Sign in to follow this  
algida

grafico da due soldi VS due soldi di grafico

Recommended Posts

No Alex, non credo sia gran parte dell'Italia.

E' una parte, quella di quelli che si credono più furbi (per me non lo sono), e non penso siano la maggioranza, purtroppo sono quelli che saltano un pò più all'occhio.

E' vero, purtroppo, imho, che qui in Italia (ma anche in altri paesi) a volte c'è un pò la cultura dell'arrangiamose, dell'inventiamoci d'esser..., del ma si tanto va bene uguale.

A me questo dispiace e un pò anche da fastidio, non so se perché per carattere (e per lavoro) sto e devo stare attento al dettaglio; però è certo che un lavoro fatto bene, oltre a dare soddisfazioni evita anche complicazioni.

Spesso chi si inventa di saper fare un lavoro rischia di fare casini che poi altri saranno costretti a risolvere.

E queste persone che devono risolvere i casini spesso non sono "spese previste nel budget".

Alla fine per risparmiare si spende di più, si abbassa il livello della qualità dei prodotti, si abbassa il livello di accettazione degli utenti e alla fine di tutto chi lavora bene va fuori mercato, perché è troppo caro, perché pretende troppo, perché gli altri chiedono di meno.

A meno che uno non abbia la particolare fortuna di avere clienti "illuminati" o di un certo livello.

E questo, purtroppo, non è sempre possibile.

Questo discorso, comunque, può essere applicato a moltissime categorie professionali, dal grafico al fotografo passando per il meccanico, l'imbianchino o il panettiere.

Con il massimo rispetto per tutti i lavori e tutte le professioni, perché chi si guadagna il pane con onestà e serietà credo lo meriti. imho

Share this post


Link to post
Share on other sites

o forse, e a volte mi chiedo anche questo, le cose che facciamo per davvero non hanno tutta l'importanza che gli tributiamo. o forse ce l'hanno solo per noi, che le capiamo "fino in fondo" e non per il resto del mondo.. boh!

Il fatto è che chi ha la bottega non vede al di là del marciapiede, mentre quelli che "navigano" vedono dove va il mondo. Per questo è difficile comunicare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il fatto è che chi ha la bottega non vede al di là del marciapiede, mentre quelli che "navigano" vedono dove va il mondo. Per questo è difficile comunicare.

Sacrosante parole!

Pensati il divertimento quando hai a che fare con gente che per abilità si è creata dei mezzi imperi, con attività all'estero (hotels e viaggi) e poi, però, su certe cose hanno mantenuto la mentalità da bottega...

Certo certo, avere l'attore che ti gira la scena nel tuo hotel, la mega festa ecc ecc

Questo è importante.

Cosa vuoi che sia se, poi, il logo dei tuoi hotel una volta è di un colore, una volta di un'altro, una volta lo stiracchiano di qua, una volta di là...

Anche questa storia vera.

Share this post


Link to post
Share on other sites

però marco.. se gli hotel crescono, la tua attività ha un fatturato sempre maggiore, strappi guadagni a destra e a manca e tutto il resto.. beh, questo è quello che interessa al propietario di un'attività.

come fai a dimostrare ad un tizio a cui le cose vanno alla grande che se commissiona un lavoro serio sulla propria immagine le cose andranno ancora meglio?

e, soprattutto, siamo sicuri che andranno meglio per davvero? o piuttosto, possiamo garantirgli che il nostro lavoro è un investimento che lo porterà ad avere dei vantaggi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

e, soprattutto, siamo sicuri che andranno meglio per davvero? o piuttosto, possiamo garantirgli che il nostro lavoro è un investimento che lo porterà ad avere dei vantaggi?

Perchè dovresti? Non è mica compito tuo.

Se uno ha un agriturismo e risponde alle email una volta alla settimana è un problema suo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zeitblom, ti dico di più.

Il tipo è anche capace di prendersi dei consulentoni che arrivano con le loro grandi ideone, che si fanno pagare un sacco di soldoni... e poi il titolare, siccome l'azienda è sua, alla fine decide lui.

Ma, allora, cassarola...

Ed è anche da dimostrare che le cose vadano VERAMENTE bene.

Sempre in questa bella e bislacca Italia è pieno di aziende che hanno fatto passi da gigante per poi cadere altrettanto rovinosamente.

Quando arrivi a certi livelli non puoi più improvvisare, non basta più il fiuto del bravo bottegaio (come dice Alex), altrimenti dura finché dura.

E, purtroppo, qui a nord-est gli esempi non mancano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se uno ha un agriturismo e non risponde al telefono è anche peggio...

Se uno ha un call-centre e non risponde al telefono è anche molto peggio... e succede.

Share this post


Link to post
Share on other sites

avete ragione.. quello che intendevo dire è però, e la porto sul mio caso personale:

ho dei mezzi per dimostrare in maniera incontrovertibile al direttore dell'ospedale che il lavoro che sto facendo aiuta davvero le persone che vengono qui a prenotare o a fare un esame o per essere ricoverate?

o perlomeno che la percezione del nostro ospedale, da quando abbiamo adottato certe soluzioni che ho proposto, è migliorata?

io lo so che è così. e sono convinto di tutte le scelte e i progetti che ho portato avanti. se non fossi convinto della loro importanza sarebbe triste venire a lavorare tutte le mattine..

e questo discorso vale ancora di più per un cliente che arriva da te e non è ancora certo di volersi affidare ai tuoi "servizi". quali sono i mezzi che abbiamo a nostra disposizione per dimostrare a qualcuno che il nostro lavoro, posta la qualità e la spesa superiore, gli renderà di più di un lavoro fatto fare al praticone di turno alla metà del prezzo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho dei mezzi per dimostrare in maniera incontrovertibile al direttore dell'ospedale che il lavoro che sto facendo aiuta davvero le persone che vengono qui a prenotare o a fare un esame o per essere ricoverate?

Probabilmente dovresti mostrargli un altro ospedale, come funziona e come è organizzato. Ma potrebbe non essere sufficiente, e torno al discorso "bottegai" vs. "navigatori"

o perlomeno che la percezione del nostro ospedale, da quando abbiamo adottato certe soluzioni che ho proposto, è migliorata?

Quello dell'ospedale mi sembra un caso un po' estremo, sai com'è... alla fine bisogna uscirne sani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oi eccomi qui - ragazzi ci state dando dentro oggi pomeriggio, eh ?! :) e siccome sono sicuro che stiate lavorando tutti spezzo un'arancia in favore del multitasking volante dei nostri mac...

Mentre ero lontano dal forum, vuoi per infinita modestia e senso critico, ho deciso in qualche modo di scusarmi. Si perchè io sono ancora un pivellino...durante il liceo passavo interi pomeriggi al computer con photoshop 4..un anno ad architettura così per sport e ora un nuovo corso di studi sulla comunicazione pubblicitaria e la grafica....

Le mie origini sono quelle dello smanettone...in quei tempi - mea culpa - ho fatto il sito per il padre dell'amico del cugino etc... con gli anni però ho imparato tanto... non tutto.

Quello che manca lo imparo ogni giorno sentendo parlare VOI e spero lo imparerò facendo questo bel lavoro.

Io mi reputo un futuro buon professionista...pignolo e preciso all'eccesso e con un discreto buon gusto...ma di fronte a voi riconosco cosa significa davvero L'ESPERIENZA e la conoscenza di ogni singolo passaggio...dalla creazione alla stampa. Mi permetto ogni tanto qui tra voi di dire cose del tipo "Ci stanno screditando il lavoro" ma in effetti, per rispetto nei vostri confronti, ne parlo per esperienze ad un altro livello.

Questo lo dico perchè in quasi 10 anni che amici e conoscenti mi reputano "quello bravo con grafica e computer" - solo ora comincio a vedere dei frutti...e SOLO CHI HA UN MINIMO PROVATO cosa voglia dire fare certi lavori con passione...attenti al dettaglio in modo maniacale...SOLO CHI HA PROVATO sa quante vale il vostro e un giorno il mio Lavoro.

Windows ha aperto le porte a tutti...tutti sanno muovere un mouse. Il problema è che quando vedono noi lavorare...e utilizzare un programma come photoshop/illustrator come un pianista suona il piano...o come un trapezzista fa i salti mortali senza rete...con assoluta scioltezza facendo sembrare tutto semplice...loro pensano che SIA SEMPLICE. Ma loro non vedranno mai le nottate...le occhiaie al mattino...non proveranno mai la sensazione del "è tutto così come l'avevo immaginato e progettato"...non hanno idea di quanta fatica davvero ci sia in questo lavoro...si devono mettere in testa che il processo creativo non è CLICK-DOPPIO CLICK-CTRL CLICK.

Scusate se son stato prolisso...torno a ritoccare le foto di un matrimonio sottopagate...e a finire i packaging per un piccolo imprenditore...e a fare i biglietti da visita per il fratello della mia ragazza che se è tanto mi darà 10 euro...

e a rispondere alla mia vicina di casa che NO - LE BOMBONIERE NON TE LE PENSO IO perchè son bravo al computer. DAv

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this