Sign in to follow this  
faxus

Come farsi un sito professionale (col CMS Joomla!)

Recommended Posts

Mi stavo proprio oggi guardando la questione.

Per passare dalla 1.5.23 alla 2.5 occorre migrare.

Ma potresti con pochi problemi installare il backup con Akeeba, fare l'aggiornamento a 1.6/1.7 che pare una cosa con pochi problemi (non l'ho mai fatto, ma così leggo).

Poi aggiornare da 1.7.3 a 2.5 con un pacchetto di aggiornamento che sarà reso disponibile a giorni.

Il primo aggiornamento porta via del tempo (un paio d'ore fra tutto) e forse richiede qualche aggiustamento.

I template devono essere compatibili (controlla), ma se sono recenti o quelli di default lo sono sicuramente.

Quelli realizzati con Artisteer devi ripassarli nella versione 3.0, a parte e rimontarli, poi sposti il default, ma non crascia nulla.

Passare poi dalla 1.7.3 alla 2.5 è questione di un clic e una manciata di secondi, così leggo, in quanto è una versione d'evoluzione, come fosse una 1.7.5.

Pensa solo che già alcuni template della 2.5 sono navigabili "nativamente" da iOS e Android.

So poco di Zend Framework, ma richiede necessariamente php 5.3.x...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per le dritte, stamperò questi post e valuterò in futuro perché ora devo terminare in 1.5 assolutamente. Il problema è che ho dovuto creare alcuni moduli ad hoc per le mie esigenze, ho dovuto installare un plugin e integrarlo con questi moduli che mi permettesse di gestire gli ACL in modo decente (cosa che la 1.5 come saprai non fa assolutamente), ho modificato un po' ovunque il template creato con Artisteer, insomma ho deviato un po' troppo da un uso naturale. Sto studiando programmazione da qualche anno a tempo perso e dovessi ricominciare oggi a fare un sito ovviamente imposterei le cose in modo diverso. Comunque presto ti sottoporrò il mio lavoro e sarò contento se vorrai darmi un giudizio!! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

In attesa che esca Joomla 2.5 a giorni e possiamo riprendere questo thread con la attuale versione di LUNGA DURATA DI JOOMLA, faccio del lavoro.

Sto testando un template per questa discussione che ho chiamato jf_macity sul mio sito per Macity jfaxus punto com.

Allo stesso tempo sto testando Joomla 2.3 RC, dopo aver provato la beta 1 e 2.

Qualche disfunzione, subita capita e messa in rimedio, al wysiwyg.

Un problema grosso con i limiti al caricamento sul server che ho interpretato male e ho cercato per due giorni un errore inesistente.

Problemi stupidi che fanno perdere tempo e pazienza al webmaster, ma che sono un fatto ricorrente del mestiere.

Chiunque può guardarlo, i partecipanti a questo thread possono chiedermi via email o mp la password per smanettare con diritti di amministrazione.

Un parere e richieste di adattamento del template e degli effetti speciali non solo saranno gradite ma sono l'oggetto di questa discussione

Share this post


Link to post
Share on other sites

È uscita l'edizione stabile di Joomla 2.5.

L'edizione sarà di lunga durata, supporto e sviluppo verranno garantiti per i prossimi 18 mesi.

Vi invito ad installarla a partire da questa pagina, sito di joomla.org

http://www.joomla.org/announcements/release-news/5403-joomla-250-released.html

Per il download del pacchetto completo (lato sito e lato amministrazione) di lingua italiana

Joomla.it Sito di supporto Italiano | Joomla.it Sito di supporto Italiano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie DarwinNE, ho seguito con interesse i tuoi interventi sulla qualità del Forum.

Sai che sono d'accordo, dovremmo dimenticarci dell'indirizzo, "presunto" a mio parere, dello staff.

Dovremmo fare come si è sempre fatto, la qualità del Forum è la qualità degli utenti e delle discussioni che amano fare.

L'impoverimento generale dei forum è dovuta al riflusso nei social network e la migrazione degli utenti specializzati nella galassia dei blog.

Tu, io e tanti altri potremmo tranquillamente aprirci un blog o un sitarello/forumetto, ma a che scopo?

Il cesareo "meglio primo in un villaggio della Gallia, anziché secondo a Roma" è un principio che si applica, a mio parere, in politica.

Qui siamo solo appassionati che vogliono fare vita sociale.

È meglio fare vita pubblica in una grande città, c'è più scambio e puoi trovare più interlocutori interessanti che in una realtà locale o ghettizzata

Per me il Forum è insostituibile, la qualità, tra tanta chiacchiera e superficialità (peraltro a volte ben accetta ludicamente), possiamo sempre farla.

E mi sembra sia apprezzata, quando c'è, quando c'è il DarwinNE che conosciamo, quando ci sono le altre decine di utenti che sappiamo e di cui ti ringrazio per avermi messo nel numero.

Questo thread, servirà spero a qualcuno per fare qualcosa di pratico.

A me serve molto per occuparmi di aspetti che tendo a tralasciare ed evito così di restare sempre con una conoscenza incompleta.

Sento inoltre che questa discussione avrà nel tempo buone frequentazioni ed avrò indietro gran parte dell'impegno, abbastanza leggero perché appassionante, che ci metto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si ricomincia.

Joomla 2.5 stabile è una realtà, ormai testata.

Il template Macity è pronto, anzi è pronto in due versioni dark e light, dopo 4 beta ho realizzato la RC.

Lo testerete voi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Installazione del CMS Joomla

Queste indicazioni sono variabili.

Chi lavora in locale dovrà eseguire il tutto come da manuale di MAMP o quel che vuole.

Chi lavora in remoto dovrà impostare il lavoro compatibilmente con le caratteristiche del server.

Se ci sono problemi, postate e vedremo di trovare le indicazioni per procedere.

Ci sono più metodi di installazione.

Io scelgo, anche se ci sono metodi più veloci, che eventualmente indicheremo in un post futuro, con quello più classico, l'installazione via browser.

(editato, seguire le istruzioni su Aggiornamento da una versione di Joomla 1.7 alla nuova 2.5.0 - Il wiki di Joomla.it )

Per prima cosa dovremo configurare il pannello di amministrazione del server.

A seconda dell'hosting scelto, dovremo accedere all'area clienti, da lì in genere si accede con la password comunicata al pannello detto.

A questo punto dovremo impostare lo strumento per caricare, ftp.

Fatelo, scegliendo anche una password.

Tutte le password andranno create in modo facile da ricordare, ma devono essere impenetrabili, secondo quanto indicato al post # 11.

Non è questo il luogo per spiegare teoria ed uso di ftp.

Procuratevi un client ftp, filezilla, Cyberduck, Transmit o quel che volete, a seconda dei propri gusti ed esigenze, ce ne sono sia free, open source che commerciali.

Come base un client che ci permetta l'uso di QuickLook e di un text editor evoluto sarà migliore.

Dipende dall'uso che se ne vuol fare, ovvio che chi lavora frequentemente con modifiche e prove, ritocchi rapidi ai file html, CSS, php, direttamente sul server, nonché trasferimenti incrociati ecc, troverà conveniente spendere qualche decina di euro.

Generalmente sono più che sufficienti client ftp open source o free.

Scaricate dal sito di Joomla.it il CMS e caricatelo sul sito

(Questo passaggio potrà essere saltato da chi ha un hosting con Joomla preinstallato, anch'io ce l'ho ma mi installa per adesso solo Joomla 1.7.x)

Io ho scaricato Joomla 2.5.x, chi vuole andare sul sicuro non può scaricare più la 1.7.x, un aggiornamento di sicurezza è stato inserito direttamente nella 2.5 che viene considerata la prosecuzione, non un upgrade.

Questa la pagina per il download:

Joomla.it Sito di supporto Italiano | Joomla.it Sito di supporto Italiano

Una nota del Wiki

Aggiornamento da una versione di Joomla 1.7 alla nuova 2.5.0 - Il wiki di Joomla.it

ci informa che ora con il pacchetto stabile è possibile fare anche un semplice aggiornamento automatico o semi automatico.

Ci posso ben credere, io proditoriamente lo avevo fatto con la versione Beta e poi con la RC, entrambe le volte sono stato preso a schiaffoni ...

Comunque l'articolo che leggo solo al momento di postare è assai interessante e riassume un sacco di cose, da leggere

Accedete poi con ftp al sito.

Portatevi sulla cartella pubblica html, ogni server la chiama in maniera leggermente differente, ma è facilmente individuabile.

Scompattate la cartella zippata che avete scaricato sul vostro computer ed apritela.

Selezionate l'intero contenuto e caricatelo nella cartella pubblica html, l'operazione richiederà qualche decina di minuti, dipende dal collegamento.

L'operazione consiste non solo nel caricamento nel server (un computer remoto), ma nella collocazione articolata, collegamento con le librerie e validazione dei permessi.

Tanto per fare un esempio indebito è come installare il sistema sul vostro Mac, non tanto indebito, alla fine, trattandosi di un sistema a base X.

Terminata l'operazione aprite il vostro browser preferito.

Faccio una piccola nota, da poco uso convenientemente Safari, una volta i browser adatti erano solo MS Internet Explorer per gli utenti di pc e Firefox per tutti gli altri.

(Firefox soprattutto offre un sacco di strumenti per lo sviluppatore, quelli di Safari sono appena sufficienti)

Il cpanel di Joomla crasciava continuamente con gli altri, soprattutto con il wysiwyg negli articoli.

Adesso vanno benissimo anche Opera e Safari, non ho mai provato con Chrome ma suppongo che vada benissimo.

(tenete presente che è praticamente obbligatorio avere almeno questi quattro browser per le verifiche e possibilmente anche un pc sottomano con Windows e IE 7 e 8, nonché anche un'occhiata anche con Linux non è male anche se in genere non ci sono mai problemi)

Curate di avere sottomano tutti questi dati:

- Sapere se il vostro database è Msql o Mysqli (generalmente è Msqli)

- Il nome preciso dell'host (generalmente è localhost, ma nel mio caso, per esempio è db.XX.xxxxxxx.tld)

- Il nome utente del db (può essere root, il nome dato dall'host o quello creato da te)

- La password utente (in teoria non è necessaria ma non averla è demenziale)

- Il nome del database

Scrivete nella finestra della url del browser l'indirizzo del vostro sito, vi troverete una serie di schermate progressive per confermare o immettere dati che abilitino l'installazione.

Sarebbe piuttosto ozioso da parte mia stare a ripetere quanto viene detto con chiarezza nel wiki di Joomla, nel caso fate domande.

Ricordate solo, a scanso di equivoci che NON dovete caricare i dati di esempio di Joomla (se non per fare esercizio, e tra l'altro sono ancora solo in inglese) sarebbe pressoché impossibile risistemare per poterci produrre senza stare a reinstallare tutto.

E che alla fine dell'installazione dovete cancellare la cartella INSTALLATION dalla cartella pubblica html del sito (tramite pannello d'installazione o ftp).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sistemazione ed implementazione del pannello di amministrazione del sito

Bene, adesso abbiamo il nostro sito disponibile ed attivo.

Impostate il vostro browser mettendo nella vostra barra dei preferiti il collegamento al backend e frontend del sito.

Il frontend sarà il normale indirizzo nella url, il backend sarà la porta per accedere al pannello d'amministrazione di Joomla.

Generalmente è l'indirizzo del sito più /administrator/, per esempio http://sito.tld è il frontend e http://sito.tld/administrator/ è l'indirizzo per accedere dal backend.

Raccomando di impostare subito una password robusta ed impenetrabile.

Al primo accesso dovrete impostare alcune funzioni base, per semplicità adesso lasciate tutto così, salvo se state in un ambiente tranquillo e sicuro di elevare la durata della sessione che Joomla stabilisce in 15 minuti, per evitare continue immissioni della password.

(io imposto 90 minuti di sessione, è più che sufficiente, ed in caso di dimenticanza non sarà un tempo sufficiente a procurarvi dei guai)

La password se il vostro computer è in un posto sicuro, casa o ufficio personale, potete metterla tranquillamente nel browser e nel portachiavi.

Pianificate il lavoro

Impostazione del pannello, controlli generali.

Un po' difficile farlo in questa sede, darò dei cenni man mano che il lavoro procede se necessario, il resto è intuitivo o vi verrà richiesto a seconda dei componenti e l'impostazione che vorrete dare, in seguito all'installazione di plugin o estensioni varie.

Una sola raccomandazione, non fate mai le cose ad impressione, verificate, una semplice domanda a Google su Joomla trova sempre risposta e sempre precisa.

Chiedete prima di fare qualcosa che inevitabilmente farà crasciare il sito o vi farà perdere un sacco di tempo per capire perché questo o quello non funzionano più.

Un po' di tempo lo dedicheremo all'impostazione dei tag del sito per un facile rilevamento dai motori di ricerca degli argomenti e dei contenuti che vi interessa mettere in primo piano per esser trovati nelle ricerche.

Scordatevi di essere nelle prime posizioni di Google per categoria di siti, al mondo ci sono più siti che persone ed è impossibile emergere in una ricerca generica, a meno di non essere in una forte community di siti o spendere un sacco di soldi in ads mirati.

Accontentatevi e fate in modo di essere trovati in una ricerca per nome o attributi restrittivi.

Per esempio (esempio teorico, non fatelo tanto è inutile…) se io Faxus Faxetti, apro un sito per la mia attività di compilatore siti e metto nei tag la solita paccottiglia e basta, non sarò mai trovato se qualcuno scrive sulla finestra del motore di ricerca "webmaster professionale creazione manutenzione siti roma" a meno che non ci aggiunga anche "faxus".

Sarò invece trovato subito nelle primissime posizioni se, date le giuste impostazioni, qualcuno cercherà " webmaster specialista siti agenzia immobiliare gestione frontend roma città" anziché "webmaster creativo specialista siti soft-bondage etero hello kitty roma", nel caso scelga una di queste specializzazioni e metta gli opportuni tag, senza che nessuno mi debba preventivamente conoscere con una discriminante di nome.

Sarà facile, quindi per una agenzia immobiliare di Roma che voglia un elenco di professionisti che siano in grado di creare un sito che sia aggiornabile facilmente dal frontend più volte giornalmente dal personale dell'agenzia, che faccia un rapido corso di spiegazione ai dipendenti e faccia solo la normale manutenzione e aggiornamento senza ricarichi astronomici.

Oppure da una escort sui generis che non vuol perdere tempo con webmaster che non capiscono neanche di che si sta parlando (non so nulla in effetti di soft-bondage ed Hello Kitty, era un esempio tanto per creare attenzione…)

Caricate subito alcune estensioni funzionali alle lavorazioni che andremo a fare:

- Un estensione per il backup

Per quanto la maggior parte degli hosting Joomla provvede a farlo giornalmente o settimanalmente, sarà necessario un ticket o qualche forma complessa di ripristino per poterlo recuperare.

Imparate quindi a farlo da soli con uno strumento evoluto, io uso e consiglio AKEEBA Backup.

L'uso di un uno strumento di backup sarà utile non solo per sicurezza attiva, ripristino in seguito a crash (soprattutto in fase di montaggio o di sperimentazioni di elementi di terze parti che vanno in conflitto) o in seguito ad un attacco, ma per monitorare, lo vedremo in seguito, eventuali iniezioni di codice infetto.

Faccio un breve esempio, se finito il sito e sistemato il tutto in forma compiuta il mio sito pesa 87.567 KB nel back up e nel backup che ripeto questa settimana trovo che pesa 87.573 KB è molto probabile che mi abbiano iniettato del codice infetto in qualche file php del sito.

Posso allora andare a pesare alcune cartelle e trovare quella giusta, cerco e trovo il file manipolato, ripristino l'originale, dopodiché adotto le misure necessarie per difendermi da quel tipo di attacco.

Oppure ripristino tutto com'era in precedenza coll'intero backup e studio qualche sistema di difesa generale.

Lo ripeterò fino alla noia ed in un'apposita sezione, l'attacco di hacker al nostro sito è un'eventualità non peregrina o riservata solo ad alcuni siti che possono essere in vista ed invisi per qualche motivo.

È un'ipotesi reale e si verifica con una cadenza di circa un paio di volte l'anno, non fatevi illusioni e non contate sulla fortuna.

Dovrete essere sufficientemente attrezzati per fare fronte sia ad attacco che ripristino.

Ci sono bot che vengono lanciati continuamente all'attacco, alla cerca di siti che hanno particolari caratteristiche e che presentano debolezze tipiche.

Appena passate nei filtri di qualcuno di questi e viene verificata una password semplice, permessi laschi, presenza di plugin o di estensioni fallate, una vulnerabilità ancora non pacciata qualsiasi del CMS, sarete immancabilmente e duramente colpiti.

Quindi backup, ad ogni progresso e comunque settimanali pianificati, e entro le 24 ore eseguire tutti gli aggiornamenti di sicurezza di cui verrete informati sia per email che dai feed di Joomla, sia nel pannello del sito.

- Un pannello wysiwyg evoluto

- Un gestore di link

- Un gestore immagini

- Un gestore evoluto di contatti

- Eventualmente un plugin o un'estensione per una funzionalità primaria del template (per esempio l'estensione e-commerce per vendita online, per permettere al committente l'accesso dal frontend alle schede, agenzie immobiliari, ristoranti, agenzie viaggio, vendita automobili, oppure semplicemente siti galleria, per fotografi e artisti, o anche per blog, forum, repository ecc).

Successivamente, nel corso della lavorazione ed alla fine, alla chiusura del sito, monteremo tutte le estensioni necessarie al site map, al SEC, SEO, protezioni aggiuntive, i riferimenti per l'indicizzazione, la localizzazione ecc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho caricato le due versioni del template sul sito, sulla 2.5.

Devo ricaricare i contenuti, ora in cartella.

Ho aggiunto la favicon, è semplice, con un buon programma di grafica si fa un esecutivo bitmap a 32x32px e lo si rinomina favicon.ico, oppure con uno dei tanti programmini free.

Poi si carica nella cartella principale del template.

Ho messo quella di jfaxus, dato che è il sito di jfaxus...

Posted Image

Ho caricato anche il background, 1.5MB creavano problemi con i limiti del caricamento tramite il menù estensioni del pannello di amministrazione di Joomla.

Ho messo al suo posto un'immagine a bassa definizione, poi l'ho soprascritta caricando la nuova via ftp, direttamente nella cartella Images del template corrispondente

Posted Image Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dato che al momento non posso caricare gli allegati su Macity, per evitare il ricorso ad appoggino sul web e per la politica facciamo le cose come si deve, caricherò il più presto possibile gli zip dei due template direttamente sul sito, per scaricarli da lì

Posted Image Posted ImagePosted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this