Sign in to follow this  
Teddy_17

Template Joomla in DW?

Recommended Posts

... Non sapevo che i credit potessero essere tolti ed inseriti in un'altra pagina. Effettivamente così è molto più comodo e di fatto non fai un torto alla persona che, giustamente, c'ha lavorato. Bella trovata, mi farò comodo...

È solo un mio metodo... (c'è pure chi li toglie e basta anche quando non è concesso).

Devi accertarti che nelle condizioni di rilascio non ci sia l'obbligo specifico e poi darti da fare per scoprire come si fa, e ti garantisco che spesso non è facile.

Il fatto di metterle da parte è una scelta che vedo fare sempre più di frequente.

Ormai sono molti gli obblighi che regolamentatori idioti ti costringono a rispettare che alla fine devi aggirarli in modo semifraudolento se vuoi sopravvivere a tanta stupidità.

Alla fine io ho pronto tutto da montare in una cartella che personalizzo adattandola alla situazione, ci sono sempre e comunque le note legali, gli avvisi per la privacy, i disclaimer che linco in una voce secondaria di qualche menù, al pari della site map o l'accesso all'area riservata privata.

Tutta roba che se la metti insieme spesso supera in quantità la media dei contenuti scritti di un sito commerciale...

Pensa che nell'e-commerce saresti tenuta a riportare ad ogni singolo acquisto, al momento di cliccare sull'immissione in carrello, le norme di legge relative alla vendita per corrispondenza, e non un link!

Alla fine si risolve in qualche altro modo, per esempio mettendo una casella da flaggare che al clic successivo apre il link, oppure una finestra fluttuante tramite javascript o un'azione che ti rinvia al fondo pagina ecc.

E immagina la faccia del titolare del sito quando gli dici che per pubblicare il sito si dovrà procurare e mostrarti la concessione comunale di commercio ambulante di piazza...

È una caratteristica esclusiva made in Italy, naturalmente, noi ci distinguiamo sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

... Quanto dura l'abbonamento, se di abbonamento si può parlare, di Artisteer? L'ho scaricato in versione trial..

Infatti non è un abbonamento ma una licenza d'uso per un anno (come quasi tutto in questo settore), rinnovabile a metà prezzo.

Rimani per sempre proprietaria di quanto hai potuto scaricare, ma hai diritto agli aggiornamenti, alle beta e all'assistenza solo per il periodo di licenza e vale per due installazioni indipendentemente dal sistema operativo.

La versione Trial non salva gli elaborati come documento .artx, e il template che puoi salvare come cartelle o zip ha le immagini in Images, fondi compresi, tutte con watermark.

La prima licenza annuale costa 49 $ nell'edizione home & Academic (html+CSS, Wordpress e Blogger).

Costa, invece, 129 $ nell'edizione standard (Joomla!, Drupal, DotNetNuke e Asp.Net) e contiene una libreria più estesa

Share this post


Link to post
Share on other sites

... non è possibile preventivare a priori il costo per la realizzazione di un sito, ma mi chiedevo... quanto potrei chiedere di base a chi mi commissiona questi siti...

Prima di tutto è possibile ed anche doveroso sapere prima quanto tempo, risorse e spese dovrai affrontare per compilare il codice e pubblicare il sito.

Oltretutto nessuno ti commissionerà mai un sito senza un preventivo articolato ed un contratto che lo regola.

Le voci che vanno considerate sono tre, non solo per chiarezza, ma anche per diverso trattamento amministrativo:

- Creazione e compilazione del sito o sviluppo sito web

Una voce che comprende per grandi linee consulenza, progetto, esecuzione del codice, montaggio estensioni, inclusioni dei contenuti, sicurezza e pubblicazione.

Fatturato una sola volta, 50% all'ordine, 50% alla pubblicazione.

Il prezzo rispecchia le regole generali di tariffe professionali o d'agenzia, vedi anche le discussioni su questo Forum a proposito di creatività e parcelle.

- Hosting e discendenti o noleggio spazio web e servizi connessi

Comprende l'alloggiamento in uno spazio su server, comprensiva di piattaforma e software necessario per installare, in Joomla per esempio è LAMP (Linux Apache MySQL Php), gestione dei backup di sicurezza del server, il servizio di posta elettronica, firewall, assistenza in ticket, avvisi e pannello di amministrazione dello spazio nel server (da non confondere con cpanel).

Quando arrivi a realizzare più siti consideri la gestione in proprio, noleggiando una quota del server o almeno un servizio di reseller.

Fatturato annualmente o mensilmente (portali con grande capienza), alla prima richiesta e al rinnovo.

Normalmente va dal doppio al quadruplo delle spese vive.

- Manutenzione

Comprende revisioni, correzioni e aggiornamento dei contenuti, non i rifacimenti o ampliamenti che vanno contrattati e regolati a parte.

Comprende anche gli aggiornamenti del software, la sorveglianza sui contenuti, il backup del database e dei file di codice ad ogni aggiornamento, l'adeguamento della sicurezza e la sorveglianza sugli attacchi, la gestione degli utenti registrati e, dove previsto, la gestione dell'accesso dal frontend per gli editori.

Io applico la tariffa di un euro al giorno di minimo, fino a diversi multipli a seconda del lavoro richiesto, ma richiedo la revisione semestrale della tariffa.

Fatturato annualmente, unica soluzione alla pubblicazione del sito e al rinnovo annuale.

Devi provvedere a compilare l'offerta, un contratto tipo con diritti e doveri giuridici e una nota delle lavorazioni accuratamente descritte.

Ti consiglio di usare i contratti tipo Creative Commons

Questa è una chiacchierata, non un manuale, scusa per le mancanze e le possibili imprecisioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

È una caratteristica esclusiva made in Italy, naturalmente, noi ci distinguiamo sempre.

Mi vengono in mente le promozioni sui canali radiofonici che potrebbero andare in onda solo con l'autorizzazione del ministero ma che da sempre lo fanno senza aspettarla. La famosa: "Autorizzazione ministeriale richiesta". Però così è una buffonata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanta carne al fuoco!

Per quanto riguarda i credits, fino a questo momento, non erano specificati in modo esplicito che non andavano rimossi o che dovevano essere citati. Per sicurezza ho utilizzato il tuo stesso trucchetto e mi son messa il cuore in pace. E' vero che resta difficile valutare, da una stringa che il proprietario mette, cosa deve essere riportato o cosa meno, ma mi sembra doveroso che ognuno abbia la propria ricompensa.

Su Artisteer ci sto facendo un pensierino molto serio. Anche perché adesso, credo, di perdere molto più tempo scegliendo un template ics per poi modificandolo da cima a fondo. Graficamente li stravolgo parecchio ricreando a mio piacere il layout grafico. Mi fanno semplicemente comodo i moduli e le posizioni che, come ti ho già accennato, ancora faccio fatica a gestirmeli da sola. Non sempre riesco a generare correttamente il codice.

Discorso costi di realizzazione. Anche qui un po' di chiarezza è stata fatta. Dico un po' perché immaginavo fosse un discorso complesso ed effettivamente lo è. Immagino che, se continuerò ad intraprendere questa strada, con il tempo capirò anche come districarmi tra i vari costi e le mansioni. Per altro la piccola società che mi ha commissionato il lavoro vorrebbe supporto costante, nel senso che non ha proprio tempo (e forse voglia) di star dietro all'aggiornamento del sito immettendo di continuo i contenuti. Quindi in questo caso tutta la mole del lavoro spetta a me.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per i credits limitati a mettere il nome dell'autore o della software house, uno, senza link od altro, e solo quelli importanti che usi per gli effetti principali.

Se stessi a mettere tutto dovrei fare una lista tipo quella della spesa al supermercato... Cito Joomla e al massimo due o tre cose.

--

Evita di utilizzare estensioni basate su Flash, quasi sempre trovi estensioni equivalenti che utilizzano solo html5, plugin e CSS3.

Usa Artisteer Trial, vero che non puoi salvare il file Artisteer (ma col Mac puoi tenere aperta l'applicazione per giorni...) ma i file salvati come zip da caricare su Joomla sono funzionali al 100%, anche se con Watermark (che poi... sapresti bene come fare...).

Procurati uno spazietto (bastano 100/150 MB) gratuito su un server LAMP (ce ne sono diversi, eventualmente chiedi che te li posto).

Caricati Joomla (meglio la 1.5 LTS, solo in questi giorni la 1.6.3 comincia ad essere usabile per la produzione, ma adesso è supportato l'upgrade) via browser.

Abituati a caricare subito le estensioni funzionali, almeno Jce, Linkr e Akeeba sono indispensabili.

Poi carica lo zip del template e predefiniscilo, organizza sezioni e categorie (non esistono più in 1.6), crea i menù ed attiva i moduli e plugin.

Appuntati i problemi, torna ad Artisteer e fai le variazioni, ricarica lo zip con un upgrade di versione del tuo file, predefiniscilo, dovrebbe essere perfetto, nel caso ripeti ancora una volta le operazioni.

Vedrai che è un vantaggio incredibile...

--

Se hai intenzione di occuparti delle manutenzioni (a volte è obbligatorio) stai bene attenta a chiedere la revisione del costo dopo sei mesi, è una buona fonte di reddito ma può essere anche una immensa perdita di tempo non remunerata, se sbagli il preventivo.

Attenta alla sicurezza, considera almeno un paio di attacchi all'anno, dovrai farci l'abitudine...

Semmai ti sentissi scarsa, su Joomla.it ci sono dei tutorial ben fatti tecnicamente ma come al solito scritti malissimo da gente che sa fare bene il suo mestiere ma che è incapace di spiegarlo agli altri, semmai posta i problemi.

Io applico 5/6 metodi in batteria, che vanno da un firewall extra alla misura del peso dei file php ogni 24 ore, se c'è un solo kb di differenza da ieri, cancello tutto e reinstallo il backup di due giorni fa....

E a fine lavoro chiudi tutto ed innalza i permessi al massimo.

Poi fai uno sforzo iniziale, più che altro per capire come funziona, e fai alcune modifiche in modo da instaurare l'override del template, ad ogni aggiornamento del CMS o del template non dovrai reintrodurre tutte le modifiche fatte manualmente.

(i tutorial per l'override sono ben fatti...)

Buona Joomla!

... e scusa se ti dico cose che magari conosci benissimo, ma tutto questo me lo sono sudato perché non sta messo chiaro ed insieme a disposizione, quindi magari è inutile, ma potrebbe esserti utile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma visto che sei così preparato e gentile, posso chiederti una consulenza sul sito che sto "progettando".

Ho buttato le basi per quanto riguarda il layout grafico e in tutta quella parte bianca che vedi (PAV Udine) c'era una slideshow con tre immagini che ruotavano. Ho cancellato tutta la porzione di codice perché volevo inserire il modulo Lof Article Slideshow, peccato che non riesca ad inserirla in quella posizione nonostante abbia provato a creare una nuova posizione.

Hai qualche suggerimento da consigliarmi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Teddy, il tutto non è male, mi sembra che hai una buona professionalità e metodo per eseguire quello che hai in proposito di fare.

Ho dato un'occhiata ai codici, non sono riuscito a capire che template hai usato.

Sto guardando l'html ed i CSS.

Stai usando il modulo {load position x} nel blog di prima pagina, per lo slide show?

A me sembra un errore nella path delle immagini lincate, ma per essere più preciso dovrei dare un'occhiata alle impostazioni del modulo e al posizionamento delle immagini.

Quasi sempre questi errori derivano dal caricamento delle immagini nella cartella Image di Joomla anziché in quella Modules.

La favicon sarebbe bene che la rifacessi in 32x32 con qualche elemento essenziale, ridurla in automatico la rende illeggibile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this