Sign in to follow this  
faxus

InkScape - Il miglior editor vettoriale open source aggiornato a 0.48

Recommended Posts

Posted Image

E' stato aggiornato alla versione 0.48 Inkscape.

Inkscape. Draw Freely.

E' ancora una beta, ma ormai lo uso da anni per professione, senza alcun problema di stabilità o bug.

Il beta si riferisce più che altro alle funzioni, e infatti ad ogni rilascio trovo sempre più novità.

Molto ricco questo aggiornamento, che di tale si tratta, del miglior erede di Free Hand.

Posted Image Il Node Tool, la strumentazione modifica nodi dei tracciati ha subito una vasta riscrittura con implementazioni altamente professionali, dal multi path editing ai miglioramenti sulle operazioni agli angoli e alla clipping path/maschere.

Numerose le migliorie agli strumenti Testo, Spray e al Connettore di Diagrammi.

Implementate le finestre di dialogo esportazione con supporto LaTex, aggiunte nuove estensioni e tante altre feature.

Tutto da scoprire nel sito sopracitato da dove si può effettuare il download, sempre più tradotto anche in Italiano e con nuove sezioni tutorial, FAQ, trucchi e clipart degli utilizzatori

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una semplicissima clip, appena finita (richiesta per differenziare un menù), per dimostrare le possibilità di base di quest'applicazione.

Avendo più o meno in mente il risultato, con InkScape si fa in poco più di mezzora.

(avendo in mente il risultato significa che avevo già un un abbozzo usato per prova)

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inkscape non è nato da zero ma sul codice (inglese) di Xara andato open prima che Xara continuasse diversamente lo sviluppo. Vedi Magix che distribuisce la versione pro con le librerie Pantone.

A differenza del programma commerciale, però, all'inizio era terribilmente lento e quindi non l'ho considerato (Xara è un fulmine). Ora come va?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto da scoprire nel sito sopracitato da dove si può effettuare il download, sempre più tradotto anche in Italiano e con nuove sezioni tutorial, FAQ, trucchi e clipart degli utilizzatori

Leggo con piacere questa recensione fatta da Faxus. Ricordo che un programma rilasciato con licenza GPL è libero, ovvero è completamente gratuito e libero in tutte le forme: non siete quindi dei criminali se lo copiate per un amico, anzi! Si può addirittura scaricare, studiarsi e modificare il codice sorgente e il formato utilizzato per i file in cui vengono memorizzati i disegni è perfettamente documentato. Una scelta probabilmente lungimirante anche per chi vorrebbe recuperare i suoi lavori di qui a 10 anni (chi mi assicura che un formato proprietario che uso oggi sia ancora perfettamente supportato dal programma commerciale che userò domani?)

Inoltre, se notate qualcosa che non va, si può entrare in contatto con gli sviluppatori e suggerire miglioramenti possibili o segnalare un bug. Per contribuire allo sviluppo del programma si possono proporre traduzioni o revisioni della documentazione tradotta in italiano.

Insomma: grazie Faxus, un'ottima introduzione al software open source nella sua migliore accezione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, è vero, all'inizio era piuttosto lento e tutto sommato abbastanza povero di possibilità.

Ho incominciato ad usarlo, mi sembra dalla 0.43, come sostituto di FreeHand per lavorare sui nodi.

Era già un po' di tempo che FreeHand mi era diventato stretto e si capiva che non sarebbe stato più sviluppato (sul Forum ci sono delle interessanti discussioni), lo usavo fin dalla versione 1.0 del 1989, credo.

E non volevo usare Illustrator, prevalentemente per una sorta di tifo congenito oltre che per la scarsa iniziale usabilità.

Allora, nei primi anni '90, gli utenti dei vettoriali erano divisi fra i fans di FH, quelli di Illustrator e i pochi "peones" di CorelDraw.

Non saprei dare un'opinione completa visto che lo usavo in forma incompleta.

Ma dalla versione 0.46 (che non girava su Leopard) a quella attuale ha fatto passi da gigante, ora è più fluido e sono state aggiunte tante librerie, filtre e formati.

Non richiede più tantissime risorse e per metterlo alla corda bisogna creare immagini multiple e molto complesse in scarsità di ram.

La versione per Windows è più veloce di quella per OSX, quella per Linux l'ho usata in tempi lontani e per brevissimo tempo, ma dovrebbe essere la migliore in assoluto.

Su Mac gira sotto XWindow/X11.

Una buona recensione sull'applicazione è data da TiscaliTecnologia:

"Inkscape è un programma open source per il disegno, simile a Illustrator, Freehand, CorelDraw e Xara X che si basa sul formato standard W3C "Scalable Vector Graphics" (SVG).

Tra le caratteristiche supportate da SVG vi sono le forme base, i tracciati, i testi, i segnali, i cloni, le trasparenze, le trasformazioni, i gradienti e i gruppi. Inkscape supporta inoltre i meta-dati Creative Commons, la modifica sui nodi, i livelli, le operazioni complesse sui livelli, i testi su tracciato e la modifica dell'XML SVG.

Può importare da diversi formati come EPS, Postscript, JPEG, PNG, BMP e TIFF e esportare in PNG ed in altri formati basati su vettori multipli.

Lo scopo principale di Inkscape è quello di fornire alla comunità Open Source uno strumento di disegno che rispetti pienamente gli standard W3C XML, SVG e CSS2. Inoltre il piano di sviluppo prevede una conversione del codice da C/Gtk a C++/Gtkmm, maggiore importanza all'aggiunta di funzioni tramite il meccanismo delle estensioni e la creazione di un processo di sviluppo aperto, collaborativo e orientato alla comunità."

Share this post


Link to post
Share on other sites

... per chi vorrebbe recuperare i suoi lavori di qui a 10 anni (chi mi assicura che un formato proprietario che uso oggi sia ancora perfettamente supportato dal programma commerciale che userò domani?)...

E questa è un'interessante osservazione che gli utilizzatori di applicazioni commerciali spesso ignorano.

Lo sanno tutti quelli che hanno dovuto recuperare con fatica, spesso dovendo reiniziare da zero, un vecchio elaborato.

Non ne parliamo neanche in situazioni di cambio di sistema operativo.

Con InkScape è normale, data la portabilità, usare persino le preferenze di un'altra versione e su un OS diverso

---

Edit: Grazie allo staff di Macity che ha evidenziato il thread

Share this post


Link to post
Share on other sites

E questa è un'interessante osservazione che gli utilizzatori di applicazioni commerciali spesso ignorano.

Lo sanno tutti quelli che hanno dovuto recuperare con fatica, spesso dovendo reiniziare da zero, un vecchio elaborato.

Non ne parliamo neanche in situazioni di cambio di sistema operativo.

Forse perché si tende a lavorare sotto pressione: voglio tutto e subito, senza pensare troppo al lungo e lunghissimo termine. Quanti qui sarebbero capaci di recuperare un vecchio file scritto con Easyscript sul Commodore 64 e memorizzato su un floppy da 5"1/4? Eppure sono passati solo 25 anni e se pure informaticamente parlando è preistoria, non è detto automaticamente che sia ininteressante ciò che contiene.

Vabbé, qui sto cambiando discorso. Ritornando a Inkscape, trovo anch'io superlativo il fatto che non leghi ad un sistema operativo in particolare perché non sempre si può lavorare con MacOSX per tante ragioni e perché sono sicuro che se un giorno cambiassi le mie scelte non dovrei ricominciare tutto da capo. Personalmente, questi sono gli unici strumenti su cui (dove posso) mi sento di investire per i miei lavori professionali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grande faxus, me lo hai richiamato alla mente e l'ho scaricato, dopo che per un bel po' di tempo avevo pensato lo faccio-non lo faccio...senza mai farlo.

intuitivo...veloce nelle operazioni; un po' meno nei render e nell'applicazione di filtri...quello che fa, e la facilità d'uso, oltre al fatto di essere libero, fanno digerire anche

l'interfaccia horror...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era già un po' di tempo che FreeHand mi era diventato stretto e si capiva che non sarebbe stato più sviluppato (sul Forum ci sono delle interessanti discussioni), lo usavo fin dalla versione 1.0 del 1989, credo.

E non volevo usare Illustrator, prevalentemente per una sorta di tifo congenito oltre che per la scarsa iniziale usabilità.

Allora, nei primi anni '90, gli utenti dei vettoriali erano divisi fra i fans di FH, quelli di Illustrator e i pochi "peones" di CorelDraw.

faxus, te lo ricordi questo? Che nostalgia, lo vendono ancora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

faxus, te lo ricordi questo? Che nostalgia, lo vendono ancora.

Veramente no... ma è una interessantissima segnalazione.

Per quanto non mi azzarderei mai ad usarlo con os 6 (il peggio del peggio...) almeno il system 7.5.

Credo che sul Forum a poter usare quel programma oggi son proprio pochini, di certo c'è DarwinNE.

Era più o meno dell'epoca del primo FreeHand, che già ad occhio offriva qualcosa in più.

Quindi come nostalgia mi viene solo quella del vecchio Finder che all'epoca del primo 128k era sensazionale, ma dai primi accenni di colore dopo QuickDraw cominciava a diventare un po vecchiotto...

Certo che a 25 $ la nostagia è ben pagata...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this