Apple dedica una sezione del proprio sito all'HTML5


Macitynet
 Share

Recommended Posts

Continua a leggere su Macity...

Commenta l'articolo se sei iscritto al Forum.

[Messaggi offensivi e link pubblicitari saranno rimossi secondo le regole del forum. Per segnalare eventuali errori

contatta direttamente l'autore.]

Click qui per iscriverti al Forum

Link to comment
Share on other sites

Buona l'idea, terribile la realizzazione.

Apple si riempie la bocca di open standard, html5 e css3 per poi fare una sezione che standard non è e che blocca qualsiasi browser (anche compliant) che non sia Safari.

Bruttissima cosa.

Link to comment
Share on other sites

Che non sia Opera 10.5, Chrome e Safari.

Con Firefox ed internetExplorer non va, eh.

Non ci dormo la notte, ripensandoci...

E' falso quello che dici.

Non va con Opera 10.5, non va con Chrome, non va con Firefox.

Sono tutti browser moderni in grado di supportare l'html5 e il messaggio che appare guardando il sito con questi browser ricorda troppo da vicino quello che appare quando ti manca il plugin di Flash.

Non funziona così lo standard.

Link to comment
Share on other sites

Non sono stato preciso...

Mi riferivo all'html5 in genere visibile sul web, dove Chrome ed Opera vanno bene.

Stavo su pc con Safari e non mi ero posto il problema di testare il sito Apple per un commento sul Forum di tipo tecnico.

(Ho provato adesso, con gli stessi risultati già premessi da Gennaro).

Però non è che il sito Apple sia così restrittivo per far dispetto a qualcuno.

Semplicemente è un luogo per mostrare le capacità dei propri dispositivi e del proprio browser, all'altezza di fruire di quegli effetti senza dover andare a mille come con Flash, e lo dice chiaramente:

"Every new Apple mobile device and every new Mac — along with the latest version of Apple’s Safari web browser — supports web standards including HTML5, CSS3, and JavaScript..."

e:

"The demos below show how the latest version of Apple’s Safari web browser, new Macs, and new Apple mobile devices all support the capabilities of HTML5, CSS3, and JavaScript..."

Son cose fatte per i dispositivi Apple dotate di Safari, tout court.

Sono standard web utilizzabili da tutti browser (su qualsiasi computer o apparato che lo consente).

Qual'è il problema, allora?

E' una spinta in avanti, per me nessun problema, personalmente uso preferibilmente Safari sia su Mac che pc.

Per i siti che faccio (e che ho fatto, soprattutto) è un problema, è un lavoraccio che pian piano cerco di risolvere tenendomi al minimo, ci sto ancora lavorando.

Per quello che riguarda gli altri ed i programmatori di browser, ritengo che sia un lavoraccio anche per loro.

Come per me, sarà decidere cosa vogliono fare da grandi

Link to comment
Share on other sites

Ci provo, anche se ho la sensazione di perdere tempo.

Gli standard si chiamano in quel modo perchè sono condivisi.

Dichiarare che Flash non è standard mentre l'html5 lo è dimostra che si vuole sostenere uno standard anzichè un protocollo leggibile soltanto dal prodotto di un vendor.

Fare una pagina per dimostrare che con l'html5 si può fare tutto quello che si poteva fare con Flash ma utilizzando un protocollo standard sarebbe stata una mossa molto intelligente da parte di Apple.

Bloccare tutti i browser non-safari su quella pagina equivale a dichiarare "mollate Flash e montate Safari, dichiarazione completamente in contrasto con la lettera di Jobs su Flash.

So perfettamente qual'è il supporto dell'html5 sui browser moderni (così come so che il 90% delle demo di quella pagina non hanno nulla a che fare con l'html5, altra cosa su cui Apple sbaglia) ed è proprio per questo che Apple avrebbe dovuto dimostrare che l'html5 è un formato più aperto di Flash e non sfruttare la cosa per aumentare l'installato di Safari.

E' proprio una *******ta, a livello concettuale.

Qual'è quindi il problema?

Il problema è che una buona occasione per spingere degli standard aperti è stata vanificata dalla voglia di "vendere" safari, e chi sviluppa sul web per professione da un po' di tempo come me vede in questa mossa un nuovo avvento di scritte "sito ottimizzato per netscape" cha hanno rallentato e castrato l'evoluzione del web 15 anni fa.

Prendere alla leggera queste cose per proteggere l'operato di Apple è frutto di cecità, ignoranza o fanatismo.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share