla scansione interallacciata.

E' necessario usare il semplice Decombing, cioè la ricostrizione del frame riunendo i due ordini di semicampi ma questo, almeno per l'NTSC, non è facile perché il pattern 3:2 permette di ripristinare 3 fotogrammi ogni quattro prelevando due semicampi dallo stesso frame mentre il quarto va ricostruito da due diversi frames, vale a dire che questi vanno decompressi e ricompressi e la mancanza di scarto temporale (alias artefatti) va a farsi friggere.

Per questa ragione La Panasonic di cui sto dicendo permette di girare il modalità 24P Advanced, cioè con un pattern di 2:3:3:2 da cui è possibile ripristinare perfettamente i fotogrammi interi.

La versione PAL non gira in 24P ma solo 25P e perciò non presenta il problema ma il video digitalizzato continua ad essere trasferito sul nastro per semicampi e perciò NON deve essere de-interallacciato nel senso tradizionale per le stesse ragioni viste sopra.

Il decombing io lo faccio con Avisynth o Virtualdub su Windows ma immagino che se un software professionale dispone di preset specifici per la DVX100 (come per altre true-progressive) tenga conto di questa faccenda anche se la finestra Interpret "footage" del mio After Effects riporta solo tutti i pattern noti + l'inverse pulldown solo per l'NTSC.

Se proprio dovete deinterallacciare un segnale per semicampi usate la funzione "frame Control" di compressor.

Gianni Maselli

Link to comment
Share on other sites

Per 1394 >

Lo slow-mo lo puoi fare bene con il video per semicampi e deinterallacciato nel modo tradizionaleche scarta un ordine ed interpola l'altro, perciò interpolandoli entrambi e mettendoli in sequenza si ottengono 50 fotogrammi PAL interi al secondo ma a MEZZA RISOLUZIONE verticale: un BOB semplice. Fare questo col video progressivo, non importa come registrato sul nastro, significa sprecare esattamente tutto quanto aggiunge questa scansione rispetto a quella interallacciata e cioè il raddoppio della risoluzione verticale!

Inoltre i Codec MPEG-2 (e molti altri) permettono di codificare tanto le sorgenti interallacciate quanto quelle progressive, basta saperli usare e sopratutto sapere cosa si vuole fare.

Gianni Maselli

Link to comment
Share on other sites

Darioc >

<field-dominance>3</field-dominance>

Immagino che "1" sia TFF, "2" sia BFF e "3" sia Progressive maquesto non c'entra col modo con cui il decombing/deinterallacciamento è avvenuto: se hai perso mezza risoluzione il codec se ne frega...

Ho visto poi che chiudi tutti i GOP. Questo, insieme alla codifica CBR ti serve solo per l'interleaving di più angoli nella codifica DVD; in tutti gli altri casi limiti inutilmente l'efficenza del compressore ottenendo file più grandi e/o una minore qualità.

Gianni Maselli

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share