Sign in to follow this  
Harbour

Data Rescue 10.4.3 localizzato in italiano

Recommended Posts

Da quando ho iniziato a localizzare software in italiano il lavoro che ho fatto più volentieri, e con un vero e proprio sentimento di riconoscenza, è proprio questo: Data Rescue mi ha salvato la ‘pelle’, informatica ovviamente.

L’antefatto: Ho iniziato e mantenuto l’abitudine di usare le Norton Utilities ancora con il System 7 per esaminare a cadenza regolare gli hard disk e per deframmentarli anche con l’uso di un BootCD per renderli più sicuri e veloci nell’uso. Per qualche anno ho anche usato le Norton Antivirus poi le ho cestinate perché questi sono problemi che interessano i possessori di pc e non quelli di un mac.

Il misfatto: la scorsa settimana avendo notato sul vecchio Yosemite (dove ho installato 3 hard disk) qualche freeze di troppo ho pensato di fare un po’ di manutenzione ai due hard disk dove ho installato ancora il System 9 ed il System 9.2 (sul terzo ho Tiger)

Sul primo esamino e deframmento e in un quarto d’ora tutto è a posto.

Sul secondo da 120 Giga (dove oltre al 9.2 ho il backup dei miei lavori dal 1987 e gli originali delle fotografie sia per di lavori che personali dal 2000 in poi) cerco di fare la deframmentazione (che non avevo ancora fatto visto che l’hard disk è recente) il programma mi chiede di esaminare prima il disco, dò l’ok, macina e macina per più di un’ora, (sorge qualche sospetto) poi dò tutta una serie di fix alla richiesta di aggiustare le directories che mi si dice sono danneggiate (l’avevo fatto molte volte su altri dischi in precedenza) finito il processo non appare più il disco sulla scrivania!

Il dramma: riprovo ancora per una seconda ed una terza volta niente da fare. Allora faccio ripartire da Tiger, anche con questo OS non appare più l’hard disk sulla scrivania e con l’Utility Disk mi dice che non è possibile correggere i gravi errori riscontrati. OK (si fa per dire) leggo anche:

http://www.tevac.com/article.php?story=20050710081015761&query=utility+disco

a questo punto decido di provare il software per manutenzione di dischi che abbiamo a disposizione su OS X, prendo l’ultima versione delle TechTool Pro, vede l’hard disk (che però non riesce a montare) lo esamina passa tutte le varie fasi del controllo di manutenzione ma non riesce a rimediare a nulla. Leggo sui vari forum che su OS X se il problema riguarda le directories non c’è niente di meglio di DiskWarrior. Con la sudorazione che sta diventando sempre più fredda e con la salivazione ridotta a zero ormai da qualche ora provo con l’ultima versione di DiskWarrior: le directories vengono completamente ricostruite (mi rianimo) alla fine però il disco non riappare perché in ben 12 directories sono riscontrati errori (mi dispero nuovamente)

E’ quasi mezzanotte faccio l’ultimo tentativo con un BootCD sul quale ho installato DiskWarrior, niente da fare, non mi resta che andare a dormire (si fa per dire)

Passo tutta la notte senza chiudere occhio (su quell’hard disk neanche farlo apposta ho gli originali di tutte le foto personali e dei lavori degli ultimi 5 anni oltre a parte del lavoro (dal 2000 al 2003) di cui non ho fatto il backup (CAD, relazioni, tabelle, stime, computi ecc. ecc.)

Al mattino mi alzo di buon’ora e chiamo il mio rivenditore di fiducia chiedendoli consiglio: mi suggerisce di provare con l’ultima versione compatibile con l’OS 9 delle Norton visto che su quel disco avevo appunto installato il 9.2, provo e riprovo (sto cercando di farvela breve) ma non c’è proprio più niente da fare il disco non riappare più e se faccio partire dal System 9 mi chiede addirittura di inizializzare perché il formato del disco è sconosciuto.

I forum e la rete: non mi resta che cercare qualche indirizzo di un’azienda specializzata nel recupero di hard disk, so già che mi costerà molto, ma per recuperare quello che c’è sull’hard disk sono disposto a tutto. Trovo una nutrita schiera di aziende che si dedicano al recupero professionale di dischi crashati o danneggiati specializzati anche per mac, quando stò per cominciare a telefonare apro quasi per caso questo link:

http://www.macitynet.it/forum/showthread.php?t=2959

La Salvezza: ma io Data Rescue lo conosco già!, allora lo provo subito, (è come al solito in inglese) vede subito l’hard disk e quello che è più entusiasmante anche con la semplice scansione veloce fa riapparire come d’incanto tutto il contenuto del disco con tutte le cartelle ed i file in bell’ordine. Scarico un file per prova, tutto funziona alla perfezione!

Siccome non ho lo spazio sufficiente (o meglio ci sarebbe ma su più hard disk) per il completo recupero (una cinquantina di Giga) ho già ordinato un nuovo hard disk che installerò sul G5 visto che dopo un solo anno di utilizzo ho già praticamente riempito i 160 Giga disponibili.

La morale: per prima cosa anche quelle utilities che riteniamo più affidabili vanno usate con cautela (le Norton per la verità andavano bene su OS 9 ma su OS X valgono poco o niente perché la software hause sembra più interessata agli antivirus che non al software di manutenzione ed ottimizzazione) per seconda cosa FATE REGOLARMENTE IL BACKUP perché la qualità degli hard disk sembra diminuita e l’aumento esponenziale della capienza mette a rischio migliaia di file (100.000 nel mio caso) che possono costare migliaia di euro o peggio la perdita definitiva.

Per ultima cosa frequentate siti come Macity e Tevac, la rete ed i forum, da qualche parte si può trovare la dritta o l’informazione utile per risolvere situazioni anche complicate ed a prima vista disperate con l’uso di software che qualcuno ha già sapientemente sviluppato per noi.

Nel sito dello sviluppatore troviamo che Data Rescue, la cui ultima versione seppur rilasciata ancora l’anno scorso è perfettamente compatibile con Tiger, è descritto come segue:

“Hai un hard disk corrotto o un disco che non riesci più a montare? Altre Tools non riescono nemmeno a riconoscere il vostro drive difettoso? Hai accidentalmente cancellato immagini realizzate con la tua fotocamera digitale? Data Rescue è la miglior utility per il recupero di dati presente sul mercato per il recupero di files provenienti da hard disk afflitti da problemi. Altre utility possono causare danni maggiori nel tentativo di aggiustare il problema, invece di focalizzarsi sul recupero dei vostri files. Non usate programmi di riparazione fino a che non avete recuperato con certezza e messo in una posizione sicura i vostri files più importanti. Data Rescue deve essere la vostra prima opzione per recuperare i vostri importanti dati, prima di intraprendere la rischiosa ‘riparazione’ con l’uso di altri programmi di utilità. E’ facoltativamente disponibile anche un CD bootable di emergenza. Data Rescue lavora la dove gli altri falliscono.â€

Per quello che mi riguarda non posso che sottoscrivere quanto sopra riportato.

E’ possibile provare il software ‘scansionando’ completamente i dischi, la demo limita però il recupero ad un solo file; poi se deciderete che Data Rescue (c’è ancora una versione che funziona sotto l’OS 8.6) fa al caso vostro con 89 $ potrete ottenere il serial number per un pieno utilizzo.

La localizzazione in italiano può rendere molto più facile e comprensibile l’uso di questo eccezionale software, potete scaricarla al solito link:

http://www.pierinodonati.it/indexsw.html

Cordiali Saluti

Pierino Donati

Share this post


Link to post
Share on other sites

volevo sapere se esiste un programma da scaricare per il recupero di file eliminati.

Ieri involontariamente ho cancellato dal cestino dei file di illustrator molto importanti..e oggi sono in crisi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa se posso risponderti solo ora, spero che tu non abbia ancora sovrascritto file sull'HD altrimenti rischi di perderli per sempre.

Un tempo c'erano le Norton Utilities su System 9 che funzionavano dignitosamente, su OS X le Norton, come ho avuto modo di provar sulla mia pelle, è meglio lasciarle perdere.

Ho recentemente scaricato e provato FileSalvage, che per una certa categoria di file, (che vedrai nella finestra dei file recuperabili) è molto valido.

La nuova versione di DataRescue II, alla quale sto lavorando per la localizzazione in italiano, comprende ora finalmente, la possibilità di recuperare i file cestinati per sbaglio.

A prima vista mi sembra migliore di FileSalvage anche riguardo a questa funzione.

Spero di esserti stato utile.

Ciao

Pierino

volevo sapere se esiste un programma da scaricare per il recupero di file eliminati.

Ieri involontariamente ho cancellato dal cestino dei file di illustrator molto importanti..e oggi sono in crisi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

tempo fa "sparisce" l'hard disk esterno, maxtor da 160gb, con tre partizioni 2 fat e una hsf.

ora nello stesso periodo cambio mac e sul nuovo mini con tiger istallato tutto riappare miracolosamente, se nn fosse che dando un occhiata più attenta al disco, in una delle partizioni FAT mancano un casino di file. un'intera libraria fotografica, canzoni della libreria musicale eliminate a random e un bel pò di altre cosette.

volevo a questo punto chiedere a voi che sembrate abbastanza esperti in materia. i programmi di cui parlate recuperano ogni tipo di file ??? (presentazioni, documenti .doc, foto e filmati, file exel, .pdf) ????? su ogni tipo di partizione?? anche attraverso collegamento USB e Firewire ??

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

backup

backup periodico

backup periodico e automatizzato

di tutti gli HD

premesso questo, volevo contribuire alla discussione dicendo che ci sono cascato anch'io questo fine settimana, ho perso ca. 5GB di documenti recuperati con FILESALVAGE ben distinti in cartelle per tipo (es. doc, pdf, tiff, ecc) con i nomi attribuiti ai file in sequenza da 1 a n.

Dunque per rinominare e capire cosa c'è dovrò aprire ca. 10.000 file.... x fortuna quelli più importanti li ho già individuati.

scusate la ripetizione

backup

backup periodico

backup periodico e automatizzato

di tutti gli HD

ciao a tutti

F

Share this post


Link to post
Share on other sites

... Ormai sono in preda alla disperazione!...

Usavo un Lacie D2 FW800 da 250 Gb come archivio dei miei lavori...Purtroppo non ho fatto molti back up perchè ho molti file di dimensioni tali da essere inbackuppabili ( so che non è una giustificazione... ma quando si ha un socio amministrativo che non ti compra le soluzioni adatte ti devi arrangiare e sperare:))...

Cmq... ultimamente questo disco ha iniziato a comportarsi in maniera sospetta ( non si montava più all'avvio del mac... ma dovevo spegnerlo e riaccenderlo a system avviato)...sebbene l'accesso ai files non desse problemi... preoccupato pre problemi futuri decido di backupparlo sul nostro server ( Win 2003 server)... senza successo perchè la nominazione non andava a genio a Win... allora compro un disco sempre Lacie da 500 Gb e con CarbonCopyCloner ne faccio una copia fisica... ma la copia si crasha a metà... al riavvio il disco a quel punto mi vado a leggere le Faq del sito Lacie e scopro che questi dischi hanno problemi ai circuiti logigci dell'alimentazione... allora provo a sostituire il case con un vecchio Lacie FW 400... Con mio sollievo il disco è di nuovo accessibile e i files si leggono.

Il mattino dopo decido, come prima cosa, di backuppare tutto...Ma come riaccendo le macchine scopro che quasi tutti i files ora sono corrotti e inservibili...

Non so più che fare... Aiuto!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

i D2FW800 non è che hanno problemi, in generale. Quando hai visto che iniziava a non montarsi perchè non gli hai dato un "giro" di disk utility? Boh..... costava qualche secondo.

Io comunque lo proverei a fare, e se non basta ti consiglierei di portarlo in un posto dove gli facciano fare una passata con DiskWarrior, per aggiustare la struttura logica delle directory.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this