Consigli per progettare laboratorio Multimediale


claudiop
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti. Forse (speriamo) in tempi brevi dovro' progettare un laboratorio di formazione all'uso delle tecnologie dell'educazione, con particolare riferimento all'utilizzo multimediale e creativo. La prima fase e' la ristrutturazione della struttura (un'appartamento di circa 85mq) la seconda l'acquisto di Hardware e software dedicato (indovinate il mio orientamento :) ). Scrivo sia per sapere se conoscete realtà affini al progetto che vorrei sviluppare sia per accettare consigli. Anche perche' questo "centro multimediale" dovra' poi "mantenersi" economicamente e nel settore educational in particolare non e' proprio una cosa semplice. Grazie.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 35
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ciao,

io ti consiglio di usare più piattaforme così facendo non sei vincolato a nessun marchio e a nessuna tecnologia ed avrai costi di gestione livellati ed un parco macchine con più longevità .

E poi visto che è un laboratorio di formazione penso sia necessario far apprendere il mondo multimediale da tutti i punti di vista.

La cosa che ti consiglio vivamente è di configurare al meglio le workstation impedendo all'utente di eseguire qualsiasi cosa che non sia utile al corso e di ben strutturare la rete così da eliminare i mali provenienti da Internet.

Per il resto la spesa da fare va in base al tuo portamonete, tu sai cosa ti puoi permettere l'importante è non esagerare, non comprare un xSeries per fare da gateway/firewall internet e nemmeno un doppio G5 per creare slides.

Il software forse è la questione più delicata, a parte l'OS, devi mettere in conto che Photoshop & friends hanno costi elevati (giustificati dalla qualità) e quindi a mio avviso ti consiglio di comprare licenze per un determinato numero di macchine e di usare altri software open/free, tipo Gimp ad esempio, su altre.

Spero di esserti stato utile.

Link to comment
Share on other sites

Ho qualche esperienza professionale in materia e credo che ci possiamo scambiare info interessanti per tutti.

Ti faccio qualche domanda:

- il laboratorio deve produrre contenuti per l'esterno, sotto forma di un sito web, contenuti in streaming, forums, didattica in modalità online, etc., oppure produrre video in qualità broadcast?

- le workstations sono previste tutte come postazioni fisse o pensi di avere una parte di laboratorio basato su portatili e collegamento WiFi?

Intanto ti suggerisco dei siti che mi sembrano interessanti:

http://www.didanext.com/

http://ali.apple.com/ali/

http://classroomtco.cosn.org/index.html

http://www.macwindows.com/

Se poi ti interessa la didattica a distanza o e-learning apriamo un capitolo a parte...

Link to comment
Share on other sites

Ciao Claudio.

Sono un utente Mac soddisfatta anche se tutta la mia formazione e le mie competenze riguardano i PC. Sono molto interessata al tuo lavoro e al progetto che devi realizzare. Mi spieghi un po' meglio la situazione? Il tuo ruolo qual è? Ti devi occupare degli aspetti tecnici o anche di quelli organizzativi e progettuali (cioè valutare le necessità degli utilizzatori e creare le condizioni più idonee per l'utilizzo)? Qual è l'utenza che usufruirà di tale laboratorio?

In passato ho lavorato in un'associazione orientata alla creazione di autonomie in disabili mentali adulti, per raggiungere gli obiettivi che molti soggetti avevano nel loro progetto di vita abbiamo utilizzato anche i computer. Mi sono occupata (con l'aiuto del mio fidanzato) di creare un piccolo laboratorio che riuniva 5 PC (ricevuti tramite donazioni) e utilizzare vari software da me analizzati e ricercati.

Ora collaboro con l'università di Bologna e nel mio futuro si prospetta la possibilità di creare un laboratorio/esposizione di strumenti informatici e ausili, che rispecchi principalmente le caratteristiche di facilità nell'utilizzo, informazione dettagliata sulle possibilità presenti nel mondo informatico e soprattutto l'accessibilità.

Spero di poterti dare una mano (dal punto di vista progettuale, non tecnico) e di poter trarre qualche spunto utile anche per me.

Aspetto notizie.

Link to comment
Share on other sites

Intanto ciao a tutti e grazie per le risposte. Il mio lavoro è quello di educatore e pedagogista a favore dell'infanzia e dell'adolescenza. Lavoro in una cooperativa sociale e mi occupo quando ne ho l'occasione con la cooperativa o da solo (con la realizzazione di piccoli laboratori multimediali per i bambini: video, cartoni animati semplici, elaborazione di immagini etc...) di Tecnologie per e dell'Educazione. Ho iniziato a costruire un piccolo sito che forse rende l'idea su quello che vorrei fare (il sito e' modesto ed e' la prima volta che ne faccio uno): www.edumedia.it

Ho l'attrezzatura base hardware e software per lavorare e comunque tutto rigorosamente Mac (iBook piu' postazione fissa...), anche se il consiglio di Gemini lo terro' molto in considerazione: nelle scuole e in genere negli ambienti formativi i pc la fanno da padrone, percio' e' bene conoscerli e utilizzarli.

L'occasione per creare un laboratorio e' data da un finanziamento Regionale, comunque non sono ancora sicuro di possedere tutte le caratteristiche per partecipare al bando. Tuttavia iniziare a scambiare opinioni e saperi penso sia utile e proficuo.

Il mio interesse nasce da molto prima e ho intenzione di continuare ad approfondire l'argomento (Tecnologie per e dell'Educazione) in quanto sono convinto delle ottime potenzialita' in ambito educativo e formativo.

Interessanti i link postati da Lorenzo.

Potremmo darci un appuntamento con iChat per meglio discutere della questione e chissa' scambiandoci opinioni e idee... Grazie ancora.

Link to comment
Share on other sites

Per Claudio:

mi pare di capire che gli interessi maggiori siano puntati sulla creazione e produzione di contenuti piuttosto che sulla trasmissione o la condivisione di materiale sul web o attraverso corsi online.

Le due cose non sono tra loro esclusive ma bisogna a mio avviso focalizzarsi sull'obiettivo pricipale.

Internet: oramai è un obbligo, sia che tu abbia ADSL o rete locale collegata a una WAN, mettici in mezzo un router ethernet che faccia anche NAT, dhcp e Firewall. già che ci sei lo prendi con il Wireless incorporato, che non va male se capita qualcuno col portatile.

In prospettiva, anche se all'inizio avrai poche macchine, pensa a semplificare l'amministrazione:

- un Mac qualsiasi con OS X server e Remote Desktop è l'ideale per gestire con facilità e flessibilità una rete Mac e Win gestendo al millimetro tutte le risorse, utenti, etc. Scalabile praticamente all'infinito.

- Per una stazione di montaggio audio-video e multimediale, penserei a un PMAC G5 con doppio monitor, acquisizione analogica, monitor PAL, tavoletta grafica

- per tutte le altre stazioni, MacMini con monitor 17 vanno più che bene.

- prenderei anche un paio di PC, magari uno con Linux, per provare il materiale prodotto su altre piattaforme e avere termini di confronto.

- avendo i soldi vedrei bene anche un portatile, un IBook 12", da usare per i lavoretti sul campo insieme a fotocamera e telecamera.

- Scontati uno scanner, una getto d'inchiostro fotografica magari A3, una soluzione di backup come un disco Firewire esterno per il periodico e DVD vari per l'archiviazione.

- Una stampante laser di rete b/n è utile se stampi grossi volumi di materiale scritto.

Per la parte software credo che puoi sbizzarrirti nel campo dell'open source e dello shareware. Così risparmi un sacco di soldi e promuovi la filosofia che ne sta alla base. Ci sono prodotti validi per tutti i campi.

Puoi cominciare a usare il software che ti viene insieme ai Mac, ad esempio e alla fine potresti trovarti a produrne uno su misura con i tuoi allievi, come questa scuola di Jesi. http://www.jesicentro.it/

Sono dell'idea, se l'obiettivo non è strettamente professionalizzante, di non usare strumenti troppo complessi all'inizio (come Final Cut Pro o Photoshop, per fare un esempio), in modo che le possibilità del software crescano in base alle crescenti esigenze dell'utente. Questo favorisce anche la ricerca di soluzioni usando diversi semplici strumenti insieme, diventando uno stimolo alla creatività. C'è da dire che strumenti complessi risultano quasi sempre frustranti per bambini e adolescenti, mentre con l'uso di software più intuitivi l'attenzione rimane diretta a ciò che si vuole fare.

Fammi sapere cosa ne pensi, per iniziare.

Link to comment
Share on other sites

Allora, si esatto l'obiettivo principale e' quello di puntare sulla creazione e produzione di contenuti. L'idea iniziale e' di puntare su 3 ibook, un 17 PBook con remote desktop, telecamera digitale piu' qualche fotocamera in modo da avere un laboratorio mobile. La stazione di montaggio gia' l'abbiamo: un G5 dual 2,5 ben carrozzato, scanner stampante etc. e un PC per testare eventuale lavoro prodotto. Riguardo il software open source (anche se il mac gia' mette a disposizione molto) hai per caso qualche link da consigliarmi? Dalla scuola di Jesi ho acquistato iCartoon, anche se non e' piu' stato aggiornato, peccato. Adesso sto facendo un piccolo corso per imparare ad usare flash per integrare iCartoon.

Comunque condivido il discorso che hai fatto riguardo la frustrazione nell'usare software complesso. Quello che bisogna ancora capire e come proporsi all'esterno e soprattutto se esiste la possibilita' di "mantenere" l'attivita' dal punto di vista economico.

Link to comment
Share on other sites

Riguardo il server, ti ho consigliato appositamente un OS X server con Remote Desktop perchè insieme hanno a mio avviso una facilità gestionale superiore a un server Linux.

Ovvero: se hai qualcuno che si intende di Server Unix o qualcuno che ha intenzione di diventarlo, bene, il software Linux è quasi a costo zero. Se invece le due condizioni non sussistono, sappi che la facilità di gestione di un OS X server sorpassa qualsiasi Linux e può valere l'investimento in denaro iniziale.

Tieni conto che OS X si interfaccia con una facilità incredibile con le reti windows e con i servizi windows.

un server linux può fare tutto, ma a livello di facilità di configurazione per un utente non esperto in Unix non ci sono proprio confronti. Io farei la spesa.

A livello hardware non hai bisogno di un X-serve, basta un disco un pò grosso e un pò di ram per ospitare OS X server e Remote Desktop.

Un server con dischi RAID è utile se questo server ospita i dischi su cui lavori direttamente per compiti critici. Se serve solo per l'archiviazione dei dati condivisi e l'amministrazione di rete mi sembra una spesa prematura.

una buona strategia di backup ti mette già al riparo da molti inconvenienti. Spenderei più soldi per 'carrozzare' la stazione di montaggio (ma mi sembra che già siete a buon punto).

Tornando all'utilità di un server:

- gestisce tutte le risorse condivise semplicemente (accesso a internet, alle cartelle, alle stampanti, etc.)

- gestisce utenti, gruppi, e tutti relativi diritti in maniera centralizzata e univoca.

- gestisce updates, distribuzione di software, etc. in maniera centralizzata e risparmiando tempo e risorse.

-con Remote Desktop crei una 'classe virtuale' in cui hai sott'occhio contemporaneamente tutte le macchine e utenti, permettendo di interagire con loro in tanti modi differenti, dal semplice monitoraggio al controllo, etc.

Con tre macchine non hai bisogno di un server e di Remote Desktop. Con 5 cominci a sentirne il bisogno, con 10 maledici il giorno in cui non li hai installati...pensa solo al fatto di dover replicare tutti gli utenti e i relativi diritti macchina per macchina. Pensa solo al fatto di avere i documenti sparsi per le varie macchine e le varie utenze, invece di averli in un solo posto e accessibili a tutti gli utenti secondo le loro prerogative. Pensa al fatto di sincronizzare automaticamente i tuoi portatili e il loro contenuto da un punto di vista centralizzato. Pensa a quanto ti semplifica la gestione documenti e il backup. Questi sono solo alcuni esempi.

Circa il software, mi dici più precisamente cosa vorreste fare? Siti web? Musica? Video? CD e DVD interattivi?

Link to comment
Share on other sites

Bella l'idea del laboratorio mobile. potresti aggiungere qualche tastiera e monitor per quando tieni i portatili in laboratorio, per macchina server di rete basterebbe all'inizio un MacMini con 768/ 1GB ram e un grosso disco FireWire esterno.

Ti consiglio di pensare subito 'in grande', perchè se la struttura funziona ti troverai utenti e collaboratori che si collegheranno alla tua rete con altri portatili, magari Windows, oppure aggiungerai altre macchine fisse. Se la gestione di rete è semplice dall'inizio, tanto meglio.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share