Sign in to follow this  
fsn359

Batteria andata dall'oggi al domani.

Recommended Posts

Ciao a tutti.

Ieri, dopo due anni e mezzo di onorato servizio, la vita utile della mia batteria è scesa di botto dal 93% allo 0% (stando alle indicazioni riportate da Istat Pro e da Informazioni su questo Mac, che mi dice Da sostituire). Ora, se io disconnetto il cavetto mentre il mac è acceso, questo si spegne. Inoltre, cosa strana e mai notata prima, quando accendo il computer la lucetta stand by lampeggia velocemente cinque-sei volte, non l'aveva mai fatto.

Però stanotte avevo il computer in standby collegato all'alimentatore, e quando stamani l'ho staccato dalla presa per metterlo in borsa, una volta riacceso (nonostante l'avessi staccato dall'alimentatore) si è comportato come se uscisse da uno standby con la batteria a terra, ovvero schermo grigio, barra di avanzamento e ricomparsa del desktop come l'avevo lasciato.

Ho scritto tutti gli strani sintomi..Perchè fa così? La mia batteria ha 500 e passa cicli, è quindi fuori dalla garanzia, ma è sempre stata trattata bene. Possibile che pianti in asso da un giorno all'altro? Sembra programmata per rompersi col timer... Non dovrebbe essere graduale, la cosa??

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

è successo a me!!! due giorni fa!!!

stessa identica cosa ed avvenuta nello stesso identico modo!!!!

come hai risolto alla fine??

c'è una qualche soluzione??

grazie

Ciao a tutti.

Ieri, dopo due anni e mezzo di onorato servizio, la vita utile della mia batteria è scesa di botto dal 93% allo 0% (stando alle indicazioni riportate da Istat Pro e da Informazioni su questo Mac, che mi dice Da sostituire). Ora, se io disconnetto il cavetto mentre il mac è acceso, questo si spegne. Inoltre, cosa strana e mai notata prima, quando accendo il computer la lucetta stand by lampeggia velocemente cinque-sei volte, non l'aveva mai fatto.

Però stanotte avevo il computer in standby collegato all'alimentatore, e quando stamani l'ho staccato dalla presa per metterlo in borsa, una volta riacceso (nonostante l'avessi staccato dall'alimentatore) si è comportato come se uscisse da uno standby con la batteria a terra, ovvero schermo grigio, barra di avanzamento e ricomparsa del desktop come l'avevo lasciato.

Ho scritto tutti gli strani sintomi..Perchè fa così? La mia batteria ha 500 e passa cicli, è quindi fuori dalla garanzia, ma è sempre stata trattata bene. Possibile che pianti in asso da un giorno all'altro? Sembra programmata per rompersi col timer... Non dovrebbe essere graduale, la cosa??

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

MacBook Pro 2008.

A me lo ha fatto da carica al 100% 10 min di utilizzo e poi morta.....i led di controllo lampeggiavano come quelli

dell'albero di Natale !!!!

cicli di utilizzo meno di 90 !!!!

Ho fatto passare qualche ora, giusto perché non avevo l'alimentatore dietro....lo collegato, e il giorno dopo come se nulla fosse.

Comunque le "vecchie batterie", quelle usate nei portatili apple prima degli Unibody sono tutte composte da 6 celle, collegate tra loro in modo da formare 2x3 coppie; controllate da un microprocessore che ne controlla lo stato e la carica.

Purtroppo questo tipo di controllo è basico, quindi, rispetto a quelle nuove usate negli Unibody, il microprocessore vede un' unica batteria, non 6 celle distinte; se una sola si guasta - generalmente gonfiandosi, si porta dietro quella accoppiata e quelle rimaste sane sono destinate a morire.

Negli Unibody ogni singola cella è strettamente controllata riducendo di molto l'eventualità di problemi.

Le batterie al Litio sono una delle migliori scoperte tecnologiche degli ultimi 10 anni, non hanno effetto memoria (c'è ma è minimo rispetto alle soluzioni Nickel Cadmio), hanno ottime capacità di potenza/scarica e sono estremamente affidabili ma ce un MA; nel processo di ricarica, quindi quando la corrente le attraversa per consentire che la parte chimica faccia il proprio dovere, il circuito elettronico che si occupa di controllare tensione e corrente, deve essere preciso come un orologio svizzero, altrimenti la conseguenza la conoscete tutti.

Certo che averne cura controllandone l'uso è ottima cosa, ma se qualcosa va storto nonostante gli sforzi di tenerla come un fiore...sappiate che non è proprio colpa vostra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottima spiegazione, Vla.

Hai solo dato un'indicazione a corollario errata: gli accumulatori al Polimeri di Litio non sono una scoperta degli ultimi 10 anni, ma erano un segreto militare (URSS, ma noto anche in USA) che è divenuto di dominio pubblico ed oggetto di produzione e commercializzazione solo qualche anno dopo la caduta del muro, circa nel '95.

Ovviamente la ricerca progredisce ma, come hai perfettamente inquadrato anche tu, il miglioramento è sostanzialmente dovuto all'ottimizzazione dei sistemi di carica, verifica e controllo. Un patrimonio comune alla ricerca riguardo differenti composti chimicofisici.

Temo che ci sia poco ancora da spremere, in termini tecnologici, dai classici polimeri degli ioni di Litio che contengono l'ossido di cobalto. Infatti per utilizzi, come in nautica in cui il peso non è assolutamente prioritario e determinante come nella portabilità, è maturato da tempo l'impiego di celle al litio-ferro-fosfato che assicurano un numero di cicli nell'ordine delle migliaia (più passa il tempo più si registrano dati sorprendenti) e già ora si possono ritenere capaci di 5/6 cicli settimanali di carica scarica, in regime controllato, per 10 anni. La richiesta tipica di un "muletto" industriale.

Mi piacerebbe sapere di cosa siano fatte esattamente le batterie recenti di Apple, ma sembra sia un segreto.

___________________________________________

Ricerche con Google nel Forum e nel sito MacityNet

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti Sem per l'ottima puntualizzazione; non mi sono mai informato meglio sui polimeri di litio, tanto meno sapevo che vi fossero tracce di cobalto.

Giusto sapevo qualcosa perchè ho messo insieme diverse notizie accumulate nel tempo, poi ultimamente ho visto un documentario sulla produzione delle batterie al litio…nulla di più. Non ho mai studiato chimica, per quanto interessante, ma sono sempre stato un autodidatta in molte attività.

Tornando al litio-ferro-fosfato….potrebbe essere che apple decida di usare questa tecnologia nei nuovi prodotti…..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io Vla sono un autodidatta. Ho praticato a lungo la ricerca dell'autosufficienza energetica su barche a vela, quindi l'accumulo d'informazioni dura da decenni. Inoltre la filosofia della ricerca sulle energie alternative m'intriga ancor da più tempo.

Ho messo a fuoco solo ora che il buon iSTAT MENUS 3 (info) presenta il voltaggio delle singole celle della mia batteria estraibile del MBP17" '07.

Un ottimo aiuto per tenere sotto controllo l'eventuale insorgere di un disallineamento fra di esse.

Posted Image

___________________________________________

Ricerche con Google nel Forum e nel sito MacityNet

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei solo far una precisazione a quanto detto da Vla...non è vero che nell'unibody viene controllata ogni singola cella mentre nelle vecchie batterie come dici tu viene vista come una sola cella...in ENTRAMBE le batterie le celle sono nella configurazione 3x2 e in ENTRAMBE le batterie vengono gestiti separatamente i voltaggi dei 3 canali...tanto è vero che come ha postato anche sem si vedono le tre coppie di pile separatamente. Per quanto riguarda il gonfiaggio...in ENTRAMBE le batterie se si gonfia una cella fino a rompersi la batteria è comunque inutilizzabile! L'unica differenza fra le vecchie batterie e le nuove sta nella modalità di carica e nella qualità delle celle...le nuove celle sono più performanti e di maggior amperaggio.

Per Sem... non vorrei tirarti la sfiga appresso...però quella batteria ti consiglio vivamente di godertela il più possibile adesso finchè puoi! Non ti fidare del fatto che ha pochi cicli e sta ancora al 93%...le batterie agli ioni di litio dopo 4-5 anni sono vecchie e cominciano a portare problemi (monitor che sfarfalla, standby automatico anche con metà batteria, spegnimenti improvvisi, etc etc) e presto o tardi vedrai magicamente gonfiarsi qualche cella o addirittura una morte improvvisa...di tutti i portatili apple che ho avuto finora solo un vecchio powerbook g4 ha ancora la sua batteria originale funzionante (anche se dura scarsi 2 minuti), tutte le altre le ho cambiate a volte anche prima dei 3 anni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scavenger non sono daccordo; negli Unibody ogni SINGOLA cella è controllata ed eventualmente, fino a 2 celle, possono essere "spente" per permettere il recupero dell'intero pacco visto anche che è integrato internamente al computer.

La tecnologia è sempre al Litio, le dimensioni, la compattezza e la ricarica INDIVIDUALE ha permesso di avere migliore capacità e durata, nulla di più.

Non ci sono nuove tecnologie dietro gli unibody, se non un miglioramento delle precedenti…..

Anche gli alimentatori sono cambiati, non solo nello spinotto ma anche sul modo di erogare corrente…..a volte non ce ne accorgiamo ma piccole e sostanziali cambiamenti vengono addottati per migliorare quello che c'è, non solo per offrire qualcosa di nuovo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this