VLC Media Player dice addio all'App Store


Macitynet
 Share

Recommended Posts

La questione, stando a quanto scrive lo stesso citato Courmont, è andata in tutt'altro modo rispetto a quanto riportato nell'articolo.

Planet VideoLAN

I in particular would be idealist morons who care more about technical license details than users, and we would have constrained Apple. This is not quite true

Eppure molti continuano a credere alla versione che sia stato lui a chiederne la rimozione. A mio modesto parere la licenza GPL, GPLv2 e AGPL semplicemente non sono compatibili con app store, e questa è una Buona Cosa. Oltretutto, come fa notare un lettore commentando l'articolo di macity, lo stesso vlc è disponibile tramite cydia.

Link to comment
Share on other sites

Non trovo giusto che le persone si infurino con lo sviluppatore. Quanti si dimenticano che moltissimi (anche se non tutti) che lavorano nell'open source lo fanno gratuitamente nel proprio tempo libero?

L'app store non è fatto per l'open source ed il problema non sta certo dalla parte della GPL.

Link to comment
Share on other sites

L'app store non è fatto per l'open source ed il problema non sta certo dalla parte della GPL.

il problema è che chi ha fatto il port (applidium, non il team di vlc) ha semplicemente accettato le eula di cupertino, quando in realtà non poteva farlo. il codice originale di vlc è GPL. il port deve quindi portarsi dietro la GPL, che con le eula di appstore non vanno a braccetto, la GPL dichiara esplicitamente che "nessuna ulteriore restrizione dei diritti qui concessi all'utente può essere applicata" mentre l'eula di appstore impone proprio altre restrizioni che, chiaramente, violano la GPL.

giustamente VLC quindi viene levato da appstore.

ora, queste stesse maledette eula, sono entrate a far parte dei nostri mac. ricordatelo bene, sopratutto alla luce del fatto che sempre più sviluppatori si muoveranno dalla distribuzione via internet verso appstore, la questione è molto più delicata di quanto potrebbe sembrare perché quando si scarica da appstore si sta accettando la eula di cupertino, non le condizioni dello sviluppatore o della software house, a meno che ovviamente non sia lo stesso sviluppatore a dare i permessi a chi fa il port ecco.

come giustamente scrive evgalois, la quantità di codice GPL in giro inizia ad essere veramente tanta e potrà diventare un problema per la eula di appstore, cosa che auspico profondamente, non perché mi diverta a vedere utenti privati di applicazioni utili, ma perché forse, ma molto forse, potrebbe portare ad un eventuale ammorbidimento dell'eula di appstore, ma non succederà mai. :(

GPL è una licenza e "free" non vuol dire nè "gratis", nè "libero da ogni vincolo".

Link to comment
Share on other sites

come giustamente scrive evgalois, la quantità di codice GPL in giro inizia ad essere veramente tanta e potrà diventare un problema per la eula di appstore

Il modo migliore per manifestare il nostro dissenso è scrivere codice di qualità e diffonderlo con licenza GPL.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share