Sign in to follow this  
Marco M.

conto alla rovescia per Apple Expo Parigi: si accettano scommesse...

Recommended Posts

Visto che è stato richiesto il mio parere (squarz, ma che sono l'arca di scienza?), dopo aver letto le note tecniche Apple a proposito del porting su OSX per Intel, posso dire che in teoria chi ha già affrontato problematiche di porting su altri sistemi per Intel non dovrebbe avere problemi... in teoria. La pratica è diversa e potrebbero succedere altre cose. Lasciando da parte chi ha sviluppato solo per macintosh (e so cavoli per diabetici), la prima che mi viene in mente è che all'ufficio marketing potrebbe cogliere l'occasione per spacciare una nuova versione del software. La seconda è che le procedure di qualità e tutta la burocrazia annessa e connessa potrebbe far perderti molto più tempo di quello che impiegheresti per la mera correzione e verifica del funzionamento del software. Ad esempio, ti potresti trovare per avere la ciabatta di ricambio da usare per alimentare computer, stampante e monitor a dover firmare richiesta in triplice copia da inviare al responsabile dell'ufficio acquisti, al Presidente della Repubblica e al Papa, attendere qualche mese che l'asta pubblica sia vinta dall'azienda che fornirà invece delle venti ciabatte nuove venti paia di pantofole invernali, che prontamente farai ingoiare all'irresponsabile dell'ufficio acquisti, subire un processo penale per tentato omicidio, scontare la condanna e alla fine di tutto quando sarai tornato al lavoro, si spera col computer alimentato, sperare di ricordarti che cacchio di modifiche dovevi fare e su che software.

Scherzi a parte, se le API sono le stesse, non vedo cosa dovrebbe dar fastidio. Ammetto che non avendo provato questa particolare esperienza non posso dire nulla sulle eventuali stranezze a cui si andrebbe incontro. Qualcuno sa di più, ha letto qualcosa in proposito a parte qualche dichiarazione generica?

Riguardo al CodeWarrior, come ho detto il problema sono le chiamate usate per scrivere il software. Quindi quelli a doversi attaccare al tram saranno indubbiamente quelli che hanno usato PowerPlant. Se al contrario hanno scritto il loro software in C, C++, Objective C compilandolo col CodeWarrior ma senza usare PowerPlant, dovranno solo verificare la compatibilità tra i due compliatori. In teoria esisterebbero gli standard. In pratica da verificare. Adobe, Macromedia e Microsoft non credo abbiano usato PowerPlant.

p.s.: squarz, ovviamente grazie per la segnalazione :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

- Si Gennaro, è che vado di fretta come sempre... mi dedico al dono dell'UBUQUITA', senza riuscirci bene!

- Dunque, io non me ne intendo affatto di programmazione di C+/C++ di Cocoa, Perl, Xcode affini e posso solo che ascoltarti e imparare, mi disgusta "l'autopsia" dei computer, preferisco vestire i computer di immagini, impaginarli e addobbarli, animarli,illustrarli, disegnarli, costruirgli un vestito addosso e dargli una profondità.

Per il resto imparo da te ma senza avvicinarmi troppo.

Beh, ne sono convinto che Adobe sia complicato e mastodontico a scriverlo e fortunatamente, almeno sui miei Mac, gira molto bene ma la domanda che ti pongo è: Ottimizzare Studio Mx 2004 testato su 10.3 ove se non per svariati bugs cmq. andava per portarlo su 10.4 debbono riscriverlo nuovamente?

- Non credo.. così penso, io non lo so, penso solo che debbono adattare qualche API e che so io per il nuovo S.O...ripeto non ne so nulla di queste cose.

Li chiamano PATCH, cioè aggiornano quel che è già stato scritto. ora non so quanto ci voglia.

Immagino che non sia una cosa che si possa fare in giornata ma neanche che PASSI TUTTO QUESTO TEMPO DALL'USCITA DI 10.4 ad OGGI, trovandoci, noi a tutt'oggi con una SUITE quasi impraticabile.

Ora, ma perchè lasciare alla "deriva" una suite che serve sia ad Apple che a Macromedia, francamente non lo capisco, alla luce che è uscito STUDIO 8

P.s ----> faccio notare a tutti che è uscito il nuovo player flash vers. 8 --> Macity non l'ha ancora menzionato.

Ora, un professionista che deve comprare una postazione PRO. sapendo che Macromedia è "capriccioso" o si rivolge interamente ad Adobe anche nella gestione web o si focalizza ad altri prodotti, ma il nome e anche l'ottima tecnica d'uso di Macromedia non può usufruirne in pieno.

E' un peccato perchè sia Adobe che Macromedia sono le 2 softwarehouse più famose nel mondo MAC e questo non può che disturbare l'immagine sia a ad Apple che a Macromedia.

Con questo dico, appunto, che ben vengano macchine pro più potenti ma che se poi una dei nomi + risonanti nel mondo professionistico MAC non giri a dovere sulle macchine APPLE... beh puoi avere anche il Dualcore ma se poi i programmi non funzionano... a meno che non compri tale macchina per giocare a space invadors..ma non penso..

Solo una piccola nota: recentemente Macromedia è stata comprata da Adobe, quindi ormai non si tratta più di due software house ma di una sola (http://www.macitynet.it/macity/aA21174/index.shtml).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scherzi a parte, se le API sono le stesse, non vedo cosa dovrebbe dar fastidio. Ammetto che non avendo provato questa particolare esperienza non posso dire nulla sulle eventuali stranezze a cui si andrebbe incontro.

Domanda da profano, ma cambiando architettura, non cambieranno anche le api ?

In poche parole, non è che dipende più da Apple che dagli sviluppatori ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

- Si Guass l'ho già fatto presente in messaggi precedenti nella stessa discussione, grazie!

Beh, suppongo che vuoi dire.. con la spesa per aver acquisito Macromedia abbiano tagliato lo sviluppo e il supporto ad alcuni prodotti ex-Macromedia, diciamo.

Va bene, d'accordo potrebbe scomparire Freehand anche lo stesso DreamW. ma le altre NO!

Flash e Freworks sono applicazioni non sostituibili, cambieranno nome, forse.

Ma non è questo il punto.. fino a che non uscirà un nuovo prodotto ADOBE con la fusione dei pacchetti ex-MacroM. ( chissà quando) noi che facciamo intanto utenti di StudioMx , dico ai miei clienti che non posso garantire sulla multimedialità delle pagine in FLASH xchè il codice associato ad un clip filamto o perchè creando una API pubblica per una classe l'applicazione mi apre una finistra e mi dice: " Non posso procedere perchè non trovo l'estensione SWC in ActionScript", quando in realtà è installato?

Ho fatto solo un caso degli innumerevoli problemi con DreamW. e FlashPro. in StudioMx 2004

------------------------ Provare x CREDERE----------------------

Non posso fare a meno di FLASH ma "lui" fa come gli pare---> un giorno mi dice di si e un altro no!

Insomma il punto è oggi e non si possono lasciare così utenti e professionisti del web che hanno sborsato fior di quattrini x avere su 10.4 una "cosa" che gira male, malissimo.. non è questo il trattamento.

E' uno scandalo!

UN MALEDETTO PATCH_________ e siccome sono, come dice SQUARZ, pagati per lavorare che ADOBE LAVORIIIIIIIII!

Sarebbero da denuciarli!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest gennaro_mac

Riguardo al CodeWarrior, come ho detto il problema sono le chiamate usate per scrivere il software. Quindi quelli a doversi attaccare al tram saranno indubbiamente quelli che hanno usato PowerPlant. Se al contrario hanno scritto il loro software in C, C++, Objective C compilandolo col CodeWarrior ma senza usare PowerPlant, dovranno solo verificare la compatibilità tra i due compliatori. In teoria esisterebbero gli standard. In pratica da verificare. Adobe, Macromedia e Microsoft non credo abbiano usato PowerPlant.

Io mi riferisco ai software "storici" ovviamente. Chiaro che tutti coloro che hanno sviluppato con gli Xcode avranno la vita MOLTO facilitata. Ma le grandi software house non l'hanno (quasi) mai usato. Vero, probabilmente Word non è scritto usando PowerPlant ... ma sicuramente è un programma Carbon e perdonatemi la domanda ... Carbon che fine fa con la nuova architettura x86?

Scherzi a parte, se le API sono le stesse, non vedo cosa dovrebbe dar fastidio. Ammetto che non avendo provato questa particolare esperienza non posso dire nulla sulle eventuali stranezze a cui si andrebbe incontro. Qualcuno sa di più, ha letto qualcosa in proposito a parte qualche dichiarazione generica?

C'è la dichiarazione più o meno interessata del Ceo di Adobe, il quale dice chiaramente che la storia di raccontata da Jobs con i pochi click è (ovviamente) pura fantasia e che il lavoro da fare è grosso. Non si vedrà nulla prima dell'autunno 2006.

Gennaro, ma che cacchio dici? Per cambiare compilatore dovrebbero riscrivere tutto?

E' chiaro che non mi riferivo al "puro" cambio di compilatore ... cosa che può tuttavia non essere proprio indolore :-P

Domanda da profano, ma cambiando architettura, non cambieranno anche le api ?

In poche parole, non è che dipende più da Apple che dagli sviluppatori ?

No, Cocoa è "uguale" sia su PPC che x86 ... infatti i problemi nascono dalle apps non cocoa (che tra le applicazioni *grosse* sono la maggioranza)

mi disgusta "l'autopsia" dei computer, preferisco vestire i computer di immagini, impaginarli e addobbarli, animarli,illustrarli, disegnarli, costruirgli un vestito addosso e dargli una profondità.

Marò ... beh, il lavoro di crearti gli strumenti che usi è ugualmente creativo e profondo ;-)

Sul discorso dei software Macromedia ... lo dico da tempo, è un peccato che dei programmi così belli siano anche tremendamente pachidermici in misura più o meno uguale sulle due piattaforme Mac e Windows.

PS: Ad ogni modo vedere quanta gente incazzata c'è in giro per l'abbandono di VisualStudio 6 in favore di .Net ... non stiamo messi bene in nessuno dei due casi :-P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io mi riferisco ai software "storici" ovviamente. Chiaro che tutti coloro che hanno sviluppato con gli Xcode avranno la vita MOLTO facilitata. Ma le grandi software house non l'hanno (quasi) mai usato. Vero, probabilmente Word non è scritto usando PowerPlant ... ma sicuramente è un programma Carbon e perdonatemi la domanda ... Carbon che fine fa con la nuova architettura x86?

Che fine deve fare? C'è il Finder su OS X per Intel? C'è iTunes?

C'è la dichiarazione più o meno interessata del Ceo di Adobe, il quale dice chiaramente che la storia di raccontata da Jobs con i pochi click è (ovviamente) pura fantasia e che il lavoro da fare è grosso. Non si vedrà nulla prima dell'autunno 2006.

Dipende molto da come uno ha mantenuto la sua base di codice e da che esperienza ha con la piattaforma Intel... che non mi vengano a dire che hanno problemi con il byte-swapping! ;)

E' chiaro che non mi riferivo al "puro" cambio di compilatore ... cosa che può tuttavia non essere proprio indolore :-P

Quando non è indolore, di solito è perché hai fatto delle cose non standard (famosi gli utenti di MSVC che non hanno idea delle specifiche del linguaggio C e/o del C++), e a ripulire il codice si fa fatica ma si guadagna.

No, Cocoa è "uguale" sia su PPC che x86 ... infatti i problemi nascono dalle apps non cocoa (che tra le applicazioni *grosse* sono la maggioranza)

Perché, Carbon non è uguale? Lo sai che buona parte delle API del Mac OS erano state portate su Intel (dal team di QuickTime) ancor prima che esistesse OS X?

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'hanno comprato da un'altra ditta, non ricordo più quale... c'era anche su Mac, e ora diventerà Windows-only. Grazie Microsoft!

sì, ma era un'altra cosa, simile a painter almeno nell'interfaccia, ma aveva strumeti vettoriali pure. la provai e non era malaccio.

questa pare una suite. ma non ne ho idea bene perché le presentazioni sono filmati che vedi solo col wmp di win con quello mac non le vedi... non cambiano mai...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this