Sign in to follow this  
algida

grafico da due soldi VS due soldi di grafico

Recommended Posts

x Sauro:

quando ho citato Van Gogh o Hendrix l'ho fatto provocatoriamente...

in realtà la mia tesi l'avevo già espressa più sopra: nella professione di grafico convivono due aspetti: quello tecnico e quello creativo.

Non per nulla l'avevo inizialmente accostata, e questa volta in modo sensato, a quella di architetto:

non è un ingegnere (che costruisce il case che regge, come dici tu) e non è né un pittore né uno scultore... ma deve avere una mentalità a cavallo tra la due aree.

P.S. spero di non averto offeso eh?

:o

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah ECCO COSA VOLEVO DENUNCIARE...quasi mi dimenticavo.

Sapete forse chi è il nemico numero1 al momento ?

MAIL BOXES ETC.

Non so se avete mai avuto a che fare con questi negozi...ma se qualcuno sta svaccando il mercato, in parte sono loro. Potete entrare in un negozio MBE qualsiasi...e farvi fare qualsiasi tipo di lavoro grafico...cataloghi, brochure, packaging, biglietti da visita ....e parliamo forse dei lavori meno appaganti dal punto di vista personale, che però in passato immagino abbiano sempre garantito una buona base di entrate. Il fatto è che vi producono il lavoro e poi ve lo stampano anche...sembra il centro commerciale della grafica...come quando in passato molti negozietti o artigiani hanno dovuto chiudere perchè l'Iper di quartiere era più conveniente...però per la categoria merceologica non c'è proprio paragone con questo esempio..

e una volta MBE faceva solo spedizioni e stampa...

L'altro giorno ho chiesto al grafico della MBE quanto avrebbe fatto pagare un biglietto da visita...risposta "50 euro per la creazione e la stampa di 100 bigliettini" - che non sono solo testo...ma anche farciti di un po' di grafica veloce apprezzabile dal committente...senza eccessivi studi o perdite di tempo. paghi. consumi e te ne vai.

che tristezza. ma il committente è felice..e questo conta.

Si bè... spero che presto si cominci a dire: .azzo di logo è? l'hai fatto fare alla MBE? ;) (personalmente non me ne preoccuperei molto cmq.)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eorl, evidentemente hai un concetto di tecnica lontano dal mio. Un architetto (concordo con il paragone) non lavora fregandosene delle leggi di statica & co, le deve comunque considerare. Questo lo dovrebbe fare anche quello che tu chiami grafico creativo. Non è che se uno è un creativo può far quel che gli pare, ci sono svariate cose da rispettare e non parlo di tecnica (72 o 300dpi, eps o tiff) ma di teoria del colore, gestaltica, di forme negli spazi ecc...

Prendi un'auto: l'estetica è importante, fondamentale ma ci sono regole che nella progettazione stilistica devono essere rispettate, vuoi per la tecnologia che c'è a disposizione, vuoi per la cultura e la preparazione delle masse. Lessi tempo fa un articolo in cui una macchina dal design asimmetrico non avrebbe mai venduto un pezzo, poteva essere l'auto più bella del mondo ma non viene recepita come poitiva in quanto l'uomo è abituato a cercare spesso la simmetria che rimanda al suo viso/corpo e gli dà sicurezza. Ecco: se Gaudì avesse progettato un'auto del genere sarebbe stata sicuramente apprezzata in quanto opera d'arte ma non come bene di consumo. Una pagina pubblicitaria, un manifesto non sono quadri, un gingle pubblicitario non è una canzone, un packaging non è una scultura. Questa è la differenza e bada: nessuno dice che ci siano decine e decine di talenti inespressi che non hanno mai saputo nulla ma producono lavori eccezionali, anzi, ne conosco a vagonate e li invidio. Ma Zidane prima ha dovuto imparare che il gol si fa nella porta avversaria, Agassi che non puoi tirare la pallina fuori dalle linee del campo, Kenzo Tange e Zaha Adid che il vetro si può rompere, Mark Newson che la plastica si dilata, Neville Brody che un cerchio è più gentile di un triangolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si bè... spero che presto si cominci a dire: .azzo di logo è? l'hai fatto fare alla MBE? ;) (personalmente non me ne preoccuperei molto cmq.)

magari svaccano il prezzo con un prodotto accattivante ma senza "anima" (nel senso di pensato per te). chi si rivolge lì o non sarebbe venuto da te o sarebbe andato dal corel72. se a MBE danno un prodotto "onesto" per me va bene, la corporate identity non interessa tutti, al contrario dei biglietti da visita...a proposito, sono spariti dalle stazioni le macchinette che te li facevano in automatico, confermate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

a proposito, sono spariti dalle stazioni le macchinette che te li facevano in automatico, confermate?

Davvero?

In un centro commerciale qui a Padova c'è ancora.

Almeno fino ad una decina d'anni fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ora una storiella in positivo:

ti si presenta uno che fa divani a mano convinto della bontà del suo prodotto che al tempo, era il 1998/99 costavano 1,500,000 di lire a seduta. gli si mostra il preventivo delle nostre idee per lui che andavano dal logo alla multimedia card per un totale di 13mil. noi si pensava che avrebbe accetata la parte più "normale" e rimandata quella più avanti coi tempi...lui risponde dicendo che anche se la sua azienda è piccola riconosce l'importanza della pubblicità e della comunicazione e che non si fa mai abbastanza...e che ha il libretto degli assegni in macchina...lui scende, noi "ma che davero?!". torna e stacca tre assegni, a vista, 30 e 60.

c'è ancora una speranza (professionale) per questo mondo

Share this post


Link to post
Share on other sites

ora una storiella in positivo:

ti si presenta uno che fa divani a mano convinto della bontà del suo prodotto che al tempo, era il 1998/99 costavano 1,500,000 di lire a seduta. gli si mostra il preventivo delle nostre idee per lui che andavano dal logo alla multimedia card per un totale di 13mil. noi si pensava che avrebbe accetata la parte più "normale" e rimandata quella più avanti coi tempi...lui risponde dicendo che anche se la sua azienda è piccola riconosce l'importanza della pubblicità e della comunicazione e che non si fa mai abbastanza...e che ha il libretto degli assegni in macchina...lui scende, noi "ma che davero?!". torna e stacca tre assegni, a vista, 30 e 60.

c'è ancora una speranza (professionale) per questo mondo

30 e 60 gg. ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma si...non mi preoccupo molto della MBE...però capisci che si cannibalizza tutte le piccole entrate...le entrate non molto impegnative diciamo dal punto di vista di Cuore..."cagatelle"...alla fine forse, meglio così che non farle fare a Corel72 o intasare i professionisti di micro-committenti insistenti e boriosi (vi sfido a fare i biglietti da visita per il parrucchiere e non tirare qualche impropero prima di fine lavoro)...

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT:

scusate, mi pare di ricordare che ci fosse un 3d tipo bibliografia in cui si consigliavano testi legati alla grafica, ma non riesco a trovarlo in nessun modo.. nessuno di voi si ricorda dove fosse? e se ci fosse per davvero (magari melo sono solo sognato..)

/OT

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma si...non mi preoccupo molto della MBE...però capisci che si cannibalizza tutte le piccole entrate...le entrate non molto impegnative diciamo dal punto di vista di Cuore..."cagatelle"...alla fine forse, meglio così che non farle fare a Corel72 o intasare i professionisti di micro-committenti insistenti e boriosi (vi sfido a fare i biglietti da visita per il parrucchiere e non tirare qualche impropero prima di fine lavoro)...

quasi tutto il "commerciale" è fagocitato dal fatto in casa e simili.

pensate alle piccole tipografie che vivevano di carte intestate, biglietti da visita, volantini...le ink-jet domestiche le stanno uccidendo...forse le hanno uccise

Share this post


Link to post
Share on other sites

credo che quelle piccole tipografie se non si sono già riciclate in qualche modo...siano state fagocitate..

resistono in pochi...io qui nella zona non trovo un tipografo che si possa chiamare così nell'arco di chilometri..son sempre costretto a fare stampe laser dalla MBE... per questo mi manca anche una adeguata esperienza nel settore della stampa... se salta fuori quel thread sulla bibliografia, mi piacerebbe approfondire la conoscenza di questo aspetto fondamentale!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this