Apple Store Grugliasco, via quattro dipendenti


Macitynet
 Share

Recommended Posts

  • Replies 40
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

beh, come in tutte le cose bisogna sentire anche l'altra versione dei fatti, anche se non credo sia necessaria.

Personalmente trovo fuori luogo servirsi di Macity per una "notizia" del genere.

Si viene assunti e licenziati ovunque, qui si tratta di quattro persone che non hanno superato il periodo di prova (come previsto dalla legge) e che non vengono assunti.

Dove sta il problema?

Per le motivazioni? Per legge l'azienda non è obbligata a giustificare il licenziamento.

Link to comment
Share on other sites

Se neppure in periodo di prova si può risolvere il contratto...mi chiedo :

1. a cosa serve il periodo di prova

2. vogliamo che nessuna azienda straniera apra attività qui in Italia....? Quindi quelle Italiane vanno all'estero, quelle straniere scappano...

Marcello

Link to comment
Share on other sites

Questa "non notizia" mi suggerisce alcuni inevitabili commenti:

1) Ma una ditta avrà ancora il diritto di scegliere i propri dipendenti o cosa?!?

2) Anche a mio avviso chi non sente il "fuoco sacro" non merita di servire la mela.

3) L'arroganza di chi mette in discussione le scelte di marketing di un'azienda come Apple è davvero sfacciata e ridicola.

Apple rulez, fatto benissimo.

Link to comment
Share on other sites

I dipendenti non riconfermati hanno teoricamente ragione, il mondo del lavoro attuale non riconosce il diritto dei lavoratori ad avere un comportamento che rispetti semplicemente l'impegno a fornire la prestazione in conformità al contratto collettivo, come sarebbe semplicemente giusto.

Vogliono anche partecipazione e stile di comportamento secondo le regole aziendali, il che ,oltre che assurdo è anche discriminatorio.

Fa parte della mentalità imprenditoriale americana, non riconosciuta dai principi del nostro diritto, aggiungo che personalmente lo trovo persino ridicolo oltre che innaturale.

Ma, di fatto, queste sono le regole che imperano anche nel nostro panorama dell'impiego.

E chi vuole un impiego in alcuni settori e in certe società lo sa bene, non dovrebbe aspettarsi altro, altrimenti è bene che vada in cerca di occupazione in altro tipo di aziende.

Non è giusto ma è così.

La Stampa riporta una notizia che non lo è, perché Apple è comunque un'azienda con amatori e detrattori, suscita attenzione e curiosità quindi si pubblica di tutto se appena appena può innescare una polemica.

Non mi pare però che si possa sostenere la posizione di Apple, anche in presenza di pretese dei lavori teoricamente giuste ma contrarie al normale buon senso...

Niente di nuovo quindi, ma quale sarebbe la notizia?

Link to comment
Share on other sites

Mi è già capitato di sentire di avvio di attività in franchising (anche diverse dall'IT) con manager incapaci. Il fatto è che vengono assunti questi personaggi, i manager appunto, che alle volte non ne sanno nulla e pretendono di comandare.

Il fatto è che non basta voler comandare, bisogna anche saper comandare.

Solitamente la faccenda finisce così: dopo un pò vengono licenziati i manager incapaci. Appena l'azienda si accorge che magari questi stanno licenziando persone brave, che magari si ribellano e dimostrano che quelli che non sanno lavorare sono i manager. Del resto lo dicono tutti che i capi in Italia non esistono o se esistono sono dei mangia pane a tradimento. Tranne poche eccezioni...

Ovviamente potrebbe anche darsi che sia colpa dei dipendenti.

In ogni caso non ricondurrei la colpa direttamente ad Apple, che ovviamente non ha il controllo diretto di questi personaggi improbabili e può prendere provvedimenti solo con tempistiche più lunghe.

Certo che se anche Apple non riesce a fare funzionare bene le cose in Italia allora siamo proprio alla frutta...

Gnammmmm

Link to comment
Share on other sites

Mi è già capitato di sentire di avvio di attività in franchising (anche diverse dall'IT) con manager incapaci. Il fatto è che vengono assunti questi personaggi, i manager appunto, che alle volte non ne sanno nulla e pretendono di comandare.

Il fatto è che non basta voler comandare, bisogna anche saper comandare.

Solitamente la faccenda finisce così: dopo un pò vengono licenziati i manager incapaci. Appena l'azienda si accorge che magari questi stanno licenziando persone brave, che magari si ribellano e dimostrano che quelli che non sanno lavorare sono i manager. Del resto lo dicono tutti che i capi in Italia non esistono o se esistono sono dei mangia pane a tradimento. Tranne poche eccezioni...

Ovviamente potrebbe anche darsi che sia colpa dei dipendenti.

In ogni caso non ricondurrei la colpa direttamente ad Apple, che ovviamente non ha il controllo diretto di questi personaggi improbabili e può prendere provvedimenti solo con tempistiche più lunghe.

Certo che se anche Apple non riesce a fare funzionare bene le cose in Italia allora siamo proprio alla frutta...

Gnammmmm

Gli Apple Store sono proprietà di Apple non sono dei Franchising. Penso che i dipendenti siano scelti con cura visto le richieste di immagine di Apple. Se un dopendente non riesce ad adattarsi a quel tipo di filosofia Apple ha il diritto di allontanarlo, come detto il periodo di prova serve a entrambi, sia al dipendente sia all'azienda.

Comunque è vero sono gli americani che hanno questa mania di piegare i dipendenti al loro pensiero, qua dove lavoro io hanno adirittura dato un cartoncino per evangelizzare la gente anche nelle discussioni private!

Link to comment
Share on other sites

non vedo il problema, il periodo di prova è fatto per questo. Su volumi del genere ci sta addirittura che su un esigenza di 70 posti ne prendo ottanta per poi non riconfermare i 10 peggiori. Qualsiasi criterio usi, nei limiti del legale (e ci siamo appieno) sono strafatti miei. dimenticate che è un'azienda privata!! Almeno hanno dato anche a loro quattro la possibilità di giocarsi una carta, e purtroppo hanno perso.

Concordo, dov'è la notizia?

Edited by guass
Commento di argomento politico. Si ricorda che su Macity è assolutamente vietato anche solo accennare alla politica!
Link to comment
Share on other sites

profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto, profitto, profitto,profitto…

il resto è solo noia…

Link to comment
Share on other sites

Comunque è vero sono gli americani che hanno questa mania di piegare i dipendenti al loro pensiero, qua dove lavoro io hanno adirittura dato un cartoncino per evangelizzare la gente anche nelle discussioni private!

Gli americani non solo hanno la mania, hanno anche definito tutte le cazzate che, nella quasi totalità, sono state prese come esempio e linee guida per qualunque dipartimento risorse umane per le medio-grandi aziende. Inutile criticare Apple in questo contesto, comportamenti simili sono la prassi tanto che molto spesso a candidati qualificati ma con tendenze alla leadership si preferiscono persone anche meno qualificate ma dal carattere più affabile.

A questo servono anche i periodi di prova.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share